Qual è la dermatite atopica pericolosa durante la gravidanza? Può una malattia danneggiare un bambino?

L'attesa di un bambino è un evento piacevole ed eccitante nella vita della maggior parte delle donne.

Ma è anche un momento di esacerbazione delle malattie croniche.

Tra questi - la dermatite atopica, che di solito durante questo periodo, quando il corpo della donna è indebolito, tende ad aggravarsi.

Cause di esacerbazione nelle donne in gravidanza

La dermatite atopica (nota anche come neurodermatite) è un problema che colpisce oltre il 60% delle donne incinte. In realtà, è una malattia cronica e ricorrente della pelle di origine allergica. Questa malattia è ereditaria.

La malattia si verifica prevalentemente all'inizio del primo trimestre, non lasciando la donna sola fino alla nascita stessa, periodicamente diminuendo e ritornando di nuovo. I sintomi compaiono sulla pelle e sotto forma di disturbi gastrointestinali.

Non è stata identificata tutta la causa di allergia nelle donne in gravidanza. Tuttavia, gli esperti hanno presentato diverse versioni:

  • L'ormone si sposta nel corpo - la causa principale dello sviluppo dell'atopia;
  • Fattori stagionali ed esterni: piante da fiore, essendo sullo stesso territorio con l'animale, tempo avverso, ecc.;
  • ereditarietà;
  • Malattie del tratto digestivo;
  • Sovraccarico nervoso

Alcuni scienziati ritengono che il conflitto iniziale tra le cellule dell'embrione e la madre diventi il ​​meccanismo scatenante della dermatite mentre il bambino è in attesa.

Con la crescita del feto e la ristrutturazione del corpo ai suoi bisogni, una donna incinta può sperimentare una diminuzione dell'immunità. Questo è un evento comune, soprattutto se il corpo è stato inizialmente indebolito. Pertanto, i mali esistenti "strisciano fuori", manifestandosi con una nuova forza.

Impatto della malattia sul feto

Durante la gravidanza, la futura madre che è malata di eczema rischia di trasferirlo al neonato. Molto spesso, la malattia viene ereditata attraverso la linea materna.

Se entrambi i genitori della famiglia soffrono di qualche forma di allergia, allora la probabilità di trasmetterla al bambino è del 90 percento. Se la malattia viene diagnosticata solo nella madre o nel padre, il rischio è ridotto al 50%.

In futuro, il bambino avrà un aumentato rischio di sviluppare asma e vari tipi di allergie. Ma è lontano dal fatto che queste malattie si manifesteranno tutte uguali.

Alcune donne incinte hanno difficoltà, perché sviluppano una forma severa di atopia con manifestazioni vividi sotto forma di prurito, gonfiore ed eruzioni cutanee gravi (vedi foto).

E questo è pieno di stress, insonnia e pressione alta.

In questo caso, il feto potrebbe anche essere interessato. A volte si verificano anche parto prematuro o aborto spontaneo. Pertanto, a volte i medici ricorrono a una terapia avanzata, senza attendere il secondo trimestre di gravidanza.

trattamento

Un allergologo o un dermatologo sceglie la terapia per il paziente secondo le sue condizioni. Nella forma lieve della malattia, i farmaci sono prescritti per alleviare il prurito e ridurre le eruzioni cutanee. Il medico seleziona attentamente i mezzi esterni per non danneggiare il feto in crescita. Tra questi puoi usare:

  • Unguenti e creme con effetto antinfiammatorio e lenitivo: "Emolium", crema da bagno "Tsinovit", "Latikort", "Bepanten";
  • Unguento sulla base di steroidi. Usato per sopprimere il prurito. Il più delle volte ricorrere a farmaci "deboli": "Idrocortisone" viene applicato sulla pelle in piccole porzioni;
  • Corticosteroidi. Se l'eczema si presenta in forma moderata o grave, ricorrere a pomate ormonali, come "Advantan". La dose è determinata dal medico.
  • Per liberarsi delle tossine, devi prendere qualsiasi sorbente: "Smekta", "Enterosgel".
  • Per ridurre i sintomi della dermatite atopica, vengono prescritti antistaminici ("Zyrtec", "Fenistil"), nonché sedativi a base di valeriana e motherwort.

Gli antibiotici di solito non sono prescritti.

Se la gravidanza è pianificata e la malattia si è già manifestata, il trattamento farmacologico sarà l'opzione più preferita.

Medicina tradizionale contro la malattia

Quando la maggior parte delle pillole e altre droghe di medicina ufficiale non sono approvate per l'uso, i decotti curativi e le infusioni dei guaritori popolari lo faranno.

Le donne in gravidanza e in allattamento non possono assumere rimedi popolari a base di alcol.

Per alleviare il prurito e asciugare l'eruzione cutanea, è possibile acquistare l'olio di olivello spinoso in farmacia. Lenisce la pelle e riduce il rossore.

È utile fare un bagno con farina d'avena macinata. Basta aggiungere un bicchiere di cereali al bagno e nuotare per 15 minuti. Farina d'avena può essere sostituita da una stringa.

Un tal unguento aiuterà anche: prendere un cucchiaio di camomilla, olivello spinoso, madre-e-braccialetti, mescolare.

Aggiungere il burro (1 cucchiaio) e la glicerina 400 ml. Lubrificare al mattino e alla sera.

Donne incinte sulla nota

Per evitare che la malattia rimanga a lungo nel corpo e nuoccia alla salute, una donna incinta dovrebbe seguire alcune regole:

  1. Cerca di non entrare in contatto con possibili allergeni;
  2. Effettuare più spesso la pulizia a umido, per fornire aria pulita e fresca in casa;
  3. Riposa e dormi;
  4. Fai una dieta: elimina il dolce, la farina, l'affumicato e il grasso, alcuni latticini e anche gli agrumi;
  5. Se possibile, rimuovere tappeti e giocattoli morbidi da casa.

Inoltre, assicurati di evitare lo stress e di camminare all'aria aperta.

Raccomandazioni per l'allattamento al seno

Le raccomandazioni alla donna dopo il parto, che nutre il bambino, coincidono con gli appuntamenti durante la gravidanza. Questi sono vari mezzi esterni: "Bepanten", "Emolium", "Tsinovit". In situazioni gravi, unguento Advantan.

Prescrizione obbligatoria di antistaminici e sedativi: "Zirtek" in un dosaggio di 10 gocce o "Fenistil", "Motherwort Forte" o "Magnesium B6".

Non dimenticare il bagno con camomilla, corda o calendula.

Dieta - richiesto! Escludere tutto fritto, salato, dolce, agrumi e frutta dai colori vivaci.

Puoi mangiare una varietà di cereali, carne magra, ad esempio, coniglio o manzo, ricotta a basso contenuto di grassi.

Utilizzare solo quelle polveri e prodotti chimici per uso domestico che già conoscete e fidatevi completamente del produttore.

Pianificazione della gravidanza per la dermatite atopica

L'eczema è una malattia ereditaria, è impossibile eliminarlo completamente, ma è del tutto possibile e necessario tenerlo sotto controllo. Una donna dovrebbe condurre uno stile di vita sano, abbandonare cattive abitudini, eliminare l'assunzione di antibiotici prima di pianificare un bambino.

Dovremo seguire una dieta sana per lungo tempo, curare tutte le infezioni croniche e migliorare l'immunità. È meglio per questo fare una visita a un allergologo-immunologo.

E soprattutto: evitare lo stress. La natura psicosomatica dell'esacerbazione della dermatite atopica è dimostrata.

Video correlati

Quali sono le cause della dermatite atopica nelle donne in gravidanza e cosa fare, dire a un dermatologo:

Trattamento della dermatite atopica durante la gravidanza

La dermatite atopica durante la gravidanza è un fenomeno spiacevole, manifestato da vulnerabilità cutanea, ipersensibilità, squilibrio del sistema immunitario. La condizione atipica della pelle si verifica a causa della mancanza di lipidi (grassi) in esso, così come una diminuzione delle prestazioni di filargin, una proteina che funge da giunzione di cellule nell'epidermide.

La manifestazione della dermatite atopica durante la gravidanza

La dermatite atopica nelle donne in gravidanza si manifesta come un'infiammazione dello strato esterno della pelle a causa della sua ipersensibilità. La violazione dello squilibrio, dovuta all'adattamento ormonale, provoca lo sviluppo di processi infiammatori sia all'interno del corpo che sulla sua superficie - l'epidermide.

Se un corpo sano non risponde alle particelle irritanti di potenziali allergeni nell'ambiente, possono verificarsi reazioni atipiche sotto forma di dermatite durante l'aggiustamento ormonale.

I fenomeni di atopia hanno una natura ereditaria di origine, ereditata geneticamente. Infatti, nella maggior parte dei casi, la malattia è ereditaria. La predisposizione alle reazioni allergiche aumenta significativamente con la presenza di allergeni nella storia familiare, specialmente dalla madre. Ma non possiamo escludere una serie di altri fattori che contribuiscono al processo patologico.

La manifestazione della dermatite atopica, che è apparsa in tenera età, diminuisce con l'età, a volte scompare completamente, lasciando successivamente la pelle secca, soggetta a irritazioni. Ma c'è una certa percentuale (fino al 20%) di donne i cui sintomi si manifestano durante la gravidanza. Il corpo è particolarmente sensibile nei trimestri 1 e 3.

Ignorare la condizione atipica della pelle di una donna incinta è impossibile. Se non elimini i sintomi spiacevoli, i cambiamenti patologici entreranno nel circolo vizioso. La violazione della barriera cutanea contribuisce alla crescente penetrazione di sostanze irritanti allergizzanti nel corpo, causando un forte prurito. Il conseguente graffio della pelle è un mezzo favorevole per la riproduzione della flora patogena, che deve essere trattata con farmaci antibatterici che influenzano negativamente il feto in via di sviluppo.

I sintomi caratteristici di questa malattia aiutano a determinare la presenza di dermatite atopica:

  • prurito di intensità variabile, a seconda della forma della malattia;
  • pelle secca, soggetta a desquamazione;
  • arrossamento e gonfiore di varie dimensioni
  • l'apparizione di placche con contorni incerti;
  • ulcere ed erosione derivanti dall'infezione da microrganismi patogeni.

Atopia osservata sulla superficie dell'estensore dei gomiti, sotto le depressioni del ginocchio, nel collo, nella fronte, nella parte temporale, nelle pieghe della pelle. Il processo di localizzazione è presente sul retro delle mani e dei piedi.

Fattori che innescano lo sviluppo della malattia nelle donne in gravidanza

Tra i motivi principali ci sono:

  • Predisposizione genetica.
  • Malattie comuni del sistema immunitario, endocrino, del sistema nervoso centrale.
  • Stretto contatto con sostanze allergeniche: polvere, polline, peli di animali e altri.
  • L'uso di prodotti farmaceutici.
  • L'uso di cosmetici contenenti allergeni.
  • Le conseguenze della terapia antibiotica attiva.
  • Situazioni stressanti che innescano il meccanismo di aggressione autoimmune.
  • Elevato stress psico-emotivo.

Se una donna è allergica, dovrebbe prepararsi in anticipo per la gravidanza programmata. Uno stile di vita sano, un'alimentazione corretta ed equilibrata, priva di prodotti contenenti allergeni, creerà i prerequisiti per un ciclo mite di gravidanza in presenza di una forma cronica della malattia.

Le manifestazioni allergiche durante la gravidanza sono difficili da trattare. Innanzitutto, è difficile correggere i sistemi immunitario ed endocrino. In secondo luogo, l'uso di farmaci è strettamente limitato a causa dei possibili effetti tossici sul feto.

Specificità del trattamento

Il trattamento della dermatite atopica nelle donne durante la gravidanza implica una terapia tradizionale con l'uso di preparati farmaceutici di azione direzionale e non convenzionale, basati sulla medicina tradizionale.

Il regime di trattamento classico comprende l'uso di un complesso di farmaci anti-infiammatori, anti-edematosi, analgesici e sedativi.

Il risultato del trattamento dipende dalla diagnosi corretta. Specialisti come un dermatologo, un allergologo o un immunologo possono aiutare a diagnosticare l'atopia. I dati dei test clinici confermeranno o confuteranno la malattia. Nella maggior parte dei casi, si notano livelli elevati di linfociti e leucociti nel plasma.

Un passo importante nel trattamento classico delle malattie allergiche è l'identificazione dell'agente patogeno con l'aiuto di test allergologici. Per eliminare un'infezione batterica, dovrai passare un pezzo di tessuto per la semina batterica, prelevato dalla fonte dell'infiammazione. Allo stesso modo, è possibile identificare un'infezione fungina che ha una somiglianza esterna con le malattie allergiche.

Se la dermatite atopica è comparsa per la prima volta durante il periodo di gestazione, di solito procede in forma lieve. È possibile prevenire l'esacerbazione della malattia con l'aiuto di cosmetici appositamente progettati per la cura della pelle sensibile. Sono presentati sotto forma di creme, emulsioni e gel per il lavaggio. Emoli ipoallergenico si è dimostrato benissimo. Preparati emollienti con funzione di ritenzione idrica, contribuiscono al ripristino dell'epidermide.

Se i segni di infiammazione acuta sono espressi, è prescritto un unguento di azione antinfiammatoria, antiedematosa e sedativa:

La terapia complessa include anche assorbenti che consentono di eliminare le tossine dal corpo. Smecta, Enterosgel, Sorbex, Atoxil, Polisorb hanno dimostrato la loro efficacia. Il risultato può essere risolto con l'aiuto di probiotici che ripristinano la microflora intestinale, ad esempio Linex, Bifiform, Laktovit-forte, Acidolac.

In caso di manifestazioni cliniche pronunciate di dermatite, quando l'eruzione acquisisce una natura essudativa (vescicole piene di contenuto liquido), sono indicati i preparati di corticosteroidi, prescritti rigorosamente dal medico curante.

Il secondo e il terzo stadio della malattia sono caratterizzati dalla presenza di un forte prurito e una violazione delle condizioni generali. Se i farmaci a base di corticosteroidi non hanno alcun effetto, la terapia è integrata con farmaci a base di erbe sedative (valeriana, tinture di motherwort). Le alternative sono rimedi omeopatici. Hanno un effetto calmante, rigenerante, antinfiammatorio, analgesico e antiprurito. Il farmaco Viburkol elimina delicatamente i fenomeni spiacevoli, non ha controindicazioni, che porta al suo uso diffuso tra le donne incinte.

I sedativi concomitanti sono antistaminici, come la loratadina e il diazolino. Possono essere utilizzati in tutti e tre i trimestri di gravidanza.

Nel secondo e terzo trimestre, la preferenza dovrebbe essere data a Pipolfen e Fenkarol. Qualsiasi antistaminico deve essere prescritto solo da un medico, tenendo conto delle condizioni generali del corpo e delle caratteristiche individuali.

Medicina tradizionale

Le piante, in contrasto con i loro analoghi sintetici, hanno un effetto più lieve sul corpo. La gravidanza è un periodo di decisioni equilibrate, da cui dipende non solo la salute della donna stessa, ma anche il nascituro. Pertanto, il medico sta cercando di proteggere il corpo dagli effetti collaterali dovuti all'uso di medicinali a base di erbe.

Piante come camomilla, ortica, achillea, bardana e altre hanno caratteristiche anti-infiammatorie, antipruritiche, avvolgenti e ammorbidenti. L'infusione, preparata con il loro uso, rigenera la superficie danneggiata, favorisce una rapida epitelizzazione. Può essere utilizzato sotto forma di applicazioni di garza.

Foglie fresche di ortica, schiacciate in un frullatore o tritacarne, versare acqua bollente e infondere per 40 minuti. Un bicchiere di verde avrà bisogno di 1 litro d'acqua.

Questa soluzione può essere assunta per via orale (per via orale) o trattata sulla pelle interessata. Trattare la pelle colpita usando l'infusione di betulla. Prepararlo come la ricetta precedente. Su un bicchiere di boccioli di betulla prendere 1 litro d'acqua. L'efficacia dell'infusione di betulla è nota da molto tempo.

Ben alleviare l'infiammazione, eliminare il peeling e il prurito del bagno usando l'amido. Per la loro preparazione dovrebbe essere sciolto in un bicchiere di acqua calda 3 cucchiai di amido. La sospensione risultante viene versata in un bagno comune con acqua calda.

Dieta come preventivo

Per migliorare la condizione fisica durante la gravidanza consentirà una dieta equilibrata.

I principali allergeni dei prodotti includono:

  • miele;
  • cioccolato;
  • pesce;
  • fragole, fragole;
  • agrumi;
  • Kiwi, ananas;
  • prodotti piccanti e affumicati.

L'uso di questi prodotti dovrebbe essere escluso dalla dieta quotidiana o per ridurre al minimo l'assunzione. Migliorare lo scambio, i processi digestivi aiuteranno alimenti ricchi di vitamine, minerali, fibre alimentari. Questi includono: verdure fresche, zucchine, cavoli, zucca, varietà verdi di mele, banane, prodotti da forno a grani interi. Nella dieta devono essere inclusi yogurt acido, ricotta a basso contenuto di grassi, orzo, farina d'avena e grano saraceno, carne di coniglio, tacchino, manzo.

Trattare la dermatite atopica durante la gravidanza in ogni caso sotto la supervisione di un medico. Consultazioni periodiche di specialisti di profilo stretto consentiranno di minimizzare i fenomeni di disagio con le perdite minime. Un'attenta attitudine a te stesso e al tuo bambino non ancora nato dovrebbe essere un momento determinante nella vita di una donna incinta.

Dermatite atopica durante la gravidanza

La dermatite atopica è una malattia cronica allergica della pelle che si verifica in persone con una certa predisposizione alla malattia. La patologia non interferisce con il corso della gravidanza e lo sviluppo fetale, ma può causare molta preoccupazione alla futura mamma. Il trattamento della dermatite atopica durante la gestazione è difficile a causa del divieto di molte droghe di azione sistemica e locale.

motivi

Secondo le statistiche, la dermatite atopica si verifica nel 10-20% degli abitanti del pianeta. La patologia è nota principalmente nei paesi sviluppati, tra i residenti di grandi città (compresi i principali centri industriali). Negli ultimi anni si è registrato un aumento dell'incidenza, un aumento del numero di casi gravi di dermatite atopica e un esito avverso della malattia.

La dermatite atopica è uno dei passaggi della marcia atopica. Sotto questo termine comprendere il graduale cambiamento delle forme di allergie. Nella prima infanzia, il bambino sviluppa una dermatite atopica, che alla fine lascia il posto alla pollinosi e diventa asma bronchiale. Secondo le statistiche, oltre la metà dei pazienti con dermatite atopica soffrono contemporaneamente di altre malattie allergiche.

Il fattore principale nello sviluppo della malattia è la predisposizione genetica. La malattia viene spesso celebrata in successione in diverse generazioni. È importante ricordare: non è la dermatite atopica che viene trasmessa, ma solo la tendenza ad una maggiore sensibilità del corpo e lo sviluppo di reazioni allergiche. La predisposizione ereditaria non significa lo sviluppo obbligatorio della malattia. Per l'implementazione del processo patologico richiede l'influenza di uno o più fattori (trigger):

  • cattiva alimentazione (mangiare cibi potenzialmente allergenici);
  • vivere in un'area non favorevole all'ambiente (grandi città industriali);
  • farmaci incontrollati;
  • fumare (incluso passivo);
  • stress psico-emotivo.

Oggi è noto con precisione: alla base dello sviluppo della dermatite atopica si trova una caratteristica ereditaria predisposta della risposta del sistema immunitario agli allergeni. L'atopico ha osservato un aumento della produzione di immunoglobuline E specifiche (YgE) e alcuni anticorpi. In combinazione con una maggiore reattività cutanea, questo crea le condizioni per la manifestazione della malattia.

sintomi

Nella maggior parte dei casi, la dermatite atopica si verifica nella prima infanzia. In molti bambini, la malattia scompare di 3-7 anni. La probabilità di un decorso grave del processo e della sua transizione verso una forma cronica aumenta quando la dermatite atopica è combinata con allergie alimentari (inclusa la proteina del latte vaccino). In età riproduttiva, il quadro clinico della malattia sta cambiando. La forma infantile della dermatite atopica appartiene ormai al passato. Le manifestazioni della forma adulta della malattia vengono alla ribalta.

I sintomi della dermatite atopica negli adulti:

  • macchie rosse squamose sulla pelle del viso, collo, petto, arti;
  • forte prurito (anche con manifestazioni cutanee minime della malattia);
  • grave secchezza della pelle.

Sintomi simili si verificano in altre malattie della pelle. I seguenti criteri aiuteranno a distinguere la dermatite atopica da un'altra patologia:

  • l'insorgenza della malattia nella prima infanzia (fino a 3 anni);
  • ipercheratosi (eccesso di cheratinizzazione) sulle superfici laterali delle mani;
  • sbucciatura pronunciata della pelle;
  • la comparsa di macchie biancastre sulla pelle del viso e del collo;
  • forte prurito con sudorazione;
  • arrossamento e prurito della pelle dopo le procedure idriche;
  • frequenti lesioni cutanee non specifiche (dermatosi, processi infettivi);
  • dermografismo bianco (reazione cutanea speciale).

La condizione generale della dermatite atopica di solito non soffre. L'insonnia può svilupparsi a causa di un forte prurito. Un lungo decorso della malattia può rendere una donna irritabile, in lacrime, capricciosa. Durante la remissione, la condizione migliora significativamente fino alla completa scomparsa di qualsiasi sintomo della malattia.

La dermatite atopica è una malattia con esacerbazioni periodiche. L'eruzione cutanea si forma principalmente nella stagione fredda, dal tardo autunno all'inizio della primavera. L'incidenza di picco si verifica in inverno, che è associata all'aria secca nelle stanze riscaldate. La luce solare e l'umidità elevata attenuano significativamente le condizioni e contribuiscono al raggiungimento della remissione.

Corso di gravidanza

La dermatite atopica non impedisce il concepimento del bambino, non influisce sul decorso della gravidanza e non impedisce lo sviluppo del feto. Nascite con questa patologia sono senza caratteristiche. Grave prurito e insonnia possono causare malessere alla futura mamma, ma l'effetto indesiderato della malattia finisce lì. Non si osservano complicanze specifiche della gravidanza con dermatite atopica.

Durante la gravidanza, molte donne notano una diminuzione dei sintomi della malattia o persino la loro completa scomparsa. Questo fenomeno è associato ad un aumento della produzione di cortisolo durante la gravidanza. Dopo il parto, tutte le manifestazioni di dermatite atopica torneranno dopo 3-4 mesi. In previsione di un bambino, le gravi esacerbazioni della malattia sono estremamente rare.

Conseguenze per il feto

La malattia è ereditaria? C'è una certa predisposizione genetica all'atopia - una reazione ipersensibile del corpo a certe sostanze (allergeni). La tendenza all'atopia è ereditata. È impossibile prevedere in anticipo come questa malattia si manifesterà in un bambino: sotto forma di dermatite atopica, pollinosi o asma bronchiale. I genitori atopici dovrebbero prestare particolare attenzione al loro bambino e, se possibile, eliminare tutti i fattori che possono portare alla manifestazione della malattia.

Qual è la probabilità di trasmissione della malattia? È noto che in presenza di dermatite atopica in entrambi i genitori, il rischio di sviluppare una patologia in un bambino è fino all'80%. Se solo un genitore ha un problema, la probabilità di ereditarietà della malattia è compresa tra il 30% e il 50%. Il rischio di sviluppare una dermatite atopica in un bambino con una storia ereditaria non cerimoniale è del 20%.

Principi di trattamento

Tutti i sintomi della dermatite atopica sono principalmente ipersensibili alla pelle. Cura questa malattia completamente impossibile. Tutto ciò che si può fare è eliminare i sintomi e alleviare le condizioni della donna. A tal fine, sono state prese diverse misure volte a idratare la pelle e prevenirne l'essiccazione in futuro.

Terapia non farmacologica

Il trattamento non farmacologico include:

  1. Interruzione del contatto con possibili allergeni. Tappeti, giocattoli morbidi e qualsiasi cosa tenga la polvere lontana dovrebbero essere rimossi dalla casa.
  2. La creazione nella stanza in cui si trova la donna incinta è l'umidità ottimale (50-70%) a temperature dell'aria fino a 22 ° C. In tali condizioni, la pelle non si asciugherà, accelerando il recupero e riducendo il rischio di recidiva della malattia.
  3. Pulizia giornaliera e ventilazione della stanza.
  4. Idratazione costante della pelle con crema-emolantia.
  5. Rispetto di una dieta ipoallergenica (specialmente se associata a allergie alimentari).

La cura della pelle è un elemento importante nel trattamento della dermatite atopica. Per idratare la pelle, vengono utilizzate creme emollienti speciali (Emolium, Lipikar, Losterin, ecc.). I prodotti per la cura quotidiana non lasciano asciugare la pelle, riducono il rischio di irritazioni, screpolature e abrasioni. Utilizzare la crema dovrebbe essere dopo la doccia, così come la secchezza della pelle durante il giorno. Nelle fasi iniziali della malattia, l'emolente viene applicato all'area interessata dopo la scomparsa dell'infiammazione (come la seconda fase del trattamento dopo pomate e creme steroidei). In futuro, si raccomanda di utilizzare costantemente gli emollienti come prodotto base per la cura della pelle (anche in completa assenza di sintomi della malattia).

La dieta è un altro punto importante nel trattamento della dermatite atopica. Quando si esacerba la malattia si raccomanda di escludere dalla dieta i seguenti prodotti:

  • cacao, cioccolato;
  • noci;
  • miele;
  • agrumi e frutta esotica;
  • pesce (compreso il brodo di pesce);
  • cibi piccanti e piccanti.

Dopo il miglioramento, puoi gradualmente aggiungere questi prodotti alla tua dieta (in piccole porzioni e in condizioni di buona tolleranza). La base della dieta nel periodo di esacerbazione dovrebbe essere piatti a base di verdure, al vapore. I latticini fermentati ne trarranno beneficio: yogurt, kefir, fiocchi di latte senza additivi. In caso di intolleranza al latte vaccino, dovrebbe essere escluso dalla dieta.

Terapia farmacologica

Per il trattamento della dermatite atopica durante la gravidanza, vengono utilizzati i seguenti gruppi di farmaci:

Fondi locali

Nel trattamento della dermatite atopica sono ampiamente usati pomate, creme, lozioni e gel corticosteroidi. La scelta del farmaco dipenderà dalla forma delle lesioni cutanee. L'effetto dell'uso di steroidi significa che arriva abbastanza velocemente. Già il secondo giorno di trattamento, il prurito si attenua, la dimensione delle macchie diminuisce. La pelle secca dura a lungo. Per idratare la pelle, si consiglia di utilizzare una crema emolliente speciale.

L'uso di farmaci corticosteroidi durante la gravidanza è molto limitato a causa del possibile rischio per il feto. La medicina è selezionata dal medico, dando la preferenza a mezzi che non penetrano nel flusso sanguigno. Creme e unguenti vengono utilizzati in un breve corso su piccole aree della pelle. L'autotrattamento della dermatite atopica durante la gravidanza non è accettabile.

chelanti

I sorbenti sono i mezzi che promuovono la rimozione degli allergeni dal corpo attraverso il tubo digerente. Efficace con la combinazione di dermatite atopica con allergie alimentari. Il corso della terapia è di circa 3-5 giorni. È possibile usare medicine simili in effetti endovenosamente.

Altri farmaci

Per il trattamento della dermatite atopica in donne in gravidanza possono essere utilizzati tali strumenti:

  • farmaci che migliorano il tratto digestivo (probiotici, enzimi, batteriofagi);
  • vitamine;
  • antibiotici (nel caso di un'infezione batterica).

Gli antistaminici e altri farmaci sistemici non vengono praticamente utilizzati durante la gravidanza.

prevenzione

Cosa si dovrebbe fare per evitare l'esacerbazione della malattia durante la gravidanza?

  1. Evitare il contatto con un possibile allergene. Rimuovere tappeti, peluche da casa, sostituire i piumini con quelli sintetici. Non è consigliabile tenere gli animali domestici nell'appartamento.
  2. Pulizia giornaliera giornaliera e ventilazione della stanza.
  3. Indossare guanti a contatto con sostanze irritanti (detersivo in polvere e altri prodotti chimici domestici).
  4. Utilizzare solo cosmetici ipoallergenici e altri prodotti per la cura del corpo sicuri.
  5. Ogni giorno, idratare la pelle con crema emolentami.
  6. Non usare quando si lavano salviette rigide che possono ferire la pelle.
  7. Indossare abiti e biancheria intima realizzati in tessuto naturale di alta qualità.
  8. Seguire una dieta ipoallergenica.
  9. Evitare lo stress e l'esercizio eccessivo.
  10. Non prendere rimedi a base di erbe senza la raccomandazione speciale del medico.

Il rispetto di queste regole ridurrà il rischio di sviluppare dermatite atopica durante la gravidanza e contribuirà ad evitare il ripetersi della malattia dopo il parto.

Dermatite atopica di donne in gravidanza

Qual è la dermatite da gravidanza atopica?

Atopia - questo termine descrive la predisposizione allo sviluppo di dermatite atopica, asma e / o rinite allergica.

L'eczema atopico è un'infiammazione della pelle che provoca secchezza e prurito della pelle. Colpisce qualsiasi area della pelle, incluso il viso, ma i luoghi più comuni sono i gomiti, le ginocchia, i polsi e il collo. Si presenta con uguale frequenza sia nelle donne che negli uomini e di solito inizia nelle prime settimane o nei primi mesi di vita. Il più delle volte si verifica nei bambini, interessando almeno il 10% dei bambini. Può persistere negli adulti o dopo un periodo asintomatico può tornare all'adolescenza e all'età adulta. Molti fattori ambientali peggiorano le condizioni della pelle per l'eczema. Questi includono febbre, polvere, contatto con sostanze irritanti (ad esempio sapone o detergenti), stress e infezioni. Anche la condizione della pelle durante l'eczema durante la gravidanza peggiora (vedi sotto).

La dermatite atopica delle donne incinte si verifica nelle donne che già soffrono di eczema e provoca una esacerbazione della malattia (approssimativamente nel 20% dei pazienti con dermatite atopica di donne in gravidanza). Inoltre, c'è un gruppo di donne in cui la prima manifestazione di questa malattia è iniziata durante la gravidanza (tra cui il restante 80% dei casi). Spesso hanno una pelle più sensibile con una tendenza alla secchezza e all'irritazione (la cosiddetta diatesi atopica), ed è anche possibile che qualcuno dai loro parenti soffra di malattie atopiche (asma, rinite allergica, dermatite atopica).

La dermatite atopica delle donne incinte di solito si sviluppa durante la prima metà del periodo di gravidanza (75% - fino al terzo trimestre). L'ADB era precedentemente noto come "prurito gravido", ma questa definizione non include tutti i tipi di cambiamenti cutanei che possono verificarsi con questo tipo di malattia. Pertanto, questo nome non è più utilizzato.

Qual è la causa della dermatite atopica nelle donne in gravidanza? La ragione non è completamente chiara. L'atopia è una malattia di natura ereditaria (vedi sotto) e si manifesta a livello genetico. Le persone atopiche hanno un sistema immunitario iperattivo e una tendenza all'infiammazione della pelle (arrossamento ed erosione). La barriera protettiva della pelle in queste persone non funziona come dovrebbe, e quindi la pelle è soggetta a secchezza e allo sviluppo di infezioni. Durante la gravidanza, il sistema immunitario cambia in modo significativo, il che può portare a un deterioramento della dermatite esistente o ai primi segni di dermatite atopica. Questi cambiamenti di solito passano dopo il parto; anche se la ricorrenza della malattia può verificarsi in alcune donne durante la gravidanza.

La dermatite atopica ha un carattere familiare? Sì. L'eczema atopico (così come l'asma o il raffreddore da fieno) si trova di solito nelle famiglie di persone affette da queste malattie. Se uno o entrambi i genitori sono affetti da eczema, asma o pollinosi, è probabile che i loro bambini siano inclini a questo tipo di malattie. Inoltre, a causa dell'ereditarietà, tua sorella o tua madre potrebbero anche avere dermatite atopica durante la gravidanza. Vi è un'alta probabilità di dermatite atopica durante le successive gravidanze.

Quali sono i sintomi della dermatite atopica in gravidanza e come appare? Il sintomo principale è il forte prurito che può causare disagio durante il sonno. L'importanza di un'eruzione cutanea dipende dal tipo di ADB. Se soffri del deterioramento di un eczema esistente, è probabile che la tua pelle sia rossa e asciutta. Se l'eczema è attivo (durante un'esacerbazione), è possibile che si formino piccole bolle con contenuti trasparenti sulle mani e sui piedi o che la pelle possa piangere. Nelle zone della pelle soggette a graffi costanti, la pelle può indurirsi, si verifica la cosiddetta lichenificazione. Se prima hai sviluppato la dermatite atopica durante la gravidanza, allora l'eruzione si presenta in forma più lieve. Due terzi dei pazienti soffrono di chiazze rosse, pruriginose e squamose (il cosiddetto tipo eczematoso di ADB). La lesione, così come l'eczema atopico, sono il collo, il petto, i gomiti e la fossa poplitea. Un altro terzo dei pazienti presenta piccoli noduli (1-2 mm) o diverse grandi placche (5-10 mm), a volte con piccole ferite aperte (escoriazioni che appaiono come un graffio della pelle) sull'addome, sulla schiena e sugli arti (il cosiddetto " prurigo ").

Come diagnosticare la dermatite atopica in donne in gravidanza? Di solito è facile stabilire una diagnosi in caso di esacerbazione di un eczema già esistente basato sul quadro clinico caratteristico e tenendo conto della storia della malattia. Tuttavia, alla prima manifestazione di dermatite atopica, la diagnosi è più difficile da stabilire. Può essere confuso con malattie della pelle come scabbia o eruzioni cutanee causate da allergie a farmaci e altre malattie della pelle specifiche che si verificano durante la gravidanza. È meglio dire al proprio medico di famiglia di dermatite atopica in te o ai membri della tua famiglia, nonché sulla suscettibilità ad altre malattie atopiche (la cosiddetta diatesi atopica, vedi sopra).

La dermatite atopica di una donna incinta può colpire un nascituro? No, l'eruzione della madre non causa alcun danno al bambino. Tuttavia, sullo sfondo della dermatite atopica, un bambino può sviluppare una predisposizione genetica alle malattie atopiche (eczema, asma o raffreddore da fieno).

È possibile curare la dermatite atopica in donne in gravidanza? Non completamente; a causa di una predisposizione genetica a questa malattia. Ma ci sono molti modi per controllarlo. In particolare, le prime manifestazioni di dermatite atopica rispondono bene al trattamento e sono facilmente controllabili.

Come trattare la dermatite atopica durante la gravidanza? L'obiettivo principale del trattamento è quello di alleviare il prurito e ridurre l'infiammazione e il rossore della pelle. È importante che durante la gravidanza vengano utilizzati medicinali che sono completamente sicuri per la salute della madre e del bambino. Idratanti, creme steroide o unguenti più comunemente usati.

Idratanti (creme emollienti e unguenti) possono essere applicati più volte al giorno per prevenire la secchezza della pelle. Ce ne sono molti, quindi è importante scegliere il rimedio più adatto a te. Idratanti per il bagno e l'uso di sostituti del sapone in molti casi portano sollievo. Non è consigliabile fare il bagno o la doccia troppo spesso, si asciuga la pelle.

Creme per steroidi o unguenti oleosi contenenti steroidi sono spesso necessari per ridurre i sintomi. Dovrebbero essere applicati solo sulla pelle interessata. Dovresti usare le creme steroidee più deboli (per esempio, idrocortisone) o moderatamente resistenti. La quantità di crema dovrebbe essere minima. Nel caso ideale, saranno sufficienti 1 - 2 tubetti (15 - 30 gr.). Tuttavia, nei casi più gravi, usare sempre una crema steroide forte o un unguento in grandi quantità è sempre preferibile all'assunzione di steroidi sotto forma di compresse.

La somministrazione di compresse di steroidi è l'ultimo passo per controllare la condizione, dovrebbero essere assunti solo a piccole dosi e per un breve periodo di tempo. Il prednisolone è un farmaco che viene prescritto durante la gravidanza in caso di gravi esacerbazioni di eczema.

Alcuni pazienti possono anche usare ulteriori metodi di trattamento, come i raggi ultravioletti (UV tipo B), che sono considerati sicuri durante la gravidanza.

Gli antibiotici possono essere necessari per immergere. Ciò può significare che l'eczema è infetto da batteri.

L'uso di creme o unguenti che sopprimono il sistema immunitario, come tacrolimus (Protopic ®) e pimecrolimus (Elidel ®), dovrebbero essere evitati, in quanto non hanno ricevuto una licenza d'uso durante la gravidanza. Anche se si ritiene che l'uso non ufficiale di questi farmaci in aree limitate della pelle non danneggi il nascituro, ma non sono state condotte ricerche serie in questo settore.

Inoltre, la pelle pruriginosa può alleviare gli antistaminici. Le medicine sicure durante la gravidanza sono:

  • Sedativi (sedativi): Clemensin, dimeinden, chlorpheniramine.
  • Non sedativo: loratadina, cetirizina.

Quanto è sicuro questo trattamento per madre e figlio? È necessaria un'osservazione speciale? L'uso dell'attività più debole o media di creme o unguenti steroidei con moderazione è sicuro durante la gravidanza. Forti creme o unguenti steroidei possono influenzare lo sviluppo del feto. I bambini in questi casi possono essere nati con un peso insufficiente, soprattutto quando si usano creme o unguenti steroidei in grandi dosi (più di 50 g - 1/2 di una provetta grande al mese, o più di 200 - 300 g - 2 - 3 - grandi provette durante l'intero periodo della gravidanza). Corsi brevi (circa 2 settimane) di prednisone (una compressa di steroidi), che è il farmaco preferito dalle compresse di ormoni steroidei durante la gravidanza, di solito non danneggiano il bambino. Tuttavia, la somministrazione orale di dosi elevate (più di 10 mg al giorno) di prednisone per un periodo più lungo (più di 2 settimane) durante le prime 12 settimane di gravidanza può portare allo sviluppo di un "labbro leporino" o "bocca di lupo" in un bambino. Il trattamento prolungato con compresse di steroidi (che di solito non è necessario con ADB) può anche influenzare lo sviluppo del bambino nel suo complesso, in particolare, la crescita del feto.

Con l'uso di compresse di steroidi nella madre c'è il rischio di sviluppare diabete (alti livelli di zucchero) e ipertensione (pressione alta). Pertanto, nelle cliniche prenatali, devono essere eseguite misurazioni costanti della pressione sanguigna e analisi delle urine, mentre un'ecografia può determinare anomalie nello sviluppo del bambino.

La consegna normale è possibile? Sì.

Le donne con dermatite atopica in gravidanza possono allattare? Sì. Anche con le pillole di steroidi, una donna può allattare un bambino, poiché solo una piccola quantità di steroidi viene rilasciata nel latte materno. Tuttavia, queste donne sono a rischio di sviluppare eczema da capezzolo a causa dell'aumentata sensibilità cutanea. Pertanto, si consiglia di utilizzare creme idratanti per questa parte del corpo. Se si tratta di creme steroidee, prima di allattare al seno dovrebbe essere accuratamente lavato per evitare che il bambino entri in bocca.

Nonostante tutti gli sforzi fatti per garantire che le informazioni fornite in questo opuscolo informativo siano accurate, non tutti i trattamenti descritti sono adatti o sufficientemente efficaci per tutti i pazienti. Il medico sarà in grado di fornirti informazioni più dettagliate.

Le informazioni generali contenute in questo opuscolo sono state prese in prestito dal foglietto illustrativo del paziente (BAD). Questo opuscolo è stato preparato dal gruppo di lavoro sulle malattie fatali durante la gravidanza dell'Accademia europea di dermatologia e venereologia (EADV) e potrebbe non riflettere le opinioni ufficiali dell'Accademia.

Dermatite atopica in donne in gravidanza: trattiamo con estrema cautela

La gravidanza per qualsiasi ragazza è un periodo importante quando prende una decisione per se stessa e per il suo futuro bambino. E cosa fare se durante la gravidanza improvvisamente è apparso questo prurito eruzioni cutanee? Bevi la stessa medicina? O trattare con qualcosa di nuovo? E forse questo può essere evitato del tutto?

Secondo le statistiche, nel 20% dei casi si verifica una esacerbazione di dermatite o eczema, mentre nel restante 80% c'è un debutto di dermatite atopica durante la gravidanza. È importante essere consapevoli di questi e di molti altri problemi, perché il trattamento è complicato dal divieto di molte medicine familiari, perché può danneggiare il bambino.

Durante l'esacerbazione della dermatite atopica, vengono utilizzati diversi gruppi di farmaci: glucocorticosteroidi di uso locale, sistemico, antistaminici, stabilizzatori di membrana, immunomodulatori per uso locale. Adeguate e corrette decisioni di trattamento possono essere prese solo dal medico, il compito principale è quello di prevenire lo sviluppo della malattia e allo stesso tempo eliminare i metodi di trattamento che possono influenzare il feto, diagnosticare ed eliminare la dermatite da contatto. Se non si inizia il trattamento in tempo, allora la probabilità che una forma lieve di dermatite atopica diventi più grave è elevata.

Cause di malattia

La dermatite atopica è una dermatosi allergica cronica ed è una delle più comuni malattie della pelle. Secondo gli ultimi dati dell'OMS, l'incidenza tra la popolazione adulta è del 2-10% e studi recenti dimostrano che continua a crescere.

I primi segni della malattia si manifestano più spesso durante l'infanzia, tra 0 e 5 anni, ma è possibile fare il debutto nell'adolescenza.

Ci sono molte ragioni per questo, poiché la dermatite atopica è una malattia multifattoriale. Un ruolo importante è giocato dal fatto che la suscettibilità all'atopia è ereditata dai genitori. Nel caso della sua presenza in entrambi, la probabilità di manifestazione di malattie atopiche in un bambino è di circa il 50%. Per realizzare questa predisposizione, l'effetto di uno o più motivi è più spesso necessario:

  • Mangiare potenziali allergeni
  • Presenza a casa di potenziali allergeni
  • Frequenti infezioni del tratto respiratorio superiore

A un'età più avanzata:

  • fumo
  • Farmaci incontrollati
  • Abuso di alcol

Esacerbazione della dermatite atopica durante la gravidanza

Una delle caratteristiche piacevoli della dermatite atopica è la remissione spontanea, che può essere piuttosto lunga, e il fattore che interrompe questa remissione e causa il peggioramento della malattia è spesso la gravidanza. Nel periodo gestazionale nel corpo della madre, si verifica una cascata temporanea di cambiamenti ormonali, la sensibilità del sistema immunitario aumenta e le reazioni emotive cambiano, portando ai primi sintomi della dermatosi.

Nella maggior parte dei casi, il tempo in cui la dermatite può peggiorare si verifica nel primo o nel secondo trimestre di gravidanza (nel 75% dei casi). Il primo è l'apparizione di punti rossi pruriginosi, a volte accompagnati da peeling, se un episodio del genere è la prima volta, l'apparizione di piccole bolle (vescicole), che, una volta pettinate, daranno pianto. Successivamente, la pelle su cui c'erano eruzioni cutanee può essere secca e indurita, elevata rispetto ai tessuti circostanti - questo è chiamato lichenificazione. La localizzazione più frequente delle lesioni è aree del corpo con pelle più sottile: collo, torace, gomiti, fossette poplitee.

Ci sono diversi gradi della malattia:

  • Lieve: peculiare di coloro che hanno questo primo episodio della malattia. È caratterizzato da piccole aree di rossore sotto forma di noduli (1-2 mm), localizzati in aree tipiche. Il prurito - lieve, disturba soprattutto la sera.
  • Medio: la fase successiva della malattia, in cui le macchie rosse aumentano di dimensioni e l'area di distribuzione diventa più ampia, l'eruzione va allo stomaco, alla schiena, così come al viso, alla superficie interna delle cosce. Con questa condizione, è meglio spostare il paziente in ospedale.
  • Grave: caratteristica di coloro che hanno precedentemente sofferto di episodi di dermatite atopica. I sintomi principali sono prurito pronunciato, che potrebbe anche non farti dormire, il processo si diffonde in tutto il corpo. In alcuni casi, l'adesione di un'infezione secondaria è possibile, vale a dire la comparsa di elementi gonfi, l'aspetto delle vescicole con pus. Non in tutti i casi di grave dermatite atopica, apparirà la piodermite, dipende dall'immunità di una determinata persona.

Trattamento medico durante la gravidanza

Il compito principale è quello di evitare effetti teratogeni sul feto, alleviando al massimo le condizioni della futura mamma e idealmente rimuovendo tutti i segni della malattia. Ai fini del trattamento, è prima necessario consultare un medico, un dermatologo e un ostetrico-ginecologo insieme a pazienti in stato di gravidanza.

Se è stata diagnosticata una fase lieve della malattia, il trattamento viene eseguito a casa, nel caso di moderato o grave, si raccomanda il ricovero, ma, di nuovo, questo viene considerato dal medico in ogni singolo caso.

  • interrompere il contatto con un potenziale allergene (cibo, animali domestici, nuovi prodotti per l'igiene, ecc.);
  • osservanza del sonno e del riposo, escludere ogni sovraccarico emotivo;
  • mantenendo pulita la casa - pulizia con acqua 2 volte a settimana;
  • rimuovere i cuscini e le coperte di piume e piume;
  • se possibile, rimuovere tappeti, giocattoli morbidi, pulizia umida di mobili imbottiti;
  • rimuovere le piante dalla casa;
  • ventilazione regolare della stanza;
  • eliminare indumenti sintetici, biancheria da letto e biancheria intima e utilizzare tessuti naturali quando possibile;
  • eliminare l'eventuale fumo passivo

Come trattamento medico vengono utilizzati idratanti speciali, creme o unguenti, che contengono glucocorticosteroidi, preparati per ridurre il prurito.

Idratanti o emollienti contengono componenti speciali nella loro composizione che aiutano a ripristinare la barriera lipidica della pelle, riducono la sua sensibilità e irritazione. La produzione di tali creme viene effettuata da aziende speciali che producono cosmetici farmaceutici, quindi i fondi dovrebbero essere ricercati in farmacia e non in un normale supermercato. Questo gruppo di agenti esterni non deve essere trascurato, essi forniscono un rapido recupero e guarigione delle aree colpite, e aiuta anche a migliorare l'immunità cutanea, riducendo il rischio di attaccare un'infezione secondaria.

Per aumentare il comfort, garantire un sonno sano, ridurre l'intensità del prurito, alle donne incinte sono consentiti alcuni antistaminici. Ad esempio, clemastina, loratadina, con adeguata valutazione da parte del medico della necessità della nomina di questi farmaci.

Creme o unguenti contenenti steroidi sono prescritti rigorosamente dal medico e sono usati sotto il suo controllo. A seconda della durata, dell'intensità del processo, il medico sceglie la corretta forma di dosaggio. Devono essere applicati sulla pelle pulita e asciutta, solo sulle aree danneggiate con uno strato sottile. Per le donne in gravidanza è consentito l'uso di steroidi di grado lieve o moderato, poiché quando si utilizzano agenti con un alto grado di attività, si possono trasmettere effetti negativi sul feto.

Il trattamento con pillole ormonali (il prednisone è consentito durante la gravidanza) è consentito nel trattamento di forme gravi di dermatite atopica, si raccomanda l'uso di piccole dosi e una breve durata di somministrazione.

Gli antibiotici possono essere usati?

Nel trattamento della dermatite atopica, gli antibiotici sono utilizzati solo per il trattamento esterno e solo come parte di farmaci combinati (un farmaco ormonale e un antibiotico). Sono prescritti per malattie gravi in ​​caso di infezione per il minor tempo possibile.

Metodi tradizionali di trattamento

Il problema del trattamento della dermatite atopica in donne in gravidanza non è così raro, le ricette più efficaci della medicina tradizionale in questo articolo. Come aiuto, i seguenti rimedi popolari possono essere utili nel ridurre l'insorgenza dei sintomi:

  • bagno alle erbe di ortica, bardana e achillea: la miscela secca viene prodotta con acqua bollente e infusa. Il decotto risultante può cancellare aree di eruzioni cutanee.
  • infuso di germogli di betulla: versare acqua bollente su 1 tazza di germogli e lasciare in un thermos. Questa infusione aiuta a ridurre l'irritazione e la sensibilità della pelle.
  • decotto del treno (1 cucchiaio da tavola per mezzo bicchiere d'acqua) viene applicato 3-4 volte al giorno come impacchi inumiditi.

dieta

Come già accennato, gli allergeni che provocano un'esacerbazione possono entrare anche nel cibo e, pertanto, uno dei punti obbligatori di trattamento è l'alimentazione secondo una dieta ipoallergenica. La sua essenza è escludere i prodotti che possono agire come potenziali allergeni.

In primo luogo è di mettere frutti di mare, cibo contenente varie spezie e condimenti, così come caffè, cioccolato, miele e cibo affumicato, noci e agrumi. Si può sapere che un prodotto specifico che può causare sintomi allergici, dovrebbe essere completamente eliminato durante la gravidanza. Le diete devono essere rispettate durante l'intero periodo di esacerbazione e, una volta superato il pericolo, i prodotti devono essere introdotti gradualmente, non più di una volta ogni due o tre giorni.

Trattamento della dermatite atopica durante la gravidanza

Una delle più comuni malattie della pelle è la dermatite atopica. Soffrono fino al 20% della popolazione e altrettanto spesso si verifica in entrambi i sessi. Questa è un'infiammazione cronica della pelle, che causa una sensazione di secchezza e prurito. Ha una natura allergica. La malattia viene diagnosticata in almeno il 10% dei neonati, di solito scompare dopo aver raggiunto 3-7 anni, le recidive possono tornare in età adulta. Non si verifica raramente dermatite atopica durante la gravidanza, causando notevole preoccupazione tra le future mamme.

Perché appare la malattia?

La patologia è ereditaria. Si manifesterà con una probabilità fino all'80% se entrambi i genitori sono atopici e con una probabilità del 30-50% se uno di loro soffre di patologia. La malattia, sebbene meno probabile (fino al 20%), può essere identificata se qualcuno da parenti più lontani ha rinite allergica, asma, eczema.

Il sistema immunitario degli esseri umani atopici è iperattivo e soggetto a infiammazione. La barriera protettiva si indebolisce e la pelle si secca, più suscettibile alle infezioni. In risposta alla penetrazione di sostanze allergeniche, il corpo inizia ad aumentare la produzione di immunoglobuline E e istamina. La permeabilità capillare aumenta, come risultato, compaiono sintomi allergici - prurito, arrossamento, eruzione cutanea, ecc. La predisposizione genetica non significa che una persona svilupperà certamente patologia. Dopotutto, non la dermatite stessa sarà ereditata, ma solo la propensione per essa.

I seguenti fattori possono innescare un processo patologico (trigger):

  • la vita in una metropoli con un'industria sviluppata e un'ecologia sfavorevole;
  • inserimento frequente nel menu di prodotti con un alto indice di allergia;
  • fumare (a rischio anche i fumatori passivi), alcol;
  • farmaci incontrollati;
  • infezioni batteriche, fungine e virali;
  • eccessivo stress psico-emotivo.

Le piante da fiore, i prodotti chimici domestici, i vestiti fatti di tessuti sintetici, cosmetici, saliva e peli di animali domestici, ecc., Possono essere influenzati dai catalizzatori della patologia: cambiamenti improvvisi di umidità e temperatura, mancanza di sole possono influenzare. L'atopia esacerba in inverno a causa dell'eccessiva secchezza dell'aria dai radiatori operativi. Il sole e l'alta umidità portano alla remissione e al sollievo.

Quando una donna è incinta, lei, in aggiunta a quanto sopra, cambia significativamente gli ormoni. Tra le donne incinte affette da dermatite atopica, nel 20% delle donne, la malattia si aggrava, e nel restante 80% dei casi, l'atopia appare per la prima volta. Di solito, questi 80% sono naturalmente secchi, facilmente irritabili (cosiddetta diatesi atopica) e (o) hanno parenti con allergie.

sintomi

La dermatite allergica nelle donne in gravidanza si manifesta nella prima metà della nascita del bambino (fino al terzo trimestre - nel 75% dei casi). Dopo il parto, la malattia si attenua, ma è possibile che in alcuni mesi appariranno segni a causa di cambiamenti ormonali che si verificano di recente.

I medici distinguono 3 stadi della patologia.

  • lieve eritema sul collo, nelle fauci poplitee, sul gomito;
  • gonfiore della pelle;
  • non c'è quasi desquamazione e iperemia (arrossamento) della pelle, il prurito appare occasionalmente, di solito la sera.
  • l'eruzione si diffonde anche sul viso, sul torace, sull'addome, sui fianchi, sulla schiena;
  • il prurito è peggiore e preoccupato;
  • inizia il peeling;
  • l'iperpigmentazione delle palpebre non è esclusa: gli occhi diventano come cerchiati in cerchi scuri.
  • prurito persistente. Porta a esaurimenti nervosi, una donna soffre di insonnia;
  • la pelle è gonfia e traballante;
  • compaiono macchie rosse, noduli (fino a 2 mm), bolle fino a 1 cm (essudato), dove c'è un contenuto trasparente;
  • pustole, piccole ferite aperte (escoriazioni) che appaiono a causa di graffi sono possibili. Un'infezione può facilmente arrivare lì.

L'esacerbazione della dermatite atopica allo stadio grave è tipica per le donne incinte che hanno sofferto di questa malattia per molto tempo. Questa condizione richiede una degenza ospedaliera.

La patologia influisce sul corso della gravidanza e del feto?

L'atopia non è un ostacolo alla concezione di un bambino, non influisce sulla gravidanza, non danneggia il bambino e non influenza il parto. La futura mamma, a causa del prurito incessante e dell'insonnia, di solito diventa nervosa, in lacrime, prova stanchezza cronica. In una certa misura, il suo stato psico-emotivo viene trasmesso al bambino, ma non tanto, ovviamente, per parlare di un impatto significativo sul feto.

Tuttavia, la futura madre dovrebbe sapere che, sullo sfondo della dermatite atopica, non è esclusa la predisposizione genetica alle malattie atopiche (pollinosi, asma, eczema) in un bambino. Non è necessario che si trasformi in una malattia, ma c'è un tale rischio.

diagnostica

La diagnosi dovrebbe essere fatta da un dermatologo o un allergologo. Se l'atopia è già stata osservata prima e ora sta peggiorando a causa della gravidanza, la diagnosi, vedendo il quadro clinico caratteristico, è facile da stabilire. Se i segni di patologia sono comparsi per la prima volta, allora può essere confuso con altre malattie della pelle che si manifestano durante la gravidanza.

Una donna dovrebbe donare il sangue al livello di immunoglobulina E. L'eccesso dei suoi valori consentiti indica che si tratta di un'allergia, e non, per esempio, di un'infezione. Un esame del sangue può anche determinare quale particolare allergene irritante migliora una reazione negativa.

trattamento

Il trattamento della dermatite atopica deve essere effettuato con mezzi che siano il più sicuri possibile per una donna incinta e il feto. L'obiettivo principale è ridurre l'infiammazione della pelle ed eliminare il prurito. È anche importante fornire idratazione della pelle e prevenirne l'essiccazione in futuro.

Terapia farmacologica

Il medico può raccomandare:

  1. Idratanti, emollienti a base di grassi per la cura quotidiana (Losterin, Lipikar, Emolium, ecc.). Rimuovono l'irritazione, guariscono le crepe, riducono il prurito. Solitamente usato dopo la doccia o, se eccessiva secchezza, anche durante il giorno.
  2. Creme per steroidi. Solo i più deboli vengono prescritti, ad esempio, unguento all'idrocortisone e nel dosaggio minimo (un tubo di 15-30 g è sufficiente per un corso). Applicare solo su aree infiammate.
  3. Antistaminici. Loratadina, Clemastine, Chlorpheniramine, Cetirizine, Dimetinden sono considerati sicuri.
  4. Le pillole con steroidi (Prednisolone, ecc.) Sono prescritte nei casi più gravi. Si raccomandano dosi minime e il corso non può durare più di due settimane.
  5. Antibiotici - Cefazolin, Ceftriaxone e altri: efficace se l'eczema è complicato dall'infezione.
  6. Enterosorbents - Polysorb, Enterosgel, Polifan, Atoxin, ecc. Rimuovono rapidamente le tossine dal corpo.
  7. Probiotici per migliorare l'immunità - Lactobacterin, Probiform, Biobacton, Bifidumbacterin, ecc.

dieta

Durante l'esacerbazione della patologia, è necessario limitare o completamente ritirarsi dalla dieta:

  • noci;
  • frutta esotica e agrumi;
  • pesce e brodi da esso;
  • frutti di mare, caviale;
  • uova di gallina;
  • agnello, maiale;
  • cioccolato;
  • miele;
  • fragole;
  • ribes rosso;
  • dolce ciliegia
  • pomodori;
  • carote;
  • funghi;
  • semi di soia;
  • cibi troppo piccanti, cibi affumicati, spezie, sottaceti, conservazione, fast food.

La base del menu del giorno dovrebbe essere prodotti lattiero-caseari, carne magra, pane integrale, cereali, verdure e frutta di fiori verdi o gialli. È meglio cucinare il cibo, cucinare sulla griglia, per una coppia, stufare con una piccola quantità di olio vegetale.

Rimedi popolari

Dovrebbero essere usati con estrema attenzione, specialmente durante la gravidanza. La reazione potrebbe essere imprevedibile. Consultazione obbligatoria del medico curante. Va tenuto presente che, sebbene i metodi popolari facilitino la condizione, non sostituiranno la terapia principale.

  1. 1 cucchiaino. coni di luppolo tritati e sequenza secca versare 150 ml di acqua bollente. Far bollire per 5 minuti. Filtro per infusione raffreddato e bevanda prima di coricarsi. Corso - 2 settimane.
  2. 1 cucchiaio. l. foglie di tarassaco fresco (schiacciato) versare 500 ml di acqua bollente, insistere 3 ore. Bere due volte al giorno, 250 ml. Durata: 3 settimane.
  3. Mescolare 30 g di propoli tritati e 120 ml di olio vegetale in un contenitore di vetro resistente al calore, riporre in forno per 15 minuti. Lubrificare le aree infiammate.
  4. 500 g di corteccia di quercia e 200 g di farina d'avena versare 5 litri di acqua bollente, far bollire per 15 minuti. Filtrare e versare nel bagno. Bene rimuove l'eruzione e il prurito. Si consiglia di fare tali bagni 2-3 volte a settimana.
  5. Strofinare la patata cruda e fare impacchi dalla panificazione o lubrificare l'infiammazione con succo di patate.
  6. Il succo di Kalanchoe e il miele si combinano in proporzioni uguali. Miscela infusa settimana. Quindi lubrificare le aree infiammate. Unguento elimina perfettamente il prurito.

prevenzione

Regole semplici aiutano ad evitare le esacerbazioni della malattia:

  • per quanto possibile, non entrare in contatto con l'allergene: estrai piante da fiore dalla stanza dove dormi, tira dei tappeti, sostituisci coperte e cuscini con le opzioni con i riempitivi ipoallergenici, ecc.;
  • usare cosmetici speciali per donne incinte o bambini;
  • indossare abiti realizzati con materiali naturali e traspiranti;
  • la pulizia giornaliera umida è importante;
  • cerca di evitare lo stress.

La dermatite atopica durante la gravidanza non può essere completamente curata. Ma, osservando attentamente tutte le raccomandazioni del medico, è possibile ridurre in modo significativo, o addirittura eliminare completamente il rischio della sua manifestazione, così come la probabilità di una futura atopia nel bambino.

Un'Altra Pubblicazione Sulle Allergie

Come rimuovere rapidamente l'acne rossore?

D'accordo, è così fastidioso: al naso un evento importante e qui, sul naso, improvvisamente un brufolo salta in su! O non sul naso - sulla fronte, sulla guancia o sul mento, un brufolo sul viso vizia in ogni caso sia l'aspetto che l'umore.


Rimedi popolari popolari per il trattamento del fungo delle unghie

Unghie dei piedi ingiallite o scurite - il primo segno del fungo delle unghie, che cerchiamo di curare con l'aiuto di rimedi popolari a casa.


Come inizia la varicella:
primi segni

I primi segni di varicella sono particolarmente interessati ai genitori, i cui figli hanno parlato con il bambino a cui è stata diagnosticata la varicella. Tali informazioni sono importanti in una situazione in cui la quarantena per la varicella è annunciata all'asilo o alla scuola.


Perché i punti rossi sono comparsi sullo stomaco e cosa fare con loro

Nella maggior parte dei casi, l'eruzione rossa appare sullo sfondo dello sviluppo di una reazione allergica, tuttavia può verificarsi nel corso di malattie di altra natura.