Come viene curato il lupus eritematoso in ospedale ea casa? Panoramica dei metodi di trattamento, nonché una descrizione delle prescrizioni per il trattamento dei rimedi popolari

Il lupus eritematoso è un gruppo di gravi malattie autoimmuni del tessuto connettivo, che colpisce principalmente la pelle e gli organi interni di una persona. Questa malattia ha preso il nome a causa delle caratteristiche eruzioni cutanee del viso, in apparenza simili a morsi di lupo. Più spesso, giovani donne, uomini e bambini soffrono di lupus eritematoso più raramente.

Il numero totale di persone che soffrono di lupus eritematoso è 0,004-0,25% del loro numero totale.

Tra le ragioni che hanno individuato: una predisposizione ereditaria a questa malattia, altre ragioni per la sua comparsa sono ancora inesplorate. Si ritiene che le malattie infettive acute, lo psicotrauma grave, l'esposizione prolungata a una situazione di stress o intolleranza ad alcuni farmaci farmacologici possano provocare la comparsa del lupus eritematoso.

Una caratteristica del lupus eritematoso è una vasta gamma di manifestazioni, poiché la malattia colpisce quasi tutti gli organi e i sistemi del corpo umano. Tuttavia, vi è un elenco di sintomi, la cui presenza è necessaria per il lupus eritematoso:

  • sintomi costituzionali (malessere, emaciazione)
  • lesione cutanea (sensibilità alla luce, calvizie, eritema caratteristico sulla pelle del naso e guance a forma di farfalla)
  • lesioni mucose erosive
  • danno articolare artritico
  • danno ai polmoni e al cuore
  • danno renale (nel 50% dei pazienti) fino all'insufficienza renale
  • disturbi del sistema nervoso (psicosi acuta, sindrome cerebrale organica)
  • cambiamenti nei test generali del sangue e delle urine
  • sindrome antifosfolipidica nel 20-30% dei pazienti
  • titolo anticorpale antinucleare alto

Il tipo specifico di lupus eritematoso e il grado di attività della malattia in un momento o nell'altro è determinato dal reumatologo dopo un esame completo. Il dermatologo tratta spesso la forma della pelle del lupus.

Metodi di trattamento del lupus eritematoso

La malattia non può essere completamente guarita, quindi il trattamento continua per tutta la vita. Come trattare il lupus eritematoso viene deciso dal medico curante individualmente per ciascun paziente a seconda dei sintomi specifici, della gravità della malattia e della sua attività.
In caso di malattia lieve o in fase di remissione, il trattamento è principalmente sintomatico. Tali farmaci sono prescritti:

  • analgesici per la sindrome da dolore grave
  • aspirina (80-320 mg al giorno) con tendenza alla trombosi
  • farmaci antimalarici: idrossiclorochina (per via orale 200 mg al giorno) o una combinazione di clorochina (250 mg) e chinacrina (50-100 mg) - per gravi lesioni della pelle e delle articolazioni
  • vitamine A, B6, B12, C

Nei casi gravi di malattia con danni agli organi interni utilizzati:

  • glucocorticoidi (in una condizione grave ogni giorno 40-60 mg di prednisone, 20-40 mg - con attività moderata della malattia) vengono assunti entro un mese con una riduzione graduale fino a una dose terapeutica (fino a 10 mg al giorno)
  • immunosoppressori (micofenalato mofetile 500-1000 mg, azatioprina 1-2,5 mg / kg o ciclofosfamide 1-4 mg / kg 1 volta al giorno per via orale)
  • eparina in combinazione con aspirina per via sottocutanea, eparina o wafarin per via orale per trombosi ed embolia vascolare
  • nei casi gravi con bassa efficacia del trattamento con glucorticoidi, la pulsoterapia è indicata con metilprednisolone e ciclofosfamide, che vengono somministrati in grandi dosi (1 g al giorno) per via endovenosa, 3 giorni consecutivi
  • emosorbimento e plasmaferesi - per la rimozione di complessi immuni tossici dal corpo
  • trapianto di cellule staminali - una procedura costosa inaccessibile alla maggior parte dei pazienti
  • integratori di calcio e vitamina D3 - per ridurre al minimo gli effetti negativi dell'uso di glucocorticoidi

I pazienti hanno osservato il dispensario. Le indicazioni per il loro immediato ricovero sono:

  • complicanze infettive
  • dolore al petto
  • gravi sintomi di patologie del sistema nervoso
  • insufficienza renale
  • trombosi

Medicina tradizionale contro il lupus eritematoso

Il trattamento del lupus eritematoso della pelle e la forma sistemica delle ricette della medicina tradizionale è di supporto e può essere utilizzato durante il decorso della malattia o durante la remissione. Nello stesso momento è impossibile usare i mezzi che stimolano l'immunità - può aggravare il corso della malattia.

Ricette efficaci popolari:

  • Un decotto di foglie essiccate di vischio, raccolte dalla betulla nella stagione fredda. 2 cucchiaini. le foglie versano un bicchiere di acqua bollente, languono a bagnomaria per 1-2 minuti e insistono mezz'ora. L'infusione risultante viene bevuta in tre dosi durante il giorno. Prendi 1 mese.
  • Decotto di liquirizia Radici di liquirizia essiccate (1 cucchiaio). Versare acqua bollente (500 ml), mescolare sul fuoco per 15 minuti, raffreddare a temperatura ambiente. Brodo filtrato bere durante il giorno tra i pasti. Così faccio per un mese.
  • Unguento di boccioli di betulla o dragoncello per il trattamento del lupus eritema. Un bicchiere di gemme di betulla macinata (dragoncello) viene mescolato con una lattina da mezzo litro di grasso di maiale. Questa miscela viene fatta bollire per 5-7 giorni nel forno con la porta aperta. L'unguento risultante viene applicato all'eritema e assunto per via orale prima dei pasti per 1 cucchiaino.

Ci sono molte altre ricette di medicina alternativa usate per il trattamento del lupus eritematoso. Tuttavia, nel caso di una forma grave della malattia e nella fase del suo aggravamento, la medicina tradizionale deve cedere il passo al trattamento medico tradizionale.

Come vivere con una diagnosi di lupus eritematoso?

Allo stesso tempo è necessario osservare le raccomandazioni elementari:

  • evitare stress e situazioni stressanti
  • escludere lunghi soggiorni al sole e solarium
  • monitorare la salute: prevenire l'esacerbazione delle malattie croniche, curare i raffreddori subito dopo i loro primi sintomi
  • non assumere contraccettivi orali e non fumare - questo aumenta notevolmente il rischio di trombosi
  • utilizzare cosmetici di alta qualità, non eseguire l'hardware e la pulizia a secco del viso
  • assumere complessi vitaminici
  • mangiare equilibrato e andare per lo sport

Decorso della malattia e prognosi

La prognosi è sfavorevole. La mortalità tra i pazienti con lupus eritematoso è 3 volte superiore rispetto agli indicatori usuali. La causa più comune di morte è rappresentata dalle complicazioni infettive e dalle conseguenze di un danno profondo agli organi interni. Ma con l'individuazione tempestiva della malattia e la terapia farmacologica competente è possibile tenere sotto controllo la malattia e non permetterle di distruggere la vita e la salute.

Lupus eritematoso sistemico: sintomi e trattamento

Il lupus eritematoso sistemico è una malattia cronica con molti sintomi, basata sull'infiammazione autoimmune persistente. Più spesso, le ragazze e le donne tra i 15 ei 45 anni sono ammalate. Prevalenza del lupus: 50 per 100.000 abitanti. Sebbene la malattia sia piuttosto rara, conoscerne i sintomi è estremamente importante. Questo articolo parla anche del trattamento del lupus, che di solito è prescritto dai medici.

Cause del lupus eritematoso sistemico

Numerosi studi dimostrano che il lupus non ha una ragione specifica. Pertanto, la malattia è considerata multifattoriale, cioè la sua insorgenza è dovuta all'impatto simultaneo o sequenziale di una serie di motivi.

Classificazione del lupus eritematoso sistemico

Con lo sviluppo della malattia:

  • Inizio acuto. Sullo sfondo della piena salute, i sintomi del lupus appaiono bruscamente.
  • Inizio subclinico I sintomi compaiono gradualmente e possono simulare un'altra malattia reumatica.

Il corso della malattia:

  • Sharp. Tipicamente, i pazienti possono dire con una precisione di poche ore quando compaiono i primi sintomi: la temperatura è aumentata, un tipico arrossamento della pelle del viso ("farfalla") è apparso, le articolazioni fanno male. Senza un adeguato trattamento, dopo 6 mesi, il sistema nervoso e i reni sono interessati.
  • Subacuta. Il corso più comune di lupus. La malattia inizia in modo non specifico, le articolazioni iniziano a far male, le condizioni generali peggiorano e possono comparire eruzioni cutanee. La malattia procede ciclicamente, con ogni ricaduta che coinvolge nuovi organi nel processo.
  • Cronica. Lupus per lungo tempo ricorre solo quei sintomi e le sindromi con cui è iniziato (poliartrite, sindrome della pelle, sindrome di Raynaud), senza coinvolgere altri organi e sistemi nel processo. La malattia cronica ha la prognosi più favorevole.

I sintomi del lupus eritematoso sistemico

Danno articolare

L'artrite si verifica nel 90% dei pazienti. Manifestato da dolori articolari migratori e infiammazione articolare alternata. È molto raro quando una stessa articolazione è costantemente dolorante e infiammata. Principalmente colpisce le articolazioni interfalangea, metacarpo-falangea e radiocarpale, meno spesso le articolazioni della caviglia. Le articolazioni grandi (ad es. Ginocchio e gomito) sono molto meno comuni. L'artrite è solitamente associata a forti dolori muscolari e infiammazioni.

Sindrome della pelle

La tipica "farfalla" tipica del lupus: arrossamento della pelle negli zigomi e nella parte posteriore del naso.

Esistono diverse opzioni per le lesioni cutanee:

  1. Vasculite (vascolare) farfalla. È caratterizzato da un arrossamento disteso instabile della pelle del viso, con il blu al centro, manifestazioni aumentate sotto l'azione del freddo, del vento, delle onde, dell'ultravioletto. I fuochi di rossore sono entrambi piatti ed elevati sopra la superficie della pelle. Dopo la guarigione, le cicatrici non rimangono.
  2. Eruzioni cutanee multiple a causa della fotosensibilità Si verificano in aree aperte del corpo (collo, viso, collo, mani, piedi) sotto l'influenza della luce solare. L'eritema passa senza lasciare traccia.
  3. Lupus eritematoso subacuto. Le zone di rossore (eritema) compaiono dopo l'esposizione al sole. L'eritema è elevato sopra la superficie della pelle, può essere nella forma di un anello, a forma di mezzaluna, quasi sempre instabile. Al posto dello spot può rimanere una porzione di pelle depigmentata.
  4. Lupus eritematoso discoidale. In primo luogo, i pazienti appaiono piccole placche rosse, che gradualmente si fondono in un unico grande focolare. La pelle in questi punti è sottile, al centro del focolare c'è un'eccessiva cheratinizzazione. Tali placche appaiono sul viso, sul cuoio capelluto, sulle superfici estensorie degli arti. Al posto dei fuochi dopo la guarigione rimangono cicatrici.

La perdita dei capelli (fino alla completa alopecia), i cambiamenti delle unghie, la stomatite ulcerativa possono unirsi alle manifestazioni cutanee.

La sconfitta delle membrane sierose

Tale lesione si riferisce a criteri diagnostici, come si verifica nel 90% dei pazienti. Questi includono:

Sconfitta del sistema cardiovascolare

  1. Lupus miocardite.
  2. Pericardite.
  3. Endocardite Liebman-Sachs.
  4. Malattia coronarica e infarto miocardico.
  5. Vasculite.

La sindrome di Raynaud

La sindrome di Raynaud si manifesta con spasmo di piccoli vasi, che nei pazienti affetti da lupus possono portare a necrosi della punta delle dita delle mani, grave ipertensione arteriosa e danno alla retina.

Lesione polmonare

  1. Pleurite.
  2. Polmonite acuta da lupus.
  3. La sconfitta del tessuto connettivo dei polmoni con la formazione di molteplici focolai di necrosi.
  4. Ipertensione polmonare
  5. Embolia polmonare
  6. Bronchite e polmonite.

Danno renale

  1. Glomerulonefrite.
  2. Pielonefrite.
  3. Sindrome urinaria.
  4. Sindrome nefrosica
  5. Sindrome nefritica

Danno al sistema nervoso centrale

  1. Sindrome asteno-vegetativa, che si manifesta con debolezza, affaticamento, depressione, irritabilità, mal di testa, disturbi del sonno.
  2. Durante il periodo di recidiva, i pazienti lamentano una diminuzione della sensibilità, parestesia ("formiche correnti"). All'esame è stata osservata una diminuzione dei riflessi tendinei.
  3. I pazienti gravi possono sviluppare meningoencefalite.
  4. Labilità emotiva (debolezza).
  5. Diminuzione della memoria, deterioramento delle capacità intellettuali.
  6. Psicosi, convulsioni, convulsioni.

Diagnosi del lupus eritematoso sistemico

Per fare una diagnosi di lupus eritematoso sistemico, è necessario confermare che il paziente abbia almeno quattro criteri dalla lista.

  1. Eruzione cutanea sul viso. Eritema piatto o elevato, localizzato sulle guance e zigomi.
  2. Eruzione discoidale. Macchie eritematose, con peeling e ipercheratosi al centro, lasciando cicatrici.
  3. Fotosensibilità. Le eruzioni cutanee appaiono come una reazione eccessiva all'azione della radiazione ultravioletta.
  4. Ulcere in bocca.
  5. Artrite. La sconfitta di due o più piccole articolazioni periferiche, dolore e infiammazione in esse.
  6. Sierosite. Pleurite, pericardite, peritonite o loro combinazioni.
  7. Danno renale Cambiamenti nell'analisi delle urine (comparsa di tracce di proteine, sangue), aumento della pressione sanguigna.
  8. Disturbi neurologici. Spasmi, psicosi, convulsioni, disturbi della sfera emotiva.
  9. Cambiamenti ematologici Almeno 2 esami del sangue consecutivi dovrebbero essere uno degli indicatori: anemia, leucopenia (diminuzione del numero dei leucociti), linfopenia (diminuzione del numero dei linfociti), trombocitopenia (diminuzione del numero di piastrine).
  10. Disturbi immunologici Test positivo di LE (elevata quantità di anticorpi contro il DNA), reazione falsa positiva alla sifilide, livello medio o alto di fattore reumatoide.
  11. La presenza di anticorpi antinucleari (AHA). Identificato mediante saggio immunoenzimatico.

Qual è la diagnosi differenziale?

A causa della grande varietà di sintomi, il lupus eritematoso sistemico ha molte manifestazioni comuni con altre malattie reumatologiche. Prima di fare una diagnosi di lupus, è necessario escludere:

  1. Altre malattie del tessuto connettivo diffuse (sclerodermia, dermatomiosite).
  2. Poliartrite.
  3. Reumatismi (febbre reumatica acuta).
  4. Artrite reumatoide
  5. La sindrome di Still.
  6. Il danno renale non è la natura del lupus.
  7. Citopenie autoimmuni (diminuzione del numero ematico di leucociti, linfociti, piastrine).

Trattamento del lupus eritematoso sistemico

L'obiettivo principale del trattamento è sopprimere la reazione autoimmune del corpo, che è alla base di tutti i sintomi.

Ai pazienti vengono assegnati diversi tipi di farmaci.

glucocorticoidi

Gli ormoni sono le droghe di scelta per il lupus. Sono i migliori per alleviare l'infiammazione e sopprimere l'immunità. Prima che i glucocorticosteroidi fossero introdotti nel regime di trattamento, i pazienti vivevano per un massimo di 5 anni dopo che la diagnosi era stata stabilita. Ora l'aspettativa di vita è molto più lunga e dipende più dalla tempestività e dall'adeguatezza del trattamento prescritto, sia dall'attenzione con cui il paziente soddisfa tutte le prescrizioni.

Il principale indicatore dell'efficacia del trattamento ormonale sono le remissioni a lungo termine con trattamento di mantenimento con piccole dosi di farmaci, una diminuzione dell'attività del processo, stabilizzazione stabile della condizione.

Il farmaco di scelta per i pazienti con lupus eritematoso sistemico - Prednisone. È prescritto in media in una dose fino a 50 mg / die, diminuendo gradualmente fino a 15 mg / die.

Sfortunatamente, ci sono dei motivi per cui la terapia ormonale è inefficace: l'irregolarità nel prendere le pillole, la dose sbagliata, l'inizio tardivo del trattamento, la condizione molto grave del paziente.

I pazienti, in particolare gli adolescenti e le giovani donne, possono rifiutarsi di assumere ormoni a causa dei loro possibili effetti collaterali, sono per lo più preoccupati del possibile aumento di peso. Nel caso del lupus eritematoso sistemico, infatti, non c'è scelta: accettare o non accettare. Come accennato in precedenza, l'aspettativa di vita è molto bassa senza un trattamento ormonale e la qualità di questa vita è molto scarsa. Non avere paura degli ormoni. Molti pazienti, in particolare quelli con malattie reumatologiche, assumono ormoni da decenni. E lontano da ciascuno di essi sviluppano effetti collaterali.

Altri possibili effetti collaterali degli ormoni:

  1. Erosione di steroidi e ulcere gastriche e duodenali.
  2. Aumento del rischio di infezione.
  3. Aumento della pressione sanguigna
  4. Aumento dei livelli di zucchero nel sangue.

Tutte queste complicazioni sono anche abbastanza rare. La condizione principale per un trattamento efficace con ormoni con il minimo rischio di effetti collaterali è la dose scelta correttamente, pillole regolari (altrimenti la sindrome da astinenza è possibile) e controllo su se stessi.

citostatici

Questi farmaci sono prescritti in combinazione con glucocorticosteroidi, quando solo gli ormoni non sono abbastanza efficaci o non funzionano affatto. I citostatici sono anche finalizzati all'immunosoppressione. Ci sono indicazioni per la nomina di questi farmaci:

  1. Attività lupus alta con un decorso rapido.
  2. Coinvolgimento renale nel processo patologico (sindromi nefrosiche e nefritiche).
  3. Bassa efficacia della terapia ormonale isolata.
  4. La necessità di ridurre la dose di prednisolone a causa della sua scarsa portabilità o del drammatico sviluppo di effetti collaterali.
  5. La necessità di ridurre la dose di mantenimento degli ormoni (se supera i 15 mg / die).
  6. La formazione della dipendenza dalla terapia ormonale.

Azatioprina (Imuran) e Ciclofosfamide sono più comunemente prescritti per i pazienti affetti da lupus.

Criteri per l'efficacia del trattamento con citostatici:

  • Diminuire l'intensità dei sintomi;
  • La scomparsa della dipendenza dagli ormoni;
  • Ridotta attività della malattia;
  • Remissione stabile

Farmaci antinfiammatori non steroidei

Nominato per alleviare i sintomi articolari. Più spesso, i pazienti assumono Diclofenac, compresse di indometacina. Il trattamento dei FANS dura fino alla normalizzazione della temperatura corporea e alla scomparsa del dolore alle articolazioni.

Trattamenti aggiuntivi

Plasmaferesi. Durante la procedura, i prodotti metabolici e gli immunocomplessi che provocano l'infiammazione vengono rimossi dal sangue del paziente.

Prevenzione del lupus eritematoso sistemico

Lo scopo della prevenzione è prevenire lo sviluppo di recidive, mantenere il paziente a lungo in uno stato di remissione stabile. La prevenzione del lupus si basa su un approccio integrato:

  1. Esami regolari di follow-up e consultazioni con un reumatologo.
  2. Il ricevimento di farmaci è rigorosamente nella dose prescritta ea intervalli specificati.
  3. Rispetto del regime di lavoro e riposo.
  4. Piena sonno, almeno 8 ore al giorno.
  5. Dieta con riduzione del sale e abbastanza proteine.
  6. Indurimento, camminata, ginnastica.
  7. Uso di unguenti contenenti ormoni (ad esempio, Advantan) per lesioni cutanee.
  8. L'uso di creme solari (creme).

Come vivere con una diagnosi di lupus eritematoso sistemico?

Se ti è stato diagnosticato il lupus, questo non significa che la vita sia finita.

Cerca di sconfiggere la malattia, forse non in senso letterale. Sì, probabilmente sarai un po 'limitato. Ma milioni di persone con malattie più gravi vivono una vita brillante, piena di impressioni! Quindi puoi

Cosa devi fare?

  1. Ascolta te stesso. Se sei stanco, sdraiati e riposati. Potrebbe essere necessario riordinare la pianificazione giornaliera. Ma è meglio fare un pisolino più volte al giorno che allenarsi fino all'esaurimento e aumentare il rischio di ricaduta.
  2. Esaminare tutti i segni di quando la malattia può trasformarsi in una esacerbazione. Di solito è un forte stress, un'esposizione prolungata al sole, un raffreddore e persino l'uso di determinati prodotti. Se possibile, evita i fattori provocatori e la vita diventerà immediatamente un po 'più divertente.
  3. Regalati un esercizio moderato. È meglio fare pilates o yoga.
  4. Smetti di fumare e cerca di evitare il fumo passivo. Il fumo non aggiunge nulla alla salute. E se ricordi che i fumatori spesso si ammalano di raffreddore, bronchite e polmonite, sovraccaricano i loro reni e il loro cuore... Non dovresti rischiare lunghi anni di vita a causa di una sigaretta.
  5. Accetta la tua diagnosi, studia tutto sulla malattia, chiedi al medico tutto ciò che non capisci e fai un respiro tranquillo. Lupus oggi non è una frase.
  6. Se necessario, sentiti libero di chiedere a parenti e amici di supportarti.

Cosa puoi mangiare e cosa dovrebbe essere?

In realtà, devi mangiare per vivere, e non viceversa. Inoltre, è meglio mangiare tali alimenti che ti aiuteranno a trattare efficacemente il lupus e proteggere cuore, cervello e reni.

Cosa dovrebbe essere limitato e cosa dovrebbe essere scartato

  1. Grassi. Cibo fritto, fast food, piatti con un sacco di burro, verdura o olio d'oliva. Tutti aumentano drammaticamente il rischio di complicanze del sistema cardiovascolare. Tutti sanno che i grassi stimolano i depositi di colesterolo nei vasi. Evita cibi grassi nocivi e proteggiti da un attacco di cuore.
  2. La caffeina. Caffè, tè, alcune bevande contengono una grande quantità di caffeina, che irrita la mucosa gastrica, fa battere il cuore più velocemente, ti impedisce di addormentarti, sovraccaricando il sistema nervoso centrale. Ti sentirai molto meglio se smetterai di bere tazze di caffè. Allo stesso tempo, il rischio di erosioni e ulcere nello stomaco e nel duodeno si riduce significativamente.
  3. Salt. Il sale è limitato in ogni caso. Ma questo è particolarmente necessario per non sovraccaricare i reni, probabilmente già affetti da lupus, e non provocare un aumento della pressione sanguigna.
  4. Alcol. L'alcol è dannoso di per sé e, in combinazione con i farmaci di solito prescritti per un paziente con lupus, è generalmente una miscela esplosiva. Abbandona l'alcol e sentirai immediatamente la differenza.

Cosa può e dovrebbe mangiare

  1. Frutta e verdura Un'ottima fonte di vitamine, minerali e fibre. Prova ad appoggiarsi a verdure e frutta di stagione, sono particolarmente utili e anche abbastanza economiche.
  2. Gli alimenti e gli integratori sono ricchi di calcio e vitamina D. Aiuteranno a prevenire l'osteoporosi, che può svilupparsi durante l'assunzione di glucocorticosteroidi. Utilizzare latticini a basso contenuto di grassi o magri, formaggi e latte. A proposito, se bevi pillole con acqua, non latte, saranno meno irritanti per la mucosa gastrica.
  3. Cereali integrali e pasticcini Questi prodotti contengono molte fibre e vitamine del gruppo B.
  4. Proteine. Le proteine ​​sono necessarie affinché il corpo possa combattere efficacemente la malattia. È meglio mangiare carne magra, carne e pollame: vitello, tacchino, coniglio. Lo stesso vale per i pesci: merluzzo, pollock, aringhe magre, salmone rosa, tonno, calamaro. Inoltre, i frutti di mare contengono molti acidi grassi insaturi omega-3. Sono vitali per il normale funzionamento del cervello e del cuore.
  5. Acqua. Prova a bere almeno 8 bicchieri di acqua pura non gassata al giorno. Ciò migliorerà le condizioni generali, migliorerà il lavoro del tratto gastrointestinale e aiuterà a controllare la fame.

Quindi, lupus eritematoso sistemico nel nostro tempo - non una frase. Non disperare se hai questa diagnosi; piuttosto, è necessario "controllarsi", osservare tutte le raccomandazioni del medico curante, condurre uno stile di vita sano, e quindi la qualità e la longevità del paziente aumenteranno significativamente.

Quale dottore contattare

Data la diversità delle manifestazioni cliniche, a volte è abbastanza difficile per un malato scoprire a quale medico rivolgersi all'inizio della malattia. Per eventuali cambiamenti nel benessere, si consiglia di contattare il terapeuta. Dopo il test, sarà in grado di suggerire una diagnosi e indirizzare il paziente a un reumatologo. Inoltre, potrebbe essere necessario consultare un dermatologo, nefrologo, pneumologo, neurologo, cardiologo, immunologo. Poiché il lupus eritematoso sistemico è spesso associato a infezioni croniche, sarà utile essere esaminato da uno specialista in malattie infettive. L'aiuto nel trattamento fornirà un nutrizionista.

Riguardo a questa malattia, vedi i materiali del programma "Vivi sani":

Il primo canale di Odessa, il programma "Certificato medico", l'argomento "Lupus eritematoso sistemico":

Trattamento del lupus eritematoso

Il lupus eritematoso è una malattia cronica di natura autoimmune, che è accompagnata da danni al tessuto connettivo e ai vasi sanguigni. La malattia è chiamata sistemica, in quanto vi sono cambiamenti e disfunzioni in diversi sistemi del corpo umano, incluso il sistema immunitario.

Il più delle volte, il lupus eritematoso viene diagnosticato nelle donne, che è associato a caratteristiche strutturali del corpo. Il gruppo a rischio comprende le ragazze nella pubertà, le donne incinte, le madri che allattano e le persone in cui la famiglia ha avuto casi di questa malattia. C'è anche il lupus eritematoso congenito, che inizia a manifestarsi clinicamente nei bambini fin dai primi anni di vita.

Perché si presenta il lupus eritematoso: le principali cause della malattia

Non vi è alcun motivo specifico per l'insorgenza del lupus eritematoso sistemico, ei medici non sono ancora in grado di fornire una risposta chiara alla domanda su cosa provoca lo sviluppo della malattia. Naturalmente, ci sono diverse teorie sullo sviluppo del lupus eritematoso, come la predisposizione genetica o un grave fallimento ormonale, ma più spesso la pratica mostra che la malattia è causata da una combinazione di fattori predisponenti.

Le cause più comuni di lupus eritematoso sistemico includono:

  • Predisposizione ereditaria - se ci sono stati casi di lupus eritematoso sistemico nel genere, allora c'è un'alta probabilità che il bambino abbia questa malattia;
  • Teoria batterica-virale - secondo gli studi, tutti i pazienti con lupus eritematoso sistemico avevano il virus Epstein-Barr, quindi gli scienziati non escludono la relazione di questa malattia con questo virus;
  • Teoria ormonale - nella rilevazione del lupus eritematoso nelle donne e nelle ragazze durante la pubertà, è stato osservato un aumento del livello dell'ormone estrogeno. Se si è verificata un'interruzione ormonale prima della comparsa dei primi segni della malattia, è probabile che il lupus eritematoso sistemico sia stato attivato da un aumento dei livelli di estrogeni nel corpo;
  • Irradiazione ultravioletta - si nota una relazione tra lo sviluppo del lupus eritematoso sistemico e l'esposizione umana prolungata alla luce solare diretta. Il sole aperto, che è diretto alla pelle per lungo tempo, può provocare processi di mutazione e lo sviluppo di malattie del tessuto connettivo in futuro.

Chi è più suscettibile allo sviluppo del lupus eritematoso: gruppi a rischio

C'è una categoria di persone che hanno un'alta percentuale di probabilità di ammalarsi di lupus eritematoso sistemico, di regola, hanno una o più condizioni:

  • sindrome da immunodeficienza;
  • malattie infettive croniche nel corpo;
  • dermatite di varie eziologie;
  • raffreddori frequenti;
  • il fumo;
  • malattie sistemiche;
  • drastici cambiamenti ormonali;
  • abuso di prendere il sole, frequenti visite al solarium;
  • malattie del sistema endocrino;
  • periodo di gravidanza e di recupero dopo il parto;
  • abuso di alcool.

Patogenesi del lupus eritematoso (meccanismo di sviluppo della malattia)

Come si sviluppa il lupus eritematoso sistemico in una persona sana? Sotto l'influenza di alcuni fattori e la funzione ridotta del sistema immunitario nel corpo fallisce, che inizia a produrre anticorpi contro le cellule "native" del corpo. Cioè, i tessuti e gli organi iniziano a essere percepiti dal corpo come oggetti alieni e viene lanciato un programma di autodistruzione.

Questa reazione corporea è di natura patogena, provocando lo sviluppo del processo infiammatorio e l'inibizione di cellule sane in vari modi. Molto spesso i vasi sanguigni e il tessuto connettivo sono interessati. Il processo patologico porta a una violazione dell'integrità della pelle, modificandone l'aspetto e riducendo la circolazione sanguigna nella lesione. Con la progressione della malattia colpisce gli organi interni e i sistemi di tutto il corpo.

Come è il lupus eritematoso: i sintomi

I sintomi del lupus eritematoso sistemico dipendono dall'area del danno e dalla gravità della malattia. I sintomi comuni della patologia sono:

  • debolezza, letargia, malessere;
  • febbre, brividi, febbre;
  • esacerbazione di tutte le malattie croniche;
  • la comparsa di chiazze rosse sulla pelle.

Nella fase iniziale dello sviluppo del processo patologico, il lupus eritematoso procede con una sintomatologia lieve, la malattia è caratterizzata da focolai di esacerbazioni, che presto passano da sole e si verifica la remissione. Questo è il più pericoloso, perché il paziente crede che tutto sia passato e spesso non cerca nemmeno aiuto medico, e in questo momento gli organi interni e i tessuti sono colpiti. Con l'esposizione ripetuta al corpo di fattori irritanti, il lupus eritematoso lampeggia con una nuova forza, solo che scorre più forte e le lesioni dei vasi sanguigni e dei tessuti sono anche più pronunciate.

Sintomi clinici locali del lupus eritematoso

Come già accennato, i sintomi del lupus eritematoso dipendono dalla posizione del processo patologico:

  • la pelle sulle guance, sotto gli occhi e sul ponte del naso appare una piccola eruzione rossa, che si fonde e forma una macchia rossa squamosa e continua. In forma, questi punti sono molto simili a ali di farfalla. I reddenings si trovano su entrambi i lati delle guance simmetricamente tra loro e sotto l'influenza dei raggi ultravioletti iniziano a staccarsi, appaiono crepe microscopiche, che in seguito diventano cicatrici e lasciano cicatrici sulla pelle;
  • membrane mucose - sullo sfondo della progressione del lupus eritematoso nella bocca e naso piaghe dolorose si formano, che possono essere singole e piccole o raggiungere grandi dimensioni e si fondono tra loro. Le ferite nella bocca e nel naso interferiscono con la normale respirazione, l'assunzione di cibo, la comunicazione e causano dolore e disagio;
  • sistema muscolo-scheletrico - il paziente sviluppa segni clinici di artrite. Molto spesso, a causa della progressione del lupus eritematoso, le articolazioni delle estremità si infiammano, ma non mostrano cambiamenti strutturali e disturbi distruttivi. Esternamente, il gonfiore nella zona delle articolazioni infiammate è chiaramente visibile, il paziente lamenta dolore, il più delle volte le piccole articolazioni sono interessate - le falangi delle dita dei piedi e delle mani;
  • organi respiratori - il tessuto polmonare è interessato, a causa del quale il paziente spesso ha la pleurite, la polmonite, che non solo disturba il benessere, ma mette anche in pericolo la vita;
  • il sistema cardiovascolare - all'interno del cuore, mentre il lupus eritematoso progredisce, cresce il tessuto connettivo, che non svolge alcuna funzione contrattile. Come risultato di questa complicanza, la valvola mitrale può crescere insieme alle valvole atriali, che minaccia il paziente con lo sviluppo di cardiopatia coronarica, insufficienza cardiaca acuta e infarto. Sullo sfondo di tutti i cambiamenti in atto, il paziente ha processi infiammatori nel muscolo cardiaco e nella sacca pericardica;
  • reni e organi urinari - spesso ci sono nefriti, pielonefriti, insufficienza renale cronica si sviluppa gradualmente. Queste condizioni minacciano la vita del paziente e possono essere fatali;
  • sistema nervoso - a seconda della gravità del lupus eritematoso, il danno al sistema nervoso centrale in un paziente può manifestarsi come mal di testa insopportabili, nevrosi e neuropatie, ictus ischemico.

Classificazione della malattia

A seconda della gravità dei sintomi della malattia, il lupus eritematoso sistemico ha diverse fasi:

  • stadio acuto - in questa fase di sviluppo, il lupus eritematoso progredisce bruscamente, le condizioni generali del paziente si deteriorano, si lamenta di costante affaticamento, aumento della temperatura fino a 39-40 gradi, febbre, dolore e muscoli doloranti. Il quadro clinico si sta sviluppando rapidamente, in appena un mese la malattia copre tutti gli organi e i tessuti del corpo. La prognosi del lupus eritematoso acuto non è confortante e spesso l'aspettativa di vita del paziente non supera i 2 anni;
  • stadio subacuto - il tasso di progressione della malattia e la gravità dei sintomi clinici non è lo stesso che nella fase acuta e dal momento della malattia fino a quando l'insorgenza dei sintomi può richiedere più di 1 anno. In questa fase, la malattia viene spesso sostituita da periodi di esacerbazioni e di remissione stabile, la prognosi è generalmente favorevole e le condizioni del paziente dipendono direttamente dall'adeguatezza del trattamento prescritto;
  • forma cronica - la malattia ha una forma lenta del corso, i sintomi clinici sono lievi, gli organi interni non sono quasi influenzati e il corpo nel suo complesso funziona normalmente. Nonostante il lupus eritematoso relativamente lieve, in questa fase è impossibile curare la malattia, l'unica cosa che si può fare è di alleviare la gravità dei sintomi con l'aiuto di medicinali al momento della riacutizzazione.

Metodi di diagnosi del lupus eritematoso

Per confermare la diagnosi di lupus eritematoso condotta diagnostica differenziale. Questo è necessario perché ogni sintomo della malattia segnala la patologia di un particolare organo. Per fare una diagnosi, i medici usano un sistema sviluppato dall'American Rheumatological Association of Specialists. La regola principale per confermare la diagnosi di "lupus eritematoso sistemico" è la presenza di 4 o più sintomi in un paziente degli 11 elencati, che ha raccolto le principali manifestazioni di patologia:

  • eritema sul viso sotto forma di ali di farfalla - caratterizzato dalla formazione di punti rossi squamosi simmetrici l'uno nell'altro nelle guance e zigomi. Sulla superficie delle macchie si formano microscopici microscopici, che vengono successivamente sostituiti da cambiamenti cicatriziali;
  • eruzioni discoide sulla pelle - macchie rosse asimmetriche sotto forma di placche appaiono sulla superficie della pelle, traballanti, che si spezzano e vengono sostituite da cicatrici;
  • fotosensibilità - pigmentazione sulla pelle, che viene esaltata dalla luce solare diretta o dall'illuminazione artificiale ultravioletta;
  • formazione di ulcere - si formano ulcere dolorose di piccole e grandi dimensioni sulle mucose della bocca e del naso, che interferiscono con la respirazione, il mangiare, il parlare e sono accompagnate da sensazioni dolorose pronunciate;
  • sintomi di artrite - i processi incendiari si sviluppano in piccole giunture, ma non c'è nessuna deformazione e rigidità di movimenti, come in poliartrite;
  • infiammazione sierosa - danno al tessuto polmonare e al tessuto cardiaco. Il paziente spesso sviluppa pleurite e pericardite;
  • da parte del sistema urinario - frequente pielonefrite, pielity, comparsa di proteine ​​nelle urine, progressione dell'insufficienza renale;
  • da parte del sistema nervoso centrale: irritabilità, sovraeccitazione psico-emotiva, psicosi, crisi isteriche senza motivo apparente;
  • sistema circolatorio - riducendo il numero di piastrine e linfociti nel sangue, modificando la composizione del sangue;
  • il sistema immunitario - falso positivo Wasserman (test per la sifilide), il rilevamento di titoli anticorpali e antigeni nel sangue;
  • un aumento degli anticorpi antinucleari senza apparente motivo.

Naturalmente, questi 11 parametri sono piuttosto indiretti e possono essere osservati in qualsiasi altra patologia. Per quanto riguarda il lupus eritematoso, la diagnosi definitiva può essere fatta solo se il paziente ha 4 o più segni dalla lista. In primo luogo, una diagnosi preliminare o lupus eritematoso è discutibile, dopo di che il paziente viene rinviato per un esame dettagliato e mirato.

Un ruolo enorme nella diagnosi data alla raccolta accurata dell'anamnesi, comprese le caratteristiche genetiche. Il medico deve scoprire esattamente che cosa il paziente era stato ammalato nell'ultimo anno e in che modo è stata trattata la malattia.

Trattamento del lupus eritematoso

La terapia farmacologica per un paziente con lupus eritematoso sistemico viene scelta individualmente, a seconda del decorso della malattia, dello stadio, della gravità dei sintomi e delle caratteristiche dell'organismo.

Il ricovero in ospedale del paziente è necessario se ha una o più manifestazioni cliniche di lupus eritematoso:

  • per lungo tempo la temperatura corporea è mantenuta sopra i 38 gradi e non viene abbattuta da farmaci antipiretici;
  • sospetto attacco cardiaco, ictus, polmonite, grave danno al sistema nervoso centrale;
  • depressione della mente del paziente;
  • il rapido declino dei leucociti nel sangue;
  • progressione acuta dei segni clinici del lupus eritematoso sistemico.

Se necessario, il paziente è riferito a specialisti stretti - a un nefrologo per danno renale, a un cardiologo per malattie cardiache, a un pneumologo per polmonite e pleurite.

La terapia generale standard per il lupus eritematoso sistemico comprende:

  • Terapia ormonale - Prednisolone, la ciclofosfamide è prescritta durante un periodo di esacerbazione acuta della malattia. A seconda della gravità del quadro clinico e della gravità del decorso della malattia, viene prescritto un uso singolo di farmaci ormonali o il loro uso per più giorni;
  • Diclofenac: le iniezioni di farmaci sono prescritte quando compaiono segni di infiammazione delle piccole articolazioni;
  • Farmaci antipiretici a base di ibuprofen o paracetamolo - è prescritto quando la temperatura corporea supera i 38 gradi.

Per eliminare il peeling, l'ammollo e il bruciore della pelle nell'area del danno e delle macchie rosse, il medico seleziona il paziente con unguenti e creme speciali, che includono agenti ormonali.

Particolare attenzione è rivolta al mantenimento del sistema immunitario del paziente. Durante il periodo di remissione del lupus eritematoso vengono prescritti immunostimolanti, complessi vitaminici e procedure fisioterapiche. È possibile utilizzare agenti immunostimolanti solo durante il periodo di attenuazione dei segni clinici acuti della malattia, altrimenti le condizioni del paziente possono deteriorarsi bruscamente.

prospettiva

Il lupus eritematoso non è una frase, in quanto anche con una tale malattia si può vivere felici e contenti. Il punto chiave di una prognosi favorevole della malattia è la ricerca tempestiva di un aiuto medico, una diagnosi corretta e seguendo tutte le raccomandazioni del medico.

Il rischio di complicazioni e di progressione del lupus eritematoso è molto più alto se il paziente ha malattie infettive croniche, vaccina o soffre spesso di raffreddore. Dati questi dati, tali pazienti dovrebbero prestare attenzione alla loro salute e in ogni modo evitare l'influenza di tendenze negative sul corpo.

Lupus eritematoso

Questa malattia è accompagnata da una violazione del sistema immunitario, con conseguente infiammazione dei muscoli, altri tessuti e organi. Il lupus eritematoso si verifica con periodi di remissione ed esacerbazione, mentre lo sviluppo della malattia è difficile da prevedere; nel corso della progressione e dell'emergenza di nuovi sintomi, la malattia porta alla formazione di fallimento di uno o più organi.

Cos'è il lupus eritematoso

Questa è una patologia autoimmune in cui sono colpiti reni, vasi sanguigni, tessuti connettivi e altri organi e sistemi. Se, nello stato normale, il corpo umano produce anticorpi in grado di attaccare organismi estranei che cadono all'esterno, quindi in presenza di una malattia, il corpo produce un gran numero di anticorpi alle cellule del corpo e dei loro componenti. Di conseguenza, si forma un processo infiammatorio complesso immunitario, il cui sviluppo porta alla disfunzione di vari elementi del corpo. Lupus sistemico colpisce gli organi interni ed esterni, tra cui:

motivi

L'eziologia del lupus sistemico non è ancora chiara. I medici suggeriscono che la causa della malattia sono i virus (RNA, ecc.). Inoltre, un fattore di rischio per lo sviluppo della patologia è una predisposizione ereditaria ad esso. Le donne soffrono di lupus eritematoso circa 10 volte più spesso degli uomini, a causa delle peculiarità del loro sistema ormonale (c'è un'alta concentrazione di estrogeni nel sangue). La ragione per cui la malattia si manifesta meno frequentemente negli uomini è l'effetto protettivo che hanno gli androgeni (ormoni sessuali maschili). Aumentare il rischio di SLE può:

  • infezione batterica;
  • prendere medicine;
  • danno virale.

Meccanismo di sviluppo

Un sistema immunitario normalmente funzionante produce sostanze per combattere gli antigeni di eventuali infezioni. Nel lupus sistemico, gli anticorpi distruggono intenzionalmente le proprie cellule nel corpo, mentre causano una disorganizzazione assoluta del tessuto connettivo. Di norma, i pazienti mostrano cambiamenti fibroma, ma altre cellule sono suscettibili al gonfiore del mucoide. Nelle unità strutturali colpite della pelle, il nucleo viene distrutto.

Oltre ai danni alle cellule della pelle, particelle di plasma e linfoidi, istiociti e neutrofili iniziano ad accumularsi nelle pareti dei vasi. Le cellule immunitarie si insediano attorno al nucleo distrutto, che è chiamato il fenomeno della "rosetta". Sotto l'influenza di complessi aggressivi di antigeni e anticorpi, vengono rilasciati enzimi lisosomi, che stimolano l'infiammazione e portano a danni al tessuto connettivo. Nuovi antigeni con anticorpi (autoanticorpi) sono formati dai prodotti di degradazione. Come risultato di infiammazione cronica, si verifica la sclerosi dei tessuti.

Forme della malattia

A seconda della gravità dei sintomi della patologia, la malattia sistemica ha una certa classificazione. Le varietà cliniche di lupus eritematoso sistemico includono:

  1. Forma acuta In questa fase, la malattia progredisce bruscamente e le condizioni generali del paziente peggiorano, mentre lamenta stanchezza costante, temperatura elevata (fino a 40 gradi), dolore, febbre e dolori muscolari. La sintomatologia della malattia si sta sviluppando rapidamente e nel giro di un mese colpisce tutti i tessuti e gli organi di una persona. La prognosi del LES acuto non è confortante: spesso l'aspettativa di vita del paziente con tale diagnosi non supera i 2 anni.
  2. Forma subacuta. Dal momento della comparsa della malattia e prima dell'inizio dei sintomi può richiedere più di un anno. Per questo tipo di malattia caratteristico frequente cambiamento dei periodi di esacerbazione e remissione. La prognosi è favorevole e le condizioni del paziente dipendono dal trattamento scelto dal medico.
  3. Cronica. La malattia è lenta, i sintomi hanno un'espressione debole, gli organi interni sono praticamente intatti, quindi il corpo funziona normalmente. Nonostante il corso lieve della patologia, è praticamente impossibile curarlo in questa fase. L'unica cosa che si può fare è alleviare la condizione di una persona con l'aiuto di medicinali in caso di peggioramento di SLE.

È necessario distinguere le malattie della pelle legate al lupus eritematoso, ma non sistemiche e non avere una lesione generalizzata. Queste patologie includono:

  • lupus discoide (eruzione cutanea rossa sul viso, sulla testa o su altre parti del corpo, leggermente sollevata sopra la pelle);
  • lupus (infiammazione delle articolazioni, eruzione cutanea, febbre alta, dolore allo sterno associato all'assunzione di droghe, dopo il loro ritiro i sintomi scompaiono);
  • lupus neonatale (raramente espresso, colpisce il neonato se la madre ha una malattia del sistema immunitario, la malattia è accompagnata da anomalie del fegato, eruzioni cutanee, malattie cardiache).

Come si manifesta il lupus

I sintomi principali che si manifestano nel LES comprendono affaticamento grave, eruzioni cutanee e dolore alle articolazioni. Con la progressione della patologia, i problemi con il lavoro del cuore, del sistema nervoso, dei reni, dei polmoni e delle navi diventano attuali. Il quadro clinico della malattia in ciascun caso è individuale, poiché dipende da quali organi sono interessati e da quale grado di danno hanno.

Sulla pelle

Il danno tissutale all'inizio della malattia si verifica in circa un quarto dei pazienti, nel 60-70% dei pazienti con LES, la sindrome della pelle è evidente in seguito e in altri casi non si verifica affatto. Di norma, le aree del corpo che sono aperte al sole sono tipiche per la localizzazione di una lesione: una faccia (una zona a forma di farfalla: naso, guance), spalle, collo. Le lesioni sono simili a eritema (eritematoso), in quanto hanno l'aspetto di placche rosse squamose. Lungo i bordi delle lesioni vi sono capillari dilatati e aree con eccesso / mancanza di pigmento.

Oltre al viso e ad altre aree del corpo esposte alla luce solare, il lupus sistemico colpisce il cuoio capelluto. Di norma, questa manifestazione è localizzata nella regione temporale, mentre i capelli cadono su un'area limitata della testa (alopecia locale). Nel 30-60% dei pazienti con SLE, vi è una notevole ipersensibilità alla luce solare (fotosensibilizzazione).

Nei reni

Molto spesso il lupus eritematoso colpisce i reni: circa la metà dei pazienti presenta danni all'apparato renale. Un sintomo frequente di ciò è la presenza di proteine ​​nelle urine, nei cilindri e nei globuli rossi, di regola non vengono rilevati all'inizio della malattia. I principali segni che SLE ha colpito i reni sono:

  • nefrite membranosa;
  • glomerulonefrite proliferativa.

Nelle articolazioni

L'artrite reumatoide è spesso diagnosticata con lupus: in 9 casi su 10 è non deformante e non erosiva. Il più delle volte, la malattia colpisce le articolazioni del ginocchio, le dita, i polsi. Inoltre, i pazienti con LES a volte sviluppano l'osteoporosi (diminuzione della densità ossea). Spesso i pazienti lamentano dolori muscolari e debolezza muscolare. L'infiammazione immunitaria è trattata con farmaci ormonali (corticosteroidi).

Sul mucoso

La malattia si manifesta nella mucosa orale e nel nasofaringe sotto forma di ulcere, che non provocano sensazioni dolorose. La sconfitta delle mucose è fissata in 1 dei 4 casi. Per questo è caratteristico:

  • diminuzione della pigmentazione, margine delle labbra rosse (cheilite);
  • ulcerazione della bocca / naso, emorragie puntate.

Sulle navi

Lupus eritematoso è in grado di infettare tutte le strutture del cuore, tra cui l'endocardio, il pericardio e il miocardio, i vasi coronarici, le valvole. Tuttavia, il danno al rivestimento esterno dell'organo si verifica più frequentemente. Malattie che possono derivare da SLE:

  • pericardite (infiammazione delle membrane sierose del muscolo cardiaco, manifestata da dolori sordo al petto);
  • miocardite (infiammazione del muscolo cardiaco, accompagnata da disturbi del ritmo, impulsi nervosi, insufficienza d'organo acuta / cronica);
  • disfunzione delle valvole cardiache;
  • danno ai vasi coronarici (può svilupparsi in tenera età in pazienti con LES);
  • danno al lato interno dei vasi sanguigni (con questo aumenta il rischio di aterosclerosi);
  • danni ai vasi linfatici (manifestati dalla trombosi delle estremità e degli organi interni, pannicolite - linfonodi sottocutanei dolorosi e reticularis - macchie blu che formano lo schema della griglia).

Sul sistema nervoso

I medici suggeriscono che il fallimento del sistema nervoso centrale è causato da danni ai vasi cerebrali e dalla formazione di anticorpi ai neuroni - cellule responsabili dell'alimentazione e della protezione del corpo, nonché delle cellule immunitarie (linfociti.) I segni chiave che la malattia ha colpito le strutture nervose del cervello - questo :

  • psicosi, paranoia, allucinazioni;
  • emicrania;
  • Morbo di Parkinson, corea;
  • depressione, irritabilità;
  • ictus cerebrale;
  • polineurite, mononeurite, meningite di tipo asettico;
  • encefalopatia;
  • neuropatia, mielopatia, ecc.

sintomi

La malattia sistemica ha una lunga lista di sintomi, con periodi di remissione e complicazioni. L'inizio della patologia può essere fulmineo o graduale. I sintomi del lupus dipendono dalla forma della malattia e, dato che appartiene alla categoria delle patologie multiorganiche, i sintomi clinici possono essere variati. Le forme non gravi di SLE sono limitate solo al danno alla pelle o alle articolazioni, i tipi più gravi della malattia sono accompagnati da altre manifestazioni. I sintomi caratteristici della malattia includono i seguenti:

  • occhi gonfi, articolazioni degli arti inferiori;
  • dolore muscolare / articolare;
  • linfonodi ingrossati;
  • vampate di calore;
  • aumento della fatica, debolezza;
  • rosso, simile alle eruzioni allergiche sul viso;
  • febbre gratuita;
  • Dita blu, mani, piedi dopo lo stress, contatto con il freddo;
  • alopecia;
  • dolore quando inspiri (parla di danno al rivestimento dei polmoni);
  • sensibilità alla luce solare.

Primi segni

I primi sintomi includono la temperatura, che varia entro i limiti di 38039 gradi e può durare per diversi mesi. Dopo questo, il paziente ha altri segni di SLE, tra cui:

  • artrosi delle articolazioni piccole / grandi (può passare indipendentemente, quindi riapparire con maggiore intensità);
  • eruzione cutanea a forma di farfalla sul viso, eruzioni cutanee sulle spalle, petto;
  • infiammazione dei linfonodi cervicali e ascellari;
  • in caso di gravi lesioni del corpo, gli organi interni soffrono - reni, fegato, cuore, che si riflette nella violazione del loro lavoro.

Nei bambini

In tenera età, il lupus eritematoso si manifesta con numerosi sintomi, che interessano progressivamente vari organi del bambino. Allo stesso tempo, i medici non possono prevedere quale sistema fallirà successivamente. I primi segni di patologia possono assomigliare a comuni allergie o dermatiti; tale patogenesi della malattia causa difficoltà nella diagnosi. I sintomi di SLE nei bambini possono essere:

  • La distrofia;
  • assottigliamento della pelle, fotosensibilità;
  • febbre, accompagnata da sudorazione abbondante, brividi;
  • eruzioni allergiche;
  • la dermatite, di regola, dapprima localizzata sulle guance, sul naso (ha la forma di un'eruzione verrucosa, vesciche, edema, ecc.);
  • dolori articolari;
  • unghie fragili;
  • necrosi a portata di mano, palme;
  • alopecia, fino a completa calvizie;
  • convulsioni;
  • disturbi mentali (nervosismo, malumore, ecc.);
  • stomatite che non è curabile

diagnostica

Per stabilire la diagnosi, i medici usano un sistema sviluppato dai reumatologi americani. Per confermare che il paziente ha il lupus eritematoso, il paziente deve avere almeno 4 dei 11 sintomi elencati:

  • eritema sulla faccia a forma di farfalla;
  • fotosensibilità (pigmentazione del viso, aggravata dall'esposizione alla luce solare o alle radiazioni UV);
  • eruzione cutanea discoidale (macchie rosse asimmetriche che si staccano e si spezzano, con aree di ipercheratosi con bordi frastagliati);
  • sintomi di artrite;
  • ulcerazione delle mucose della bocca, naso;
  • disturbi del sistema nervoso centrale - psicosi, irritabilità, isteria senza causa, patologie neurologiche, ecc.;
  • infiammazione sierosa;
  • frequente pielonefrite, comparsa nell'urina di proteine, sviluppo di insufficienza renale;
  • analisi falsa positiva di Wasserman, rilevamento di titoli di antigeni e anticorpi nel sangue;
  • riduzione delle piastrine e dei linfociti nel sangue, modificandone la composizione;
  • aumento irragionevole di anticorpi antinucleari.

Lo specialista effettua la diagnosi definitiva solo se ci sono quattro o più segni dall'elenco sopra. Quando il verdetto è in questione, il paziente viene indirizzato a un esame ristretto e dettagliato. Un grande ruolo nella diagnosi di SLE, il medico assegna l'anamnesi e lo studio dei fattori genetici. Il medico deve scoprire quali malattie ha avuto il paziente durante l'ultimo anno di vita e come sono state trattate.

trattamento

SLE è una malattia di tipo cronico in cui è impossibile una cura completa del paziente. Gli obiettivi della terapia sono di ridurre l'attività del processo patologico, ripristinare e preservare le capacità funzionali del sistema / degli organi interessati, prevenire le esacerbazioni per ottenere una maggiore aspettativa di vita per i pazienti e migliorare la qualità della vita. Il trattamento del lupus comporta l'assunzione obbligatoria di medicinali, che il medico prescrive singolarmente per ciascun paziente, a seconda delle caratteristiche del corpo e dello stadio della malattia.

I pazienti sono ospedalizzati nei casi in cui hanno una o più delle seguenti manifestazioni cliniche del disturbo:

  • sospetto di ictus, infarto, grave danno al sistema nervoso centrale, polmonite;
  • un innalzamento della temperatura superiore a 38 gradi per un lungo periodo (la febbre non può essere eliminata con l'aiuto di agenti antipiretici);
  • depressione della coscienza;
  • una brusca diminuzione dei leucociti nel sangue;
  • rapida progressione dei sintomi della malattia.

Quando si presenta la necessità, il paziente viene indirizzato a specialisti come un cardiologo, un nefrologo o un pneumologo. Il trattamento standard per SLE include:

  • terapia ormonale (farmaci prescritti dal gruppo glucocorticoide, ad esempio, Prednisolone, Ciclofosfamide, ecc.);
  • farmaci anti-infiammatori (di solito Diclofenac in fiale);
  • farmaci antipiretici (a base di paracetamolo o ibuprofene).

Per alleviare il bruciore, desquamazione della pelle, il medico prescrive creme e unguenti a base di ormoni al paziente. Particolare attenzione durante il trattamento del lupus eritematoso viene pagata per mantenere l'immunità del paziente. Durante la remissione, al paziente vengono prescritte vitamine complesse, immunostimolanti e manipolazioni fisioterapiche. I farmaci che stimolano il lavoro del sistema immunitario come l'azatioprina vengono assunti solo durante una pausa di malattia, altrimenti le condizioni del paziente possono peggiorare drasticamente.

Lupus eritematoso acuto

Il trattamento deve iniziare in ospedale il prima possibile. Il corso terapeutico dovrebbe essere lungo e costante (senza interruzioni). Durante la fase attiva della patologia, i glucocorticoidi vengono somministrati al paziente in grandi dosi, iniziando con 60 mg di Prednisolone e aumentando per 3 mesi di ulteriori 35 mg. Ridurre lentamente il volume del farmaco, passando alle pillole. Dopo aver assegnato singolarmente la dose di mantenimento del farmaco (5-10 mg).

Per prevenire una violazione del metabolismo dei minerali, i preparati di potassio vengono prescritti contemporaneamente alla terapia ormonale (panangina, soluzione di acetato di potassio, ecc.). Dopo il completamento della fase acuta della malattia, il trattamento complesso con corticosteroidi viene effettuato in dosi ridotte o di mantenimento. Inoltre, il paziente assume farmaci amino-amminici (1 compressa di Delagin o Plaquenil).

cronico

Prima si inizia il trattamento, maggiori sono le possibilità per il paziente di evitare effetti irreversibili nel corpo. La terapia della patologia cronica include necessariamente l'assunzione di farmaci anti-infiammatori, farmaci che sopprimono l'attività del sistema immunitario (immunosoppressori) e i farmaci ormonali corticosteroidi. Tuttavia, solo la metà dei pazienti raggiunge il successo nel trattamento. In assenza di dinamiche positive, viene eseguita la terapia con cellule staminali. Di regola, l'aggressione autoimmune è quindi assente.

Cos'è pericoloso il lupus eritematoso

Alcuni pazienti con tale diagnosi sviluppano gravi complicazioni: il lavoro del cuore, dei reni, dei polmoni, di altri organi e sistemi è disturbato. La forma più pericolosa della malattia è sistemica, il che danneggia anche la placenta durante la gravidanza, a seguito della quale porta alla paralisi del feto o alla sua morte. Gli autoanticorpi sono in grado di penetrare la placenta e causare la malattia neonatale (congenita) nel neonato. In questo caso, il bambino appare sindrome della pelle, che passa dopo 2-3 mesi.

Quanti vivono con il lupus eritematoso

Grazie a medicine moderne, i pazienti possono vivere per più di 20 anni dopo la diagnosi della malattia. Lo sviluppo della patologia avviene a velocità diverse: in alcune persone i sintomi aumentano gradualmente l'intensità, in altri aumenta rapidamente. La maggior parte dei pazienti continua a vivere il proprio stile di vita abituale, ma con un decorso grave della malattia, la capacità di lavorare viene persa a causa di gravi dolori articolari, affaticamento e disturbi del SNC. La durata e la qualità della vita di SLE dipendono dalla gravità dei sintomi dell'insufficienza multiorgano.

Un'Altra Pubblicazione Sulle Allergie

Epigen - spray intimo antivirale

Le donne usano Epigen per le malattie virali urogenitali. Lo spray non contiene componenti dannosi e sanifica bene i genitali. Il farmaco non viola la microflora naturale, ma interrompe i processi infettivi e aiuta a mantenere l'igiene delle mucose.


Eruzione cutanea rossa su gambe in bambini e adulti

Le eruzioni cutanee possono apparire in qualsiasi persona e ci sono molte ragioni per questo. Forse questa è una reazione allergica, forse una malattia della pelle, e forse malattie degli organi interni.


Trattamento efficace delle macchie marroni sul collo

La pigmentazione sulla pelle si verifica nelle persone di qualsiasi fascia di età. Questo accade se la melanina è prodotta in eccesso nel corpo umano.


Suggerimento 1: come sbarazzarsi delle verruche genitali

Dopo aver rimosso le verruche, seguire un ciclo di terapia conservativa per ridurre l'attività del papillomavirus umano e prevenire la recidiva. I seguenti gruppi di farmaci sono usati per questo: interferoni e induttori dell'interferone endogeno; immunomodulatori locali, sistemici e metabolici; farmaci antitumorali e immunostimolanti non specifici (vitamine, ecc.).