Tipi di dermatite in donne in gravidanza, trattamento, prevenzione

Il corpo di una donna incinta diventa vulnerabile a varie infezioni. Spesso in questo momento ha esacerbato malattie croniche o ne ha sviluppato di nuove. Durante la gravidanza, la dermatite si verifica spesso subito dopo il concepimento e accompagna una donna durante tutto il periodo del trasporto di un bambino e, dopo il parto, passa da sola.

Cause e segni

Durante la gravidanza, il sistema immunitario della donna viene ricostruito, i cambiamenti influenzano l'immunità umorale e cellulare. Aumento della produzione di cortisolo, estrogeni, progesterone porta a immunosoppressione fisiologica. A causa della riduzione della protezione antimicrobica, la flora condizionatamente patogena presente sulla pelle inizia ad attivarsi.

Dermatite atopica

Nel 20% dei casi, la malattia si sviluppa in donne in gravidanza che soffrono di qualsiasi tipo di atopia. Nell'80% dei pazienti, i primi segni sono comparsi durante la gravidanza, ma hanno anche una predisposizione ereditaria a questa malattia (i parenti stretti possono avere una storia di asma, pollinosi).

L'atopia è una risposta inadeguata del sistema immunitario agli stimoli esterni ed interni. Se l'immunità si riduce, anche gli antigeni deboli possono causare una forte reazione allergica con manifestazioni cutanee.

L'aumento della permeabilità dell'epidermide porta alla penetrazione di allergeni che causano gravi disagi.

  • forte prurito, specialmente di notte;
  • secchezza e desquamazione dello strato superiore della pelle;
  • iperemia e gonfiore della pelle;
  • la presenza di graffi porta a un'infezione batterica secondaria e alla formazione di ulcere ed erosione.

Le posizioni dei cambiamenti della pelle sono fronte, tempie, collo, gomiti, cavità poplitee, grandi pieghe.

La malattia nel suo sviluppo passa attraverso tre fasi:

  1. Nella prima fase, la condizione generale soffre leggermente. Il prurito è moderato, eruzioni cutanee - singoli, sotto forma di macchie rosse. Pelle senza desquamazione, normale umidità. Una donna non mostra ansia per i sintomi non invadenti.
  2. Per il secondo stadio è caratterizzata dalla diffusione di eruzioni cutanee su stomaco, busto, arti. La pelle è secca con segni di desquamazione. Il prurito aumenta e diventa doloroso. La condizione generale peggiora: irritabilità, sonno debole, escoriazione (graffi) appare sulla pelle. Le forme di iperpigmentazione periorbitaria intorno agli occhi.
  3. Il passaggio alla terza fase avviene spesso nelle donne che prima della gravidanza soffrivano di dermatite atopica o neurodermite. Grandi superfici della pelle sono ricoperte da vari elementi dell'eruzione: papule, protuberanze, pustole, erosioni. Sullo sfondo di intenso prurito, disturbi nervosi, insonnia, si verificano stress.

Nella seconda e nella terza fase, la donna incinta viene ricoverata per il trattamento e il monitoraggio del feto 24 ore su 24.

Dermatite da contatto

Uno dei tipi di lesioni allergiche, quando il fattore scatenante del processo infiammatorio sono sostanze che sono a diretto contatto con la pelle. La differenza tra dermatite da contatto e dermatite allergica è che nel secondo caso, l'eruzione si verifica in qualsiasi parte del corpo e nel primo - solo nella zona di contatto della pelle con l'allergene. Gli elementi in serie sono polimorfici, da punti rossi a vesciche. Come appare una eruzione cutanea nella foto.

Per provocare una sconfitta puoi:

  • cosmetici;
  • tessuti sintetici;
  • detergenti e detersivi;
  • gioielli in metallo e plastica;
  • vernici, vernici.

Dermatite periorale

La malattia è caratterizzata da eruzioni cutanee sotto forma di brufoli, vesciche, punti rossi situati intorno alla bocca. In caso di decorso grave ed esacerbazioni, il processo patologico può spostarsi nell'area vicino agli occhi, vicino al naso e sulle guance. I segmenti della pelle colpiti sono ruvidi al tatto a causa del gran numero di elementi infiammati, singoli o fusi in ampie aree. C'è una sensazione di bruciore e prurito. Quando si graffiano e si fanno male le bolle al loro posto, si forma una pigmentazione persistente.

Fattori che provocano lo sviluppo della dermatite periorale:

  • dentifrici al fluoro;
  • cosmetici;
  • malattie dell'apparato digerente;
  • uso irrazionale di unguenti ormonali;
  • l'impatto negativo dei fattori naturali (vento, gelo, calore, alta umidità);
  • danno alla flora fungina dei follicoli piliferi.

Dermatite seborroica

I sintomi della seborrea si manifestano in aree di accumulo di ghiandole sebacee, che producono sebo. I primi segni sono la comparsa di prurito macchie rosse sulla pelle del cuoio capelluto, collo, schiena. Sul viso, cambiamenti patologici sotto forma di focolai di infiammazione coperti di squame sono localizzati all'attaccatura dei capelli, dietro le orecchie. Più tardi, la trasformazione di punti in placche con bordi chiari. La superficie degli elementi liberi è coperta da uno strato di squame untuose. Nella zona delle placche seborroiche, i capelli appaiono opachi, fragili, inclini alla perdita.

  • forte prurito;
  • sensibilità della pelle;
  • siti di iperemia;
  • placche con squame grasse, con focolai pelati.

La conclusione sulla natura della malattia è un medico dopo l'esame. Per confermare la diagnosi e assegnare il trattamento corretto, vengono condotti studi - raschiatura o biopsia della pelle per la presenza di funghi patogeni.

terapia

Il trattamento della dermatite nelle donne in gravidanza è un compito difficile, poiché l'uso di droghe è severamente limitato a causa dei possibili effetti tossici sul feto.

Gli allergeni non penetrano attraverso la barriera placentare al feto, ma i farmaci che sono prescritti a una donna incinta possono essere dannosi.

Se compaiono segni di malattia, il corpo dovrebbe essere limitato il più possibile dall'azione degli allergeni. Nella prima fase, a volte è sufficiente seguire una dieta ipoallergenica.

Come rimedio esterno, vengono prescritti gli unguenti per la dermatite:

  1. Bepantin è disponibile sotto forma di pomata e crema. Principio attivo - dexpantenolo, olio di mandorle, cera d'api. Allevia irritazione e infiammazione della pelle. Può essere usato per lungo tempo, non ci sono controindicazioni.
  2. Il Losterin è un agente non ormonale basato sulla naftalina naturale. Ha effetti analgesici, antipruriginosi e anti-infiammatori. Usato sotto forma di unguento, gel doccia e shampoo.
  3. In caso di un'eruzione cutanea di natura essudativa (vesciche, vesciche), il medico prescrive unguenti ormonali con un breve corso: Latikort, Akriderm, Advantan. Questi farmaci hanno proprietà antinfiammatorie e antiprurito pronunciate. A causa dell'azione vasocostrittrice locale, i processi di essudazione sono ridotti.

Unguenti ormonali a basso contenuto di principio attivo, prescritti durante la gravidanza, non influenzano negativamente il feto e non aumentano il rischio di malformazioni.

Farmaci interni usati:

  1. Se una reazione allergica sulla pelle è causata da allergeni alimentari, l'uso di assorbenti per tossine leganti nell'intestino è indicato: Enterosgel, Polysorb, Smekta.
  2. Per normalizzare la biocenosi intestinale, viene prescritto un gruppo di preparati probiotici: Linex, Bifiform, Laktovit-forte, Acidolac.
  3. Tratti l'emotività naturale, il sonno povero aiuterà i rimedi naturali - estratto di valeriana e di motherwort.
  4. In caso di allergia grave, gli antistaminici sono indicati per il sollievo delle manifestazioni cutanee: Loratadin, Diazolin.

Trattamento della dermatite periorale

Nel primo trimestre di gravidanza, quando vengono deposti gli organi del feto, qualsiasi pomata antibiotica è controindicata. Viene utilizzata la sospensione a base di zinco - Zindol, che ha un effetto essiccante e anti-infiammatorio.

Nel terzo trimestre - Elokom prescritto da un medico. Il trattamento principale inizia dopo la nascita.

Trattamento di seborrea

Shampoo con shampoo antifungini 3 volte a settimana: Nizoral, Sebasol, Keto Plus. Includono etoconazolo, ciclopirox.

Quando controindicazioni raccomandato shampoo antimicotico con catrame di betulla e pomata di Sulsen 2%. Per uso interno prescrivono vitamine del gruppo B.

Il trattamento sistemico con glucocorticoidi o l'uso di unguenti con il loro alto contenuto durante la gravidanza può causare insufficienza placentare e la nascita di un bambino piccolo.

prevenzione

La prevenzione della dermatite nelle donne in gravidanza, soprattutto se c'è una storia di tali malattie nei parenti, dovrebbe iniziare il più presto possibile.

  • Rispetto di una dieta ipoallergenica: eliminazione dalla dieta di prodotti con elevate proprietà allergeniche (cioccolato, cacao, caffè, miele, agrumi, pesce, caviale, pesce, granchi, noci, cibi affumicati, sottaceti, sottaceti). È necessario limitare il consumo di prodotti lattiero-caseari.
  • Per escludere il contatto con animali domestici, piante.
  • La stanza in cui vive la donna incinta dovrebbe essere liberata da libri, tappeti, cuscini e coperte.
  • Non permettere l'inalazione passiva di una donna di fumo di tabacco.
  • Durante la gravidanza, è auspicabile abbandonare i cosmetici decorativi.
  • Ridurre al minimo l'uso di sostanze chimiche aggressive per la casa, svolgere i compiti con i guanti.

La dermatite nelle donne in gravidanza con terapia adeguata, la limitazione dei contatti con possibili allergeni, un'alimentazione corretta procede senza complicazioni e non danneggia il bambino.

Cause di dermatite nelle donne in gravidanza - sintomi e trattamento

Durante il trasporto del bambino nel corpo della ragazza ci sono grandi cambiamenti. La dermatite durante la gravidanza diventa una frequente malattia della pelle che una donna non dovrebbe ignorare. Secondo le statistiche, circa il 65% di tutte le future madri soffrono di diverse forme di questa patologia. Non si tratta di semplici smagliature, che spesso rimangono, ma di malattie che creano seri problemi.

Cos'è la dermatite?

Questo gruppo di patologie comprende malattie infiammatorie della superficie della pelle. Esistono diversi tipi di questa malattia e due forme: cronica o acuta. Le donne incinte hanno maggiori probabilità di soffrire di dermatite atopica, allergica o seborroica. Durante la gravidanza, la patologia diventa una reazione ai cambiamenti ormonali nel corpo, al contatto con gli allergeni: polvere, cibo, polline delle piante, prodotti chimici domestici e cosmetici. Una donna incinta può mostrare segni di dermatite in qualsiasi momento. La malattia deve essere trattata, i sintomi stessi non passeranno.

sintomi

La dermatite durante la gravidanza può essere accompagnata da fasi di remissione ed esacerbazione. La condizione di una donna incinta sta peggiorando a causa dello stress. a contatto con cibo, prodotti chimici domestici. La dermatite nelle future mamme è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  • esfoliazione delle unghie, perdita di capelli (a volte);
  • eruzione cutanea iperemica sulla superficie della pelle;
  • prurito insopportabile, può verificarsi un'infezione secondaria quando si graffia;
  • rinite, aumento della lacrimazione;
  • una lieve dermatite ha una lieve manifestazione sintomatica.

Il grado medio di dermatite si manifesta con un'eruzione cutanea alla schiena, al torace, al viso e all'addome, che è prurito. All'ultimo stadio della patologia, tutti i sintomi appaiono molto intensamente, il forte prurito può portare ad una rottura emotiva o nervosa della donna. Se l'eruzione colpiva le ginocchia, i gomiti, l'addome, il collo, le mani, allora questo indica lo sviluppo della dermatite atopica durante la gravidanza.

motivi

La dermatite in gravidanza può svilupparsi a seguito di cambiamenti ormonali nel corpo e aumenta la probabilità di un'immunità indebolita. Queste stesse ragioni portano ad una maggiore sensibilità a fattori esterni, prodotti che non hanno precedentemente causato reazioni allergiche. Ogni forma di dermatosi durante la gravidanza si verifica per diversi motivi. I principali sono i seguenti:

  • malattie del tratto gastrointestinale;
  • allergeni di diversa eziologia;
  • predisposizione genetica;
  • confronto temporaneo di cellule della madre e del feto;
  • Esposizione ai raggi UV, gelo, vento, calore estremo, alta umidità;
  • uso di unguenti steroidei.

Durante la gravidanza, la dermatite può manifestarsi in modi diversi, perché questo concetto include diverse varietà di questa patologia. La nomina del medico per il trattamento dipende da questo, quindi è necessario consultare un dermatologo per un regime di trattamento individuale.

Dermatite atopica in donne in gravidanza (allergiche)

Il tipo più comune che si verifica durante la gravidanza. C'è uno sviluppo della malattia dovuto alla localizzazione ereditaria, i trasferimenti al bambino dalla madre. Se i sintomi della dermatite compaiono durante la gestazione, allora un'alta probabilità di manifestazione della malattia in un bambino durante l'infanzia o nell'età adulta. I segni di dermatite atopica sono rappresentati da eruzioni cutanee pruriginose, squamose e con una tonalità rossa.

La malattia può essere lieve, moderata o grave. La patologia richiede un trattamento, di norma, è necessario seguire una dieta speciale, ma quando si passa alla forma media, saranno necessari probiotici (Bifidumbacterin) e sorbenti (Filtrum, Enterosgel). Nella fase grave della dermatite, sarà necessario un trattamento ospedaliero, è necessario assumere agenti antiallergici (Claritin, Tavegil, Suprastin).

Dermatosi polimorfica di donne in gravidanza

Diagnosticato, di regola, nell'ultimo trimestre. Il motivo è il rapido aumento del peso corporeo del bambino. Esternamente, la patologia si manifesta sotto forma di placche sull'addome, che sono molto pruriginose. Questa forma di dermatite non influisce sul feto e passa da sola dopo il parto. Per alleviare la condizione della donna incinta prescrivere antistaminici, farmaci corticosteroidi (creme, unguenti).

Dermatite periorale

Questa forma si manifesta con un'eruzione acquosa di colore rosso, rosa sul viso, accompagnata da prurito. La dermatite periorale non rappresenta una minaccia per la salute del feto o della madre. Per il trattamento di questa patologia non utilizzare un regime di trattamento a pieno titolo durante la gravidanza, perché sono necessari antibiotici. Questi farmaci sono estremamente nocivi per la salute del bambino, quindi la terapia inizia solo nel secondo trimestre. Un dermatologo può prescrivere Elok, Metragil (farmaci antibatterici) al paziente per alleviare la condizione.

trattamento

La dermatite durante la gravidanza viene trattata a seconda delle manifestazioni sulla patologia corporea, il grado di lesioni cutanee. Per evitare complicazioni, lo sviluppo della malattia è possibile solo quando si reca da un medico e si prescrive un ciclo di trattamento. Il medico prenderà in considerazione la forma della patologia, il tipo e determinerà l'antistaminico appropriato, i farmaci sedativi. Uno specialista prescriverà sicuramente pomate antiallergiche, oratori per uso esterno per ridurre il grado di manifestazione di sintomi spiacevoli.

Dermatite pomata durante la gravidanza

Se la patologia non porta disagio alla donna, ha solo manifestazioni esterne, non è necessario trattarla. I medici spesso rassicurano la donna incinta che dopo il parto tutto andrà via da solo, quindi nessuno conduce anche l'auto-trattamento della dermatite. Tali casi sono rari, spesso la malattia è accompagnata da grave irritazione della pelle, prurito. È necessario condurre una terapia qualificata che allevi lo stato durante la gravidanza. L'automedicazione è controindicata perché i farmaci incoscienti possono danneggiare il feto.

Di norma, per il trattamento della dermatite si utilizzano sedativi, antistaminici. Per uso esterno può essere assegnato:

  • pomata corticosteroidea;
  • conversatori antiprudenziali;
  • crema con calamina;
  • unguento di eucalipto e olivello spinoso;
  • quando appaiono papillomi, è necessario rimuoverli dopo il parto chirurgicamente;
  • con lo sviluppo di herpes, è necessario usare boromentol, acyclovir;
  • alleviare il prurito con la psoriasi può dare la direzione alla fototerapia.

Losterin durante la gravidanza

Questo medicinale appartiene all'ultima generazione di farmaci che aiutano ad eliminare le irritazioni cutanee di diversa natura. Lo strumento ha una composizione equilibrata, un alto grado di efficacia e un semplice metodo di applicazione. Il sollievo arriva in un breve periodo dopo l'uso, il che ha reso popolare questa droga. Lo strumento fa parte del gruppo degli unguenti non ormonali, viene efficacemente utilizzato in gravidanza per il trattamento del lichene, dell'eczema, della psoriasi.

L'assenza di ormoni nella composizione elimina il danno derivante dall'uso durante la gravidanza, questo è il principale vantaggio dello strumento. Non è stato osservato alcun effetto negativo di Losterin nel trattamento della dermatite sulla madre o sul bambino, non è stato osservato l'effetto di assuefazione, le aree della pelle sane non sono danneggiate se la crema viene iniettata. Il modulo di rilascio - crema per uso esterno, i seguenti componenti sono una parte:

  • glicerile;
  • naftalina deresinata;
  • urea;
  • glicole propilenico;
  • alcool stearilico;
  • olio di mandorle;
  • Estratto di Sophora

Rimedi popolari

Tutti i metodi descritti di seguito non sono efficaci se usati da soli, possono essere raccomandati solo come parte di una terapia complessa. Quando viene diagnosticata una dermatite durante la gravidanza, l'allattamento al seno deve scegliere uno strumento sicuro. I rimedi popolari sono le medicine morbide, puoi usare:

  • lozione imbevuta di estratto di Kalanchoe;
  • impacchi impregnati di un decotto di olio di rosa canina, corteccia di quercia;
  • succo di patate appena spremuto viene applicato sotto forma di impacchi;
  • applicare la linfa di betulla nell'area interessata;
  • foglia di cavolo per una benda per diversi giorni in una zona di pelle inquietante;
  • cucchiaio di decotto di bedtime di ortica e sambuco in un rapporto di 1: 1.

prevenzione

Durante la gravidanza, una donna dovrebbe fare molta attenzione alla sua salute e al bambino. Il compito principale della donna è quello di evitare situazioni stressanti, mangiare bene e seguire le seguenti regole:

  1. Si consiglia di consultare un medico prima della gravidanza. Aiuterà a identificare possibili controindicazioni.
  2. È necessario durante la gravidanza essere molto attenti alla compilazione del menu, perché la dermatite o la neurodermite si verificano molto spesso sulla base di una dieta scorretta. È necessario escludere frutti di mare, cioccolato, caffè, frutta e verdura di colore rosso, bevande gassate. Durante la gravidanza, è meglio che le ragazze creino un menu con un nutrizionista per evitare la dermatite.
  3. È necessario utilizzare più acqua, ma è necessario tenere conto del fatto che a causa del liquido in eccesso, talvolta si verifica gonfiore.
  4. Fare la pulizia a umido nella stanza più spesso, durante la gravidanza, l'aria pulita, l'assenza di polvere e allergeni contribuirà ad evitare la dermatite. A causa di cambiamenti nel corpo, anche il cibo, le cose, i fiori che non hanno precedentemente pianto per la dermatosi possono provocarlo.
  5. Per il periodo di gravidanza si consiglia di utilizzare cosmetici ipoallergenici, prodotti per la casa.

Dermatiti nelle future mamme: cosa è importante sapere su di lui

Una donna che vuole diventare madre, vuole rallegrarsi in ogni momento, ma a volte ci sono circostanze spiacevoli che la impediscono. Esiste il rischio di una varietà di malattie, la più comune delle quali è la dermatite durante la gravidanza. Dà a una donna molti problemi e disagi.

Per far fronte a questa malattia e non fare del male a te stesso o al tuo bambino, devi capire questa situazione.

Che cosa è una malattia nelle future mamme

La dermatite è spesso chiamata problemi minori della pelle. Ci sono molti casi in cui questa patologia richiede un trattamento complesso ea lungo termine. Uno dei motivi principali per la formazione della dermatite sono i cambiamenti ormonali, perché il corpo di una donna incinta è ipersaturalizzato con molti ormoni che sono necessari per il trasporto sicuro del bambino. Inoltre, l'immunità della futura madre è spesso ridotta, che è l'impulso per la formazione di vari disturbi.

La complessità della dermatite durante la gravidanza è che ha diverse forme:

  1. Allergiche. È principalmente ereditario. Pertanto, se la madre ha questa malattia, è probabile che il bambino la erediti. Durante il periodo di malattia, una donna può vedere eruzioni rosse sul suo corpo, che costantemente prurito e si staccano.
  2. Eritrema tossico. La patologia appare circa alla 28a settimana. C'è un'eruzione cutanea sullo stomaco, che ha la forma di una placca e prude regolarmente. La ragione di questa condizione: un rapido aumento di peso durante la gestazione.
  3. Periorale. Piccola eruzione di colore rosso o rosa, principalmente sulla pelle del viso. La ragazza ha il costante desiderio di grattarli.
  4. Smagliature
  5. Papilloma. Eruzioni cutanee di color carne in gran numero che si osservano sul collo o sotto le ascelle.
  6. Prurito comune
  7. Herpes. Nonostante il fatto che molti considerano questa una malattia legata solo alle labbra, colpisce anche gli organi genitali interni, ci sono piccole bolle con liquido.
  8. Prurigo. Le eruzioni appaiono su tutto il corpo e costantemente prurito.
  9. Psoriasi. Neoplasie a placche sulla pelle, si verificano dopo aver sperimentato lo stress.
  10. Eczema. Bolle con liquido che esce molto facilmente. Basta premere un po '.
  11. Orticaria. Le vesciche appaiono sul corpo che prude male.
  12. Iperpigmentazione.

Cause e fattori di dermatite

Aumenta il livello di estrogeni, prolattina e progesterone nel corpo della futura mamma. Inoltre, ci sono un certo numero di cambiamenti nel lavoro degli organi: il metabolismo cambia, i salti della pressione sanguigna, l'appetito aumenta (o esattamente l'opposto), il cuore batte più velocemente, ci sono alcuni cambiamenti nella circolazione sanguigna. Tutto ciò è necessario affinché una donna incinta possa proteggere se stessa e il suo futuro bambino dall'influenza dell'ambiente. Ma la sua pelle diventa più suscettibile a vari cambiamenti che sono patologici.

La maggior parte di questi cambiamenti sono la reazione del corpo femminile a un gran numero di ormoni. Spesso si notano cambiamenti nei vasi, la cui causa è un elevato contenuto di estrogeni. Durante una posizione interessante, il lavoro delle ghiandole endocrine aumenta, causando molta sudorazione. Questo può provocare calore pungente o eczema.

Di solito una donna si lamenta di prurito per circa tre mesi. Ma questa potrebbe essere una violazione della circolazione della bile. La patologia passa in modo indipendente dopo la nascita del bambino.

Dermatite nelle donne in gravidanza: cause, sintomi, caratteristiche della terapia

Il concetto di dermatite combina un gruppo di malattie infiammatorie della pelle che hanno origini diverse e si differenziano nei segni clinici. La maggior parte della malattia colpisce bambini, persone con gravi patologie croniche o allergie, donne incinte. La dermatite nelle donne in gravidanza può verificarsi nelle ultime settimane di trasporto di un bambino, e dopo il parto va via senza un trattamento speciale. Ma se l'infiammazione si sviluppa nelle fasi iniziali, senza un adeguato trattamento, la patologia è aggravata, causando una violazione del benessere generale della donna, che può influenzare lo sviluppo del bambino.

motivi

Nella normale pelle umana ha funzioni protettive, tuttavia, il periodo di trasporto di un bambino è quasi sempre accompagnato da un indebolimento dell'immunità locale e generale. Il corpo femminile diventa più suscettibile alle infezioni e ai fattori esterni. Il risultato di questa condizione può essere l'infiammazione della pelle. Molto spesso, i processi infiammatori sono localizzati nella fronte e nelle tempie, sul collo, sui gomiti e sotto le ginocchia, nelle pieghe della pelle.

Oltre a indebolire l'immunità generale, i cambiamenti nel background ormonale si verificano nel corpo della donna. L'aumento della produzione di estrogeni, progesterone e cortisolo sopprime l'immunità locale della pelle, determinando l'attivazione di batteri opportunisti presenti sulla pelle di qualsiasi persona.

I principali fattori che causano l'infiammazione della pelle sono:

  • impatto fisico (attrito eccessivo e pressione sulla pelle, abbigliamento fatto di tessuti sintetici, radiazione solare, alta o bassa temperatura);
  • prodotti chimici (prodotti per la cura della persona e della persona, cosmetici);
  • farmaci per uso locale (per esempio pomate e creme ormonali).
  • Il rischio di sviluppare patologie aumenta con la tensione nervosa costante, stress frequenti, stanchezza fisica, patologie croniche batteriche o virali e micosi della pelle.

Durante la gravidanza, la dermatite viene spesso diagnosticata nelle donne che hanno una tendenza ereditaria alle reazioni allergiche.

Per ragioni che causano processi patologici, ci sono diversi tipi di dermatiti.

atopica

La dermatite atopica è sempre cronica, diagnosticata per la prima volta nell'infanzia e negli adulti ricorre. L'esacerbazione della dermatite durante la gravidanza può causare farmaci, l'uso di prodotti allergenici, l'inalazione di vapori di varie sostanze chimiche.

La dermatite atopica durante la gravidanza è causata dalla storia allergica gravosa della donna (pollinosi, asma bronchiale nei parenti stretti) e i fattori che contribuiscono all'insorgere della ricaduta sono cambiamenti nei livelli ormonali e indebolimento del sistema immunitario.

Contatto allergico

La dermatite allergica durante la gravidanza si sviluppa come risposta al contatto della pelle con una sostanza irritante, si verifica immediatamente dopo l'esposizione o dopo un breve periodo di tempo (di solito 5-7 giorni). La gravità dei sintomi è determinata dalla concentrazione e dal tempo di esposizione all'allergene, dalla sensibilità della pelle.

L'infiammazione allergica, a sua volta, è:

  • irritabile - a causa di esposizione a fattori fisici (alta temperatura, gelo) o chimici (prodotti per la pulizia, cosmetici, profumeria, preparati farmacologici esterni, ecc.);
  • fotocontatto - si verifica quando esposto alla luce ultravioletta.

Secondo le statistiche, le lesioni allergiche cutanee nelle donne durante la gravidanza sono più spesso causate da tessuti sintetici, cosmetici, prodotti chimici per la casa, gioielli, vernici, colori.

Se la dermatite allergica durante la gravidanza si manifesta come infiammazione della pelle in aree a diretto contatto con un agente irritante, quindi nella forma atopica, i processi infiammatori possono interessare qualsiasi area della pelle, ma più spesso le alterazioni del viso, del gomito e del ginocchio, i glutei sono interessati.

seborrheal

La dermatite seborroica è caratterizzata da un'infiammazione delle aree della pelle in cui sono localizzate molte ghiandole sebacee: sul cuoio capelluto, dietro le orecchie, sul viso lungo l'attaccatura dei capelli, così come sul collo e sulla schiena.

I processi infiammatori nella dermatite seborroica sono associati ad un aumento della produzione e cambiamenti nella composizione del sebo, e la rottura delle ghiandole sebacee nelle donne in gravidanza si verifica a causa di cambiamenti nei livelli ormonali.

I medici distinguono due tipi di dermatite seborroica:

  • asciutto - accompagnato da grave secchezza e desquamazione della pelle, appaiono sulle zone interessate delle squame biancastre secche, che i normali cosmetici non aiutano a eliminare;
  • grasso - la pelle si ricopre di pustolose eruzioni pustolose, il viso diventa lucido dall'eccessiva produzione di sebo.

Perioral e periorbital

La dermatite periorale è caratterizzata dalla comparsa di un'eruzione sotto forma di brufoli, macchie rosse e bolle nella zona della bocca. Quando l'infiammazione peggiora, l'eruzione si diffonde agli zigomi, l'area intorno agli occhi e si sviluppa la dermatite periorbitale.

Gli elementi infiammati possono essere singoli o fondersi l'uno con l'altro, formando focolai estesi. L'eruzione cutanea è accompagnata da sensazione di bruciore e prurito. Quando si pettina al posto degli elementi infiammati, rimane la pigmentazione persistente.

Lo sviluppo di dermatiti periorali e periorbitali può causare:

  • cosmetici;
  • dentifrici, che includono fluoro;
  • uso irrazionale prolungato di unguenti corticosteroidi (ad esempio nel trattamento dell'acne vulgaris e della rosacea).

Sintomi comuni

La dermatite durante la gravidanza si manifesta:

  • secchezza e desquamazione della pelle;
  • forte prurito delle aree infiammate, specialmente di notte;
  • sensazione di bruciore;
  • arrossamento e gonfiore delle lesioni infiammate;
  • aumento della temperatura cutanea e sensazione di calore nell'area dell'infiammazione;
  • la comparsa di bolle, vesciche sulle lesioni infiammate.

La costante pettinabilità delle superfici pruriginose porta spesso allo sviluppo di complicanze infettive, alla formazione di focolai purulenti e all'erosione.

La gravità dei sintomi dipende dal tipo di dermatite, dal tempo di esposizione dell'irritante alla pelle o dal corpo, dalla concentrazione dell'allergene e dalla sensibilità della pelle. Le forme lievi si manifestano solo con lieve arrossamento, gonfiore e moderato prurito, mentre gravi processi patologici portano alla formazione di lesioni necrotiche sulla pelle.

Impatto sul feto

La dermatite perorale e seborroica non minaccia lo stato di salute della donna incinta e del feto. La forma atopica della dermatite è più pericolosa per le donne incinte. Allo stesso tempo, la gravità dei sintomi e l'effetto della patologia sullo sviluppo del bambino non nato dipende dalla gravità dei processi infiammatori. Secondo la gravità dei processi patologici distinguere 3 gradi di dermatite atopica.

  1. Il primo stadio di processi patologici si manifesta con singole eruzioni cutanee, prurito moderato. La forma lieve della malattia non influisce sul feto e sulle condizioni generali della donna.
  2. Quando il secondo grado di infiammazione si diffonde all'addome, al tronco, agli arti. Appaiono asciutto e desquamazione della pelle, aumenta il prurito. La condizione generale peggiora: l'irritabilità appare, il sonno peggiora.
  3. Il terzo stadio più grave della patologia è caratterizzato dalla comparsa di varie eruzioni cutanee (papule, pustole, tubercoli) su una vasta area della pelle. Grave prurito insopportabile che accompagna l'infiammazione, provoca irritabilità durante il giorno e insonnia di notte, può causare esaurimento nervoso.

Nella seconda e nella terza fase dei processi patologici, una donna incinta viene ricoverata per terapia adeguata e monitoraggio costante del feto.

L'esacerbazione della dermatite atopica si verifica più spesso nel primo e nell'ultimo trimestre di gravidanza.

trattamento

I processi patologici che si verificano nelle ultime settimane di portare un bambino, di regola, dopo il parto passano indipendentemente. Se la dermatite si sviluppa all'inizio della gravidanza, la terapia farmacologica viene effettuata per prevenire la transizione dei processi infiammatori alla forma avanzata.

Il trattamento della dermatite nelle donne in gravidanza è notevolmente complicato dagli effetti collaterali di molti farmaci, dai loro effetti tossici sul feto e dalle controindicazioni durante la gravidanza.

Per eliminare completamente il problema, è necessario prima identificare la causa principale dell'infiammazione ed eliminare gli effetti dei fattori provocatori. Per quanto riguarda la terapia farmacologica, la scelta dei farmaci viene effettuata tenendo conto del tipo di dermatite.

Come trattare

Le seguenti creme e unguenti per la dermatite durante la gravidanza sono applicati esternamente:

  1. Bepanten. Mezzi sulla base di dexpantenolo, olio di mandorle e cera d'api riduce l'irritazione, sopprime l'infiammazione, accelera il recupero delle cellule della pelle sane. Non crea dipendenza, adatto per l'uso a lungo termine. Disponibile sotto forma di crema e pomata. È il mezzo più sicuro per trattare la dermatite atopica in donne in gravidanza senza un rischio per il nascituro e riduce anche i sintomi spiacevoli dell'infiammazione allergica.
  2. Losterin. Il farmaco sotto forma di crema (a base di naftalina, urea, mandorla e olio di ricino, un estratto di Sophora giapponese) si adatta bene al trattamento della dermatite atopica e seborroica, dell'ittiosi e di altre patologie cutanee. Shampoo (composto da naftalina, semi di lino, olio di semi di girasole e di mandorle, estratto di radice di bardana e Sophora) viene utilizzato nel trattamento della dermatite seborroica in caso di lesioni cutanee del cuoio capelluto.
  3. Adavantan. L'agente ormonale contiene metilprednisolone, è disponibile sotto forma di unguento, emulsione, crema. Unguento e crema sono usati per il trattamento di lesioni non umide e infiammate. In questo caso, è consigliabile prescrivere l'unguento alle donne con pelle eccessivamente secca e crema ai pazienti con un tipo di pelle grassa. L'emulsione è utilizzata nel trattamento della dermatite causata dall'esposizione ai raggi ultravioletti.

I farmaci ormonali sono di solito prescritti nel terzo trimestre di gravidanza, sono controindicati nelle fasi iniziali. Eventuali unguenti e creme con corticosteroidi devono essere applicati rigorosamente per lo scopo e sotto la supervisione di un medico con stretta osservanza della molteplicità di applicazioni e tempi della terapia. Con l'uso prolungato di farmaci o l'uso di prodotti ad alta concentrazione di principi attivi possono avere un impatto negativo sullo sviluppo del feto.

Con lo sviluppo di complicanze infettive si prescrivono agenti esterni con azione antibatterica.

La terapia locale principale, se necessario, completa la nomina di farmaci sistemici:

  • sedativi (Persen) - per normalizzare lo stato del sistema nervoso, eliminare irritabilità e insonnia;
  • sorbenti (Polysorb, Poliphepan, Enterosgel) - con lo scopo di legare e rimuovere le tossine;
  • un complesso di vitamine del gruppo B (Neyrurubin) - nel trattamento della dermatite seborroica;
  • antistaminici (Loratadina, Erius, Fenistil) - se viene trattata la dermatite allergica;
  • enzimi (Mezim, Creonte) - per la normalizzazione delle funzioni pancreatiche;
  • probiotici (Beefy Forms) - per ripristinare la normale flora intestinale.

Rimedi popolari

La medicina non convenzionale non eliminerà la dermatite, ma contribuirà a ridurre le spiacevoli manifestazioni della malattia. Le donne incinte possono applicare:

  • decotto di corteccia di quercia - disinfetta, riduce l'infiammazione, promuove la rigenerazione, normalizza le ghiandole sebacee;
  • Succo di Kalanchoe - calma la pelle, riduce l'irritazione;
  • estratto di rosa canina - nutre, idrata, normalizza i processi metabolici nel derma;
  • decotto di camomilla - riduce l'infiammazione e il prurito;
  • oli vegetali (possono essere preparati indipendentemente o acquistati in farmacia) - nutrire la pelle secca, contribuire alla ritenzione idrica.

prevenzione

Per prevenire lo sviluppo di processi infiammatori, è importante attuare raccomandazioni preventive, in particolare per le donne che hanno avuto in precedenza episodi di dermatite o hanno avuto problemi con i parenti. È necessario:

  • seguire una dieta ipoallergenica (il consumo di prodotti caseari è limitato, cacao e cioccolato, miele, agrumi, frutti di mare, noci sono proibiti);
  • se un animale domestico vive in casa, limitare il più possibile il contatto con lui (i peli di animali e gli uccelli possono causare allergie sullo sfondo di un'immunità indebolita, anche se non sono state osservate precedenti allergie);
  • eseguire regolarmente la pulizia e l'aerazione del soggiorno, liberare la stanza da oggetti in cui si accumula la polvere (libri, tappeti, tappeti);
  • eseguire tutte le faccende domestiche con i guanti, ridurre al minimo l'uso di prodotti chimici domestici;
  • indossare abiti con tessuti naturali di taglio libero;
  • rifiutare o ridurre al minimo l'uso di cosmetici decorativi;
  • non stare vicino alle persone che fumano.

Circa il 65% delle donne in gravidanza soffre di alcuni problemi della pelle. In alcuni casi, la dermatite compare per la prima volta, in altri casi si ripresenta una malattia precedentemente posticipata. Spesso, con una terapia appropriata e l'implementazione di raccomandazioni mediche, la dermatite in una donna incinta si presenta favorevolmente, non causa conseguenze pericolose e non minaccia il normale sviluppo del feto. Ma con il contatto costante con gli allergeni, l'assenza di trattamento o la scelta sbagliata dei farmaci, l'infiammazione peggiora, è difficile da trattare. Ecco perché la comparsa di sintomi allarmanti dovrebbe immediatamente contattare un medico.

Dermatite delle donne in gravidanza: normali cambiamenti della pelle, dermatosi specifica e disturbi cronici

Quasi tutti gli organi e i sistemi corporei delle donne in gravidanza subiscono cambiamenti significativi, che in alcuni casi portano ad una esacerbazione della dermatite cronica o alla comparsa di nuove malattie della pelle. Esistono tre principali categorie di disturbi cutanei associati alla gravidanza: condizioni benigne dovute a normali cambiamenti ormonali, disturbi cutanei preesistenti che si verificano durante la gravidanza e dermatosi specifiche. Alcune violazioni possono verificarsi simultaneamente.

Cambiamenti fisiologici durante la gravidanza

La maggior parte dei cambiamenti è dovuta a cambiamenti ormonali e / o meccanici. I cambiamenti ormonali sono caratterizzati da un aumento dei livelli di estrogeni, progesterone, beta-hCG, prolattina, così come una serie di altri ormoni e neurotrasmettitori che influiscono completamente sulle funzioni del corpo. Durante la gravidanza, si osserva un aggiustamento del metabolismo delle proteine, dei lipidi e dei carboidrati, si osservano anche fluttuazioni della pressione sanguigna, dinamica respiratoria e appetito, aumenta la gittata cardiaca e aumenta il volume di sangue circolante. Alcuni cambiamenti immunologici si verificano che consentono alle donne di proteggere in modo più efficace se stessi e il bambino.

Riorganizzazioni immunologiche, endocrinologiche, metaboliche e vascolari intensive rendono le donne incinte più sensibili ai cambiamenti fisiologici e patologici della pelle. Possono essere classificati come condizioni fisiologiche, dermatiti generali e dermatosi specifiche della gravidanza. Il fatto che molti di essi siano varianti della norma non riduce il grado di disagio del paziente.

Molte donne durante la gravidanza osservano condizioni cutanee che non sono dermatiti, ma a volte assomigliano a condizioni patologiche:

  1. Iperpigmentazione. Colpisce fino al 90% delle donne incinte, a partire dalle prime settimane, la ragione è un aumento del numero di melanociti e un aumento della sensibilità agli stimoli ormonali, che includono l'ormone stimolante i melanociti, l'estrogeno, il progesterone.
  2. Melasma o cloasma. È osservato nel 75% delle donne in gravidanza e di solito compare nel secondo trimestre di gravidanza. La condizione si verifica a causa dell'aumentata produzione di pigmento in aree limitate della pelle.
  3. Cambiamenti vascolari Le reti vascolari compaiono tra il secondo e il quinto mese di gravidanza, sono associate a livelli elevati di estrogeni.
  4. Eritema nodoso. È comune in gravidanza e si verifica nel primo trimestre. Clinicamente, la condizione si manifesta come nodi eritematosi sulle superfici estensorie degli arti inferiori. L'eritema nodoso è associato a livelli elevati di estrogeni e ad un aumento del volume del sangue.
  5. Pelle di marmo sulle gambe. È un disturbo vasomotorio associato a cambiamenti nei livelli di estrogeni. La condizione è caratterizzata dalla comparsa di macchie bluastre intermittenti sulla pelle sotto l'influenza del freddo.
  6. Striae. Appaiono nella direzione opposta delle linee di tensione della pelle, di solito nell'addome, nel petto, nelle braccia e nella schiena. Le striae sono associate allo stiramento dei tessuti e agli squilibri ormonali nella direzione dell'aumento dell'ormone adrenocorticotropo e degli estrogeni.

La gravidanza è associata alla ristrutturazione delle ghiandole endocrine. Pertanto, l'attivazione delle ghiandole sudoripare eccrine, che si trovano su tutta la superficie della pelle, porta ad un aumento della frequenza del calore pungente e dell'eczema disidrotico durante questo periodo. La secrezione delle ghiandole sudoripare apocrine (sotto le ascelle, il perineo, nel canale uditivo esterno, sulle ali del naso, le palpebre) diminuisce, riducendo la gravità e la frequenza dell'idradenite purulenta ("mammella della cagna").

Fino al 20% delle donne in gravidanza soffre di prurito. Il suo inizio, di regola, cade il terzo mese, nel futuro il prurito diventa più intenso. Più spesso, colpisce lo stomaco e, dai sintomi, assomiglia ad alcune dermatiti comuni, come la scabbia, l'atopia o la neurodermite. Il prurito nel terzo trimestre può essere causato da colestasi intraepatica in donne in gravidanza.

Dermatosi di gravidanza

Dermatosi di gravidanza sono eruzioni cutanee e infiammazioni che si verificano a causa di cambiamenti ormonali e di altra natura durante la gravidanza e scompaiono dopo il parto. La classificazione del 2006 è divisa in quattro tipi principali:

    Dermatite atopica di donne in gravidanza. I ricercatori hanno notato la prevalenza della dermatite atopica durante la gravidanza, che rappresenta fino al 50% dei casi di dermatosi in questo momento. La causa sono i cambiamenti immunologici. Questa volta è caratterizzata dall'assenza di una forte funzione immunitaria cellulare della madre, una diminuzione dell'attività delle cellule T helper 1 (Th1) e anche una diminuzione della risposta immunitaria umorale. Tutto ciò è necessario per prevenire il rigetto del feto. Lo spostamento verso l'attività di T-helper 2 contribuisce all'esacerbazione della dermatite atopica. Nell'80% dei casi di dermatite atopica verificatasi durante la gravidanza, la malattia si manifesta per la prima volta nella vita. Statisticamente a rischio sono le donne primipare con una gravidanza precoce, con più spesso l'infiammazione della pelle si verifica nel primo e nel secondo trimestre. L'eruzione cutanea interessa tutte le parti del corpo, compresi il viso, i palmi delle mani e le piante dei piedi.

Malattie atopiche delle donne incinte, molti scienziati attribuiscono prurito e prurito follicolite.

Il prurito in gravidanza è caratterizzato da prurito, comparsa di papule e noduli sulle superfici estensori delle gambe e delle braccia e lo stomaco può essere coinvolto. L'esatta eziologia e patogenesi della condizione non sono noti, sebbene in molti casi si osservi una storia di atopia. La condizione non ha effetti avversi sulla madre o sul feto.

La follicolite pruriginosa è una dermatosi rara che si verifica nel secondo e terzo trimestre e colpisce circa una delle 3000 gravidanze. Contrariamente al nome, il prurito non è la caratteristica principale della malattia, può essere confuso con l'acne o la follicolite microbica. La follicolite gravida è caratterizzata da acne, costituita da una varietà di papule follicolari pruriginose o pustole con un diametro da 2 a 4 mm, generalmente sulle spalle, sulla parte superiore della schiena, sulle braccia, sul torace e sull'addome. La dermatite di solito scompare spontaneamente un mese o due dopo il parto. Il disturbo non è associato a malattie materne o infantili, sebbene alcune evidenze suggeriscano una diminuzione del peso fetale alla nascita.

  • Dermatosi polimorfica di donne in gravidanza. È associato a gravidanze multiple e aumento di peso delle madri. Si presume che la condizione sia causata da un danno al tessuto connettivo della pelle dovuto al suo stiramento, con conseguente trasformazione delle normali proteine ​​in unità antigeniche, causando un'eruzione cutanea. La dermatosi polimorfica di solito si verifica in primipare nel terzo trimestre di gravidanza, ma può anche comparire nel periodo postpartum. La condizione è caratterizzata da un forte prurito, la cui comparsa coincide con lesioni cutanee - papule, placche, vescicole sull'addome, nonché sul petto, sulla parte superiore delle cosce e sulle mani. La dermatosi non influisce sulla salute della madre e del feto.
  • Pemphigoid incinta (herpes incinta). È una malattia autoimmune rara che colpisce una persona su 50.000 gravidanze. La malattia è causata dall'antigene placentare, che causa una reazione crociata con gli antigeni della pelle. La malattia inizia nell'ombelico, caratterizzata da prurito, comparsa di orticaria e vescicole. Circa il 5-10% dei neonati la cui madre aveva il pemfigoide aveva una eruzione cutanea o lesioni bollose alla nascita, in alcuni casi, insufficienza della placenta, parto prematuro e peso ridotto nei bambini.
  • Colestasi intraepatica di donne in gravidanza (ittero di donne in gravidanza). È caratterizzato da prurito sul palmo delle mani e suole, passando ad altre parti del corpo. I sintomi di questa dermatite nelle donne in gravidanza comprendono escoriazioni secondarie e papule sulle superfici estensori degli arti, addome e schiena. La gravità della lesione è correlata alla durata del prurito. Nel 10% dei casi si sviluppa ittero. La condizione di solito ha una storia familiare, esiste una relazione con la presenza dell'antigene leucocitario umano A31 (HLA-A31) e HLA-B8. La colestasi è associata ad un aumentato rischio di parto prematuro, contaminazione da meconio con liquido amniotico, nonché morte intrauterina dovuta ad anossia causata dalla ridotta capacità del feto di eliminare gli acidi biliari tossici.
  • Dermatite non gravida

    Il decorso delle malattie della pelle (ad esempio, dermatite atopica e da contatto, candidosi e altre infezioni fungine) può subire cambiamenti durante la gravidanza. Quindi, i sintomi della dermatite atopica appaiono spesso più luminosi di prima della gravidanza, ma c'è anche un processo inverso. Le infezioni fungine, come la dermatite seborroica e la candidosi, di solito richiedono un trattamento più lungo e un'attenta selezione dei farmaci.

    Un aspetto importante è la diagnosi differenziale della dermatite, in quanto molti di essi sono simili nei sintomi. È necessario comunicare al dermatologo la presenza di dermatite atopica, allergie, casi di seborrea o malattie fungine in passato o con parenti stretti. In caso di dermatite atopica durante la gravidanza, la condizione principale per il trattamento di successo è l'eliminazione dell'allergene, che è possibile solo con la diagnosi corretta. La dermatite seborroica può essere confusa con un aumento della produzione di forfora causato da cambiamenti ormonali, ma richiede una terapia antifungina.

    Di norma, tale dermatite non influisce negativamente sul feto e sulla salute generale della madre.

    trattamento

    La dermatite atopica e le eruzioni polimorfiche non comportano alcun rischio per il feto. Di solito scompaiono poco dopo il parto. Il trattamento della dermatite atopica in donne in gravidanza è, soprattutto, l'uso di emollienti e corticosteroidi locali moderatamente forti in combinazione con antistaminici orali. Nei casi gravi di dermatosi polimorfica, possono essere usati steroidi sistemici.

    I pazienti con pemfigoide gestazionale e colestasi richiedono un trattamento speciale. Un lieve prurito può essere trattato con antistaminici orali, ma i pazienti con casi più gravi richiedono l'uso di corticosteroidi sistemici, nonché alte dosi di immunoglobuline per via endovenosa.

    Secondo la classificazione FDA, i farmaci sono divisi in sei gruppi, da X (uso durante la gravidanza è controindicato) ad A (nessun rischio), c'è anche un altro gruppo con rischio inesplorato. Alcuni tipi di farmaci usati nel trattamento delle lesioni cutanee hanno un effetto teratogeno (gruppo X):

    • metotrexato (violazioni della formazione di arti e malformazioni del sistema nervoso centrale),
    • farmaci anti-infiammatori non steroidei (restringimento del dotto arterioso);
    • retinoidi sistemici (disturbi del SNC, difetti craniofacciali e cardiovascolari).

    I corticosteroidi sistemici sono classificati come gruppo C dalla FDA - non sono stati condotti studi ufficiali sull'uomo, il rischio non è escluso. In alcuni casi, dopo aver ricevuto la madre, sono stati osservati insufficienza placentare e aborto spontaneo. I corticosteroidi topici non rappresentano un serio rischio per il feto.

    • emollienti ed emollienti, steroidi topici, terapia con UVB sono sicuri;
    • relativamente sicuro (usato con cautela nei casi estremi) - steroidi locali altamente attivi, steroidi orali (nel terzo trimestre), ciclosporina, inibitori locali della calcineurina (in piccole quantità);
    • È necessario evitare l'assunzione di metotrexato e il trattamento della terapia PUVA.

    Tra i farmaci antimicotici e antisettici usati in dermatologia, le sicure sono:

    • acido azelaico (agente antibatterico, antinfiammatorio, cheratolitico);
    • ciclopirox, nistatina, terbinafina (agenti antifungini);
    • clindamicina, eritromicina, metronidazolo, mupirocina (composti antibatterici);
    • permetrina (agente antiparassitario).

    Tutti loro sono classificati come gruppo B dalla FDA. Anche il perossido di benzoile, la bacitracina e l'idrochinone sono usati, sebbene appartengano al gruppo C.

    Affinché il medico possa diagnosticare correttamente la dermatite in una donna incinta, è importante studiare i dettagli dello sviluppo della malattia, chiarire la storia familiare e la presenza di malattie della pelle in passato. Quando si prescrive il farmaco, è necessario rendersi conto che alcuni farmaci comportano un potenziale rischio per la madre e il feto o hanno un effetto teratogeno, pertanto in questo periodo possono essere applicati pochissimi trattamenti.

    Dermatite atopica durante la gravidanza

    La dermatite atopica è considerata una delle più comuni malattie della pelle. Secondo le statistiche, il più delle volte questa malattia colpisce le donne. Inoltre, la dermatite atopica viene trasmessa per via ereditaria da madre a figlio. Se entrambi i genitori sono atopici, il rischio di avere una tale malattia in un bambino aumenta più volte.

    Durante il periodo di gravidanza nel corpo della futura madre, si verificano numerosi riarrangiamenti significativi. Sfortunatamente, a volte tali cambiamenti possono portare alla comparsa di varie patologie. Una delle conseguenze di tale è la dermatite atopica. Questa malattia allergica può "dormire" nel corpo per anni e "svegliarsi" nel momento più felice della vita di ogni donna - durante la gravidanza.

    Cause della dermatite atopica

    La dermatite atopica viene diagnosticata non solo nelle donne in gravidanza, questa malattia si verifica in persone di diverse età e sessi in quasi tutti i paesi del mondo. Recentemente, il numero di atopici aumenta drammaticamente.

    I medici attribuiscono questa vasta distribuzione della dermatite atopica a varie cause: l'inquinamento ambientale, la qualità del cibo che usiamo e lo stress psico-emotivo. Allergeni, i catalizzatori possono essere piante da fiore, prodotti sintetici o di lana, animali domestici, profumi, cosmetici. Inoltre, le madri moderne stanno riducendo sempre più i tempi dell'allattamento e molto presto passano alle formule artificiali. Spesso la malattia è provocata dalla tossiemia durante la gravidanza e da errori nutrizionali materni. Varie infezioni virali, batteriche e fungine e lo stress possono causare una esacerbazione della malattia. La causa della dermatite atopica può anche essere una brusca caduta di temperatura, umidità dell'aria o un'esposizione insufficiente alla radiazione solare.

    Come dimostrato da studi recenti, nel 90% dei casi la dermatite atopica viene diagnosticata durante i primi cinque anni di vita. Nel 60% di essi, la malattia inizia nel primo anno di vita, più spesso - immediatamente dopo la nascita del bambino. Secondo i medici, circa il 50% delle donne che soffrono di dermatite atopica, durante la gravidanza è esacerbato.

    Perché, allora, la dermatite atopica non si manifesta da anni e si "sveglia" durante la gravidanza? Questo fenomeno è facilmente spiegato dal fatto che nel corpo di una donna incinta in grandi quantità produce un ormone speciale - "cortisolo". Svolge un ruolo importante nel processo di formazione del feto ed è responsabile dello sviluppo delle reazioni allergiche. Dopo che il bambino è nato, il livello di cortisolo nel sangue scende rapidamente, il bambino può facilmente rilevare qualsiasi malattia allergica, tra cui la dermatite atopica.

    Se una donna ha avuto in precedenza dermatite atopica, allora dovrebbe essere preparata con particolare attenzione per la gravidanza. Dopotutto, non è noto come si comporterà la malattia in futuro e se suo figlio non erediterà. Più seriamente la futura mamma reagirà a questo problema, la precedente terapia preventiva inizierà ancora prima del concepimento, maggiori sono le possibilità che lei debba dare alla luce un bambino assolutamente sano.

    Quindi, se sai della tua tendenza alla dermatite atopica, prima di tutto, consulta il tuo ginecologo e consulta un allergologo. Anche se tu o il padre del bambino non siete mai stati atopici, non vi è alcuna garanzia che il bambino non riceverà questa malattia dal parente più prossimo.

    I sintomi della dermatite atopica durante la gravidanza

    La dermatite atopica è solitamente abbastanza facile da riconoscere. Una donna incinta ha prurito ai gomiti, alle ginocchia, all'addome, al collo e al torace. I medici distinguono tre fasi dello sviluppo di questa malattia durante la gravidanza:

    • forma leggera. La donna incinta ha i seguenti sintomi:
    1. lieve eruzione cutanea sui gomiti, sotto le ginocchia, sul collo;
    2. gonfiore;
    3. colore della pelle bianco-rosa, umidità normale, senza desquamazione;
    4. il prurito della pelle si verifica periodicamente, spesso la sera.
    • forma media. Questa è la seconda fase della dermatite atopica, che è accompagnata dai seguenti sintomi:
    1. aumenta il prurito della pelle;
    2. l'eruzione si diffonde alla faccia, alla schiena, al torace, all'addome, alle cosce interne;
    3. l'iperpigmentazione delle palpebre è possibile: la pelle intorno agli occhi acquista una tonalità più scura.

    Un'Altra Pubblicazione Sulle Allergie

    Come sbarazzarsi dell'acne sottocutanea sul viso

    La pelle è progettata per proteggere dagli effetti dannosi di fattori esterni.Reagisce in modo sensibile ai cambiamenti nel lavoro degli organi interni, cura inadeguata e uno stile di vita malsano: appare l'acne.


    Le ginocchia sui cuscinetti degli alluci: perché sorgono e come sbarazzarsi di

    Calli secchi (calli) sono aree di cheratinizzazione della pelle che si verificano più spesso sulla superficie esterna delle dita dei piedi e dei piedi.


    Le prime azioni in caso di una piccola eruzione cutanea sul viso

    Le persone sono sempre molto esigenti riguardo al loro aspetto, ma la faccia è stata e rimane sotto controllo speciale. Nessuna parte del corpo non causa così tanta attenzione, cura e rispetto per un adulto.


    Cosa significa un brufolo del naso?

    La maggior parte di noi crede che un brufolo sul naso sia un segno di squilibrio ormonale o di scarsa cura della pelle. Tuttavia, questo fenomeno è considerato un buon segno, che prefigura la felicità, che presto si intrometterà nella vita di una persona.