Herpes zoster - cause, sintomi, diagnosi e trattamento dei farmaci antivirali

L'herpes in molte persone è associato alle comuni ferite fredde, che, sebbene non sembrino molto belle, non causano gravi disagi. Tuttavia, questa infezione è multiforme e una delle sue varietà è l'herpes zoster, che è caratterizzato non solo da danni alla pelle, ma anche dal sistema nervoso. L'agente causale di herpes zoster è la varicella zoster o herpes zoster, che può essere infettato nella prima infanzia.

Che cos'è l'herpes zoster?

Nella classificazione delle malattie virali secondo l'ICD-10, questa malattia è chiamata herpes zoster. La malattia è caratterizzata dalla comparsa di eruzioni cutanee sul corpo o sulle mucose, danni alle cellule del sistema nervoso centrale e periferico. L'herpes zoster è spesso accompagnato da danni ai nervi e sindrome da dolore grave. Chiunque può essere infettato dal virus dell'herpes, ma la maggior parte dei casi si verifica in persone di età superiore ai 50 anni.

Contagioso o no

Se una persona ha avuto la varicella durante l'infanzia, il suo corpo ha sviluppato l'immunità agli agenti patogeni della varicella, riducendo così al minimo le possibilità di infezione. Per gli altri pazienti, il contatto con i pazienti può provocare l'herpes zoster. Gli adulti con bassa immunità sono particolarmente comuni e gli anziani ne sono affetti. I virus dell'herpes zoster vengono trasmessi solo al momento dell'apparizione di un rash caratteristico e durante il periodo di guarigione della ferita non è pericoloso.

Herpes zoster causativo

Varisella-zoster appartiene alla famiglia Herpesvididae, un genere di Poikilovirus. L'organismo del patogeno ha una forma rotonda o leggermente oblunga con un nucleo costituito da cellule di DNA. Intorno al virus c'è una membrana contenente lipidi. Una volta nel corpo umano, la varicella zoster provoca lo sviluppo di un'infezione primaria: la varicella. Dopo il successo del trattamento, il virus non muore, ma si deposita nel midollo spinale, provocando in seguito ricadute della malattia sotto forma di fuoco di Sant'Antonio.

Come appare l'herpes zoster

Con l'insorgere dei sintomi clinici, non è difficile riconoscere l'herpes zoster. Nella fase iniziale della malattia è caratterizzata dalla comparsa di molte piccole bolle con un liquido. La localizzazione dell'eruzione è il lato, la vita, l'addome. L'aspetto di un'eruzione sul viso, sul collo o sulle orecchie non è così caratteristico. Le sezioni affette da varicella zoster hanno una forma allungata, come se circondassero il corpo umano. Da qui il nome della malattia - herpes zoster.

Virus della varicella zoster - specie

Un'infezione da herpes può avere diverse manifestazioni cliniche, specialmente nelle persone con ridotta immunità. Alcuni pazienti possono avere il fuoco di Sant'Antonio sul viso, altri sulle orecchie o sugli occhi. A questo proposito, i medici hanno adottato la seguente classificazione delle manifestazioni atipiche del virus:

  • Herpes oftalmico - è caratterizzato da gravi lesioni delle mucose degli occhi, delle palpebre e dei rami del nervo trigemino.
  • La sindrome di Ramsey-Hunt - la sconfitta dei nervi facciali, porta alla paralisi dei muscoli facciali. Sintomi tipici: eruzioni tipiche dell'orofaringe e dei padiglioni auricolari.
  • Motivo versicolor: debolezza muscolare espressa, accompagnata da una lesione del collo o delle spalle.
  • Herpes abortivo - caratterizzato dall'assenza di focolai di infiammazione e dolore.
  • Forma emorragica - il paziente può avere bolle con contenuto sanguinante, dopo la guarigione di cui rimangono le cicatrici.
  • Bullous tipo di lichene - manifestato sotto forma di herpes di grandi dimensioni con bordi frastagliati.
  • Herpes gangrenous - provoca necrosi tessutale con conseguente formazione di cicatrici.
  • Diffusione versicolor - l'herpes zoster colpisce la pelle su entrambi i lati del corpo.

cause di

L'insorgenza dell'herpes zoster è direttamente correlata alla malattia infantile - la varicella. Queste malattie sono causate dallo stesso agente patogeno, la varicella zoster. Se hai avuto la varicella durante l'infanzia, aumenta il rischio di lichen. Il fatto è che il virus del vaiolo dopo il recupero non scompare, ma si nasconde nelle cellule nervose del midollo spinale. Lì può essere per molti anni, ma con una forte diminuzione dell'immunità per svegliarsi di nuovo.

Le cause di herpes zoster possono essere diverse, ma i sintomi principali di herpes zoster si manifestano con una diminuzione della risposta immunitaria del corpo. Rischio di infezione soggetto a:

  • terapia immunosoppressiva;
  • Infezione da HIV o AIDS;
  • stress, depressione, rottura;
  • prendere alcuni farmaci, come immunosoppressori o antibiotici;
  • malattie croniche degli organi interni;
  • malattie oncologiche;
  • chirurgia sulla pelle;
  • effetti della radioterapia.

Sintomi della malattia

L'immagine classica dell'herpes zoster inizia con la comparsa di forti dolori lancinanti nella parte posteriore, nella parte bassa della schiena o nelle costole. La vittima si sente malessere generale, debolezza, nausea, a volte la temperatura del corpo può leggermente aumentare. Dopo alcuni giorni, ci sono punti sfocati rosati nei punti di dolore e, dopo circa un giorno, compaiono delle bolle. A poco a poco si asciugano, formando croste. I sintomi infettivi possono variare leggermente a seconda delle condizioni del paziente e dello stadio della malattia.

Herpes zoster herpes: sintomi e trattamento negli adulti

L'herpes zoster, l'herpes zoster o l'herpes zoster sono una malattia dalla quale nessuna persona è immune. Questo disturbo crea grandi problemi per il paziente ed è accompagnato da prurito e dolore. Fortunatamente, la medicina moderna ha sviluppato strumenti affidabili per il trattamento di questa patologia. È importante iniziare il trattamento in tempo per evitare complicazioni.

Descrizione della malattia

L'herpes zoster è causato da un virus varicella-zoster appartenente a una vasta famiglia di virus dell'herpes. A volte il virus varicella-zoster è chiamato herpesvirus di tipo 3. Molti di noi hanno sperimentato l'effetto di questo virus sul corpo nella prima infanzia. È il virus varicella-zoster che causa una tale malattia come la varicella. E la maggior parte dei bambini durante l'infanzia soffre di varicella.

In generale, la varicella è una forma della malattia che il virus della varicella-zoster provoca quando entra per la prima volta nel corpo, indipendentemente dal corpo di un adulto o di un bambino. Tuttavia, poiché il virus entra più spesso nell'organismo durante l'infanzia, la varicella è considerata una malattia infantile.

Non tutti sanno che, dopo una varicella, il virus varicella-zoster spesso non lascia il corpo, ma rimane in esso, essendo in uno stato inattivo. Ciò accade in circa il 20% dei casi. Allo stesso tempo, il virus del ciottolo sceglie i luoghi più inaccessibili per il suo rifugio, in cui può essere in uno stato dormiente per decenni. Tali luoghi sono cellule nervose, perché, come sapete, le cellule nervose non muoiono, ma esistono per tutta la vita umana.

Il virus varicella-zoster è essenzialmente una molecola di DNA circondata da un rivestimento proteico. Penetrando il neurone, il virus inserisce il suo DNA nel DNA della cellula. In questo modo, il virus fa sì che il neurone inizi a produrre nuovi virus. Così è la riproduzione dell'agente patogeno di questa malattia. La temperatura ottimale per la riproduzione del virus è la temperatura del corpo umano + 37 ° C. Il virus varicella-zoster muore rapidamente quando:

  • aumento della temperatura
  • esposizione alla luce diretta del sole
  • gli effetti dei disinfettanti
  • esposizione a radiazioni UV.

Il virus varicella-zoster sceglie le cellule del midollo spinale, i nervi cranici, i gangli nervosi del sistema nervoso autonomo e, più raramente, le cellule neurogliali come habitat. Quando si verificano condizioni favorevoli alla riproduzione (a volte decenni dopo il primo ingresso nel corpo), il virus del ciottolo lascia il suo rifugio. Muovendosi lungo le fibre nervose, il virus dell'herpes raggiunge la pelle e li attacca. Il virus di solito utilizza i nervi intercostali e il nervo trigemino per diffondersi. Inoltre, i fenomeni patologici a fuoco di Sant'Antonio possono essere osservati sugli arti superiori e inferiori, nella zona inguinale.

Inizia il processo infiammatorio sulla pelle, che è caratteristico soprattutto per gli adulti. L'herpes zoster può essere visto principalmente in aree in cui le fibre nervose toccano la pelle. Molto spesso, questo processo si verifica sulla pelle del corpo. A volte le aree di infiammazione si trovano intorno ad esso. Ecco perché questo tipo di malattia è chiamato fuoco di Sant'Antonio. A proposito, "Zoster" significa "cintura" in greco.

L'herpes zoster è principalmente causato dagli adulti, di solito più anziani, ma questa malattia può colpire anche i giovani. All'età di 60-75 anni, 10-15 persone si ammalano per 100.000 all'anno. La malattia ricorrente dell'herpes zoster è una rarità. Tali casi si riscontrano raramente anche nelle persone con un'immunità indebolita (10%) e nelle persone con immunità normale - 5 volte meno. Le epidemie di herpes zoster sono più spesso osservate in autunno e in primavera.

La prognosi del fuoco di Sant'Antonio è generalmente favorevole, ad eccezione delle gravi complicanze che coinvolgono il cervello (encefalite).

Cause di malattia

Una delle cause della malattia di herpes zoster, come detto sopra, è il virus dell'herpes di tipo 3. Tuttavia, la transizione dell'infezione alla fase attiva è possibile solo se il corpo della portatrice del virus è indebolito. Pertanto, l'herpes zoster si manifesta solo con un'immunità insufficiente.

Possibili cause che possono innescare lo sviluppo di herpes:

  • forte stress;
  • duro lavoro;
  • altre gravi malattie infettive (meningite, sifilide, tubercolosi, sepsi, influenza);
  • epatite, cirrosi;
  • malattie oncologiche;
  • il periodo dopo la radioterapia;
  • periodo dopo il trapianto di organi;
  • mancanza di vitamine e microelementi nel corpo;
  • ipotermia;
  • malattie da immunodeficienza, compreso l'AIDS;
  • assunzione di immunosoppressori, citostatici o glucocorticosteroidi;
  • la gravidanza;
  • l'alcolismo;
  • diabete mellito;
  • avvelenamento da metalli pesanti;
  • insufficienza cardiaca o renale.

Herpes zoster: sintomi

L'herpes zoster è una malattia infettiva-neurologica, ma è principalmente manifestata dai sintomi della pelle. L'herpes zoster si verifica in più fasi:

  • 1-3 giorni - la forma latente della malattia, in cui le manifestazioni cutanee sono ancora invisibili;
  • 3-20 giorni - una fase acuta, durante la quale il malessere generale persiste;
  • 20-90 giorni - la fase di recupero dei tessuti danneggiati.

Le manifestazioni della malattia sono più spesso osservate nell'addome, nelle costole e nel torace. Assomigliano al processo patologico nel lichene comune, solitamente piccole macchie rosa. A volte macchie di licheni appaiono sul viso, sulle mucose del naso e degli occhi, e poi vanno al torso. Forse la presenza di licheni sulle orecchie. Poi, nei luoghi in cui il virus ha colpito, si formano piccole piaghe e vescicole.

All'interno delle bolle c'è un'enorme quantità di particelle virali. Circa una settimana dopo, le bolle scoppiarono e il luogo in cui si trovavano si incrinò. Nel tempo, le croste scompaiono e al loro posto rimangono aree della pelle prive di pigmento.

Se un paziente pettina i brufoli con spargimento o piaghe, allora la malattia può essere complicata da un'infezione batterica secondaria.

Si osserva anche un aumento dei linfonodi locali.

Dolore di herpes zoster

L'herpes zoster è accompagnato da forti pruriti e bruciori, oltre che da dolore di tipo nevralgico: bruciante e insopportabile. Sebbene a volte il dolore possa essere relativamente debole. In generale, non esiste una relazione diretta tra l'intensità del dolore e l'intensità delle manifestazioni cutanee.

Il dolore di herpes zoster è spesso visto di notte o durante il riposo. Di solito si avverte al minimo contatto con l'area interessata, può aumentare con il movimento. Possibile perdita di sensibilità delle singole aree della pelle. Allo stesso tempo, il loro dolore può persistere. Cioè, sorge un fenomeno interessante: toccare la zona interessata della pelle con un dito provoca dolore al paziente, ma una puntura di spillo, per esempio, da una spilla, potrebbe non essere percepita.

Corso della malattia

All'inizio della malattia, pochi giorni prima dell'inizio delle patologie cutanee, il paziente può presentare sintomi simili ai sintomi delle infezioni respiratorie acute e della febbre influenzale (graduale aumento dai valori subfebrillari a + 39 ° C), brividi, malessere, mal di testa. Possibili disturbi del tratto gastrointestinale, diarrea. Il dolore e il prurito al sito di eruzione cutanea possono anche comparire prima che si verifichino.

Il primo segno caratteristico di herpes zoster è macchie rosa 3-5 mm di diametro. Poi, sul posto, si formano vescicole (bolle), disposte in gruppi. Questo accade dopo 18-36 ore: le vescicole sono piene di liquido sieroso chiaro, doloroso e hanno una chiara linea di demarcazione che le separa dalla pelle sana. Dopo qualche tempo, il contenuto delle bolle si appanna. Le macchie e le bolle rosa possono non apparire tutte contemporaneamente, ma occupano gradualmente tutte le nuove aree, mentre in altre aree questi fenomeni possono passare. Quindi, il focus dei processi patologici mentre si insinua da un luogo all'altro. Gli antichi greci prestavano attenzione a questa caratteristica della malattia. A causa di ciò, l'herpes ha preso il suo nome (dal greco "Erpe" - "I crawl, grovel"). Tuttavia, prima o poi il contenuto delle vescicole si asciuga e al loro posto si formano delle croste giallastre.

Durata della malattia e sue conseguenze

L'herpes zoster (anche in assenza di un trattamento serio) nella maggior parte dei casi passa in poche settimane (da 1,5 a 4). Tuttavia, il paziente anche dopo la fase attiva della malattia può avvertire dolore intenso nel luogo in cui si trovavano le ulcere. Questa sindrome è chiamata nevralgia post-erpetica. Dura da diversi mesi a diversi anni ed è associato al fatto che da qualche tempo il virus è attivo nei gangli del sistema nervoso. Questo sintomo si verifica in circa il 40% dei casi. Nel 39% di coloro che lamentavano questa sindrome, è stato osservato per più di 6 mesi dopo il completamento della fase attiva della malattia.

Anche tra quelli che hanno avuto scandole sono approssimativamente:

Il 3% si lamenta di mal di testa e vertigini

4,5% - su disturbi del movimento

2,7% per ipoacusia

1,8% per minorazioni visive

Altre manifestazioni di preoccupazione per i pazienti alcuni anni dopo la cura per l'herpes Zoster - dolore allo stomaco, intestino e regione pericardica,

Infezione da virus

Durante la malattia, il paziente è contagioso con gli altri. Il periodo durante il quale il paziente è contagioso, inizia 2 giorni prima che compaia l'eruzione cutanea e termina con un periodo in cui le croste erpetiche si allontanano.

Le persone infettate con la varicella e che non hanno un'immunità specifica al virus sono suscettibili all'infezione con il virus. Se un virus entra nel corpo di una tale persona, la persona inizia ad avere la varicella e non il fuoco di Sant'Antonio.

La trasmissione del virus avviene attraverso goccioline trasportate dall'aria o attraverso il contatto fisico diretto con la pelle, ad esempio durante una stretta di mano. Il virus viene trasmesso molto raramente attraverso oggetti circostanti, poiché muore rapidamente fuori dal corpo umano. È anche possibile la modalità di trasmissione transplacentare (da una madre incinta gravida a un bambino).

diagnostica

La diagnosi primaria di herpes zoster deve essere effettuata da un dermatovenerologo specialista. Sebbene nella pratica, il più delle volte alle prime manifestazioni della malattia (dolore nel corpo, febbre alta), i pazienti si rivolgono al terapeuta, sospettando l'influenza.

Nella maggior parte dei casi, per uno specialista dermatologo o neuropatologo, uno sguardo ai fenomeni dermatologici erpetici è sufficiente per determinare la presenza di herpes zoster. Tuttavia, all'inizio della malattia, quando i sintomi della pelle sono ancora assenti, i sintomi della malattia (febbre, segni di intossicazione, dolore) sono facilmente confusi con segni di altre malattie:

  • appendicite,
  • angina pectoris,
  • pleurite,
  • infarto polmonare
  • appendicite catarrale,
  • colica renale.

È necessario differenziare l'herpes zoster da altre malattie:

  • herpes 1 e 2 tipi
  • erisipela (in particolare della forma bollosa),
  • eczema.

Se l'herpes Zoster ha assunto una forma generalizzata, dovrebbe essere distinto dalla varicella. Qui l'anamnesi gioca un ruolo importante - se una persona ha sofferto di varicella durante l'infanzia, allora la malattia è una forma generalizzata di fuoco di Sant'Antonio, poiché la varicella può essere osservata solo una volta nella vita.

Per determinare la presenza di un virus, applicare:

  • microscopia,
  • metodi sierologici
  • metodo immuno-fluorescente,
  • isolamento del virus nelle colture di tessuti,
  • PCR.

I metodi diagnostici di laboratorio sono mostrati:

  • per i bambini piccoli,
  • per i bambini con immunodeficienza,
  • con forme atipiche,
  • con forme gravi.

Herpes zoster: trattamento

La maggior parte dei giovani ha l'herpes zoster da solo dopo poche settimane. Pertanto, il trattamento della malattia è principalmente sintomatico, volto a ridurre la gravità delle manifestazioni più spiacevoli - dolore, prurito e infiammazione, prevenendo la nevralgia post-erpetica, così come il trattamento di un'infezione batterica che è spesso associata all'herpes.

Nelle persone con condizioni di immunodeficienza, gli anziani (oltre i 50 anni), viene fornito un trattamento più approfondito per prevenire le complicanze.

La terapia della malattia mira a raggiungere i seguenti obiettivi:

  • accelerazione del recupero;
  • prevenzione delle complicanze, sia causate da un virus, sia da altri fattori (ad esempio i batteri);
  • riduzione della gravità delle manifestazioni negative (prurito, dolore e infiammazione).

Il trattamento viene di solito effettuato a casa. Viene effettuato sotto il controllo di uno specialista di malattie infettive o di un neurologo. Anche dopo la scomparsa delle manifestazioni cutanee pronunciate, il paziente deve essere osservato da un neurologo.

Nei seguenti casi, la terapia viene eseguita in ospedale:

  • forma disseminata della malattia;
  • herpes zoster, aggravato dall'encefalite;
  • forme oculari della malattia;
  • età oltre 75 anni;
  • stati di immunodeficienza, compreso, nell'anamnesi;
  • gravi malattie croniche, prima di tutto, malattie del fegato e dei reni.

In caso di malattia, si sconsiglia di fare il bagno e lavare parti del corpo interessate. I pazienti devono osservare attentamente l'igiene personale, cambiare biancheria da letto e biancheria intima, asciugamani.

A volte con l'herpes zoster, un medico può prescrivere una procedura fisioterapeutica.

Uno dei metodi sussidiari di trattamento è la dieta. Si raccomanda di escludere dalla dieta carni grasse, grassi animali, condimenti piccanti, senape e pepe. È anche meglio attenersi a una dieta frazionaria, assumendo cibo 6 volte al giorno.

Terapia farmacologica

I principali tipi di farmaci usati nel trattamento dell'herpes:

  • analgesici o farmaci antinfiammatori non steroidei (per ridurre malessere generale, dolore e calore;
  • antistaminici (per ridurre il prurito);
  • farmaci antibatterici (per prevenire l'infezione batterica secondaria);
  • fortificando complessi vitaminici (vitamina C, vitamine del gruppo B);

Come analgesici più usati:

  • ketorolac,
  • ibuprofene,
  • naprossene,
  • ketoprofene.

Su prescrizione, possono essere usati analgesici narcotici.

Nel dolore neuropatico, anche gli anticonvulsivanti (gabapentin, pregabalin) sono efficaci. Con nevralgia posterpetica, possono essere prescritti derivati ​​della capsaicina e antidepressivi.

L'assunzione di corticosteroidi deve essere evitata. Sebbene questo tipo di farmaco sia efficace per il dolore e l'infiammazione, la capacità di sopprimere l'immunità intrinseca nei corticosteroidi può complicare il decorso della malattia.

La difenidramina è più comunemente usata come antistaminico. Con grave intossicazione, sono necessari agenti di disintossicazione (diuretici, somministrazione parenterale di soluzione isotonica e glucosio).

Agenti locali antibatterici utilizzati per l'herpes zoster: verde brillante, unguento ossolinico, solcoseryl.

Farmaci etiotrope

Esiste anche una classe di farmaci progettati per distruggere il virus stesso. Prima di tutto, è l'aciclovir e sostanze simili (valaciclovir, famciclovir). Il meccanismo d'azione di acyclovir si basa sul fatto che è incorporato nel DNA del virus e interrompe il processo della sua riproduzione. Tuttavia, l'acyclovir agisce solo durante il periodo attivo della malattia, quando il virus si moltiplica nei tessuti cutanei. Quando il virus è nascosto e inattivo in uno stato inattivo nei neuroni, allora è inaccessibile a qualsiasi farmaco.

L'uso di acyclovir e altri farmaci di questa classe di solito accelera il recupero. Tuttavia, molti medici ritengono inappropriato l'uso del farmaco nei giovani con normale immunità. Dopotutto, hanno la malattia che di solito passa velocemente e senza droghe. È tutt'altra cosa - le persone con un'immunità indebolita, i pazienti di vecchiaia. In essi, il virus può causare numerose complicazioni. Pertanto, l'uso di farmaci antivirali in questo caso è completamente giustificato.

Inoltre, i farmaci antivirali sono raccomandati per iniziare a prendere solo nei primi tre giorni dopo l'insorgenza dei segni della malattia. Con un successivo avvio della terapia, l'efficacia di questo tipo di farmaci sarà molto bassa.

I preparati della famiglia aciclovir hanno sia forme interne (compresse) che esterne (creme e unguenti). La scelta della forma dipende dalla gravità della malattia. In alcuni casi, potrebbe essere sufficiente e le forme locali del farmaco, in altri non fare a meno di assumere pillole. Inoltre, entrambe le forme vengono spesso assegnate contemporaneamente.

In rari casi, di solito con nevralgia post-erpetica, si può somministrare amantadina, che blocca simultaneamente la riproduzione del virus e ha proprietà analgesiche.

Trattamento dell'herpes zoster con farmaci etiotropici

Cos'è l'herpes Zoster, i suoi segni e trattamenti

Molte persone durante l'infanzia avevano la varicella. Ma la malattia non passa senza lasciare traccia. Il virus che l'ha provocato, accompagna una persona per tutta la sua vita in una forma latente e non dà fastidio. Ma a volte, dopo decenni, viene attivato con una nuova forza sotto forma di herpes zoster.

Caratteristiche della malattia

L'herpes zoster è una patologia virale contagiosa caratterizzata da un'eruzione dolorosa sulla pelle, che è accompagnata da un danno alle terminazioni nervose. L'agente eziologico è la varicella varicella zoster (varicella zoster). Dal greco significa cintura - l'area della lesione è simile alla traccia della cintura. Nella pratica medica, il nome di patologia di herpes zoster è più comune.

Numerosi studi hanno dimostrato che il 90% della popolazione mondiale è infetto dal virus dell'herpes. Ci sono più di 100 varietà di patogeni, ma solo 8 di loro influenzano il corpo umano. Il virus varicella-zoster, che provoca la stessa patologia e lichen, appartiene al terzo tipo di virus dell'herpes. Ma la sua presenza nel corpo non significa l'insorgenza obbligatoria della malattia. L'agente patogeno non mostra attività con una forte difesa immunitaria del corpo.

Secondo le statistiche, ogni 15 persone su 100.000 dopo i 60 anni hanno l'herpes zoster. Nella maggior parte dei casi, la patologia viene trasferita 1 volta nella vita, dopo di che si forma una protezione forte. Tuttavia, il 2% con immunità normale e il 10% con immunodeficienza può re-infezione.

Il terzo tipo di virus entra nel corpo attraverso la membrana mucosa delle vie respiratorie o della congiuntiva, quindi si diffonde attraverso il sistema circolatorio e linfatico in tutto il corpo, causando la varicella. Il virus migra lungo le fibre nervose sensoriali verso le cellule dei gangli dorsali, dove rimane. Fino ad ora non sono state identificate ragioni significative per la sua attivazione. Si ritiene che ciò possa contribuire al rilascio di particelle virali dai neuroni.

Cause della patologia:

  • età da 50 anni;
  • bassa protezione immunitaria;
  • situazioni stressanti;
  • trapianto di organi;
  • traumi;
  • ipotermia;
  • malattie del sangue;
  • interventi operativi;
  • stato di immunodeficienza (HIV, AIDS);
  • malattie oncologiche;
  • la radioterapia;
  • condizioni di lavoro estenuanti;
  • patologia cronica.

Il virus è altamente contagioso (facilmente trasmissibile). Modi d'infezione - nell'aria (quando si parla, starnutisce, si tossisce, si bacia), famiglia (usando oggetti domestici comuni), verticale (da madre a figlio).

sintomatologia

L'introduzione dell'herpes zoster in un organismo sano per la prima volta (più spesso durante l'infanzia) provoca lo sviluppo della varicella, che è accompagnata da ipertermia, debolezza, eruzione erpetica su tutto il corpo.

I bambini soffrono della malattia molto più facilmente degli adulti. In media, la clinica passa in una settimana, si sviluppa l'immunità per tutta la vita contro il vaiolo. Ma il virus rimane nel corpo e, in condizioni favorevoli, viene attivato sotto forma di fuoco di Sant'Antonio.

Una delle prime manifestazioni del lichene è il verificarsi di prurito, dolore, formicolio nella zona della pelle, che è responsabile della terminazione nervosa interessata. La temperatura corporea aumenta, il malessere generale viene registrato, si verifica un disturbo del sonno. Questo è un periodo prodromico. Per 2-3 giorni, macchie rosse appaiono in luoghi dolorosi. Pochi giorni dopo si formano le papule, piene di essudato (liquido). Acquisiscono l'aspetto delle bolle, che scoppiano in 1-2 giorni, le piaghe appaiono al loro posto. Dopo che l'erosione si è asciugata, sono coperti di croste. Per 10-14 giorni tutto guarisce. La pigmentazione temporanea è osservata nel sito di lesione.

È importante! Fino alla comparsa di croste, ci sono i più alti rischi di infezione.

Un'eruzione erpetica in un corso tipico si verifica su un lato del corpo lungo i tronchi nervosi.

La localizzazione delle vescicole dipende dalla forma della patologia:

  • Intercostale - lesione lungo le terminazioni nervose.
  • L'oftalmologia colpisce il ramo orbitale del nervo trigemino - quindi c'è una caratteristica eruzione cutanea sul viso, sul naso, sugli occhi. Vi è un alto rischio di danni alla cornea, nevralgia post-erpetica.
  • L'auricolare colpisce i gangli del nervo facciale, viene diagnosticata la sindrome di Ramsey Hunt, in cui si verifica la paralisi dei muscoli facciali, l'asimmetria della bocca, l'orecchio. L'eruzione cutanea è localizzata nell'orofaringe, canale uditivo esterno. Spesso accompagnato da perdita dell'udito, disfunzione del recettore del gusto.

La forma meningoencefalitica erpetica versicolor più pericolosa, che è simile a quella intercostale, ma con una clinica caratteristica di danno cerebrale (cefalea, nausea, vertigini, febbre). Spesso finisce nella morte (60% dei casi), disabilità.

  • La cistica si forma a causa della fusione di diversi gruppi di vescicole.
  • Il necrotico è caratterizzato da una lesione dello strato profondo della pelle, in cui è attaccata un'infezione batterica. L'eruzione cutanea non va via per molto tempo e le cicatrici rimangono sul sito dell'erosione. Viene diagnosticato negli anziani, nei pazienti con ulcera peptica, diabete.
  • Emorragico - le vescicole sono piene di liquido insanguinato. Inoltre si riserva le cicatrici.
  • Generalizzato - eruzione cutanea su tutto il corpo da due lati.

La forma più semplice è considerata abortiva, in cui le papule non si trasformano in vescicole. La patologia non è quasi accompagnata dal dolore, arriva una rapida guarigione senza complicazioni. Nella pratica medica, questo corso è estremamente raro.

La peculiarità dell'herpes zoster è la sindrome del dolore, che si verifica sullo sfondo della distruzione delle cellule nervose. A volte il dolore può essere paragonato a una scossa elettrica. Il più delle volte, i pazienti si lamentano di bruciore, dolore sordo, aggravato dal contatto termico e meccanico. E non passare il dolore dopo la guarigione della ferita è una conseguenza comune della malattia.

Previsioni e possibili complicazioni

Nella stragrande maggioranza dei casi, l'herpes zoster ha una prognosi favorevole. In media, nel corso di un mese, viene registrato un recupero completo, seguito dalla formazione di un'immunità stabile dalla malattia. Le recidive si verificano in caso di compromissione della reattività immunologica (HIV, AIDS, epatite C, cancro). In questi pazienti, la malattia è molto più difficile - l'eruzione cutanea non si verifica il secondo giorno, ma entro una settimana, l'erosione inizia ad asciugarsi solo dopo un mese.

Herpes zoster sul viso dopo che può lasciare cicatrici, la cornea degli occhi diventa torbida, la vista e l'udito si deteriorano e talvolta si verifica la paralisi.

Le complicanze più gravi possono svilupparsi sullo sfondo di un trattamento improprio, tardivo, complicato dalla progressione parallela di altre patologie: meningite, encefalite, polmonite virale, epatite, mielite trasversa, miocardite, artrite.

Il posto dominante tra le conseguenze negative è occupato dalla cosiddetta nevralgia posterpetica - una violazione della sensibilità delle terminazioni nervose nei punti di eruzione cutanea, che è accompagnata da un lungo periodo di dolore (diversi mesi o persino anni). Diagnosticato più spesso in pazienti anziani con lesioni estese.

diagnostica

Quando compare un'eruzione erpetica, non è difficile per il medico effettuare una diagnosi, ma durante il periodo prodromico la diagnosi diventa più complicata a causa dei sintomi generali - segni di grave intossicazione, dolori acuti, febbre.

Viene effettuata una diagnosi differenziale di erisipela, herpes simplex, eczema, varicella.

Gli studi di laboratorio sono mostrati principalmente in bambini con immunodeficienza, bambini, con forme atipiche e gravi della malattia.

Analisi microscopiche per la presenza di un virus, un tampone dalla cavità orale, analisi dell'essudato dalle bolle, coltura batteriologica, un test per gli anticorpi del gruppo lgM, il livello di IgG anti VZV sono usati come metodi di laboratorio.

trattamento

L'herpes zoster termina il recupero entro 2-4 settimane anche in assenza di terapia. Ma i sintomi pronunciati fanno sì che i pazienti si chiedano come trattare lo zoster. Esiste uno schema per il trattamento efficace della malattia. I principali obiettivi terapeutici sono: sollievo dei sintomi, stimolazione del sistema immunitario, accelerazione del processo di guarigione, prevenzione dello sviluppo di complicanze.

Il trattamento dell'herpes zoster in casi non complicati viene effettuato su base ambulatoriale. I pazienti con danni agli occhi e al cervello devono essere ospedalizzati. I pazienti con eruzione erpetica necessitano di cure mediche urgenti - bambini sotto un anno, donne incinte, anziani, persone con gravi disturbi del sistema immunitario e malattie oncologiche.

Se i sintomi si verificano, consultare un neurologo o dermatologo. Solo un medico competente dovrebbe curare l'herpes zoster.

Un regime di trattamento efficace si basa su un approccio integrato. Vengono utilizzati vari gruppi di farmaci - antivirali, antinfiammatori, antidolorifici e anticonvulsivanti, antistaminici, antidepressivi. Oltre alla terapia farmacologica, è importante assumere vitamine, mantenere l'immunità e seguire una certa dieta.

Farmaci antivirali

Questo gruppo di farmaci è usato per effetti locali (crema, gel, pomata) e sistemici (compresse, capsule).

L'uso sistemico può ridurre la quantità di eruzione cutanea, eliminando efficacemente i sintomi gravi.

Herpes zoster (lichen) ICD-10 B02

Shingles - definizione:

L'herpes zoster (herpes zoster, herpes zoster) è una malattia virale della pelle e del tessuto nervoso che si verifica a seguito della riattivazione del virus herpes di tipo 3 ed è caratterizzata da infiammazione della pelle (con comparsa di eruzioni a bolle prevalentemente sullo sfondo di eritema nel "dermatomo") e tessuto nervoso (radici spinali posteriori). gangli cerebrali e periferici).

Eziologia ed epidemiologia

L'agente eziologico della malattia è l'herpes virus umano di tipo 3 (virus Varicella Zoster, Herpesvirus umano, HHV-3, virus Varicella-zoster, VZV) - sottofamiglia Alphaherpesviridae, famiglia Herpesviridae. C'è solo un sierotipo dell'agente causale dell'herpes zoster. Infezione primaria con il virus Varicella zoster si manifesta, di regola, la varicella. L'incidenza dell'herpes zoster in diversi paesi del mondo varia da 0,4 a 1,6 casi per 1000 persone all'anno per le persone sotto i 20 anni di età e da 4,5 a 11,8 casi per 1000 persone all'anno in gruppi di età più avanzata.

Il rischio di sviluppare EG in pazienti immunodepressi è più di 20 volte superiore rispetto a persone della stessa età con immunità normale. Le condizioni immunosoppressive associate ad un alto rischio di sviluppo di gas di scarico comprendono infezione da HIV, trapianto di midollo osseo, leucemia e linfoma, chemioterapia e trattamento con glucocorticosteroidi sistemici. L'herpes zoster può essere un marker precoce dell'infezione da HIV, indicando i primi segni di immunodeficienza. Altri fattori che aumentano il rischio di sviluppare EG includono: genere femminile, lesione fisica del dermatoma interessato, poliformismo del gene dell'interleuchina.

Nelle forme non complicate di EG, il virus può essere isolato da elementi essudativi entro sette giorni dopo lo sviluppo di un'eruzione cutanea (il periodo è aumentato nei pazienti con immunosoppressione).

Nelle forme non complicate di gas di scarico, il virus si diffonde attraverso il contatto diretto con le eruzioni cutanee e, nelle forme disseminate, la trasmissione è possibile attraverso goccioline trasportate dall'aria.

Nel corso della malattia, VZV penetra dalle lesioni della pelle e delle membrane mucose alla fine dei nervi sensoriali e raggiunge i gangli sensoriali dalle loro fibre - questo assicura la sua persistenza nel corpo umano. Molto spesso, il virus persiste nel ramo I del nervo trigemino e nei gangli spinali T1-L2.

Di grande importanza è il contatto intrauterino con VZV, varicella, trasferito prima dell'età di 18 mesi, nonché immunodeficienze associate all'indebolimento dell'immunità cellulare (infezione da HIV, condizione dopo trapianto, cancro, ecc.). Ad esempio, fino al 25% delle persone con infezione da HIV soffre di EG, che è 8 volte superiore al tasso medio di incidenza nelle persone di età compresa tra 20 e 50 anni. Fino al 25-50% dei pazienti con trapianti di organi e ospedali oncologici si ammalano di herpes zoster, mentre il tasso di mortalità raggiunge il 3-5%.

Le recidive della malattia si verificano in meno del 5% di coloro che sono stati malati.

Classificazione dell'herpes zoster:

  • B02.0 herpes zoster con encefalite
  • B02.1 herpes zoster con meningite
  • B02.2 herpes zoster con altre complicazioni del sistema nervoso
  • ganglionite del nodo del nervo facciale
  • polineuropatia
  • nevralgia del trigemino

B02.3 herpes zoster con complicanze oculari

Causato dal virus degli herpes zoster:

  • blefarite
  • congiuntivite
  • iridociclite
  • irite
  • cheratite
  • cheratocongiuntivite
  • sclerite

altre forme cliniche della malattia:

  • B02.7 tegole disseminate
  • B02.8 herpes zoster con altre complicazioni
  • B02.9 herpes zoster senza complicazioni

Quadro clinico (sintomi) di fuoco di Sant'Antonio:

Le manifestazioni cliniche dei gas di scarico sono precedute da un periodo prodromico, durante il quale il dolore e le parestesie compaiono nell'area del dermatomo interessato (meno comunemente, prurito, formicolio e bruciore).
Il dolore può essere periodico o permanente ed essere accompagnato da iperestesia cutanea. sindrome di dolore può simulare effusione, infarto del miocardio, ulcera duodenale, colecistite, coliche renali o biliari, appendicite, prolasso del disco intervertebrale, fase precoce del glaucoma che può portare a difficoltà nella diagnosi e nel trattamento.

Il dolore nel periodo prodromico può essere assente in pazienti di età inferiore ai 30 anni con immunità normale.

Una caratteristica dell'eruzione cutanea con herpes zoster è la localizzazione e la distribuzione degli elementi dell'eruzione cutanea, che sono osservati da un lato e limitati all'area di innervazione di un ganglio sensoriale. Le aree più frequentemente colpite sono l'innervazione del nervo trigemino, in particolare il ramo oculare, così come la pelle del tronco T3-L2 segmenti. Le lesioni cutanee al petto sono osservate in più del 50% dei casi; l'eruzione meno spesso appare sulla pelle delle estremità distali.
Il quadro clinico dell'herpes zoster comprende manifestazioni cutanee e disturbi neurologici. Insieme a questo, la maggior parte dei pazienti presenta sintomi infettivi generali: ipertermia, ingrossamento dei linfonodi regionali, alterazioni nel liquido cerebrospinale (sotto forma di linfocitosi e monocitosi).

L'eruzione cutanea dell'herpes zoster ha una breve fase eritematosa (spesso è completamente assente), dopo di che compaiono rapidamente papule. Entro 1-2 giorni i papuli diventano vescicole, che continuano ad apparire entro 3-4 giorni - la forma vescicolare di Herpes zoster. Gli elementi tendono a fondersi. Se il periodo di comparsa di nuove vescicole dura più di 1 settimana, ciò indica la possibilità che il paziente abbia uno stato di immunodeficienza.

La pustolizzazione vescicolare inizia una settimana o meno dopo la comparsa delle eruzioni primarie. Quindi, in 3-5 giorni, appaiono erosioni sul sito della forma di vescicole e croste. Le croste di solito scompaiono entro la fine della 3a o 4a settimana della malattia. Tuttavia, le scale, così come ipo o iperpigmentazione possono rimanere anche dopo la risoluzione dell'herpes zoster.

Con una forma più leggera e abortiva di Herpes zoster nei fuochi dell'iperemia, appaiono anche le papule, ma le bolle non si sviluppano.

scandole forma mite

Nella forma emorragica della malattia, l'eruzione vescicolare ha contenuti sanguinosi, il processo si diffonde in profondità nel derma e le croste diventano di colore marrone scuro. In alcuni casi, il fondo delle vescicole è necrotico e la forma gangrenosa di Herpes zoster si sviluppa, lasciando cambiamenti cicatriziali della pelle.

L'intensità delle lesioni nei gas di scarico è diversa: dalle forme diffuse, lasciando quasi nessuna pelle sana sul lato affetto, alle singole vescicole, spesso accompagnate da sensazioni dolorose pronunciate.

La forma generalizzata è caratterizzata dalla comparsa di eruzioni vescicolari sull'intero tegumento, insieme a eruzioni cutanee lungo il tronco nervoso. La ri-manifestazione di infezione nella forma di eruzioni generalizzate, di regola, non è osservata. In presenza di deficienza immunitaria (compresa l'infezione da HIV), le manifestazioni cutanee possono apparire lontane dal dermatoma interessato - una forma disseminata di gas di scarico. La probabilità e la gravità della disseminazione delle lesioni sulla pelle aumentano con l'età del paziente.

La lesione del ramo oculare del nervo trigemino è osservata nel 10-15% dei pazienti con EH e l'eruzione cutanea può essere localizzata sulla pelle dal livello dell'occhio alla regione parietale, interrompendosi bruscamente lungo la linea mediana della fronte. La sconfitta del ramo nasociliare, che innerva l'occhio, la punta e le parti laterali del naso, porta alla penetrazione del virus nelle strutture dell'organo della vista.

Sconfiggere il secondo ed il terzo ramo del nervo trigemino e altri nervi cranici può portare allo sviluppo di lesioni nella mucosa orale, faringe, laringe e pelle di atri e condotto uditivo esterno.

Sindrome del dolore nell'herpes Zoster:

Il dolore è il sintomo principale dell'herpes zoster. Precede spesso lo sviluppo di un'eruzione cutanea e si osserva dopo l'eruzione dell'eruzione (nevralgia posterpetica, PHN). Il dolore dell'herpes zoster e della PHN è dovuto a vari meccanismi. Nelle prime fasi del corso di un anatomico si formano cambiamenti anatomici e funzionali, che portano allo sviluppo di PHN, che spiega la relazione tra la gravità del dolore primario e il successivo sviluppo di PHN, nonché le ragioni per il fallimento della terapia antivirale nella prevenzione della PHN.

La sindrome del dolore associata a EG ha tre fasi: acuta, subacuta e cronica (PHN). La fase acuta del dolore si verifica nel periodo prodromico e dura per 30 giorni. La fase subacuta del dolore segue la fase acuta e dura non più di 120 giorni. Una sindrome del dolore di oltre 120 giorni è definita come nevralgia post-erpetica. PHN può durare per diversi mesi o anni, causando sofferenza fisica e riducendo significativamente la qualità della vita dei pazienti.

La causa immediata del dolore prodromico è la riattivazione subclinica e la replicazione di VZV nel tessuto nervoso. Il danno ai nervi periferici e ai neuroni nei gangli è un fattore scatenante per i segnali afferenti del dolore. Un certo numero di pazienti con sindrome del dolore sono accompagnati da comuni manifestazioni infiammatorie sistemiche: febbre, malessere, mialgia e mal di testa.

Nella maggior parte dei pazienti immunocompetenti (60-90%), il dolore acuto grave accompagna la comparsa di un'eruzione cutanea. diffusione significativa di aminoacidi eccitatori e neuropeptidi causati dal blocco di impulsi afferenti nella fase prodromica e scarico fase acuta, può causare danni tossici e perdita di neuroni inibitori corno posteriore del midollo spinale. La gravità del dolore acuto aumenta con l'età. attività di nocicettori eccesso e la generazione di impulsi ectopiche possono provocare un aumento e prolungamento delle risposte agli stimoli centrali convenzionali - allodinia (dolore e / o sensazione di disagio causate da stimoli che normalmente non causano dolore, per esempio i vestiti touch).

Fattori che contribuiscono allo sviluppo di PHN includono: età superiore a 50 anni, il sesso femminile, prodromo, massicce eruzioni cutanee, localizzazione delle lesioni nel innervazione del nervo trigemino o plesso brachiale, grave dolore acuto, la presenza di immunodeficienza.

Con PHN, si possono distinguere tre tipi di dolore:

  • dolore costante, profondo, opaco, pressante o bruciante;
  • spontaneo, periodico, lancinante, sparante, simile alla scossa elettrica;
  • allodinia.

La sindrome del dolore è solitamente accompagnata da disturbi del sonno, perdita di appetito e perdita di peso, stanchezza cronica, depressione, che porta a un disadattamento sociale dei pazienti.

Complicazioni di Herpes Zoster

Complicazioni di herpes zoster sono: l'encefalite acuta e cronica, mielite, retinite, herpes rapidamente progressiva necrosi della retina, che porta alla cecità nel 75-80% dei casi, ophthalmoherpes (Herpes ophtalmicus) con emiparesi controlaterale nel periodo a lungo termine, così come le lesioni del tratto gastrointestinale e sistema cardiovascolare, ecc.

L'herpes oftalmico è una lesione erpetica di qualsiasi ramo del nervo ottico. Colpisce spesso la cornea, portando alla comparsa di cheratite. Inoltre, altre parti del bulbo oculare sono interessate dallo sviluppo di episclerite, iridociclite, infiammazione dell'iride. La retina è raramente coinvolta nel processo patologico (sotto forma di emorragie, emboli), spesso colpisce il nervo ottico, che porta alla neurite del nervo ottico con esito in atrofia (probabilmente a causa della transizione del processo meningeo al nervo ottico). Per l'herpes zoster con lesioni agli occhi, l'eruzione si diffonde dal livello degli occhi alla corona, ma non attraversa la linea mediana. Le vescicole localizzate sulle ali o sulla punta del naso (segno di Getchinson) sono associate alle più gravi complicanze.

La gangliolite del ganglio cranico è manifestata dalla sindrome di Hunt. Ciò influenza le aree sensoriali e motorie del nervo cranico (paralisi del nervo facciale), che è accompagnata da disturbi vestibolari-cocleari. Le eruzioni appaiono nella distribuzione dei suoi nervi periferici sulle membrane mucose e sulla pelle: vescicole localizzate sul timpano, apertura uditiva esterna del padiglione auricolare, orecchio esterno e sulle superfici laterali della lingua. È possibile la perdita di gusto unilaterale sui 2/3 del dorso della lingua.

Eruzioni di gas di scarico possono essere localizzate nell'area coccige. Allo stesso tempo, l'immagine di una vescica neurogena si sviluppa con disturbi della minzione e ritenzione urinaria (a causa della migrazione del virus ai nervi autonomi vicini); può essere associato allo scarico dei dermatomi sacrali S2, S3 o s4.

Herpes zoster nei bambini

Ci sono rapporti isolati sulla malattia dei bambini con herpes zoster. I fattori di rischio per lo sviluppo di EG nei bambini comprendono la varicella nella madre durante la gravidanza o l'infezione primaria con VZV nel primo anno di vita. Il rischio di malattia da scarico è aumentato nei bambini che hanno avuto la varicella prima dell'età di 1 anno.

L'herpes zoster nei bambini non è grave come nei pazienti più anziani, con dolore meno grave; la nevralgia posterpetica si sviluppa anche raramente.

Herpes zoster nei pazienti HIV

Il rischio di sviluppare EG nei pazienti affetti da HIV è più alto e più spesso sviluppano ricadute della malattia. Ulteriori sintomi possono verificarsi a causa del coinvolgimento dei nervi motori (nel 5-15% dei casi). Il decorso del gas di scarico è più prolungato, forme gangrenose e disseminate (25-50%) spesso si sviluppano e nel 10% dei pazienti di questa categoria vengono rilevate gravi lesioni degli organi interni (polmoni, fegato, cervello). Con l'infezione da HIV ci sono frequenti ricadute di gas di scarico sia all'interno di uno e diversi dermatomi adiacenti.

Herpes zoster in donne in gravidanza

La malattia nelle donne in gravidanza può essere complicata dallo sviluppo di polmonite, encefalite. L'infezione da VZV nel primo trimestre di gravidanza porta all'insufficienza placentare primaria e, di regola, è accompagnata dall'aborto.

La presenza di infezione dovrebbe servire come base per l'esecuzione della profilassi intensiva delle conseguenze dei disturbi emodinamici (insufficienza della placenta, ipossia intrauterina, ritardo di crescita intrauterino).

Diagnosi di herpes zoster

La diagnosi dei gas di scarico si basa su disturbi caratteristici (manifestazioni di sintomi neurologici), sul decorso della malattia (periodo prodromico e manifestazione sulla pelle) e sulle caratteristiche delle manifestazioni cliniche sulla pelle.

Se necessario, i metodi di amplificazione dell'acido nucleico (PCR) vengono utilizzati per verificare la diagnosi per identificare il virus Varicella zoster contenuto nel materiale dalle lesioni GO sulla pelle e / o sulle mucose.

Diagnostica differenziale

La differenziazione delle manifestazioni EG è necessaria con una varietà simile a zosteri di herpes simplex, dermatite da contatto (dopo punture di insetti, fotodermatite), dermatosi cistica (dermatite erpetiforme di Düring, pemfigo bolloso, pemfigo).

Dermatite erpetiforme

Trattamento di herpes zoster

  • sollievo dei sintomi clinici della malattia;
  • prevenzione delle complicanze.

Note generali sulla terapia

La presenza di lesioni dei gangli periferici e del tessuto nervoso, organo di visione nell'OG, determina la necessità di coinvolgere negli specialisti del trattamento il profilo appropriato: la terapia della nevralgia post-erpetica e dell'herpes oftalmico viene effettuata in collaborazione con neurologi e oftalmologi.

Per effetti efficaci sul decorso dell'infezione virale causata da VZV, devono essere usati farmaci antivirali. Quando la gravità del dolore prescritto farmaci analgesici. Il trattamento esterno mira ad accelerare la regressione delle lesioni cutanee, riducendo i segni di infiammazione e prevenendo la superinfezione batterica.

La necessità di un trattamento anti-infiammatorio è determinata dall'insorgenza della nevralgia erpetica, accompagnata dal dolore, in presenza di evidenza, deve essere selezionata individualmente.

È necessario evitare l'uso di medicazioni occlusive e preparazioni di glucocorticosteroidi. Il trattamento esterno dei gas di scarico con farmaci antivirali e analgesici è inefficace!

Indicazioni per il ricovero in ospedale

Corso complicato di scandole

Preparati per il trattamento dell'herpes zoster:

La nomina di farmaci antivirali è più efficace nelle prime 72 ore di sviluppo delle manifestazioni cliniche della malattia:

  • acyclovir 800 mg
  • famciclovir 500 mg
  • valacyclovir 1000 mg

La ridotta sensibilità del VZV all'aciclovir rispetto all'HSV, nonché un alto livello di attività antivirale, determinano la prescrizione preferita per il trattamento dei gas di scarico famciclovir o valacyclovir.

Forse la nomina di farmaci anti-infiammatori non steroidei.

In assenza dell'effetto della terapia anestetica, possono essere usati farmaci con un effetto analgesico centrale e blocchi neurali (simpatico ed epidurale), che è determinato dalla consultazione del neurologo.

Interferoni di azione sistemica:

  • interferon gamma 500.000 UI

Per fornire un'azione antinfiammatoria locale e prevenire la superinfezione batterica, vengono prescritte soluzioni alcoliche all'1-2% di coloranti all'anilina (blu di metilene, verde brillante), fucorcina.

In presenza di eruzioni bollose, le bolle si aprono (tagliate con forbici sterili) e si estinguono con coloranti all'anilina o soluzioni antisettiche (soluzione allo 0,5% di clorexidina digluconato, ecc.)

Nel trattamento dei gas di scarico in pazienti con immunità ridotta (persone con neoplasie linfoproliferative maligne, riceventi di organi interni trapiantati, pazienti sottoposti a terapia corticosteroidea sistemica, così come pazienti affetti da AIDS), il trattamento di scelta è la somministrazione endovenosa di aciclovir:

  • acyclovir 10 mg per kg di peso corporeo (o 500 ml / m 2)

Una volta raggiunto l'effetto morboso, il trattamento può essere continuato con forme orali di aciclovir, famciclovir o valaciclovir secondo il metodo proposto per i pazienti con immunità normale:

  • acyclovir 800 mg
  • famciclovir 500 mg
  • valacyclovir 1000 mg
  • Aciclovir 20 mg per kg di peso corporeo

Requisiti per i risultati del trattamento

  • recupero clinico;
  • sollievo dal dolore.

Prevenire l'herpes zoster

Nella Federazione Russa al momento della creazione di queste raccomandazioni, la vaccinazione dei gas di scarico non viene effettuata.

SE HAI DOMANDE SU QUESTA MALATTIA, POI CONTATTARE UN DERMATOVEROVEROLOGO ADHAM H. M:

Un'Altra Pubblicazione Sulle Allergie

Come identificare l'acne sul viso acne

L'acne sul viso appare per vari motivi. Ma ci sono casi in cui le anguille si accumulano in certi punti. I medici dell'est hanno avanzato la teoria secondo cui le zone dell'acne sui disturbi del segnale facciale di specifici organi interni.


Perché compaiono le macchie dopo aver rimosso le talpe

Dopo la procedura per la rimozione delle talpe rimangono piccole macchie sulla pelle. Nella maggior parte dei casi, non sono pericolosi per la salute, la pelle viene rigenerata entro 5-10 giorni e, in rari casi, il processo di guarigione richiede 1,5 anni.


Come curare il virus del papilloma umano?

Il portatore di papillomavirus è ogni sesta persona - questo è indicato nei dati dell'OMS. Il papillomavirus umano viene trasmesso per contatto, anche a livello sessuale.


Come riconoscere e curare facilmente il fungo del chiodo in un bambino? Consulenza di esperti

Secondo la terminologia medica, l'onicomicosi è una malattia caratterizzata da una lesione infettiva delle unghie causata da vari funghi.