Menù Allergia - Dieta e Nutrizione

Le allergie soffrono di centinaia di milioni di persone in tutto il mondo. E molti di loro sono preoccupati per il problema di una corretta alimentazione per questo disturbo. Come scegliere i prodotti giusti in modo che non causino esacerbazioni di allergie e, allo stesso tempo, conterrebbero tutti i nutrienti di cui una persona ha bisogno. Questo compito è difficile, ma nella maggior parte dei casi risolvibile.

Cause e sintomi di allergie

L'allergia è la risposta del sistema immunitario alle sostanze estranee che entrano nel corpo. Questa reazione è di natura patologica ed è espressa in vari processi infiammatori che interessano l'intero corpo oi suoi singoli organi.

Le principali manifestazioni di allergie:

  • allergia cutanea (rash, arrossamento, vesciche, edema),
  • infiammazione e gonfiore della mucosa orale,
  • disturbi del tratto gastrointestinale,
  • broncospasmo,
  • altre manifestazioni (rinite, lacrimazione),
  • sbalzi di pressione sanguigna.

Trattamento allergico

Per il trattamento delle allergie, il medico può prescrivere farmaci per aiutare il paziente a sbarazzarsi di sintomi spiacevoli. Tuttavia, i farmaci da soli, di regola, non sono in grado di liberare il corpo dall'eccessiva sensibilità agli allergeni. Altri metodi terapeutici sono usati per questo scopo, e una dieta terapeutica gioca un ruolo importante tra di loro.

Perché hai bisogno di una dieta per le allergie?

Una percentuale significativa di allergie è associata a vari alimenti che causano spiacevoli reazioni fisiologiche nelle persone, anche molto gravi, come angioedema e shock anafilattico. Pertanto, per le persone con allergie alimentari, cambiare la dieta abituale è a volte vitale, e non solo uno dei metodi di trattamento.

Per altri tipi di allergie, come le allergie ai pollini (pollinosi), può anche essere necessaria una dieta. Per altri tipi di allergie, ad esempio, per le allergie ai farmaci, una dieta rigorosa potrebbe non essere applicata, tuttavia possono verificarsi alcune eccezioni a questa regola.

Cibo per allergie, principi generali

Il principio generale dell'alimentazione nelle allergie è quello di escludere i prodotti che causano allergie. A volte altri prodotti correlati a quelli che causano allergie possono unirsi a questi prodotti.

Tuttavia, non tutti i casi di allergeni possono essere determinati con un alto grado di affidabilità. Dopo tutto, la normale dieta umana consiste in una varietà di prodotti. In molti casi, il medico può prescrivere test allergenici, come test cutanei o test di immunoglobuline.

Se per qualche motivo è impossibile determinare l'allergene, una dieta ipoallergenica può essere adatta al paziente, in cui la quantità di alimenti potenzialmente allergenici sarà ridotta al minimo. Tale dieta è definita non specifica, in contrasto con quella specifica, destinata ai pazienti con un certo tipo di allergia.

I principi generali dell'alimentazione per le allergie sono eliminare dalla dieta alimenti che irritano l'intestino, accelerare l'assorbimento di potenziali allergeni e interferire con la digestione. Tali prodotti includono spezie, alcool, sale, zucchero. Inoltre, il paziente ha bisogno di consumare più acqua possibile, il che contribuisce alla rapida rimozione degli allergeni dal corpo. È necessario mangiare il più spesso possibile, 4-5 volte al giorno, ma in piccole porzioni.

Il paziente può mangiare solo piatti a base di ingredienti freschi. I piatti fritti e affumicati dovrebbero essere esclusi dalla dieta. È meglio mangiare cibi bolliti. Inoltre, non è possibile utilizzare prodotti semilavorati, conservazione, sottaceti, spezzatino. Se il paziente desidera introdurre un nuovo prodotto sconosciuto nella sua dieta, si raccomanda che qualcuno possa assisterlo in caso di reazione acuta.

Dieta di eliminazione

Una tale dieta è prescritta da un medico. Non dovrebbe contenere il prodotto che causa allergie. Anche i prodotti vietati che causano allergia crociata. In alcuni casi, la dieta di eliminazione può essere lassista, cioè può includere periodicamente prodotti dalla lista bandita. La durata della dieta è stabilita dal medico. Di solito è necessario seguire una dieta per la vita o fino a quando il corpo non cessa di essere sensibile all'allergene.

Il 90% di tutte le allergie è causato da una gamma limitata di prodotti. Questo elenco include:

Anche le reazioni allergiche a conservanti, coloranti e esaltatori di sapidità sono estremamente comuni. Alcuni tipi di carne - pollo, manzo, possono anche causare allergie.

Allergia alle arachidi

L'allergia alimentare alle arachidi è una delle forme più comuni di malattie allergiche e le reazioni allergiche causate da questo sono molto spesso gravi. Nei paesi in cui l'uso delle arachidi è diventato ampiamente accettato, ad esempio, negli Stati Uniti, vengono registrate dozzine di morti per complicazioni di reazioni allergiche alle arachidi e il tasso di mortalità per le allergie a questo prodotto è di circa i due terzi di tutte le allergie alimentari. Inoltre, l'allergia alle arachidi è altamente resistente. A differenza di altri tipi di allergie, una cura è improbabile.

Per liberarsi da questo pericolo, una persona che soffre di questo tipo di allergia non è abbastanza per non mangiare noccioline. Il fatto è che questo prodotto viene utilizzato in vari prodotti dolciari: torte, dolci, biscotti, gelati, ecc. E spesso viene aggiunto a questi prodotti in una forma fritta. Qui dobbiamo tenere a mente che (a differenza di molti altri prodotti), le arachidi tostate sono le più allergizzanti e non crude.

Che cosa, quindi, resta da fare? Basta controllare ogni prodotto per la presenza di arachidi o sostanze che lo contengono, ad esempio il burro di arachidi. Infatti, per molte persone allergiche, anche la più piccola quantità di proteine ​​di arachidi può causare le più forti reazioni allergiche. Tuttavia, l'eccezione della dieta delle arachidi non dovrebbe essere limitata. Dopotutto, un'allergia a questo tipo di noce può causare allergie crociate ad altre noci - noci, anacardi, nocciole, mandorle, ecc.

Allergia alle uova di gallina

Questo tipo di allergia è più comune nei bambini. Tuttavia, negli adulti non è neanche raro. L'allergia alle proteine ​​di pollo è più comune dell'allergia al tuorlo.

Quando si prepara il menu per le allergie alle uova, si dovrebbe tenere presente che gli alimenti che includono componenti di uova di gallina sono diffusi. Questo e omelette, maionese e prodotti da forno. Pertanto, questi prodotti devono essere esclusi dalla dieta. Attenzione dovrebbe essere inclusa nel menu, pollo, perché può anche sviluppare allergie.

Allergia al latte

Non confondere l'allergia al latte con l'intolleranza al latte. L'allergia al latte è causata da reazioni allergiche alle proteine ​​presenti nel latte vaccino, principalmente caseina. Intolleranza al latte significa che la persona nel sistema digestivo non ha abbastanza enzimi per abbattere lo zucchero del latte - lattosio. Il massimo che un'intolleranza possa minacciare una persona è un disturbo digestivo dopo aver bevuto latte, ma in alcuni casi un'allergia può essere fatale. Pertanto, i requisiti per una dieta di eliminazione per le allergie alle proteine ​​del latte sono molto più rigidi. Non solo il latte, ma anche altri prodotti a base di esso - yogurt, kefir, formaggio, panna acida, ecc. Dovrebbero essere esclusi dalla dieta. Va inoltre tenuto presente che il latte viene utilizzato nella preparazione di molti prodotti da forno e dolciumi.

Allergia ai frutti di mare

Questo gruppo include le allergie causate dal pesce e dalla carne di altri animali marini: gamberetti, granchi, calamari, cozze, ecc. Le allergie al pesce possono essere combinate con allergie ad altri frutti di mare e non possono essere combinate. Ma anche se tale combinazione non viene osservata, successivamente si può sviluppare un'allergia a questo tipo di croce. Pertanto, se sei allergico ai frutti di mare, dovresti anche rimuovere il pesce dalla dieta e viceversa. Va tenuto presente che i pesci rossi (rappresentanti delle famiglie di salmoni e storioni) sono più allergizzanti di altre varietà di pesci.

Allergia alla carne

L'allergia alle proteine ​​della carne oggi non è così rara. Un paziente con questo tipo di allergia di solito soffre di un'allergia a un particolare tipo di carne. Pertanto, con una dieta di eliminazione, è necessario abbandonare questo tipo di carne in qualsiasi forma, poiché il trattamento termico non altera le proprietà allergeniche delle proteine. Tuttavia, con lo sviluppo della malattia, può verificarsi anche allergia crociata ad altri tipi di carne, e questo dovrebbe essere preso in considerazione durante la stesura di una dieta.

Allergia al glutine

Il glutine è una delle proteine ​​presenti nel grano. Chi soffre di questo tipo di allergie, forse la più difficile da trovare una dieta adatta, perché la farina di grano viene utilizzata in quasi tutti i prodotti dell'industria della panificazione, della pasta e della pasticceria. Pertanto, è necessario abbandonare qualsiasi cottura o cercare prodotti fatti con un tipo diverso di farina. Allo stesso tempo, tuttavia, non vi è alcuna garanzia che la farina preparata da altri cereali non svilupperà allergia crociata.

Allergia ai pollini (pollinosi)

Con questo tipo di allergia, il paziente dovrebbe evitare di consumare miele e prodotti delle api in qualsiasi forma. Inoltre, gli allergeni contenuti nel polline possono essere simili agli allergeni contenuti in alcuni tipi di frutta. Ad esempio, se sei allergico al polline di betulla, non dovresti mangiare pesche e mele, perché contengono proteine ​​simili agli allergeni di polline di betulla.

Allergia agli antibiotici

Con questa forma di allergia ai farmaci, dovresti esaminare attentamente le etichette dei prodotti prima di acquistare cibo. Non è un segreto che molti di loro usano antibiotici penicillina come conservanti. Gli antibiotici sono spesso usati anche per il trattamento degli animali della fattoria, quindi possono entrare nel latte e nella carne. Pertanto, l'uso di carne e prodotti lattiero-caseari, cibo in scatola dovrebbe essere ridotto al minimo. Per ridurre l'allergenicità dei prodotti contenenti antibiotici, dovrebbero essere sottoposti a un trattamento termico intensivo, poiché la maggior parte degli antibiotici viene distrutta quando riscaldata.

Prodotti con allergenicità elevata e bassa

Di seguito sono elencati gli alimenti che dovrebbero essere esclusi dalla dieta in una dieta ipoallergenica non specifica. Questo elenco comprende non solo i prodotti che contengono un gran numero di allergeni, ma anche quelli che hanno la capacità di provocare reazioni allergiche:

  • pesce e caviale;
  • frutti di mare;
  • cioccolato e cacao;
  • caffè;
  • alcol;
  • sottaceti, sottaceti, cibo in scatola, carni affumicate;
  • cibi esotici;
  • funghi;
  • gomma da masticare e gelatina gommosa;
  • miele;
  • noci e arachidi;
  • agrumi;
  • frutti rossi;
  • latte intero;
  • formaggi;
  • uova;
  • condimenti, spezie e salse;
  • bevande gassate dolci.

Prodotti con basso grado di allergenicità, adatti alla preparazione della dieta di una dieta ipoallergenica non specifica:

  • prodotti lattiero-caseari fermentati, yogurt colorati;
  • carni magre, tacchino, agnello;
  • mais, grano saraceno e farina d'avena, pane fatto con farina di mais e grano saraceno;
  • ortaggi e frutta sono verdi e bianchi, patate;
  • legumi (tranne le arachidi).

Menu per le allergie negli adulti

Di seguito è riportata una versione di esempio del menu per le diete allergiche non specifiche. Una dieta non specifica può essere utile per i pazienti con allergie stagionali, come il polline, o usati per esacerbare la malattia. Ovviamente, questa raccomandazione non è esaustiva, poiché fattori quali i pregiudizi del paziente, la sua età, le malattie concomitanti, ecc., Influenzano in gran parte il menu delle allergie. Ciò significa che solo un allergologo può scegliere la dieta individuale più adatta per un paziente.

Colazione: porridge di grano saraceno, ricotta a basso contenuto di grassi, tè.

Pranzo: mela verde.

Pranzo: zuppa di broccoli, pasta, polpette di pollo, frutta in umido.

Dieta allergia

L'allergia è un disturbo immunitario che si verifica quando sostanze speciali entrano nel corpo, che sono chiamati allergeni. Gli allergeni causano dolore agli occhi, gonfiore, naso che cola, eruzioni cutanee negli adulti, mal di testa e altri sintomi. Nel ruolo degli allergeni possono essere varie sostanze; Uno degli allergeni più gravi sono determinati alimenti. Scopri quale dieta è necessaria per le allergie negli adulti.

Allergie alimentari e le sue cause

Oggi gli scienziati non hanno idea del perché alcune persone sviluppino allergie a determinati cibi, mentre altri no. I fattori di rischio sono considerati condizioni ambientali avverse, predisposizione genetica, presenza di determinate malattie e così via. Inoltre, gli scienziati hanno scoperto che alcuni prodotti spesso causano allergie e altri no. Naturalmente, se si conosce un allergene alimentare specifico, è consigliabile semplicemente escluderlo dalla dieta. Tuttavia, a volte è difficile determinare con esattezza quale prodotto causa sintomi allergici, quindi vale la pena di pensare ad aggiustare la propria dieta.

Gruppi di allergeni alimentari

Ogni prodotto ha una certa attività allergica. Le allergie possono essere provocate non solo dai prodotti stessi, ma anche dai metodi di trattamento. Ad esempio, il maiale magro, fritto con una piccola quantità di olio vegetale, raramente causa allergie, ma il maiale grasso, fritto in una grande quantità di olio con un'abbondanza di spezie, provoca allergie abbastanza spesso. Si è anche scoperto che i cibi ipercalorici causano allergie più spesso rispetto agli alimenti a basso contenuto calorico (anche se non è del tutto vero presumere che i cibi ipocalorici non causino allergie). In generale, a seconda dell'attività allergica, tutti i prodotti possono essere suddivisi in diversi gruppi:

Raccomandazioni e caratteristiche della nutrizione per le allergie

Se ti è stata diagnosticata un'allergia, ha senso ristrutturare la tua dieta. Per le allergie non interferire con la tua vita, devi andare su una dieta ipoallergenica e rinunciare ad alcuni cibi. C'è un mito comune che una dieta rigorosa ipoallergenica con allergie gravi contiene solo cibi insipidi e non nutrienti, quindi è abbastanza difficile da passare. Di seguito, mostriamo che i prodotti ad alto allergene possono essere sostituiti con prodotti ipoallergenici senza significativa perdita di varietà gustativa:

  • Prodotti affumicati e marinati
  • Crauti.
  • Bevande zuccherate alcoliche e gassate.
  • Prodotti con un gran numero di diverse sostanze conservanti e aromatizzanti.
  • Gomma da masticare
  • Vari snack salati: patatine, cracker, noci e così via.

Ricorda anche alcuni suggerimenti dei sostenitori dello stile di vita sano:

  • Il cibo allergico dovrebbe essere escluso dalla dieta.
  • Le ricette non dovrebbero contenere una varietà di cibi fritti, affumicati e salati. Se vuoi carne, fallo bollire o fai le polpette al vapore. È stato dimostrato che durante la frittura, il fumo e la salatura si formano varie sostanze che possono provocare allergie, mentre tali sostanze non vengono rilasciate durante la cottura.
  • Il cibo per le allergie negli adulti dovrebbe essere equilibrato. Non mangiare molto cibo. Si consiglia di mangiare cibo in porzioni medie 3-4 volte al giorno.
  • Il cibo in caso di allergia cutanea non dovrebbe in nessun caso includere prodotti a base di agrumi.
  • Smetti di bere alcolici.
  • È anche importante non bruciare i piatti.
  • La cottura non dovrebbe richiedere molto tempo.

Ricorda inoltre che un corso di dieta ipoallergenico dura circa 1-2 settimane. Nella maggior parte dei casi, entro la fine di 2 settimane, il numero di reazioni allergiche diminuisce notevolmente e i processi metabolici negli organismi si stabilizzano, portando al recupero. Dopo aver completato il corso di una dieta ipoallergenica, è possibile ricominciare a mangiare come prima, ma i medici non consigliano di farlo, in quanto ciò potrebbe provocare la comparsa di una nuova allergia. Tuttavia, i medici concordano anche sul fatto che dopo una dieta ipoallergenica, puoi rilassarti un po 'e includere prodotti con moderata attività allergenica nella tua dieta, anche se è desiderabile abbandonare completamente i prodotti altamente allergici.

Dieta per allergie gravi - un esempio

Affrontare questa grave malattia aiuterà una buona dieta con allergie alimentari. Considera un esempio di una tale dieta.

  • Prima colazione. Riempire il porridge con kefir, lasciare riposare il piatto per 10-15 minuti, aggiungere qualche pezzettino di frutta, aggiungere un pezzetto di burro. Puoi lavare il piatto con tè verde o nero (puoi mettere lo zucchero nel tè).
  • Pranzo. Preparare zuppa di verdure o pesce. Al secondo, mangia un po 'di carne o di maiale, oltre a patate bollite. Lavare il tutto con gelatina di mele.
  • Cena. Mangia un tortino di vapore con riso. Puoi anche bere un bicchiere di kefir o mangiare una mela.
  • Prima colazione. Mangia un paio di panini con un po 'di burro (preferisci il pane di segale). Lavati con il tè.
  • Pranzo. Prepara una zuppa di carne con la pasta. Al secondo, mangia un piccolo pezzo di carne con insalata di cavolo. Bevi tutta la composta di pere o mele.
  • Cena. Preparare un gulasch di carne magro e purè di patate. Puoi anche mangiare 100-200 g di date.
  • Prima colazione. Fai un'insalata con cavolo e cetriolo, mangiala con un pezzetto di pane di segale. Lavalo con il tè.
  • Pranzo. Fai la zuppa con le polpette. Al secondo, mangia purè di patate, lingua di manzo e cetriolo. Lavate tutta la composta.
  • Cena. Mangia i maccheroni e il burro, mangia i biscotti di farina d'avena, bevi il kefir.
  • Prima colazione. Fai un macedonia di mele, pere e kefir.
  • Pranzo. Preparare zuppa di verdure o pesce. Al secondo, mangia un po 'di maiale magro con patate. Lavalo con il tè.
  • Cena. Mangi il porridge del grano saraceno con le cotolette del vapore. Lavate tutta la composta.
  • Prima colazione. Riempire il porridge con kefir, lasciare riposare il piatto per 10-15 minuti, aggiungere qualche pezzettino di frutta, aggiungere un pezzetto di burro. Puoi lavare il piatto con tè verde o nero (puoi mettere lo zucchero nel tè).
  • Pranzo. Fai la zuppa con le polpette. Al secondo, mangia purè di patate e cetriolo. Lavate tutta la composta.
  • Cena. Prepara una padella. Lavalo con il tè.
  • Prima colazione. Mangia un paio di panini con un po 'di burro (preferisci il pane di segale). Lavati con il tè.
  • Pranzo. Mangia un po 'di zuppa di manzo. Al secondo, mangia riso con cotolette di vapore. Lavate tutta la composta.
  • Cena. Preparare un gulasch di carne magro e purè di patate. Puoi anche mangiare 100-200 g di date.
  • Prima colazione. Fai un'insalata con cavolo e cetriolo, mangiala con un pezzetto di pane di segale. Lavalo con il tè.
  • Pranzo. Prepara una zuppa di carne con la pasta. Al secondo, mangia un piccolo pezzo di carne con purè di patate e insalata di cavolo. Bevi tutta la composta di pere o mele.
  • Cena. Mangia un tortino di vapore con riso. Puoi anche bere un bicchiere di kefir o mangiare una mela.

Quali alimenti posso mangiare per le allergie?

È noto che l'allergia si ripete di volta in volta quando si utilizza un provocatore alimentare, quindi la domanda diventa urgente: cosa si può mangiare e cosa si deve scartare? Indesiderabile è la riduzione dell'apporto calorico, l'introduzione di quantità insufficienti di proteine, grassi, carboidrati, vitamine. Scegli prodotti che non causano una reazione, è necessario in ogni caso individualmente.

Classificazione degli allergeni alimentari

Le persone che sono suscettibili al cibo sono ragionevolmente preoccupate, sostenendo che possono mangiare con allergie. È importante conoscere il cibo, che spesso provoca reazioni allergiche e dovrebbe essere escluso dalla dieta. Per la comodità degli esperti nel campo dell'allergopatologia e dei pazienti allergici, è stata sviluppata una classificazione dei prodotti posizionati come potenziali allergeni. Possono essere divisi in gruppi:

  • provocatori di origine vegetale;
  • provocatori animali.

Tra gli antigeni delle piante, i più significativi sono il polline (ad esempio, il polline di betulla, l'ambrosia), nonché gli allergeni presenti nella frutta e nella verdura. I componenti vegetali spesso provocano reazioni crociate con il lattice, i peli di animali.

Gli allergeni animali sono piuttosto numerosi. Le uova di pollo sono spesso allergiche, quando sono sensibilizzate a una proteina, sono anche sensibili alle uova di altri uccelli, carne di pollo e piume di uccello. Le allergie al maiale possono essere combinate con una reazione alla forfora degli animali domestici. Una delle possibili combinazioni è anche un'allergia agli acari della polvere domestica e un'allergia ai crostacei.

Le proprietà allergeniche degli antigeni alimentari possono cambiare durante la lavorazione dei prodotti.

Ciò significa la probabilità di aumentare o, al contrario, ridurre l'attività allergenica del provocatore di cibo. Un esempio è l'aumento del potenziale allergenico delle arachidi durante il trattamento termico in qualsiasi modo. In questo caso, è meglio per i soggetti allergici rifiutare qualsiasi prodotto allergenico, poiché è impossibile prevedere in anticipo la gravità della reazione. È necessario mangiare solo cibo adatto.

Allergeni significativi

Sebbene le reazioni allergiche possano essere provocate da un enorme numero di antigeni, esiste un elenco di prodotti chiamati allergeni alimentari più importanti. I prodotti che causano allergie molto spesso possono essere rappresentati nella tabella:

  • formaggio, capra, latte di pecora;
  • carne di vitello, manzo;
  • salsicce salsicce;
  • pane bianco, dolci;
  • kefir.
  • uova di altri uccelli;
  • uccelli di piume (compresi i cuscini);
  • carne di pollo;
  • maionese;
  • creme dolciarie, torte;
  • champagne, vino bianco.
  • sedano;
  • noci;
  • semi di girasole e polline;
  • polline di betulla;
  • lattice e altri

Non è possibile combinare tutti i possibili allergeni in una tabella. Accade così che i pazienti possano normalmente tollerare alcuni prodotti che hanno un alto potenziale allergenico e osservare i sintomi di allergie quando usano cibo approvato nelle raccomandazioni generali. Pertanto, è molto importante scoprire quale prodotto ha causato la reazione: non puoi mangiarlo.

La formulazione di una dieta di eliminazione si basa sui sintomi clinici e sui risultati di speciali test di laboratorio.

Se il paziente è sensibile a una quantità limitata di cibo, vengono condotti dei test che confermano l'allergenicità del prodotto e la necessità di interromperlo. Gli alimenti proibiti non dovrebbero essere consumati anche in piccole quantità. La dieta anallergica è osservata costantemente, durante la vita del paziente. La scomparsa della sensibilità è possibile solo nell'infanzia e solo in determinate condizioni.

Principi della dieta

Scegliendo un modello di una dieta ipoallergenica, non dobbiamo dimenticare la necessità di tenere conto della tolleranza dei prodotti con la successiva correzione della dieta. Se il piatto è nella lista consentita, ma il paziente è sensibile ad esso, dovrai escluderlo. La dieta ipoallergenica sviluppata dall'Accademico Ado è ampiamente utilizzata. L'autore divide i prodotti alimentari in tre gruppi:

  • consigliato;
  • consumato con parsimonia;
  • richiedendo eccezioni.

Cosa non puoi mangiare con le allergie? L'elenco dei prodotti può essere avviato con alimenti arricchiti con coloranti, aromi e esaltatori di sapidità: si tratta di diversi tipi di chewing gum, bevande gassate (incluso il kvas), patatine, marmellata, caramelle, marshmallow e caramelle. Gli effetti collaterali hanno torte (soprattutto se ci sono tinture nella crema e decorazioni), torte, cupcakes.

Anche la cottura di primi e secondi piatti richiede attenzione. Ai pazienti è vietato mangiare prodotti piccanti, salati e affumicati; Non mangiare brodi ricchi, salsicce, salsicce e prosciutto. L'allergene può essere fegato, pesce, caviale. Uova, tutti i tipi di pesce, ketchup e maionese, formaggio fuso, margarina sono pericolosi.

Gli ingredienti a base di erbe che non dovrebbero essere presenti nella dieta di un paziente con allergie sono mostrati nella tabella. Ciò che conta non sono solo i prodotti vegetali freschi, ma anche quelli trasformati - salati, in salamoia. Tra bevande e dolci, caffè, cacao, cioccolato sono considerati allergeni. Si raccomanda ai pazienti di rifiutare noci, fagioli, miele.

Quali alimenti possono essere introdotti nella dieta raramente in una piccola quantità? Questi includono:

  • Pasta.
  • Pollo, agnello
  • Raccolta precoce di verdure.
  • Burro.
  • Latte di mucche e cibo a base di esso: panna acida, ricotta, yogurt.
  • Carote, barbabietole (succo, fresco, bollito o stufato).
  • Ribes, ciliegia, ciliegia.
  • Semolino.

Le verdure precoci vengono messe a bagno prima di mangiare per 2 ore - solo l'acqua purificata viene utilizzata con i filtri.

Gli alimenti consentiti sono inclusi nella dieta con cautela - se il paziente si sente peggio, dovranno essere abbandonati. Per i bambini, si raccomanda di preparare il menu in modo che copra il fabbisogno energetico e includa cereali, carne, latticini, frutta e verdura. Prima di acquistare nuovi prodotti alimentari, è necessario leggere attentamente la composizione - anche nel solito yogurt possono essere componenti che causano allergie.

Cosa puoi mangiare

Prodotti anallergici ammessi:

  • olio vegetale (necessariamente raffinato);
  • burro fuso, fruttosio;
  • mele (bianche, verdi), fagiolini verdi, ciliegie dolci e prugne di varietà poco colorate;
  • ribes (varietà non brillanti), mirtilli, mirtilli;
  • aneto e prezzemolo, zucca leggera, carote;
  • carne magra (carne di manzo, carne di coniglio);
  • carne di uccello magra (tacchino);
  • formaggio senza spezie piccanti (tranne fuso);
  • cereali (esclusa la manna e il cous cous);
  • prodotti lattiero-caseari fermentati (non contenenti coloranti, frutta, aromi).

I prodotti da forno, che l'autore della dieta consiglia di apportare alla dieta, sono farina di grano di seconda scelta, pane di cereali, così come bacchette e corn flakes senza l'aggiunta di dolcificante. Possono essere mangiati con allergie, anche se la dieta è fatta per una madre che allatta. Per i bambini, il menu viene selezionato dal medico in base all'età, soprattutto se stiamo parlando di un bambino piccolo.

Definendo ciò che si può mangiare con le allergie, è consigliabile tenere un diario alimentare - questo aiuterà sia il paziente che il medico curante.

Annota la quantità del prodotto, una descrizione dei sintomi, se presente. Questo è vero per i pazienti che hanno dubbi sull'allergenicità del cibo offerto nella lista dei prodotti ammessi della dieta ipoallergenica. Il diario alimentare, che viene condotto con cura e responsabilità, contiene informazioni importanti che sono ulteriormente utili nella selezione degli studi, nella valutazione delle condizioni del paziente. Guardando le cifre registrate, si può capire se lo spettro degli allergeni si è espanso o rimane lo stesso, se un nuovo prodotto è adatto al paziente.

Dieta per malattie allergiche

Cibo fuori dal periodo di esacerbazione

Per alcune di queste malattie, il cibo sarà il grilletto. Per gli altri, tali allergeni come pollini, peli di animali, polvere, ecc. Sono più significativi: è chiaro che le raccomandazioni dietetiche per tali patologie differiscono in modo significativo. Tuttavia, ci sono una serie di raccomandazioni che saranno utili a tutti.
1) Controlla con il tuo allergologo per un elenco accurato di cibi "consentiti" e "vietati". Forse, per determinare la presenza di specifici allergeni, verranno prescritti test di scarificazione della pelle o analisi di IgE specifiche nel siero.

2) Bisogna fare attenzione a provare nuovi cibi. È meglio se lo fai a casa e sotto la supervisione di parenti che possono aiutare in caso di allergia.

3) Prepara da solo il cibo dagli alimenti crudi originali. Carne e pesce comprano solo un pezzo.

4) Cerca di non usare prodotti semilavorati, cibi in scatola, maionese e altre salse. Non si può mai essere completamente fiduciosi nella composizione dei prodotti finiti acquistati.

5) Studia attentamente la composizione di qualsiasi cibo pronto che stai per mangiare.

Queste raccomandazioni si applicano a bambini e adulti. Se il bambino soffre di allergie, è necessario monitorare attentamente la sua dieta. Tutto è relativamente semplice, mentre il bambino è piccolo e non frequenta la scuola o l'asilo. Quando il bambino cresce e diventa indipendente, diventa più difficile controllarlo. È necessario spiegare al bambino quali cibi può mangiare e cosa no. In questo caso, dovresti scegliere una forma di dialogo in modo che il bambino capisca che le tue istruzioni non sono un "capriccio della mamma", ma una necessità. Se ci sono molti prodotti "vietati", ha senso scriverli su una scheda e consegnarli al bambino. La maiama e gli insegnanti dovrebbero anche avere un'idea del problema di tuo figlio. Se non sei sicuro della qualità dei pranzi scolastici, devi preparare il cibo del tuo bambino a casa e portarlo con te in un contenitore di plastica.

Pasti durante esacerbazioni di malattie allergiche

Come già accennato, la caratteristica fisiologica delle persone che soffrono di qualsiasi malattia allergica è la loro iniziale propensione a varie manifestazioni di allergia. La situazione diventa ancora più acuta durante il periodo di esacerbazione della malattia sottostante, quando il corpo è in uno stato di iper-reattività, in questo momento anche un irritante minore può aumentare le manifestazioni della malattia sottostante o manifestare una nuova reazione allergica.

Ecco perché le raccomandazioni dietetiche nel periodo di esacerbazione sono simili per tutte le malattie e sono piuttosto severe.

Ecco un elenco approssimativo di prodotti "consentiti" e "vietati".

esclusi sono:

- brodi, piatti piccanti, salati, fritti, carni affumicate, spezie, salsicce e prodotti gastronomici (salsicce bollite e affumicate, salsicce, salsicce, prosciutto), fegato;
- pesce, caviale, frutti di mare;
- uova;
- formaggi taglienti e lavorati, gelati, maionese, ketchup;
- ravanello, ravanello, acetosa, spinaci, pomodori, peperoni, crauti, sottaceti;
- funghi, noci;
- agrumi, fragole, fragole, lamponi, albicocche, pesche, melograni, uva, olivello spinoso, kiwi, ananas, melone, anguria;
- grassi refrattari e margarina;
- bevande gassate alla frutta, kvas;
- caffè, cacao, cioccolato;
- miele, caramello, marshmallow, marshmallow, torte, muffin (con aromi, ecc.);
- chewing gum.

Limitato a:

- semola, pasta, pane fatto con farina di altissima qualità
- latte intero e panna acida (dato solo in piatti), ricotta, yogurt con additivi di frutta;
- agnello, pollo;
- carote, rape, barbabietole, cipolle, aglio;
- ciliegia, ribes nero, banane, mirtilli rossi, more, decotto di rosa canina;
- burro.

Consigliato (tenendo conto della portabilità individuale):

- cereali (esclusa la manna);
- prodotti lattiero-caseari fermentati (kefir, biokefir, yogurt senza additivi per frutta, ecc.);
- formaggi non taglienti;
- carne magra (manzo, maiale, coniglio, tacchino), carne in scatola specializzata per pappe;
- tutti i tipi di cavoli, zucchine, zucca, zucca brillante, prezzemolo, aneto, piselli verdi, fagiolini;
- mele verdi e bianche, pere, leggere varietà di ciliegie e prugne, ribes bianco e rosso, uva spina;
- burro fuso, raffinato olio vegetale deodorato (mais, girasole, oliva, ecc.);
- di fruttosio;
- pane di frumento di seconda scelta, pagnotte di cereali, bastoncini di mais salati e cereali.
Questa dieta è prescritta per esacerbazioni di malattie allergiche per 7-10 giorni, quindi, in accordo con le raccomandazioni del medico, è possibile passare lentamente a una dieta individuale ipercinetica (una dieta che esclude alimenti specifici che sono allergeni per un particolare paziente).

In conclusione, voglio chiedere a tutti i soggetti allergici di non trattare la loro dieta come un'agonia.
Ricorda che seguendo le raccomandazioni dietetiche, ti dai la possibilità di vivere una vita sana e soddisfacente nonostante la presenza di una malattia allergica.

Dieta allergica - Elenco di prodotti anallergici

Con le allergie nel corpo, le reazioni immunitarie sono distorte, il che induce a produrre anticorpi contro sostanze innocue provenienti dall'ambiente esterno, compreso il cibo. La dieta allergica aiuta a ridurre l'intensità dell'immunità in presenza di violazioni del suo lavoro (malattie autoimmuni, ecc.) O se non è ancora formata (nei neonati). L'articolo contiene un elenco di alimenti ipoallergenici, un elenco di alimenti che non possono essere mangiati, raccomandazioni sull'alimentazione per le madri che allattano.

Prodotti ipoallergenici

Il cibo è estraneo al corpo in termini di struttura del suo DNA, ma questo non causa reazioni normali. Anche con una quantità sufficiente di enzimi, alcune molecole proteiche non subiscono la fermentazione completa degli amminoacidi e possono essere assorbite nel sangue in forma invariata, causando allergie. La dieta per le allergie è costituita da tali prodotti. Si tratta di verdure, cereali e frutti che crescono nella regione in cui vive una persona, che non hanno un colore rosso brillante e che non contengono gran parte delle proteine ​​e degli agenti immunitari degli animali da cui sono derivati.

Quando le allergie alimentari devono ricordare che non puoi mangiare questi alimenti:

Caffè, cacao, cioccolato. La reazione a questi prodotti è accompagnata da allergia crociata ai legumi. Di solito sono provocati dalla caffeina e dalla teobromina nella composizione di questi prodotti.

Prodotti semilavorati, carni affumicate. Contengono conservanti, additivi alimentari, che causano reazioni vere e pseudo-allergiche. Quando viene fumato, si formano molte sostanze cancerogene.

Funghi. Ricco di proteine ​​e difficile da fermentare, contiene chitina e glucano nella parete cellulare.

I legumi (piselli, fagioli, arachidi, lenticchie) sono noti come una ricca fonte di proteine ​​vegetali che fungono da allergeni.

Latte. Oltre alle proteine ​​della caseina, il latte contiene anticorpi per creare l'immunità passiva di animali giovani da cui deriva (mucche, capre, ecc.).

Uova. Contengono l'albumina e altri nutrienti necessari per lo sviluppo dell'embrione degli uccelli e possono causare una reazione.

Pesce e frutti di mare È stata stabilita la presenza di antigene M proteico resistente al trattamento termico.

Allergia crociata (frutta e verdura). Se il paziente è allergico al polline, allora si verificano reazioni su frutta e verdura, che hanno pollini di struttura simile o che appartengono allo stesso genere (pioppo, salice, mele). Quando si risponde al polline, è più facile determinare esattamente quali prodotti escludere.

Carne. Contiene molte proteine, ma solitamente a causa della denaturazione nella sua preparazione, la capacità di sensibilizzare è notevolmente ridotta.

Cereali, in particolare grano. Contengono glutine, albumina e gliadina.

Le manifestazioni di tipo allergico hanno reazioni pseudoallergiche e alcune ipervitaminosi. La principale differenza è la comparsa di sintomi alla prima ingestione di peptidi estranei nel corpo e la dipendenza della gravità delle condizioni del paziente dalla quantità di cibo mangiato. Tali reazioni appaiono su frutta e verdura di colore rosso vivo, a volte arancione (pomodoro, melograno, agrumi, fragola).

Cosa puoi mangiare: un elenco di prodotti

La dieta ipoallergenica richiede l'esclusione degli allergeni di primo ordine (frutta e verdura esotica, fragole, cacao, funghi, arachidi, noci, caffè, miele, pesce, uova, pesce e latte con i suoi derivati ​​- latte e formaggi secchi) e consumo moderato di allergeni di secondo ordine (cereali - grano, segale, mais, grano saraceno, legumi, patate, ribes, mirtilli rossi, albicocche, mirtilli rossi, carni grasse con ricchi brodi di loro, tinture a base di erbe).

Sono ammessi i seguenti tipi di alimenti:

cibo, confermato dalla fermentazione parziale durante la cottura;

prodotti caratteristici del luogo di residenza;

le verdure sono bianche e verdi;

Elenco prodotti

Alimenti ipoallergenici che sono autorizzati a mangiare:

Cereali: semola, riso, così come farina d'avena e orzo.

Latte fermentato prodotti non grassi senza additivi, meglio - fatti in casa: ricotta (9%), kefir (1%), ryazhenka.

Carne: magra di manzo, tacchino, maiale.

Frattaglie (manzo, maiale): fegato, lingua, reni.

Merluzzo e branzino

Pane fatto di grano saraceno, riso o mais.

Olio: cremoso, girasole, oliva.

Cavoletti di Bruxelles, cavolfiore.

Rutabagas, zucca, zucchine, rapa.

Broccoli, insalata verde, spinaci, verdure.

Mele verdi, pere, ribes e ciliegie, uva spina.

Composta di mele e pere (anche essiccate), decotto di rosa canina, tè debolmente fermentato.

Acqua minerale non gassata

Dieta allergica e nutrizione

Il cibo per le allergie nei bambini e negli adulti è prescritto sotto forma di tabelle mediche. L'elenco di prodotti e menu si basa sulla tabella di dieta numero 5 e numero 9.

Nei bambini

La dieta antiallergica nei bambini richiede la simultanea esclusione di prodotti che potenziano la reazione e la preparazione di una dieta che risparmia gli organi digestivi (i bambini spesso hanno disfunzioni del tratto gastrointestinale a causa dell'alimento troppo pesante, a causa dell'immaturità epatica e una minore quantità di enzimi rispetto agli adulti) È necessario utilizzare prodotti ipoallergenici a basso contenuto di grassi con un adeguato apporto di carboidrati. La tabella medica n. 5 è adatta a questo, ad eccezione delle sostanze irritanti immunitarie alimentari.

Tabella numero 5

Utilizzato anche per disfunzioni gastrointestinali, malattie del fegato e cistifellea.

Proteine ​​- 80-90 g / die (nel rapporto delle proteine ​​animali e vegetali 3: 2);

grassi - 70-75 g / giorno (¼ - per oli vegetali);

carboidrati - 360 g / giorno (equivalente a 80-90 g di zucchero);

acqua - 2-2,5 l / giorno;

calorie - 2400 kcal / giorno.

Prodotti consigliati:

Prodotti da forno: secchi, da farina di semola e farina di prima scelta, pane di ieri, / s, biscotti di quaresima.
Non puoi: paste fresche, cottura al forno.

Zuppe. Zuppe di verdure con zucchine, cavolfiori o cavolini di Bruxelles, spinaci, zucca; zuppe di latte con latte diluito con acqua (1: 1); con grane fortemente bollite (semola, farina d'avena, riso). Per il rifornimento di carburante - burro, panna acida, farina.
Non puoi: brodo di carne, pesce, fagioli e funghi.

Carne. Specie magra: coniglio, tacchino, pollo, carne magra, maiale; cucina senza pelle e vivi. La carne è bollita, cotta a vapore sotto forma di carne macinata o di pezzo intero (pollo).
Non puoi: cervelli, reni, affumicati e salsicce, carne alla griglia e pezzi cucinati, grasso di uccelli (anatra, oca) e carne (maiale, manzo).

Pesce. Varietà a basso contenuto di grassi, principalmente - acqua dolce. Bollito o vapore, sotto forma di cotolette e un pezzo intero.
Non è possibile: fritti, in pastella, varietà grasse; salato, stufato, in scatola; caviale.

Prodotti lattiero-caseari Prodotti caseari magri: ricotta fresca (5-9%), panna acida (15%), kefir (1%), yogurt (2.5%). Latte diluito con acqua per zuppe, cereali.
Non è possibile: ricotta grassa, panna acida, crema; formaggio fuso e duro; latte intero e secco

Uova. 0,5-1 unità / giorno; al vapore e bollito.
Non è possibile: più di 1 uovo al giorno, altri piatti.

Cereali. Sull'acqua, latte con acqua (1: 1) - riso, semolino, farina d'avena, grano saraceno (limitato), pasta, soufflé di semolino e riso, farina di grano saraceno e riso.
Non puoi: fagioli, miglio.

Verdure. Patate, carote, cavolfiori e cavoletti di Bruxelles, spinaci, zucca, broccoli, zucchine, zucchine, zucchine in cottura bollite o al vapore; cetrioli.
Non è possibile: cavolo bianco, cipolle, verdure sottaceto, cibo in scatola, sottaceti, barbabietole, ravanelli, ravanelli, rape, acetosella, aglio, pomodoro, funghi, fagioli.

Frutta, dolci Mele verdi, uva spina, limitata - albicocca, ciliegie bianche e ribes, pera cruda, grattugiata, bollita; come parte di gelatina, mousse, gelatina.
Non puoi: frutti acidi, frutta esotica, frutti di colore rosso brillante, creme, cioccolato, gelato.

Salse. Su brodo vegetale, groppa di brodo, con una piccola quantità di panna acida a basso contenuto di grassi; con farina non torrefatta
Non è permesso: maionese, ketchup, in carne, pesce, brodi di funghi; condimenti grassi e piccanti.

Bevande. Tè verde sfuso senza additivi; composta di pere, mele e uva spina; da frutta secca; decotto di rosa selvatica.
Non è possibile: cacao, caffè, tè nero e tè con additivi (anche con limone); composta di bacche rosse brillanti; bevande agli agrumi; bevande gassate

Grassi. Burro - fino a 30 g / giorno; girasole e olio d'oliva (limitato).

Il tempo durante il quale una persona deve sedersi con una dieta antiallergica è limitato: per gli adulti - 2-3 settimane; per i bambini - 7-10 giorni. Se durante l'annullamento della dieta compaiono un'eruzione sulla pelle e manifestazioni di recidiva allergica, il prodotto a cui si è verificata la reazione deve essere escluso.

Tabella numero 9

Assegnare con disturbi metabolici, diabete, malattie autoimmuni e allergiche. Richiede una restrizione di carboidrati nella dieta, pertanto, viene assegnato principalmente ad adulti e bambini con intolleranza al lattosio, saccarosio, ecc.

Proteine: 85-90 g / die (50-60% - di origine animale);

Grassi: 70-80 g / giorno (40-45% - oli vegetali);

Carboidrati - solo complessi; 300-350 g / giorno;

Calorie: 2200-2400 Kcal / giorno.

Piatti e prodotti consigliati:

Farina: crusca, pane proteico-crusca, da farina di 2 ° grado; proteine ​​e grano. Biscotti e pasticcini (a spese del pane).
Non è possibile: cottura al forno, sfogliatine, prodotti con farina / s.

Zuppe: verdure; zuppa di borscht e cavoli in un brodo debole; zuppa di barbabietola rossa; brodi deboli da carne e pesce semplici; okroshka di verdure / carne; zuppe con polpette di carne (senza pancetta).
Non puoi: brodi ricchi e grassi; zuppe di funghi; con fagioli

Carni: manzo magro, vitello, agnello, maiale (filetto / tagli); coniglio, tacchino, pollo; lingua bollita; fegato (limitato). Stufato, bollito, cotto a vapore; Puoi bollire la carne dopo la cottura leggera tagliata e affettata.
Non puoi: carne affumicata, salsicce, carne grassa, anatra, oca, carne in scatola.

Pesce: varietà magre al vapore, leggermente fritto, grigliato, cotto senza olio. Cibo in scatola in pomodoro (limite).
Non puoi: varietà grasse, varietà esotiche di pesci marini; frutti di mare; cibi pronti, sottaceti e conserve sott'olio; caviale.

Latticini: latte magro (1,5-2,5%) o diluito con acqua per i cereali; latticini a basso contenuto di grassi (ricotta 0-5%; kefir 1%; Ryazhanka 2,5%); crema moderatamente aspra al 15%. Varietà non salate di formaggio magro (formaggio, feta, ricotta).
Non puoi: crema; formaggi dolci; formaggi duri e salati.

Uova: non più di 1,5 pezzi al giorno; bollito (bollito morbido, sodo bollito); omelette di proteine ​​del vapore; ridurre il consumo di tuorlo.

Semole: moderatamente (secondo la norma dei carboidrati): miglio, orzo, grano saraceno, orzo, farina d'avena.
Non puoi: fagioli, riso, pasta, semolino.

Verdure: patate (limitate a XE), melanzane, cetrioli, pomodori e barbabietole (limitate), carote, broccoli, zucchine, zucca, lattuga, cavoletti di Bruxelles e cavolfiore, spinaci, zucchine, zucca. Stufato, piatti bolliti, al forno; limitato - fritto.
È impossibile: sottaceti, conservazione.

Spuntini: insalata, caviale di verdure (zucca), insalate fresche, aringhe inzuppate, aspic di pesce, carne, formaggi dietetici (eccetto il tofu), gelatina di manzo.
Non è possibile: kopenosti, snack grassi, salsicce, strutto, snack con fegato e funghi, sottaceti, cibo in scatola.

Frutta, dolci: frutta fresca e bacche (agrodolci), gelatina, masse, sambuca, composte; dolci con sostituto dello zucchero.
Non è possibile: cioccolato, caramelle, gelati, marmellata, frutta esotica (banana, fichi, datteri), uvetta e uva.

Salse, spezie: verdure magro, carne debole e brodi di pesce; limite - salsa di pomodoro, pepe, senape, rafano.
Non puoi: salse grasse con molte spezie.

Bevande: tè senza additivi, succhi di frutta e verdura (non zuccherato), brodo di rosa canina.
Non è possibile: bevande dolci, soda, uva e altri succhi di frutta / bacche dolci.

Grassi: magra, oliva e burro non salato.
Non puoi: carne grassa e cucina (fritta, strutto, ecc.).

Madri che allattano

La dieta ipoallergenica per le madri che allattano consente di evitare reazioni ai prodotti nel neonato e ridurre la formazione di gas nel bambino. Rigide restrizioni dietetiche sono importanti nei primi 3 mesi di vita del bambino, perché:

La regolazione nervosa della digestione e della peristalsi rimane immatura (una delle cause della colica neonatale);

adattamento del sistema digestivo: in precedenza, il bambino ha ricevuto nutrienti dal sangue della madre attraverso il cordone ombelicale; Viene avviata la motilità gastrointestinale e la produzione di ormoni gastrointestinali, la produzione attiva di bile e pancreatiche, duodenali, succhi gastrici.

Gli enzimi nel corpo del bambino sono prodotti in quantità limitata. I nutrienti in eccesso non vengono digeriti, il che causa anche coliche e gonfiore.

Immunità non formata (fino a 6 mesi). La protezione del corpo è fornita dalle immunoglobuline del latte materno.

Nell'elaborare la dieta delle donne che allattano, è importante che abbia una caloria adeguata. Il consumo energetico giornaliero dovuto all'allattamento aumenta di 500 kcal.

A causa della crescita della capacità adattativa dell'organismo del bambino, la dieta con HB dovrebbe essere il più rigorosa possibile nelle prime 1-2 settimane della vita del bambino, con un graduale allentamento delle restrizioni alimentari e l'introduzione di una piccola quantità di nuovi prodotti.

1-2 settimane

Completamente escludere (che è impossibile mangiare anche a piccole dosi):

Dieta rigorosa per le allergie negli adulti

I bambini affrontano questo problema più spesso degli adulti, ma in tutte le fasce di età il principio di trattamento è lo stesso: oltre a prendere antistaminici, è necessario seguire una dieta. Un gran numero di severe restrizioni nelle allergie alimentari è il modo più affidabile per aiutare rapidamente il corpo, e per alcune situazioni è una misura diagnostica che aiuta a identificare lo stimolo.

Qual è una dieta rigorosa per le allergie

Perturbazione dell'assorbimento di cibo, in cui la proteina in entrata è riconosciuta come agente estraneo, quindi il corpo inizia a produrre anticorpi contro di esso - questa è la definizione di allergie alimentari dati dai medici. Le bacche, i pappe e persino le mele possono essere irritanti. L'eccezione è sale e zucchero, ma sono anche soggetti a un severo divieto quando esacerbano una reazione allergica, perché irritano la mucosa intestinale. Grazie a una dieta rigorosa:

  • la condizione durante l'esacerbazione migliora;
  • rischio ridotto di recidiva;
  • diminuisce il carico sul tratto digestivo;
  • Le tossine che si sono accumulate a seguito del combattimento di anticorpi con "agenti stranieri" sono eliminate;
  • ridotta necessità di farmaci antistaminici;
  • Viene rilevato un allergene specifico (se non è noto).

Il menu speciale per chi soffre di allergie, che implica l'esclusione di alimenti pericolosi, con allergie porta molti benefici anche come misura diagnostica, ma la dieta non può essere l'unico modo per eliminare il problema. La correzione nutrizionale non sostituisce l'uso di antistaminici e altri metodi terapeutici prescritti dal medico sulla base delle indagini.

principi

Una dieta rigorosa per le allergie deve essere rigorosamente osservata, poiché in alcune situazioni può dipendere anche la vita di un paziente: una risposta immunitaria distorta si manifesta non solo da eruzioni cutanee e infiammazioni con disturbi intestinali, ma anche soffocamento. La reazione anafilattica può essere fatale. Per questo motivo, è importante familiarizzare con i principi fondamentali di una dieta terapeutica:

  • Limitare la quantità di sale a 6 g / giorno.
  • Il cibo dovrebbe essere sottoposto a trattamento termico, ma la frittura è vietata: il menu contiene solo stufati, al forno, bolliti, al vapore. Dopo aver eliminato i sintomi di esacerbazione, è possibile preparare insalate con frutta fresca o verdura.
  • Nutrizione per allergie frazionarie, pasti - fino a 8 volte al giorno, anche per ridurre il carico sul tratto gastrointestinale. Piccole porzioni aiutano inoltre a monitorare la reazione al cibo e prevenire una possibile ricaduta (più allergeni si mangeranno, più difficile sarà la condizione).
  • La cottura dovrebbe essere fatta da te, non dai cibi pronti del negozio, in modo da non avere dubbi sulla composizione del cibo.
  • Additivi alimentari, coloranti, conservanti, salse, maionese sotto stretto divieto per qualsiasi allergia alimentare.
  • L'introduzione di nuovi alimenti richiede una contabilità rigorosa: inizia con piccole dosi e assicurati di descrivere la reazione nel diario alimentare. Se possibile, condurre test sotto la supervisione di un nucleo familiare o medico.
  • Studiare attentamente le composizioni sui prodotti fabbricati in fabbrica per escludere tracce di allergeni. Non acquistare carne macinata o pesce.

Tipi di diete di base

I medici dicono che non solo le allergie alimentari richiedono una revisione del menu: una reazione negativa ai farmaci ha anche bisogno di alleviare le condizioni del paziente rimuovendo determinati alimenti dalla dieta. Anche la gravità delle condizioni del paziente ha un ruolo nella preparazione di un piano nutrizionale. Sulla base di questo, gli esperti hanno sviluppato 2 tipi di diete rigorose:

  • Di base o non specifico. Nominato nel periodo di esacerbazione, o quando l'allergene esatto è sconosciuto, per ridurre il carico sulla digestione, per indebolire i sintomi negativi.
  • Eliminazione o specifica. Sono selezionati in base a uno stimolo specifico, supponendo la sua completa eliminazione dal piano alimentare, quindi, possono essere utilizzati anche nel periodo acuto. Aiutano anche a capire l'esatta reazione dell'organismo, la possibilità di sostituire uno stimolo alimentare significativo per la causa con uno a basso allergene.

aspecifica

I primi 1-2 giorni, è desiderabile morire di fame, se si ha una reazione allergica al cibo, e l'irritante è sconosciuto. In questo momento, puoi bere acqua pulita (1,5 litri al giorno per gli adulti, 1 litro per i bambini), acqua minerale non gassata, tè debolmente preparato. Dopo di che viene prescritta una dieta rigorosa ipoallergenica, il cui menu si basa su prodotti che non provocano una risposta immunitaria negativa brillante:

  • grano saraceno e farina d'avena (cotta in acqua);
  • pane integrale (1-2 varietà, ieri), pane grattugiato;
  • zuppe di verdure (è possibile aggiungere questi cereali);
  • fianchi di brodo, composte salate di frutta secca.

Una dieta ipoallergenica così rigorosa viene osservata fino a 5 giorni, durante i quali le esacerbazioni dovrebbero attenuarsi per trasferire il paziente a cibi più vari. Frutta e verdura vengono introdotte in grandi quantità, ma gradualmente, specialmente quelle che sono allergeniche medie e alte. La reazione ad ogni nuova voce di menu viene attentamente monitorata.

un'eliminazione

Una dieta rigorosa specifica è indicata per le persone che conoscono lo stimolo esatto. Dal menu, ne derivano non solo, ma tutto ciò che ha una struttura simile ad esso: fonti di allergeni incrociati. La percentuale di contenuto nel cibo non ha importanza. Inoltre, dalla dieta eliminare:

  • Miglioratori di allergenicità di qualsiasi cibo (irritanti delle mucose): forti brodi ricchi, spezie, zucchero, sale, aceto, senape, rafano.
  • Alimenti altamente allergenici: cioccolato (e tutto ciò che contiene il cacao), caffè, miele, agrumi, pesce.

Il menu di una dieta ad eliminazione rigorosa è importante da formarsi con l'aggiunta di prodotti enterosorbenti - fonti di fibre, che aiutano a alleviare rapidamente la condizione umana eliminando le tossine. Crusca, cereali (preferibilmente grani interi - non crusca), verdure, frutta vengono introdotte nella razione giornaliera e le pietanze vanno cotte con l'aiuto di stufatura o bollitura. Se la dieta di eliminazione viene scelta correttamente, in 3-4 giorni i sintomi di allergia diminuiscono. Restrizioni alimentari severe sono rispettate per 2 settimane. Un altro paio di sfumature:

  • Con una reazione stagionale, è necessario seguire una dieta rigorosa durante l'intero periodo di spolveramento attivo dell'allergene.
  • Se la risposta immunitaria negativa del corpo non è stagionale, la dieta di eliminazione viene prescritta per 10-15 giorni mentre la persona viene curata. In rari casi, divieti rigorosi sono per la vita.

Tipi di prodotti contenenti allergeni

Se una persona ha riscontrato una reazione negativa al cibo per la prima volta e non può determinare con precisione quale prodotto è pericoloso per lui, la dieta si basa sulla completa esclusione di potenziali stimoli forti. Secondo la concentrazione di allergeni i prodotti sono suddivisi in:

  • Altamente attivi: noci, fave di cacao (e loro derivati), caffè, miele, uova, grano, funghi, frutti di mare, pesce, aceto, spezie, pasticcini, agrumi, pollame (eccetto tacchino, pollo), mango, ananas, fragole, melanzane, pomodori, rafano, melone, latte (e suoi derivati), maionese, carni affumicate, senape, rafano.
  • Medio-attivo: manzo, pollo, patate, grano saraceno, cereali di avena e riso, legumi (soia, piselli, fagioli), barbabietole, rape, ribes nero, rosa canina, mirtilli rossi, mirtilli, mirtilli rossi, ciliegie.
  • Bassa attività: prodotti lattiero-caseari fermentati, miglio, orzo perlato, mais, tacchino, coniglio, montone magro e maiale, cavolo (cavolfiore, broccoli, cavolo bianco), zucchine, aneto, prezzemolo, pere, mele, ciliegie, prugne, ribes (bianco, rosso).

Menù dietetico per le allergie negli adulti

Anche le restrizioni alimentari più stringenti non parlano di una dieta povera: dopo aver escluso i principali allergeni (e in alcune situazioni e secondarie) le persone non perdono l'occasione di mangiare una varietà varia e gustosa. Un punto importante nella dieta è la considerazione delle reazioni incrociate:

  • Quando è allergico alle noci, è auspicabile escludere dalla dieta grano saraceno, riso e farina d'avena, sesamo, papavero, mango, kiwi.
  • Se sei allergico alle arachidi, il pericolo potrebbe essere il pomodoro, la soia, i piselli e i frutti con ossa grandi (albicocca, prugna, nettarina, ecc.).

La necessità di una dieta rigorosa per le allergie alle droghe da parte di alcuni medici è contestata, ma se la condizione è grave, ha senso per un breve periodo di tempo seguire una dieta ipoallergenica non specifica o seguire una di queste opzioni:

  • Allergia all'aspirina: rigetto del rifiuto di bacche, agrumi, meloni, pesche, prugne, peperoni, pomodori, patate, cetrioli.
  • Allergia agli antibiotici: rimozione dal menu di noci, formaggio, fragole, funghi, uva, frutti di mare, uova, piatti pesanti (piccanti, fritti, grassi), uova, frutta esotica, cibi pronti, salsicce, bevande gassate.

Nel periodo di allentare i sintomi di allergia

La dieta più varia è considerata una semplice dieta non specifica, che richiede un'alimentazione di 4 p. / Giorno o più spesso e comporta l'eliminazione di soli elementi che irritano il tratto digestivo. La dieta di base per le allergie negli adulti si basa sulle seguenti liste della spesa:

Un'Altra Pubblicazione Sulle Allergie

Papilloma delle cellule basali: cause, diagnosi, trattamento

Il papilloma a cellule basali differisce da numerosi tipi di papillomi in quanto non sembra a causa dell'infezione da HPV, ma come risultato di speciali processi associati all'invecchiamento del corpo.


Trattamento del mollusco contagioso in luoghi intimi

L'aspetto del mollusco contagioso sul pene provoca ansia negli uomini. Piccoli noduli con una depressione ombelicale nella parte centrale della rapida espansione, raggruppati e formano placche antiestetiche.


Cicatrice atrofica: cause e metodi di trattamento

Cicatrice atrofica - un grave difetto della pelle, che incide negativamente sull'aspetto estetico di una persona. La situazione è aggravata dal fatto che, sullo sfondo della patologia, sorgono altri cambiamenti legati allo stato emotivo del paziente.


Vitiligine: cause, sintomi e metodi di trattamento

La vitiligine è una malattia in cui si formano punti anormalmente chiari sulla pelle. La causa del loro verificarsi è la distruzione dei melanociti, che garantiscono il colore naturale della pelle.