Cancelliamo le cicatrici postoperatorie con unguenti, lucidanti, iniezioni

Qualsiasi operazione - pianificata o eseguita con urgenza - è stressante per l'organismo, in risposta al quale attiva un'intera cascata di reazioni. Sono anche lanciati nella pelle su cui è fatta l'incisione. E quanto maggiore è l'intervento, tanto peggio è l'apporto di sangue al tessuto tegumentario e tanto più le caratteristiche genetiche nei suoi sistemi enzimatici, tanto maggiore è la probabilità che cicatrici postoperatorie appaiano nei siti di incisione.

In modo che non rovinino l'aspetto, non dettino lo stile dei vestiti da indossare e non causino la sensazione di fastidio dei tessuti circostanti, dovrebbero essere rimossi. Parleremo dei modi in cui ciò può essere fatto.

Perché compaiono le cicatrici postoperatorie?

La formazione di tali difetti dipende da molti fattori:

  • C'era un'incisione lungo le linee di Langer (questo è un diagramma convenzionale che mostra in quale direzione la pelle si allungherà il più possibile su una particolare area del corpo).
  • Se un accesso operativo passa sopra una protuberanza ossea o lungo un tratto soggetto a tensione o è costretto a spostarsi frequentemente. Per il trattamento di malattie o chirurgia plastica, l'incisione non viene eseguita in tali luoghi, ma se l'intervento è stato eseguito con lesioni, per rimuovere un corpo estraneo o un tumore, queste caratteristiche non potrebbero essere prese in considerazione.
  • La scala dell'operazione: se l'intervento è stato effettuato negli organi interni, dopo l'incisione, la pelle è stata allungata per raggiungere l'organo addominale desiderato. Tale stiramento, soprattutto in condizioni di insufficiente apporto di sangue al tessuto epiteliale (questo aumenta con l'età) aumenta la possibilità di cicatrici.
  • Come la sutura postoperatoria è stata applicata sulla pelle - è stato fatto qualche punto o il chirurgo ha usato la tecnica intracutanea (usando una linea che collega 2 innesti cutanei senza interrompere il suo turno). Alcuni interventi - a causa della gravità dello strato di grasso sottocutaneo - sono costretti a terminare con l'installazione di dispositivi che consentono di "stringere" la pelle. In questo caso, la possibilità di formazione di cicatrici è del 99%.
  • Si è verificata la suppuration o la divergenza della giunzione? Questi fattori aumentano la possibilità di uno sviluppo eccessivo del tessuto cicatriziale nei siti di incisione.
  • C'è una tendenza a formare cheloidi, che è geneticamente determinato.

Tipi di cicatrici postoperatorie

Come rimuovere la cicatrice dopo l'intervento chirurgico, decide un dermatologo, valutando il tipo di difetto. Ci sono 3 tipi.

Normalmente, dopo il danneggiamento della pelle, iniziano 2 processi della direzione opposta. Il primo è la formazione di tessuto connettivo (cioè cicatrice), il secondo è la sua divisione. Quando sono abbinati, si forma una cicatrice normotropica, un sottile difetto dello stesso colore della pelle circostante.

Se la dissoluzione del tessuto cicatriziale prevale sulla sua formazione, la cicatrice assomiglierà a una fossa e sarà chiamata atrofica. Tali difetti si formano più spesso dopo quelle operazioni che non richiedevano punti: rimozione di papillomi, talpe e verruche.

Con la prevalenza dell'educazione sulla distruzione appare rosata e sporgente al di sopra della pelle cicatrice ipertrofica. La suppurazione o il trauma permanente della zona della ferita contribuisce al suo aspetto. Si forma quando l'operazione è stata effettuata nell'area di una grande quantità di grasso sottocutaneo. La probabilità di tali difetti si riduce se, dopo aver rimosso le suture, viene usato un unguento per guarire cicatrici dopo l'operazione: Levomekol, Actovegin, Methyluracilium o Solcoseryl.

Se c'è una predisposizione genetica della pelle, si può formare una cicatrice cheloide. È una pelle rosa o di colore biancastro sopra il resto della pelle, liscia e lucente. Inizia a crescere dopo 1-3 mesi dalla rimozione delle suture. La possibilità che si verifichi aumenta, se la pelle è scura, l'operazione è stata eseguita sul torace, l'intervento è stato eseguito durante la gravidanza o l'adolescenza. L'aspetto di questo tipo di difetto non può essere prevenuto.

Metodi per la rimozione della cicatrice

La scelta del metodo con cui la rimozione delle cicatrici e delle cicatrici postoperatorie deve essere effettuata è di competenza del dermato-cosmetologo. Solo lui, sulla base di una valutazione non solo del tipo di difetto della pelle, ma anche dell'erogazione di sangue al tessuto epiteliale, può decidere se:

  • unguento per cicatrici dopo l'intervento chirurgico;
  • metodo di trattamento a iniezione (mesoterapia, iniezioni del farmaco colost o iniezioni di steroidi);
  • metodi di esposizione fisioterapici;
  • dermoabrasione profonda;
  • metodi di peeling chimico di cambiamenti cicatriziali;
  • massaggio con rullo aspirante;
  • una delle mini-operazioni in cui la cicatrice può essere rimossa dall'esposizione all'azoto liquido o da un laser o da impulsi di corrente;
  • chirurgia plastica

Non è necessario auto-medicare: un rimedio popolare per le cicatrici postoperatorie spesso diventa una perdita di tempo, motivo per cui in seguito anche il laser diventa difficile far fronte a loro. Un dermatologo ti dirà esattamente quando provare l'unguento e quando saranno necessari metodi più aggressivi.

Come trattare le cicatrici postoperatorie a casa

A casa, è possibile utilizzare prodotti locali come: creme per succhiare cicatrici dopo l'intervento chirurgico, preparati per unguenti, cerotti speciali. Un aiuto eccellente per tale terapia è l'uso di procedure fisioterapeutiche (fonoforesi con lidaza e idrocortisone) e metodi di compressione (trattamento a pressione, quando le stesse preparazioni sono applicate sotto bende a pressione).

I farmaci più raccomandati per la suzione sono i seguenti.

Kelofibraza

Questo è un farmaco a base di urea, una sostanza che scioglie i tessuti, e anche eparina di sodio, un composto che assottiglia il sangue (migliora la microcircolazione) e ha un effetto anti-infiammatorio. Efficace per eliminare nuove cicatrici postoperatorie.

Kontraktubeks

Questo è un gel a base di estratto di cipolla, che ha un effetto antinfiammatorio. Inibisce la crescita delle cellule che danno origine a tessuto cicatriziale. Questo include l'eparina, che ha un effetto antinfiammatorio e antiallergico, che ammorbidisce i tessuti cicatriziali. La terza sostanza principale del farmaco è l'allantoina, che promuove la guarigione delle ferite, che aumenta la capacità dei tessuti di legare l'acqua.

Gel e spray Kelo-Cat

I farmaci sono a base di silicone e polisilossano. Insieme formano una pellicola sulla superficie della cicatrice, che impedirà la crescita del tessuto cicatriziale, ripristina l'equilibrio idrico interstiziale, elimina il prurito, la sensazione di oppressione della pelle.

Dermatiks

Include biossido di silicio (particelle abrasive) e polisilossani. La sua azione differisce poco dall'effetto Kelo-cat: idrata la pelle, eliminando il prurito, combattendo con le cicatrici e l'aspetto della pigmentazione su di loro.

Skargard

Questa è una crema dalle cicatrici dopo l'intervento chirurgico. Contiene silicone, le cui azioni sono descritte sopra, idrocortisone, un ormone che ha un effetto antinfiammatorio pronunciato e vitamina E, che ammorbidisce il tessuto cicatriziale.

Gel Fermencol

È costituito da enzimi che distruggono il collagene (le fibre di collagene sono alla base del tessuto cicatriziale). Può essere utilizzato per il trattamento di nuove cicatrici postoperatorie, nonché per coloro che hanno più di 6 anni. In quest'ultimo caso, è meglio non spalmare la cicatrice, ma usare il Fermencol sotto l'influenza dell'elettroforesi.

Klirvin

Questo è un unguento a base di ingredienti naturali, realizzato secondo una ricetta ayurvedica. Grazie ai suoi principi attivi, penetra nella profondità dei tessuti, "scambia" la rigenerazione in essi, in modo che essi stessi inizino a forzare il difetto della cicatrice, sostituendolo con la pelle normale.

Patch per la cicatrice di Mepiderm

Questo è un cerotto siliconico, combinato con un impacco

strato di ioni (compressione). Un tale complesso crea sufficiente umidità nel tessuto cicatriziale, che porta al suo rapido riassorbimento.

Ha varie dimensioni che ti permettono di sceglierlo individualmente. Il suo colore è carne. Prima di applicare la pelle deve essere trattata con lozione acquosa, asciugare con un panno asciutto. Si consiglia di rimuovere nel sito di applicazione dei capelli.

Controindicazioni al trattamento a casa

È meglio non risolvere il problema di come spalmare la cicatrice che si è formata, mentre al posto del difetto ci sono condizioni come:

  • arrossamento;
  • herpes;
  • l'aspetto dei vasi sanguigni rossastri;
  • manifestazioni di eczema: aree piangenti con vesciche separate e croste su di loro.

È controindicato iniziare il trattamento delle cicatrici in caso di esacerbazione di una malattia cronica esistente, con allergie, in particolare con le sue manifestazioni cutanee, durante qualsiasi malattia infettiva.

Trattamento nell'ufficio del dermatologo

Considera quali metodi di correzione della cicatrice sono offerti dai professionisti.

Mesoterapia

Il metodo consiste nell'introduzione di un "cocktail" di acido ialuronico (il principale "filler" naturale della pelle), vitamine ed enzimi nell'area vicino al rumine. L'efficacia del metodo è bassa.

Introduzione di ormoni glucocorticoidi

Il metodo si basa sull'introduzione di farmaci a base di analoghi sintetici ormonali prodotti nelle ghiandole surrenali umane (Acetato di Triamcinolone, Sospensione di Idrocortisone) nel tessuto cicatriziale. Lì, avendo un effetto antinfiammatorio pronunciato, dovrebbero interrompere la produzione di tessuto connettivo e questo ridurrà significativamente la cicatrice dopo l'intervento chirurgico.

Ecco come vengono trattate le cicatrici ipertrofiche e cheloidi.

bucce

Questo è il nome per l'esfoliazione degli strati superficiali della pelle all'interno dell'epidermide in modo che nuovi strati già sani appaiano al loro posto. Poiché la cicatrice non è l'epidermide, ma il tessuto connettivo, non si può avere paura di infliggere danni più profondi (lo strato germinale non si deformerà per la sua assenza).

Per il trattamento delle cicatrici, il peeling meccanico (microdermoabrasione, l'uso di particelle abrasive fini, la dermoabrasione profonda) o il suo analogo chimico viene eseguito quando si utilizzano acidi (ad esempio TCA).

Rimozione della cicatrice con dermoabrasione meccanica profonda

crioterapia

La base: gli effetti dell'azoto liquido. Provoca la necrosi del tessuto patologico, nel luogo in cui si forma la pelle sana.

La profondità della crioterapia è al 100% incontrollabile. Per rimuovere la cicatrice potrebbe essere necessario più di una procedura. Guarendo dopo ognuno di loro fino a 14 giorni, la ferita è bagnata, può essere infettata.

Lucidatura laser

Questo è il modo migliore per rimuovere le cicatrici dopo l'intervento chirurgico. Implica l'applicazione di microbruci sulla zona del difetto stesso (per questo motivo, la cicatrice viene "pressata"), e in una piccola area lungo il suo perimetro. Come risultato dell'ultima esposizione inizia a formare una pelle sana, che sposta la cicatrice.

Per una correzione completa, potrebbe essere necessario non 1, ma diverse procedure di resurfacing laser. La guarigione avviene sotto una crosta secca, quindi l'infezione è impossibile qui. La crosta scompare in 10 giorni.

Correzione della cicatrice laser

Trattamento chirurgico

Come sbarazzarsi di una cicatrice dopo l'intervento chirurgico, se occupa una vasta area, è cheloide o ipertrofica, i chirurghi plastici sanno. Esse asportano il tessuto cicatriziale, dopodiché o impongono immediatamente punti cosmetici o chiudono il difetto con un lembo della loro stessa pelle. Il lembo è pre-preparato in modo da non perdere l'afflusso di sangue.

Cicatrice, cicatrice dopo l'intervento

Come è noto, la formazione di cicatrici dopo ferite sulla pelle in lesioni e operazioni è una regolarità biologica ed è percepita da chirurghi e pazienti come un male inevitabile. Per la pratica, è importante che la formazione finale della cicatrice sia completata solo dopo 6-12 mesi dopo l'operazione, e allo stesso tempo la qualità della cicatrice inizia a essere valutata dal paziente.

Si tratta di una cosa - il trattamento chirurgico delle lesioni o condizioni di pericolo di vita, poi un chirurgo, in primo luogo non pensare al futuro della cicatrice bellezza, ma la guarigione della ferita senza complicazioni. In questo caso, i reclami allo specialista operativo, di regola, non sono presentati, e questo è generalmente vero.

Un'altra cosa - la chirurgia estetica, quando l'obiettivo principale del chirurgo - per migliorare l'aspetto del paziente e minimizzare le cicatrici. Accettando l'operazione, il paziente acconsente al verificarsi di cicatrici dopo di esso. Ma in questo caso, le loro caratteristiche diventano l'indicatore più importante della qualità delle azioni del medico, che, prima dell'intervento, è obbligato a informare il paziente in dettaglio sulla possibile natura delle cicatrici future. Questa informazione consente al paziente di accettare o rifiutare l'operazione, e dopo di esso - quando non è soddisfatto delle caratteristiche delle cicatrici - presentare una richiesta al chirurgo.

Quanto è normale la guarigione delle ferite

La guarigione delle ferite è un processo biologico che dura circa un anno e termina con la formazione di una cicatrice matura. Tuttavia, anche in seguito, il tessuto cicatriziale è in grado di cambiare, anche se in misura minima.

Fase 1 - infiammazione postoperatoria e epitelizzazione della ferita (1-10 giorni dopo l'intervento). Una caratteristica distintiva di questo stadio è la connessione dei bordi della ferita con un tessuto di granulazione, non una cicatrice. Pertanto, quando i punti vengono rimossi per 7-10 giorni, la ferita può facilmente andare in pezzi sotto l'influenza della tensione dei tessuti circostanti. Per ottenere la larghezza minima della cicatrice in futuro, questa tensione dovrebbe essere eliminata o neutralizzata da cuciture suturate.

Fase 2: fibrillogenesi attiva e formazione di una cicatrice fragile (10-30 giorni dopo l'intervento). Il giovane tessuto di granulazione matura rapidamente, che è accompagnato da una diminuzione del numero di vasi e di elementi cellulari, da un lato, e un aumento del numero di fibre di collagene ed elastiche, dall'altro. Alla fine di questa fase, i bordi della ferita sono già collegati da una giovane cicatrice immatura, che è relativamente facilmente estensibile e ben visibile a causa del gran numero di vasi contenuti in esso.

Fase 3: formazione di una forte cicatrice (30-90 giorni dopo l'intervento). Il numero di strutture fibrose nel rumine aumenta in modo significativo e i loro fasci acquisiscono un certo orientamento in accordo con la direzione dominante dello stress sul rumine. Il numero di elementi cellulari e vasi nel tessuto cicatriziale è significativamente ridotto, la cicatrice diventa meno luminosa e meno evidente. Durante questa fase, le forze esterne hanno un'influenza significativa sulle caratteristiche della cicatrice. Quindi, con lo stiramento longitudinale della cicatrice nel suo tessuto, si verifica una formazione aggiuntiva e un orientamento più chiaro del collagene e delle fibre elastiche, e più forte è l'allungamento. Se il paziente ha processi di fibrillogenesi inizialmente rafforzati e prevalgono sulla collagenolisi, possono verificarsi cicatrici ipertrofiche e persino cheloidi, indipendentemente dalla direzione dello stretching.

Fase 4 - la trasformazione finale della cicatrice (3-12 mesi dopo l'intervento chirurgico). È caratterizzato da una maturazione sempre più lenta del tessuto cicatriziale con la quasi completa scomparsa di piccoli vasi sanguigni da esso. La cicatrice è ancora più pallida. È importante notare che nella maggior parte dei casi è nel mezzo del 4 ° periodo (di solito dopo 6 mesi) che le cicatrici cutanee possono essere valutate come formate e determinare la possibilità della loro correzione.

Cosa determina che cosa sarà una cicatrice

I fattori esterni della cicatrice influenzano principalmente i seguenti fattori:

- posizione della ferita, e in particolare il grado di conformità delle linee elettriche pelle asse lungo (se brevemente lungo rughe e pieghe naturale cicatrice sarà più sottile e meno evidente);

- il metodo di chiusura chirurgica della ferita e la qualità della sua attuazione, compresa l'esperienza del chirurgo;

- efficienza di drenaggio (per ferite estese e complesse).

Gioca il ruolo dell'età del paziente, lo stato immunitario, l'ereditarietà.

Di norma, le cicatrici normali non causano sensazioni fisiche nel loro supporto. La comparsa dei segni di irritazione del tessuto cicatriziale (formicolio, bruciore). Ipertrofica caratteristica (sporgente dalla pelle), particolarmente per cheloidi (esteso) cicatrici. Ma spiacevoli sensazioni soggettive acquistano significato pratico solo se riducono la qualità della vita del paziente. In questi casi, il trattamento è indicato - correzione della cicatrice.

Trattamento di cicatrici e cicatrici dopo l'intervento chirurgico

Negli ultimi anni ci sono stati fatti molti tentativi di trovare un modo per la correzione chirurgica di cicatrici, dalle iniezioni di aloe o vitreo agli effetti locali sulle cicatrici della pepsina ed acido cloridrico, tiozinamina, acido salicilico, idrocortisone e suoi analoghi o olio kreazotovogo. Ahimè, nessuno degli approcci ha mostrato risultati significativi.

Ma ancora ulteriori metodi che migliorano la qualità delle cicatrici nel periodo postoperatorio, ha senso applicarsi. In primo luogo - la pace e l'assenza di movimenti irritanti. In condizioni di riposo, si forma una cicatrice con un volume più piccolo e con caratteristiche più favorevoli. Sarebbe consigliabile fissare i bordi della ferita suturata con strisce di nastro adesivo, che è in grado di mantenere questa zona della pelle di stretching per un periodo piuttosto lungo (fino a 2-4 settimane). Ciò impedirà l'espansione precoce della cicatrice in via di sviluppo. A seconda delle condizioni specifiche della patch del cerotto può essere utilizzato durante l'intero periodo di formazione di una cicatrice duratura (3-6 mesi dal giorno dell'intervento). Il paziente stesso li cambia quando la toppa inizia a staccarsi. In questo caso, la pelle deve essere lavata con sapone, asciugare e sigillare con una nuova striscia di gesso. Se compaiono segni di irritazione sulla pelle, l'uso del cerotto viene interrotto fino a quando lo stato della pelle non è completamente normalizzato.

Al fine di migliorare la qualità della formazione della cicatrice durante le loro particolari rivestimenti siliconici possono essere utilizzati, piastre in silicone, cerotti e gel medicati (ad esempio, 'Kontraktubeks "per prevenire la formazione di cicatrici patologiche).

Se vi sono segni di formazione di cicatrici ipertrofiche o cheloidi, si possono usare metodi terapeutici come l'iniezione di glucocorticosteroidi nel tessuto cicatriziale (Kenalog-40).

Sfortunatamente, l'esperienza personale di ciascun chirurgo indica che un effetto significativo nella correzione delle cicatrici, anche chirurgicamente, è difficile ea volte impossibile. In questa fase di sviluppo della medicina, i suoi metodi non sono in grado di eliminare completamente la cicatrice, o influenzare radicalmente i meccanismi generali della formazione del tessuto cicatriziale umano. Nella sede del chirurgo esiste la possibilità di un'influenza esclusivamente locale sulle caratteristiche individuali della cicatrice, inoltre spesso con efficacia molto limitata. Il medico può solo eseguire un'asportazione della cicatrice e ri-cucire di nuovo, più abilmente. Per grandi cicatrici - trapiantare un innesto cutaneo o creare un eccesso di pelle usando il metodo dermatosi e chiudere la cicatrice con esso.

Il medico decide sulla correzione della cicatrice solo dopo aver valutato la probabilità di efficacia del trattamento. Una decisione positiva viene presa dal chirurgo dopo aver ottenuto il consenso informato del paziente, tenendo conto del suo stato psicologico e delle aspettative realistiche. Un ruolo importante in questo processo è svolto informando il paziente in dettaglio circa l'aspetto futuro della cicatrice con una dimostrazione di cicatrici simili sullo schermo del monitor.

Quando il chirurgo, per una ragione o l'altra, non può offrire al paziente un'operazione per migliorare la qualità della cicatrice, la via d'uscita a volte può essere un tatuaggio mimetico sulla cicatrice. Ma questa soluzione non è adatta a tutti, sebbene sia usata abbastanza spesso. E in alcuni casi, il tatuaggio dà un risultato eccellente, in quanto la cicatrice viene sostituita dalla decorazione. Ma non farsi tatuare una cicatrice da un cesareo, se hai intenzione di avere un altro bambino.

Se non vi è alcuna necessità di asportazione chirurgica della cicatrice, si può provare a livellare la superficie della cicatrice con mezzi conservativi.

Correzione conservativa del rilievo tissutale nell'area della cicatrice

Una cicatrice è evidente non solo perché il suo tessuto è diverso nell'aspetto dalla pelle circostante. Molto spesso il ruolo principale nel verificarsi di un difetto estetico è giocato da violazioni del rilievo dei tessuti. Sono le irregolarità nella zona di danno che possono rendere più evidente anche una piccola cicatrice e quindi degradare significativamente le caratteristiche estetiche dell'apparenza. Come rendere meno visibile una cicatrice?

Le violazioni del microrilievo del rubino possono essere corrette con metodi medicinali, fisioterapeutici ed eccipienti biologici.

Farmaci per rendere la cicatrice meno evidente

Corticosteroidi. Gli steroidi intracavitari rimangono la base del trattamento della cicatrice. I corticosteroidi riducono la formazione di cicatrici riducendo la sintesi di collagene, glucosaminoglicani, mediatori dell'infiammazione e proliferazione dei fibroblasti nel processo di guarigione delle ferite. Il corticosteroide più comunemente usato - acetato triamcinolone in una concentrazione di 10-40 mg / ml "Kenalog", assegnato una zona danneggiata dalla iniezione ago con un intervallo di 4-6 settimane. L'efficacia di una tale introduzione, come modello e come aggiunta alla procedura di escissione della cicatrice, è molto alta. I corticosteroidi topici sono anche ampiamente usati, che vengono applicati quotidianamente direttamente sull'educazione. Le complicanze del trattamento con corticosteroidi includono atrofia, teleangiectasia e disturbi della pigmentazione.

Immunomodulatori. Un nuovo metodo per il trattamento delle cicatrici cheloidi e ipertrofiche è la terapia con interferone. L'interferone introdotto nella linea di sutura, dopo l'escissione della cicatrice cheloide può prevenire profilatticamente le ricadute. Si raccomanda di iniettare 0,5-1,0 milioni di UI a giorni alterni, 2-3 settimane, quindi 0,1-0,5 milioni UI 1-2 volte a settimana per tre mesi.

Farmaci che riducono l'iperproliferazione delle cellule del tessuto connettivo. La ialuronidasi è un mezzo classico per il trattamento delle cicatrici: scompone il componente principale della sostanza interstiziale del tessuto connettivo - l'acido ialuronico, che è la sostanza cementizia del tessuto connettivo, e quindi migliora la permeabilità vascolare e vascolare, facilita il movimento dei liquidi negli spazi interstiziali. La ialuronidasi riduce il gonfiore dei tessuti, ammorbidisce le cicatrici e uniforma la loro superficie, previene la formazione di cicatrici. Preparati contenenti ialuronidasi: Lidaza e Ronidaza. La soluzione di Lidaza (1 ml) viene iniettata vicino al sito della lesione sotto la pelle o sotto il tessuto modificato dalla cicatrice. Le iniezioni vengono fatte ogni giorno o ogni altro giorno; Il trattamento consiste di 6-10-15 o più iniezioni. Se necessario, i corsi ripetuti vengono condotti ad intervalli di 1,5-2 mesi.

Un altro farmaco a base di enzimi è Longidase a. "Longidase" è un composto chimico di poliolitonio con giouronidasi. La combinazione dell'attività enzimatica della ialuronidasi con proprietà immunomodulatorie, antiossidanti e lievi anti-infiammatorie del polianidonio, offre una vasta gamma di proprietà farmacologiche. L'uso più efficace del farmaco "longidasi" con il metodo di ultrafonoforesi o fonoforesi. Con l'ultrafonoforesi, Longidase 3000 UI viene diluito in 2-5 ml di gel per la terapia ad ultrasuoni. L'esposizione viene eseguita con un piccolo trasduttore ultrasonico (1 cm 2), con una frequenza ultrasonica di 1 MHz, un'intensità di 0,2-0,4 W / cm 2, in modalità continua, un tempo di esposizione di 5-7 minuti, un decorso di 10-12 procedure al giorno o dopo 1 giorno Il metodo di fonoforesi (1500 Hz) 3000 IU di longidasi viene somministrato quotidianamente (il tempo di esposizione totale è di 5 minuti. Il decorso è di 10 procedure). È anche possibile l'introduzione del farmaco all'interno del rumine:

- con cicatrici cheloidi e ipertoropiche di piccole dimensioni: Longidaza 3000 UI 1 volta in 7 giorni con un decorso totale di 10 iniezioni all'interno del rumine;

- quando lesione cheloidi e ipertrofiche con una grande area: 1 Longidaza 3000 UI ogni 7 giorni 8-10 velocità di iniezione intramuscolare intraruminal mentre Longidaza 3000 UI № 10.

Un noto farmaco che inibisce la proliferazione patologica delle cellule del tessuto connettivo e allo stesso tempo ha un effetto antinfiammatorio è il gel Kontraktubex. "Kontraktubeks" viene utilizzato in chirurgia estetica e nel trattamento di post-operatorio e post-ustione cicatrici, tra ruvida, impedendo il movimento e cheloidi, e smagliature (striae) dopo il parto o dopo una perdita di peso drammatica. Applicare sull'area della cicatrice, 0,5 cm di gel su una superficie cicatrice con un'area di 20-25 cm² in media 2 volte al giorno.

Preparazione enzimatica di 9 proteasi collagenolitiche La crema di Fermencol è una preparazione proteolitica fondamentalmente nuova. L'effetto anti-infortunio del Fermencol si basa sulla riduzione della matrice extracellulare in eccesso nel tessuto cicatriziale.

L'effetto di utilizzare mezzi protivorubtsovyh osservato dopo circa 3 settimane dopo i mezzi di applicazione e raggiunge un risultato ottimale è di solito dopo 2-3 corsi elettroforesi o fonoforesi, 10-15 sessioni o applicazioni per 30-60 giorni.

Procedure fisiche e fisioterapiche per rendere meno evidente la cicatrice:

La macinazione darà un risultato positivo con piccole cicatrici superficiali o cicatrici con gli effetti dell'acne. Una cicatrice con una superficie liscia è molto meno evidente di una cicatrice con micro-elevazioni o rientranze.

Macinazione laser. La superficie trattata con un raggio laser diventa più liscia dopo l'epitelizzazione. La lucidatura laser ha tutti i vantaggi grazie alla selettività e all'accuratezza dell'esposizione alle più piccole aree della pelle (fino a 1 mq. Mm). L'operazione viene eseguita, di norma, in anestesia generale, poiché la somministrazione locale di anche il più piccolo volume di soluzione anestetica può cambiare radicalmente il rilievo della superficie della pelle nell'area della cicatrice. Viene utilizzato un laser ad erbio chirurgico. L'epitelizzazione della superficie trattata avviene entro 5-7 giorni.

Le procedure cosmetiche finalizzate alla correzione esterna del difetto (peeling, mesoterapia, dermoabrasione) non danno un risultato tangibile su cicatrici di grandi dimensioni, ma permettono di fare piccole cicatrici meno evidenti.

Lastre e bende in silicone. Permettono di livellare la superficie di una piccola cicatrice. Efficace su cicatrici ipertrofiche e cheloidi.

Radioterapia (raggi Bucca). Basato sull'azione delle radiazioni ionizzanti sul tessuto connettivo, causando gonfiore e distruzione delle fibre di collagene, fibroblasti. La radioterapia è prescritta per un massimo di 6 sedute di irradiazione con un intervallo di 6-8 settimane con una singola dose fino a 15.000 R.

Criochirurgia. Agenti criochirurgici, come l'azoto liquido, infettano la microvascolatura e causano la morte cellulare attraverso la formazione di cristalli intracellulari. Tipicamente, 1-3 cicli di congelamento-scongelamento di 10-30 secondi sono sufficienti per ottenere l'effetto desiderato. È usato solo per cicatrici ipertrofiche e cheloidi.

Con una cicatrice formata con una durata fino a 12 mesi, è possibile eseguire il trattamento con tutti i metodi e con una cicatrice esistente da più di 12 mesi, solo i metodi aggressivi sono efficaci: iniezione di corticosteroidi nella zona interessata, escissione, radioterapia, terapia Bucky, laserterapia.

Violazioni pronunciate della superficie della pelle nell'area della cicatrice sono chiaramente visibili e più spesso causate dai seguenti motivi:

1. Giusta contrapposizione dei bordi della ferita durante la sutura. Piccole imprecisioni si attenueranno nel tempo. In altri casi, è necessaria una correzione chirurgica con una corrispondenza accurata dei bordi della ferita.

2. Riduzione dello strato di grasso a livello della cicatrice con il suo approfondimento. Soluzioni al problema:

- liposuzione del tessuto cicatriziale circostante (rimuove il tessuto adiposo vicino alla cicatrice),

- lipofilling nell'area della depressione (uno strato di tessuto adiposo viene aggiunto sotto la cicatrice),

- l'introduzione di gel e altri filler (l'effetto è buono, lo svantaggio è che il gel può migrare e viene gradualmente eliminato dal corpo),

- tessuti locali di plastica.

3. Difetto del tessuto profondo a livello del danno che forma una depressione significativa. Qui, a seconda delle condizioni, possono essere utilizzati complessi tissutali con un tipo di alimentazione non assiale (su una gamba larga del tessuto), nonché isolotti o cerotti allentati.

Spostando la cicatrice nell'area nascosta

La superficie di ogni cicatrice è diversa dalla pelle normale e la gravità di questo problema è più pronunciata quando la cicatrice si trova su aree aperte del corpo. Nella stragrande maggioranza dei casi, è impossibile spostare la cicatrice in un'altra posizione, ma ci sono eccezioni a questa regola. Così, nel passo plastiche parete addominale anteriore rimuovendo una notevole area di pelle in combinazione con disposti su di esso cicatrici (ad esempio, dopo l'operazione di appendicite, interventi sulla organi addominali e pelvici) determina che la nuova cicatrice orizzontale situato nella zona già relativamente nascosto - nell'addome inferiore. Un prerequisito per eseguire tali operazioni è la presenza di un significativo eccesso di pelle sull'addome (ad esempio, nelle donne che hanno dato alla luce).

Un argomento importante nel consenso del paziente per l'operazione è il miglioramento simultaneo della forma del corpo.

In generale, le cicatrici normotrophe (correttamente cicatrizzate) non necessitano fondamentalmente di una correzione chirurgica, a differenza dell'ipertrofia (sporgente) e del cheloide.

Correzione di cicatrici ipertrofiche

Al fine di ridurre l'ampiezza della cicatrice ipertrofica (insieme all'escissione), le z-cicatrici vengono utilizzate per rimuovere i limiti delle funzioni e ridurre le spiacevoli sensazioni soggettive. A causa del fatto che la causa principale di ipertrofia locale del tessuto cicatriziale è cicatriziale stiro longitudinale, il principio di base della sua correzione chirurgica è il cambiamento di direzione da plastiche cicatrice collisione alette triangolari, noto anche come tessuto z-plastica. La cicatrice viene asportata e nel corso di ciascun bordo della ferita forma un lembo triangolare, dopo lo spostamento, che la ferita assume una forma a zigzag. Quando la forma della ferita cambia, si verifica l'allungamento, che riduce drasticamente l'influenza del fattore di allungamento longitudinale. Allo stesso tempo, vi è un movimento in arrivo compensatorio dei bordi della ferita, che aumenta la loro tensione nella direzione trasversale.

Le iniezioni del farmaco "Kenalog-40" con lidocaina nel tessuto della cicatrice in via di sviluppo hanno un impatto diretto sul meccanismo di formazione della cicatrice, riducendo l'intensità della fibrillogenesi. L'introduzione del farmaco è consigliabile iniziare dalla 3a settimana dopo l'operazione, l'effetto sarà più pronunciato, tuttavia nei periodi successivi si può ottenere un buon effetto. Il corso del trattamento è di 3-4 iniezioni, che si ripetono con un intervallo di 5-7 giorni. Possibili complicanze - con la diffusione del farmaco sul tessuto adiacente alla cicatrice, è possibile lo sviluppo di atrofia del tessuto adiposo sottocutaneo e della pelle con la formazione di depressioni.

Per le piccole cicatrici ipertrofiche, viene utilizzato un trattamento conservativo - i metodi fisici e fisioterapici sopra elencati, i farmaci.

Correzione delle cicatrici cheloidi

A causa del fatto che il motivo principale per la formazione di cheloidi è reazione anomala al danno, espressa in particolare durante il processo di guarigione della ferita con formazione di cheloidi, i tentativi di influenzare le cicatrici cheloidi solo metodi chirurgici, purtroppo, inefficaci.

Se parliamo dell'asportazione della cicatrice cheloide, è possibile, ma solo se il chirurgo ha sufficienti conoscenze e abilità pratiche.

Il metodo di trattamento più efficace in questo caso è l'introduzione di Kenalog-40 nel tessuto cicatriziale, che può ridurre significativamente il volume della parte esterna della cicatrice (a volte a un valore normale). Nel periodo postoperatorio in tutti i casi, è consigliabile un ulteriore ciclo di terapia con glucocorticoidi.

La radioterapia locale (raggi di Bucca) può anche essere eseguita, che a sua volta può dare risultati positivi nel trattamento delle cicatrici cheloidi.

Nel complesso trattamento dei pazienti con cicatrici cheloidi, possono essere utilizzati anche gel Kontraktubex e balneoterapia.

Di grande importanza è l'immobilizzazione della cicatrice cheloide, anche con l'uso di speciali rivestimenti siliconici.

Pertanto, attualmente, le cicatrici cheloidi rimangono una di quelle malattie il cui trattamento con metodi noti non è sufficientemente efficace.

Si può solo sperare che nel prossimo futuro la medicina troverà il modo di influenzare questi processi in modo che il loro risultato sia la formazione di tessuto normale.

Il processo di guarigione e le conseguenti complicazioni nel trattamento delle cicatrici dopo l'intervento

Difetto derivante da danno chirurgico alla pelle, nel tempo pieno di tessuto connettivo (cicatrice). Il processo è irreversibile, ma ci sono modi per migliorare l'aspetto del fastidioso difetto nell'aspetto. Ciò significa che il trattamento delle cicatrici dopo l'intervento è possibile. Ci sono vari metodi e metodi che permettono alle cicatrici di diventare quasi fuse nel colore e nella texture con le aree cutanee circostanti.

Cicatrici dopo l'intervento chirurgico - non può essere trattato per accettare. Dove mettere una virgola?

Le operazioni trasferite ricorderanno a se stesse per molto tempo con cicatrici sul corpo, se il processo di guarigione è autorizzato a fare il suo corso. Le cicatrici non colorano nessuno, molti vogliono liberarsene, restituire alla pelle un aspetto attraente. Per cominciare, dovrebbe essere compreso che una sezione di tessuto connettivo privo di ghiandole sebacee e sudoripare e follicoli piliferi si forma sul sito dell'incisione. Per tutto questo tempo, puoi applicare rimedi per ridurre al minimo i danni estetici.

A poco a poco, uno dei principali tipi di cicatrici compare nell'area della sutura (normotropico, atrofico, ipertrofico, cheloide). Ogni cicatrice richiederà un approccio individuale, ma ci sono regole generali per il trattamento. Uno dei più importanti è prevenire l'infiammazione cronica e le complicanze.

Cos'è un granuloma?

Se i chirurghi hanno utilizzato un materiale di sutura non assorbibile, può verificarsi un granuloma cicatriziale postoperatorio (la risposta del corpo a particelle estranee nella pelle). L'amido o il talco sono spesso usati nella ferita chirurgica, che sono usati per guanti da chirurgo, microrganismi (se non si seguono le regole di asepsi).

Il granuloma altera la funzione di tessuti e organi; grandi accumuli di tali formazioni comprimono vasi sanguigni e nervi. I fibroblasti si formano intorno, si verificano cicatrici. Di solito il trattamento viene effettuato in un istituto medico e consiste nell'asportazione del tessuto connettivo con granulomi. Se la causa dell'infiammazione è la sutura, rimuovere tutti i frammenti rimanenti.

Come accelerare la risoluzione delle cicatrici postoperatorie?

La domanda nel trattamento delle cicatrici significa prevenire la crescita del tessuto connettivo. Promuovere il riassorbimento naturale delle cicatrici dopo chirurgia, gel di silicone e unguenti senza poliorganosilossani. Tra le altre, le creme Kontraktubex e Kelofibraza si sono dimostrate valide. Come giustamente sottolineano i consumatori, questi farmaci sono utilizzati al meglio per piccole cicatrici.

Unguenti e gel al silicone sono utilizzati nel regime di trattamento dopo la rimozione delle cicatrici e delle cicatrici postoperatorie, per la prevenzione dei cheloidi e il riassorbimento di altre cicatrici. Il poliorganosilossano crea un film sottile, quasi impercettibile che protegge la superficie del taglio dalla perdita di umidità e dall'impatto meccanico. Inoltre, il prurito e altri disturbi vengono eliminati.

Una parte significativa dei prodotti farmaceutici con organosilossani è prodotta da società europee e americane. I prezzi nella rete per gel e piastre impermeabili rimangono alti. Proponiamo di confrontare i preparativi per la correzione delle cicatrici estere, che sono state valutate da esperti e consumatori negli Stati Uniti (tabella).

Cicatrici dopo l'intervento: tipi, cura e metodi di rimozione

Non è facile liberarsi della cicatrice postoperatoria, specialmente nelle aree aperte della pelle. L'auto-trattamento in questo caso aiuta debolmente. Solo l'uso di moderne procedure mediche e cosmetiche lascia cicatrici in passato per più pazienti.

Stadio di formazione

Le cicatrici dopo l'operazione possono essere presenti su qualsiasi parte del corpo, avendo dimensioni e profondità diverse. Di solito, la guarigione della sutura dopo l'intervento chirurgico e la formazione di cicatrici richiede da 1 mese a 1 anno.

Dopo l'operazione sul viso o in altre parti del corpo, iniziano due processi nella pelle: la formazione del tessuto connettivo e la sua scissione. La durata di questo meccanismo biologico dipende da molti fattori: la posizione della sutura e le sue dimensioni, le caratteristiche del paziente.

Dal momento dell'operazione e fino alla guarigione completa, si verificano alcuni cambiamenti nei tessuti, che sono suddivisi in 4 fasi:

  • Il primo è un periodo da 1 a 10 giorni. In questa fase, i bordi della ferita sono collegati dal tessuto di granulazione, non da una cicatrice. Durante la rimozione dei punti o l'eccessiva tensione muscolare, la ferita potrebbe disperdersi.
  • Il secondo, il periodo di fibrillogenesi e la formazione di una fragile cicatrice, richiede da 10 giorni a 1 mese. Si forma il tessuto di granulazione, aumenta il numero di fibre di collagene e di fibre elastiche. Entro la fine del palco, una cicatrice immatura con un gran numero di vasi appare sul sito di sutura.
  • Il terzo è la formazione di una cicatrice duratura, formata nel periodo da 30 a 90 giorni. Il numero di strutture fibrose aumenta e non vi sono praticamente elementi cellulari e vasi nel tessuto cicatriziale. Con una corretta guarigione, la cicatrice diventa meno luminosa, poco appariscente.
  • Il quarto è la trasformazione della cicatrice, che varia da 3 mesi a 1 anno. C'è una completa maturazione del tessuto cicatriziale con la scomparsa dei vasi sanguigni da esso. In alcuni casi, la cicatrice è quasi invisibile. È possibile determinare la possibilità di correzione della cicatrice e la previsione per la sua completa eliminazione.

Tipi di cicatrici

È difficile rimuovere le cicatrici dopo operazioni addominali, come appendicite, ernia ombelicale, taglio cesareo o altra chirurgia addominale. La traccia di loro rimane per tutta la vita e la cicatrice può essere rimossa solo parzialmente. Agiscono con cautela sulla cicatrice dopo un intervento chirurgico al cuore, poiché qualsiasi intervento dell'hardware può compromettere il funzionamento dell'organo.

In chirurgia, ci sono diversi tipi di cicatrici:

  • Fisiologico - si forma con la normale guarigione e l'assenza di complicanze postoperatorie. La cucitura è quasi invisibile, il colore è vicino al colore della pelle. Tali cicatrici si formano sulla schiena con tagli piccoli e poco profondi.
  • Atrofico - appare quando la superficie taglia, dopo la rimozione senza successo di talpe o papillomi. Esternamente, assomiglia a una piccola depressione nella pelle con bordi frastagliati. Il suo aspetto indica una mancanza di produzione di collagene nel corpo.
  • Ipertrofico - formato dopo ustioni, suppurazione, ferite lacerate o traumi cutanei. Inoltre, la causa della sua comparsa può essere l'appendicectomia (rimozione dell'appendicite) o una predisposizione alla crescita del tessuto connettivo. Esternamente, la cucitura sporge sopra la pelle, ha una sfumatura rosa.
  • Keloid: sembra un tumore. Localizzato nell'ombelico, sul viso, sul petto. Ustioni, tatuaggi, rimozione di appendicite o traumi dopo la rottura dei tessuti molli portano alla sua formazione. La cicatrice ha un colore rosso vivo o bluastro, denso al tatto. Nel corso del tempo, diventa pallido, può affondare nella pelle.

Cura adeguata della cicatrice postoperatoria

La rimozione delle cicatrici dopo l'intervento chirurgico viene eseguita solo dopo un certo tempo. È vietato prendere qualsiasi misura immediatamente dopo l'intervento chirurgico. I metodi di esposizione dovrebbero scegliere il medico curante.

È importante curare adeguatamente la sutura dopo l'intervento chirurgico. Inizialmente, la cura viene effettuata in un ambiente ospedaliero da operatori sanitari e ha lo scopo di eliminare l'infiammazione o la suppurazione. Le regole per la cura delle cicatrici dipendono dalla loro posizione e dalle dimensioni delle cuciture.

Dopo l'intervento è severamente vietato:

  • mettere sulla zona di giunzione impacchi di riscaldamento;
  • fare un bagno caldo o andare al bagno per 3 settimane;
  • usare scrub o salviette rigide;
  • pettinare la ferita;
  • tocca la cicatrice con le tue mani;
  • strappare la crosta;
  • applicare antisettici aggressivi.

Una consulenza più dettagliata sulla cura della cucitura darà un medico. Affinché la cicatrice possa diminuire di dimensioni e guarigione, è importante comportarsi correttamente a casa. Quanto la sutura guarisce dopo l'operazione dipende dalle sue dimensioni e profondità, ma in ogni caso è necessario prendersene cura quotidianamente.

Se è presente un'ernia ombelicale, un'appendicite o una sutura post-partum, è severamente vietato sollevare pesi, l'esercizio deve essere evitato.

Metodi di rimozione

Ci sono due indicazioni mediche per la rimozione della cicatrice. Innanzitutto, se la cucitura è presente sul viso e quando guarisce, si verifica la deformità della bocca o delle palpebre. In secondo luogo, quando la cucitura causa disagio psicologico ed è un difetto estetico pronunciato.

Al fine di risolvere la cicatrice dopo che l'operazione ha avuto successo, e non ci sono segni sul corpo, i medici raccomandano diversi metodi efficaci di trattamento.

preparativi

L'industria farmaceutica offre una vasta selezione di farmaci per rimuovere cicatrici sulla pelle. Queste medicine sono prodotte sotto forma di unguenti o gel. Come spalmare la cucitura e quanto a lungo dipenderà dalla dimensione e dalla profondità del danno.

Tra i farmaci efficaci ci sono i seguenti:

  • Kontraktubeks - gel combinato a base di estratto di cipolla. Il suo uso riduce l'infiammazione, inibisce la crescita cellulare, ammorbidisce i tessuti cicatriziali. Promuove la guarigione delle ferite, ha una buona tolleranza e ha un rapido effetto terapeutico.
  • Kelo-Cat gel e spray è una preparazione con silicone e polisilossano. Dopo l'applicazione, nell'area della cucitura appare un film che impedisce la crescita del tessuto cicatriziale. Permette di ripristinare l'equilibrio idrico nei tessuti, elimina il prurito e la sensazione di oppressione. Il farmaco non viene applicato alla ferita postoperatoria di guarigione.
  • Scargard - crema per cicatrici dopo l'intervento chirurgico. Ha un effetto risolvente, riduce la cicatrice dopo un mese di trattamento. La composizione contiene idrocortisone, che ha un effetto antinfiammatorio pronunciato.
  • Gel di Fermencol - consiste di enzimi che abbattono il collagene. I composti enzimatici del farmaco ti permettono di usarlo nel primo periodo postoperatorio e di rimuovere vecchie cicatrici.

Procedure cosmetiche

Il trattamento delle cicatrici può essere effettuato con l'aiuto di manipolazioni cosmetologia nell'ufficio di un dermatocosmetologo. Tali procedure sono efficaci:

  • Dermoabrasione - è la macinazione della superficie della pelle e la rimozione del tessuto connettivo in eccesso. Spesso usato per cicatrici ipertrofiche. La procedura può essere eseguita con l'aiuto di varie sostanze e componenti: diamanti, laser, mezzi meccanici.
  • Rettifica: consente di rimuovere la cicatrice dopo diverse procedure, ma viene eseguita solo su indicazione di un medico. È impossibile trattare indipendentemente la superficie danneggiata della pelle.
  • La criodistruzione (esposizione al freddo) è un metodo comune per rimuovere il tessuto cicatriziale. Al contrario, la macinazione viene effettuata sotto l'influenza delle basse temperature. La procedura riduce la probabilità di crescita e proliferazione del tessuto fibroso.
  • La terapia Buki viene utilizzata per rimuovere la vecchia sutura irradiando l'area interessata. Ha una complicazione nella forma di una banda iperpigmentata che si verifica dopo la procedura nel 60% dei pazienti.

Metodi hardware e chirurgici

Rimuovere le cicatrici postoperatorie può essere chirurgica o metodo hardware. Procedure eseguite in ospedale dove il paziente è di pochi giorni sotto la supervisione di medici.

La chirurgia plastica offre tali opportunità:

  • Z-plastica: consente di cambiare la direzione della cucitura, rendendola più naturale. L'appendicite è l'indicazione principale per la procedura, così come le cuciture sul viso.
  • La chirurgia patchwork è una procedura complicata per la rimozione della cicatrice. C'è un intervento non solo nel tessuto adiposo, ma anche nei vasi sanguigni, nei muscoli.
  • Espansore in plastica - eseguito per rimuovere grandi cicatrici. Gli estensori sono posizionati nell'area della cicatrice rimossa, cioè sacchetti di silicone che non consentono alla pelle di afflosciarsi.

Esistono altri metodi, ma ogni intervento presenta alcuni rischi che devono essere eliminati durante una consultazione con un medico.

Cicatrici dopo l'intervento chirurgico apportano qualche disagio, specialmente se sono presenti sul viso o su un'altra parte visibile del corpo. Affrontare il problema davvero, se non ti auto-mediti dopo l'operazione. Unguenti leviganti o curativi: la consultazione con un cosmetologo o un chirurgo ti aiuterà a fare la scelta giusta.

Aspetto di cicatrici dopo l'intervento chirurgico, caratteristiche di guarigione e terapia

La cicatrice postoperatoria è tradizionalmente considerata un difetto estetico, tuttavia, il suo principale pericolo non risiede nell'aspetto, ma nei cambiamenti strutturali della pelle. Il tessuto fibroso che compone la cicatrice differisce nelle sue proprietà da tessuto epiteliale o muscolare sano. Le fibre di fibrina sono strettamente premute insieme, non hanno vasi sanguigni e contengono poche cellule viventi (non possono essere rilevate affatto nelle vecchie cicatrici).

Le cicatrici postoperatorie prurito durante la fase di guarigione, e quindi diventano meno elastiche di una pelle sana - questi sono i motivi principali per cui i pazienti vogliono sbarazzarsi di questo difetto.

Circa l'80% delle vittime lamenta un disagio durante la cicatrizzazione delle cicatrici e oltre il 60% subisce una violazione della contrattilità muscolare o della tensione della pelle dovuta alla cicatrice nei primi 5 anni dopo l'intervento. Il trattamento della cicatrice dall'operazione aiuta a rimuovere questi sintomi e allo stesso tempo a eliminare il difetto estetico.

L'inizio precoce della terapia aiuterà ad evitare cicatrici.

Durante le operazioni addominali, non vengono utilizzate solo cuciture esterne visibili per collegare la superficie della ferita, ma anche quelle interne invisibili. Una delle cause più comuni di ipertrofia del tessuto connettivo nell'area chirurgica è un processo infiammatorio che colpisce una o entrambe le suture.

Interessante! La sutura interna può essere infiammata separatamente da quella esterna, nel qual caso il paziente avverte dolore, ma non osserva cambiamenti superficiali così evidenti come arrossamento o gonfiore.

Per la prevenzione della suppurazione, è importante eseguire la riabilitazione della sutura almeno due volte al giorno e ogni volta dopo aver fatto la doccia. Le regole per la cura delle cicatrici postoperatorie variano a seconda della posizione, ma in tutti i casi è impossibile:

  • vaporizzare la cicatrice con impacchi;
  • fare un bagno caldo o andare al bagno per le prime 3 settimane dopo l'operazione;
  • strofinare o graffiare la cicatrice, usare scrub o una salvietta dura;
  • applicare antisettici duri, trattare la superficie con iodio concentrato o alcool.

Queste raccomandazioni servono a prevenire cicatrici. Prevenire la fibrosi è molto più facile che eliminarlo. Dopo la chirurgia, la cicatrice attraversa diverse fasi di sviluppo, ognuna delle quali ha le sue sfumature di trattamento.

Processo infiammatorio

La normale reazione del corpo alla lesione meccanica (chirurgia) è l'infiammazione, in cui si verifica un intenso apporto di sangue alla zona danneggiata della pelle, compaiono gonfiore e iperemia. Per chiudere la superficie della ferita, le fibre di fibrina si formano, inizialmente elastiche e morbide, forate dai vasi sanguigni. L'infiammazione normalmente dura 1-2 giorni, ma i periodi specifici dipendono dal tipo di intervento chirurgico e dalle caratteristiche individuali del paziente. Le misure terapeutiche e l'assistenza postoperatoria in questa fase sono di solito eseguite nell'unità ospedaliera. Il trattamento consiste nel sopprimere il processo infiammatorio con preparazioni sistemiche e locali. A questo punto, è possibile rimuovere la cicatrice con l'aiuto di immunosoppressori, che vengono iniettati direttamente nel tessuto vicino alla cicatrice (ci sono medici che non sono d'accordo con questo metodo).

sigillatura

Quindi i fibroplasti sintetizzano una grande quantità di collagene, le fibre del tessuto fibroso vengono compattate, i vasi sanguigni nel rumine diventano leggermente più piccoli. Quando il processo infiammatorio si attenua, il gonfiore diminuisce, l'iperemia si attenua, il dolore si attenua e il prurito si intensifica. Prurito causato dalla rigenerazione intensiva dei tessuti, unguento con ingredienti lenitivi aiuta a sbarazzarsi di questo sintomo. Per il trattamento usato Kontraktubeks, Solcoseryl (soprattutto se la ferita sulla membrana mucosa), Dermatiks, Mederma, Fermencol e analoghi. È necessario spalmare la pelle che guarisce almeno 2 volte al giorno, ed è necessario applicare il medicinale di notte. L'unguento è il modo più sicuro per rimuovere la cicatrice.

Invecchiamento della cicatrice

In questa fase, la cicatrice acquisisce caratteristiche specifiche per il suo tipo. La formazione ipertrofica inizia a salire al di sopra del livello della pelle, atrofica - affondare, e il colloide diventa lucido e convesso. Lo sbiadimento graduale della cicatrice è associato alla morte dei capillari all'interno del tessuto connettivo. In questo caso, il colore della cicatrice cambia da scarlatto a più scuro, e quindi a marrone pallido o pigmentato. Le cicatrici ipertrofiche di solito differiscono dal colore di base della pelle in un lato chiaro o scuro di 1-6 toni, le cicatrici atrofiche sono più chiare di parecchi toni e i cheloidi hanno una caratteristica tinta rosso-rosata. La medicina estetica aiuta a sbarazzarsi di tutti i tipi di cicatrici e rimuovere eventuali difetti in area e profondità.

Quando la cicatrice sta invecchiando, se sono trascorsi meno di 6 mesi dall'operazione, si possono usare solo unguenti. Oltre alle droghe già citate, le buone recensioni meritano:

  • Zeraderm Ultra;
  • Spenco (sotto forma di patch);
  • Kelo è un gatto.

Gli unguenti per la rigenerazione rapida sono divisi in 2 gruppi, alcuni contengono eparina (ad esempio, Kontraktubeks), altri contengono silicone (ad esempio, Kelo-kot). I primi contribuiscono al rammollimento del tessuto fibroso, mentre il secondo ricopre la pelle con un film protettivo, che normalizza la sintesi del collagene e quindi riduce la rigidità della cicatrice. In consultazione con il medico, non puoi semplicemente spalmare la composizione sull'area del danno, ma applicarla sotto la benda. Questo metodo, a giudicare dalle recensioni dei pazienti, aiuta a liberarsi rapidamente delle cicatrici ipertrofiche e serve come misura preventiva per la crescita dei cheloidi.

Più vecchia è la cicatrice, minore è la probabilità che i fondi locali producano risultati. Le cicatrici macchiate che hanno più di 5 anni sono già inutili.

Suggerimento: Il trattamento delle cicatrici postoperatorie sarà molte volte più efficace se si usa il consiglio di un chirurgo plastico, dermatologo o cosmetologo con un'educazione medica.

Come rimuovere vecchie cicatrici dopo l'intervento chirurgico?

Dopo 6 mesi nel tessuto fibroso non ci sono praticamente vasi sanguigni o terminazioni nervose, il colore della cicatrice diventa infine pallido.

Dal momento che non ci sono praticamente cellule viventi nelle vecchie cicatrici, puoi tranquillamente macinarle o usare altri metodi aggressivi per rimuovere il difetto. Diversi metodi ben noti e collaudati per la rimozione di vecchie cicatrici postoperatorie:

  • dermobraziya;
  • escissione chirurgica;
  • peeling chimico;
  • esposizione a un debole flusso di raggi X;
  • lucidatura laser;
  • criochirurgia.

Alcuni di essi dovrebbero essere discussi in modo più dettagliato, perché molti pazienti hanno poca comprensione di queste procedure.

Suggerimento: È meglio e più sicuro rimuovere la cicatrice postoperatoria non in un normale salone, ma in una clinica specialistica di medicina estetica. Un professionista sarà in grado di pulire il difetto in modo ordinato e senza complicazioni.

Dermobraziya

La procedura con cui viene lucidata la superficie della pelle e rimosso il tessuto connettivo in eccesso. A causa di ciò, il rilievo è livellato. Il metodo soprattutto aiuta rapidamente a sbarazzarsi delle cicatrici ipertrofiche. Esistono diverse varietà di dermobrazi:

  • diamante, che usa la grana del diamante;
  • microdermoabrasione a cui viene applicato il flusso di microgranuli;
  • passaggio laser con l'uso di un raggio laser;
  • meccanico, che viene eseguito utilizzando una fresa.

La fresatrice ha un ugello con una rete sottile, che passa sulla superficie della pelle e rimuove le parti sporgenti. L'anestesia locale aiuta a sbarazzarsi del dolore durante la macinazione e il gonfiore passa dopo 3-4 giorni.

Attenzione! Il metodo ha controindicazioni, non può essere usato per le malattie della pelle.

Gli effetti devastanti del freddo

Un'altra novità di moda nel campo della cosmetologia è la criodistruzione. A causa della bassa temperatura c'è uno spasmo acuto dei vasi sanguigni nei tessuti sani che circondano la cicatrice. Il catalizzatore per la rigenerazione è l'azoto liquido, che non provoca il congelamento, ma innesca i processi di guarigione.

Questa procedura ha molti avversari. Alcuni dermatologi ritengono che la criodistruzione non aiuti a liberarsi dalle cicatrici cheloidi e ipertrofiche, ma porti ad un aumento dell'area del tessuto fibroso.

Fatto! Non sono stati condotti studi affidabili sull'efficacia clinica di questo metodo, ci sono revisioni di coloro che sono stati esposti all'azoto per rimuovere le cicatrici e coloro che sono infelici o hanno ricevuto complicanze.

Buki terapia e laser terapia

I raggi X sono utilizzati per irradiare l'area selezionata, secondo alcuni dermatologi, questo ha un effetto terapeutico e aiuta ad eliminare la formazione fibrosa. Lo svantaggio della procedura è che nel 25-30% dei pazienti c'è una banda iperpigmentata, che è molto difficile da rimuovere.

L'escissione laser è richiesta a causa della sua apparente efficacia contro tutte le cicatrici eccetto le cicatrici colloidali. In un certo numero di pazienti, le cicatrici colloidali non diminuiscono dopo l'esposizione al laser, ma aumentano di volume e si diffondono in un'area ancora più ampia.

La consulenza di uno specialista competente in medicina estetica aiuterà a valutare tutti i pro ei contro dei metodi e scegliere quello che rimuoverà la cicatrice con un danno minimo.

Iniezioni di cicatrici

Prima di tentare di rimuovere il difetto con metodi radicali, vale la pena provare un trattamento farmacologico. La fibrina non si dissolve in soluzioni acquose, ma è in grado di ammorbidirsi e collassare sotto l'azione di farmaci steroidei. I preparativi sono selezionati solo dal medico curante e le iniezioni vengono date solo sotto osservazione. Per rimuovere i difetti postoperatori, vengono utilizzati medicinali che contengono analoghi degli ormoni surrenali.

Un certo numero di specialisti usa anche iniezioni di immunosoppressori e anche citostatici. È dimostrato che i farmaci che inibiscono l'attività dei fibroblasti (cellule che sintetizzano le fibre di fibrina) aiutano a evitare la cicatrizzazione del tessuto. Con l'aiuto della correzione del sistema immunitario, è possibile rimuovere la cicatrice solo nella fase iniziale della formazione, 5-6 mesi dopo l'intervento chirurgico, questo tipo di terapia non è più rilevante. Gli steroidi possono essere usati anche per vecchie cicatrici.

Se trovi un errore, seleziona il frammento di testo e premi Ctrl + Invio.

Ti saremo molto grati se lo voterai e lo condividerai sui social network.

Un'Altra Pubblicazione Sulle Allergie

Come pulire rapidamente il viso dall'acne a casa

Articolo precedente: acne rosaL'acne facciale è un problema comune che milioni di persone in tutto il mondo affrontano ogni giorno.Di norma, la maggior parte delle eruzioni compaiono sulla fronte, sul naso e sul mento.


Fibroma: cos'è?

Il numero di persone che trovano lesioni benigne sulla pelle - fibromi - aumenta ogni anno. Una malattia di questo tipo può verificarsi sia in un bambino che in un adulto. Fibroma: che cos'è, quali sono i suoi sintomi e trattamento, quali tipi di malattia esistono.


Come sbarazzarsi di acne sul viso in 5 passi per sempre

Vuoi sbarazzarti dell'acne per sempre? È necessario agire in un complesso. Sfortunatamente, è impossibile fare i conti con i cosmetici da soli.In questo articolo troverai un semplice ed efficace programma passo passo, come sbarazzarti dell'acne sul viso e ricette efficaci per il caso in cui devi neutralizzare rapidamente le singole eruzioni cutanee.


Carbuncle: foto, cause, trattamento. Cosa c'è di diverso dal bollire?

Il carbonchio è un'infiammazione della pelle che scorre con danni allo strato superficiale dell'epidermide, ai follicoli piliferi e alle ghiandole sebacee.