L'allergia agli animali è curabile! Non avrai più paura di cani e gatti in sei mesi!

Con l'aiuto di ALT nel 2019, è possibile curare completamente le allergie animali 6 mesi dopo il corso del trattamento. La remissione a lungo termine è del 79%

Le allergie agli animali domestici possono verificarsi in qualsiasi momento durante la loro vita, sia nei bambini che negli adulti. Secondo le statistiche, il 44% della popolazione è allergico agli animali domestici. Tra tutte le cause di allergie, questo è un impressionante 30%.

L'allergia agli animali (il cosiddetto epidermico) è una reazione non solo alla loro lana, ma anche a scaglie di pelle morta (forfora). Non solo l'epitelio di gatto o di cane, ma anche la loro saliva, la secrezione delle ghiandole sebacee, le feci, l'urina, possono causare una reazione allergica. Ma la maggior parte delle volte gli allergeni sono: lana di cane, gatto o pecora.

Di norma, i sintomi di un'allergia ad un animale compaiono entro pochi minuti dopo il contatto con un animale domestico o dopo essere stati nella stessa stanza con esso. Tuttavia, c'è anche una reazione allergica ritardata, che si manifesta dopo 12-48 ore, quando è possibile e per non ricordare il contatto con gli animali.

Manifestazioni di allergie animali:

violazione della respirazione libera, congestione, prurito e bruciore nel naso;

attacchi di starnuti e muco nasale abbondante;

arrossamento, prurito agli occhi, lacrimazione;

tosse parossistica secca;

dermatite da contatto: rossore, eruzione cutanea, prurito durante il contatto diretto con gli animali.

Prevenzione delle allergie ai peli di animali domestici

Per prima cosa devi sapere che non esistono animali completamente ipoallergenici (cani e gatti che non causano allergie)!

Più piccole sono le dimensioni del cane, meno allergeni emettono nello spazio circostante. Meno capelli ha un gatto o un cane, meno allergeni si creano a causa dell'attività vitale. Ma non è ancora possibile eliminare completamente gli allergeni dagli animali in casa. Anche se rimuovi il gatto o il cane dalla stanza, gli allergeni rimangono in essa fino a sei mesi!

Pertanto, le allergie deluderanno la risposta alla domanda: "Su quali animali non ci sono allergie?". Non ci sono animali simili. I gatti senza pelliccia (razza sfinge) causano allergia alle loro secrezioni in misura non inferiore a quella dei suoi compagni coperti di lana.

Cosa fanno le allergie, come sbarazzarsi di un'allergia alla pelliccia animale nel 2019?

La raccomandazione inequivocabile dell'allergologo con allergie epidermiche - non ottenere animali domestici e non entrare in contatto con loro. E già vivere nella casa di cani e gatti deve essere reinsediato lontano da loro, perché Crei una vera minaccia per la tua salute!

Se hai notato segni di allergia negli animali nel tuo bambino o nel tuo bambino, è meglio dimenticare immediatamente di trattare i sintomi della malattia con l'aiuto di:

  • Farmaci antistaminici e pillole da pubblicità in TV (Kestin, Loratadin, Zyrtek, Suprastin, ecc.);
  • Unguenti e creme ormonali e non ormonali (Advantan, Elokom, Fenistil, ecc.);
  • Vari rimedi popolari per il trattamento domiciliare;
  • l'omeopatia;
  • Guaritori e sensitivi della nonna.

Tutto ciò non influisce sulla causa della malattia e ha solo un effetto temporaneo. Prima o poi, troverai una esacerbazione del decorso della malattia, fino alla sua transizione verso l'asma bronchiale.

Un'autentica tecnologia medica - l'autolinfocitoterapia (vedi sotto) aiuterà a curare completamente l'allergia ai peli di animali nei bambini e negli adulti nel 2019.

I problemi di un paziente allergico agli animali:


  • Compromissione della qualità della vita a causa della compromissione della funzione respiratoria

  • L'incapacità di tenere case di gatti, cani, criceti e altri animali

  • Escluso: visita al circo, zoo, equitazione

  • Limitazione delle attività professionali legate al contatto con gli animali

  • Il classico metodo ASIT per le allergie a cani o gatti non viene utilizzato a causa della mancanza di allergeni terapeutici.

L'autolinfocitoterapia tratta con successo la causa delle allergie animali (gatti, cani, ecc.)!

Autolinfocitoterapia "(abbreviato come ALT) è stato ampiamente utilizzato nel trattamento di pazienti con varie forme di malattie allergiche da oltre 20 anni, il metodo è stato brevettato per la prima volta nel 1992.

I bambini sono trattati con allergia Alt a cani e gatti dopo 5 anni.

Gli adulti possono trattare le allergie alla pelliccia di cani o gatti, anche in pensione.

Il metodo di "Autolinfocitoterapia", oltre al trattamento di "allergia agli animali", è ampiamente usato per: dermatite atopica, orticaria, angioedema, asma bronchiale, rinite allergica, pollinosi, allergie alimentari, allergie agli allergeni domestici, animali domestici, allergie a raggi solari e ultravioletti (photodermatitis).

Il metodo ALT è fuori competizione, perché L'ASIT (immunoterapia allergene specifica) per le allergie agli animali non viene eseguita.

L'essenza del metodo "ALT" consiste nell'utilizzare le proprie cellule immunitarie - i linfociti per ripristinare la normale funzione immunitaria e ridurre la sensibilità del corpo ai vari allergeni.

Con ALT, puoi contemporaneamente trattare le allergie a diversi allergeni, ad esempio peli di animali e polvere di casa, polline di alberi e gatti, ecc.

L'autolinfocitoterapia viene eseguita su base ambulatoriale, in un ufficio allergologico per lo scopo e sotto la supervisione di un medico allergologo-immunologo. I linfociti sono isolati da una piccola quantità di sangue venoso di un paziente in condizioni di laboratorio sterili.

Linfociti selezionati vengono iniettati per via sottocutanea nella superficie laterale della spalla. Prima di ogni procedura, il paziente viene esaminato allo scopo di prescrivere individualmente la dose di autovaccina somministrata. Oltre ai propri linfociti e soluzione salina, l'autovaccina non contiene alcun farmaco. I regimi di trattamento, il numero e la frequenza delle cellule immunitarie iniettate dipendono dalla gravità della malattia. Autolinfociti vengono somministrati in dosi gradualmente crescenti con un intervallo tra le iniezioni da 2 a 6 giorni. Il corso di trattamento per l'allergia ai peli di cane e gatto è di 6-8 procedure.


  • 1. - Raccolta di sangue 5 ml.

  • 2.- Isolamento di autolinfociti

  • 3.- Esame di un allergologo
    e determinare la dose di autovaccina

  • 4.- Iniezione sottocutanea di propri linfociti

La normalizzazione delle funzioni del sistema immunitario e una diminuzione della sensibilità del corpo agli allergeni dei peli di cane o gatto si manifestano gradualmente. L'abolizione della terapia sintomatica di supporto viene effettuata anche gradualmente sotto la supervisione di un allergologo. Al paziente viene data l'opportunità di 3 consultazioni ripetute gratuite entro 6 mesi dall'osservazione dopo la fine del ciclo di trattamento con il metodo "Autolinfocitoterapia".

L'efficacia del trattamento è determinata dalle caratteristiche individuali del sistema immunitario. Questo processo dipende in parte dalla conformità del paziente con le raccomandazioni dell'allergologo durante il periodo di trattamento e riabilitazione.

Puoi familiarizzare con possibili controindicazioni qui.

Allergia animale trattata?

Condividi con gli amici

Quali animali non causano allergie?

Iniziamo con le buone notizie: ci sono rappresentanti della fauna del mondo con i quali puoi abbracciarti e baciarti anche se sei allergico. Naturalmente, adattato per il più vario "ma". Ad esempio, rettili e anfibi non causano allergie negli esseri umani. E il primo "ma" - la reazione immunitaria non può essere prevista e l'allergia agli animali d'acqua dolce, la stessa tartaruga o divertente, come l'alieno sempre sorpreso, l'axolotl è anche possibile.

Il secondo "ma" è considerato innocuo per chi soffre di allergie di cani o gatti pelati - sfingi o crestati cinesi. Questo non è vero, dal momento che anche questi stupendi animali salivano ed esfoliano l'epitelio della pelle, quindi rimane il rischio di una reazione allergica (sensibilizzazione).

Il terzo "ma" - anche se fai amici innocui per te stesso - pesci che non emettono proteine ​​potenzialmente pericolose e non hanno lana, non dimenticare che il cibo per loro è un potente allergene.

Cosa rimane? Adatti anche a chi soffre di allergie, oltre al suddetto squame, naso e coda, vengono considerati anche i porcellini d'India e il cincillà (non hanno ghiandole sudoripare e sebo non viene prodotto, e il contatto con la saliva è improbabile).

motivi

Qual è la ragione di una così potente reazione dell'organismo a un birichino birichino oa un gatto che fa le fusa? L'allergologia moderna ritiene che la causa sia associata alle proteine, che sono contenute nella saliva degli animali domestici, nonché nelle ghiandole sebacee della pelle. La saliva secca e la forfora volano attraverso i nostri appartamenti sotto forma di polvere, si deposita su mobili e oggetti interni. Con la nostra respirazione, queste particelle entrano nel corpo e il sistema immunitario reagisce a sostanze biologiche estranee - i nemici, producendo anticorpi. Di conseguenza, si sviluppa progressivamente (e qualcuno abbastanza rapidamente) la sensibilizzazione - maggiore sensibilità.

Un altro fattore che può portare allo sviluppo di una reazione allergica agli animali domestici, sono le loro malattie, in particolare fungine. Ad esempio, tigna, o micosi è una malattia fungina in cui la pelle degli animali (e negli esseri umani così come l'infezione) forma una crosta spessa contenente un gran numero di spore del fungo, un forte allergene, a cui molti hanno una sensibilità molto alta. 3

sintomi

Allergia - aumento della sensibilizzazione, cioè sensibilità a una proteina estranea, si sviluppa in modi diversi. In alcuni, il corpo reagisce con ripetuti contatti con uno o l'altro animale domestico, in altri ci vogliono diversi anni prima che compaiano i sintomi di una reazione allergica. 1 E qualcuno ha sintomi anche quando non ci sono animali domestici in casa. Il fatto è che le particelle proteiche di saliva e forfora sono molto piccole, si attaccano facilmente a quasi tutto ciò che circonda una persona e vengono trasportate su lunghe distanze. Pertanto, se hai animali domestici e vai a visitare un amico allergico, stai in guardia - puoi portargli degli allergeni sui vestiti.

I sintomi della reazione sono vari. In media, i primi segni di ipersensibilità o esacerbazione di una reazione allergica compaiono entro pochi minuti dopo il contatto con un animale o con cose che hanno la sua saliva o forfora. Inoltre, i segni sono in aumento e si manifestano con i sintomi più vividi. 3

Qualcuno appare per la prima volta sintomi cutanei - prurito, gonfiore, rossore nel punto di contatto e naso che cola, prurito agli occhi e alle orecchie. In altri, l'insorgenza di un attacco allergico è accompagnata da prurito delle membrane mucose, secchezza delle fauci e non possono esserci manifestazioni cutanee. Qualcuno sviluppa immediatamente broncospasmo o asma bronchiale.

Segni e sintomi di una reazione allergica negli animali

Una varietà di reazioni agli occhi: dalla secchezza e prurito alla combustione e scarico.

Manifestazioni cutanee: secchezza e prurito o varie eruzioni cutanee e vesciche.

Problemi respiratori: mal di gola, tosse, secrezione di muco, asma.

Enteropatia allergica nei bambini: nausea e vomito, crampi addominali, feci alterate. 1.3

Metodi di trattamento

Il trattamento di tale allergia si basa su due principi. Prevenzione, il che significa che vi è massima esclusione da qualsiasi contatto con animali. Oltre a terapie farmacologiche e di altro tipo progettate per alleviare i sintomi.

La diagnosi è stabilita

La prevenzione più affidabile delle allergie animali è evitare di tenere un animale domestico. È importante ricordare che dopo che l'animale è stato dato in mani sicure a causa della malattia di un membro della famiglia, è necessario effettuare un'accurata pulizia generale della casa con il trattamento di pareti, pavimenti, soffitti, tessuti, mobili, biancheria da letto, ecc. si stabiliscono e rimangono a lungo anche senza contatto con la fauna. 1.3

Se il rifiuto di tenere un animale domestico è impossibile, allora dovrai prendere delle misure per limitare il più possibile il contatto con lui. Stirare o graffiare - dimentica. L'animale non dovrebbe essere, dormire, mangiare, giocare nella stessa stanza con una persona che soffre di una reazione allergica. Anche l'abbracciare e baciare, specialmente nei momenti toccanti quando sei tornato a casa, è escluso. In caso di allergia, in nessun caso si dovrebbe portare l'animale in faccia, baciarlo e portarlo sulle sue mani. Dopo il contatto con l'animale, lavarsi accuratamente le mani e il viso, sciacquare la bocca e risciacquare la cavità nasale. Ogni giorno (idealmente, due volte al giorno), è necessario eseguire la pulizia a umido di tutte le superfici orizzontali al fine di rimuovere le particelle di polvere e proteine ​​depositate su di esso, utilizzare umidificatori e lavaggio ad aria. Prendersi cura di una gabbia, fornelli, scodelle, spazzole e altri oggetti domestici di animali dovrebbe essere effettuata da un familiare che non sia allergico.

Con la terapia farmacologica, il medico può prescrivere antistaminici. Poiché le allergie animali sono prolungate, i farmaci di seconda generazione che bloccano il rilascio di istamina sono più spesso usati: agiscono rapidamente, lo spettro degli effetti indesiderati è piccolo. Inoltre, il vasocostrittore nasale e collirio, i farmaci che bloccano il rilascio di istamina, così come i glucocorticosteroidi locali o sistemici sono spesso prescritti.

Un altro metodo di terapia farmacologica è l'immunoterapia specifica allergene (ASIT). L'allergene - in questo caso, la proteina - viene iniettato nel corpo con dosi microscopiche, che aumentano gradualmente. Il sistema immunitario si abitua all'allergene e, di conseguenza, può reagire con sintomi meno gravi. 1.2

Allergia animale - esiste una soluzione?

Gli animali domestici sono in molte famiglie. Ma oltre alla gioia di comunicare con loro, i proprietari possono affrontare un problema come un'allergia agli animali. Le statistiche mostrano che dal 15 al 44% delle persone soffrono di questa malattia.

La causa può essere gatti, cani, pappagalli, criceti, porcellini d'India, conigli e molti altri animali domestici.

Ad esempio, l'allergia ai gatti è causata principalmente dalla proteina Fel d1 prodotta dalle ghiandole salivari e sebacee della bestia. Naturalmente, leccando, il gatto lascia questa sostanza sulla sua pelliccia.

Sono presenti anche gli irritanti:

  • su piume e piumino;
  • in forfora;
  • prodotti di scarto (urina, saliva, ecc.).

Cause di allergie e fattori di rischio

  1. Le allergie agli animali domestici spesso colpiscono persone che soffrono di altri tipi di reazioni allergiche, come pollini o polvere.
  2. L'ereditarietà influisce anche sul rischio di ipersensibilità, cioè se i tuoi genitori hanno sofferto di questo problema, allora la probabilità della sua insorgenza aumenta in modo significativo.
  3. La probabilità di allergie agli animali domestici è alta nelle persone che soffrono di malattie del tratto gastrointestinale e del fegato.

A rischio sono le persone le cui attività professionali sono legate agli animali: veterinari, artisti circensi, addestratori di cani, maestri di toelettatura, ecc.

È importante ricordare che se si è allergici a un tipo di animale, ad esempio i gatti, esiste una possibilità di allergia crociata ad altri tipi di animali.

L'allergia stagionale agli animali non esiste, ma la reazione può peggiorare in primavera e in autunno.

Allergeni fungini nei peli degli animali, loro specie

Oltre alle allergie alla lana, ci sono reazioni al pelo animale a causa della presenza di una malattia della pelle fungina. Ecco i tipi più comuni di funghi e i sintomi della loro presenza in un animale:

  • Mikrosporum. Manifestato da grave prurito. La pelle dell'animale si sfalda, i peli sulle zone colpite diventano fragili. A causa del fatto che l'animale è costantemente prurito, graffio è visibile sulla pelle.
  • Trihofitia. La lana cade dalle zone interessate e la pelle stessa è coperta da una pruriginosa crosta purulenta. Le macchie calve rimangono anche dopo che l'animale si riprende, a causa del danno follicolare.
  • Favus (crosta). Questo tipo di funghi colpisce soprattutto i cani e il pollame. I siti danneggiati da un fungo diventano calvi, coperti da una crosta grigiastro.

Diversi tipi di funghi si manifestano in modi diversi, ma il pericolo di un animale malato per gli altri, e in particolare per chi soffre di allergie, è molto grande. In primo luogo, un tale animale domestico è uno spargitore attivo delle spore fungine, che a sua volta è l'allergene più forte. In secondo luogo, un'allergia può essere causata dalla caduta di peli di un animale e pezzi dell'epidermide, che vengono separati quando la pelle viene pettinata.

Komarovsky su allergie animali nei bambini

Nel video troverete l'opinione del Dr. Komarovsky sugli animali in casa e sui problemi ad essi associati.

Come si manifesta l'allergia animale?

I sintomi dipendono da come l'allergene è penetrato nel corpo umano e dalle caratteristiche individuali dell'allergia. Forse l'aspetto di un solo gruppo di sintomi, una combinazione di più o tutti in una volta.

Di norma, la reazione avviene entro pochi minuti dal contatto con l'animale. I sintomi progrediscono e dopo 2-3 ore diventano massimali.

Sintomi del sistema respiratorio

Uno dei sintomi più comuni delle allergie da compagnia è l'asma allergico. I bambini sono più sensibili a questa malattia, ma in alcuni casi non aggira gli adulti. Spesso, questo è quanto allergico ai gatti. I principali segni di asma allergico sono:

  • soffocamento;
  • difficoltà a respirare, accompagnata da un caratteristico fischio;
  • tosse e respiro affannoso;
  • dolore al petto;
  • mancanza di respiro.

Altri sintomi respiratori comprendono la rinite allergica:

  • congestione nasale;
  • profusore rinorrea con muco acquoso e incolore;
  • starnuti ripetuti;
  • prurito nel naso e nasopharynx.

Grave allergia ai peli di animali (e non solo!) Può essere complicata da asma bronchiale, se non viene intrapresa alcuna azione. Eliminazione del contatto con l'allergene, assunzione di farmaci antiallergici, frequente pulizia a umido in casa - tutto questo permette di evitare l'asma.

Manifestazioni dagli occhi

Tutti i sintomi che si verificano negli esseri umani, possono essere combinati con il termine - congiuntivite allergica:

  • arrossamento degli occhi;
  • intenso prurito agli occhi;
  • edema della mucosa;
  • sensazione di sabbia o di oggetti estranei;
  • aumento della lacrimazione;
  • lieve diminuzione temporanea della vista (sfocatura).

Manifestazioni cutanee

L'allergia ai peli degli animali si manifesta sulla pelle.

La più comune "orticaria", caratterizzata dall'aspetto di vescicole pruriginose. Nei rari casi gravi, quando l'orticaria in una persona può presentare brividi, aumento della temperatura corporea, comparsa di nausea e mal di testa.

Foto: Rash sulle mani dopo il contatto con la cavia.

È importante che i blister compaiano immediatamente dopo l'esposizione all'allergene e scompaiano entro 1-2 ore dalla cessazione del contatto con l'irritante.

Spesso anche con allergie, soprattutto nei neonati, si verifica la dermatite atopica o allergica. I suoi segni sono:

  • arrossamento della pelle;
  • prurito e desquamazione;
  • gonfiore;
  • pelle secca e irritata.

I sintomi del sistema digestivo

Le lesioni gastrointestinali allergiche derivano dall'ingestione di allergeni con il cibo. I sintomi più comuni dell'apparato digerente si possono osservare nei bambini al di sotto dei tre anni. Questi includono:

  • vomito;
  • nausea;
  • dolore addominale;
  • diarrea o stitichezza.

Inoltre, può manifestarsi una sindrome allergica orale, manifestata da gonfiore della mucosa orale, prurito e mal di gola.

Disturbi del sistema

Lo sviluppo di disturbi sistemici a causa di una grande dose di allergeni e si verifica abbastanza raramente. Tuttavia, ci sono casi in cui una grave complicazione come lo shock anafilattico si sviluppa in allergie animali. Le sue manifestazioni principali includono:

Foto: una delle reazioni sistemiche più forti è l'angioedema.

  • respiro rapido e battito del cuore;
  • forte diminuzione della pressione;
  • broncospasmo;
  • perdita di equilibrio e vertigini;
  • nausea;
  • pallore;
  • perdita di coscienza

Inoltre, lo sviluppo di angioedema è possibile:

  • gonfiore stretto delle mucose e del tessuto sottocutaneo nella zona degli occhi, naso, bocca, labbra;
  • mancanza di respiro;
  • pelle blu.

Ai primi segni di allergia, è necessario consultare un allergologo che può determinare con precisione la causa della malattia. Questa patologia viene "calcolata" per mezzo di esami del sangue e test cutanei. Inoltre, è possibile prescrivere un'analisi delle urine generale, un esame del sangue biochimico e un immunogramma.

Inoltre, il medico deve condurre un sondaggio, le cui domande devono essere risolte nel modo più accurato e onesto possibile, poiché ciò aiuterà anche a fare una diagnosi.

Tali manifestazioni di allergia, come la rinite, la tosse, il prurito, ovviamente, non sono fatali. Ma anafilassi e angioedema - una condizione che in assenza di cure mediche qualificate può essere fatale.

farmaci

I seguenti gruppi di farmaci sono usati per trattare le allergie:

  • antistaminici;
  • corticosteroidi;
  • chelanti;
  • stabilizzatori di mastociti.

Prendi i farmaci a seconda dei sintomi.

Gli antistaminici aiutano ad alleviare i sintomi della malattia (prurito, starnuti, naso che cola). Per i bambini di 7-12 anni, vengono spesso prescritti sotto forma di sciroppi.

Il più efficace, ma non sicuro per i mezzi di automedicazione - corticosteroidi. Tuttavia, al fine di evitare gravi effetti collaterali, dovrebbero essere utilizzati solo dopo aver consultato uno specialista.

Il trattamento della congiuntivite allergica dovrebbe essere completo:

  • Antistaminici (Dimedrol, Claritin, Tavegil). Il buon effetto fornisce uno strumento completo: Sulfadeks.
  • Sono anche prescritte le gocce oculari (Crom-Allerg, Alomid, Hi-Chrome).
  • Nei casi più gravi - unguento corticosteroide per gli occhi.

Trattamento di rimedi popolari

La medicina tradizionale offre molte ricette per combattere le allergie. La questione di quanto siano efficaci è controversa e ogni persona decide autonomamente se seguire o meno il consiglio della "nonna".

Ad ogni modo, tutte le ricette della sezione della terapia sintomatica. Quindi, in presenza di irritazione della pelle, è possibile applicare decotti di erbe medicinali - camomilla, successione, salvia, menta, achillea.

Uno dei metodi più popolari è il trattamento con la viola. È usato come mezzo locale e per somministrazione orale (sia in modo indipendente che come parte di una miscela: violetto, corda e belladonna).

Si propone di trattare le allergie animali con gemme di betulla, zabrus (parte di favi), mumiyo e molti altri mezzi.

Noni è un frutto tropicale comune nel sud e nel sud-est asiatico. È usato con successo per trattare molte malattie. In particolare, il succo di noni ha un buon effetto anti-infiammatorio, migliora l'immunità. A causa di questa proprietà, il succo è un buon aiuto per il trattamento, oltre all'antistaminico e ad altri farmaci della medicina tradizionale.

Prevenzione delle allergie

Prima di tutto, se l'allergia animale è confermata da un medico, vale la pena pensare alla possibilità di trasferire un animale domestico.

Se questo è possibile, quindi, a parte il "reinsediamento" stesso, è necessario sostituire o pulire a fondo (meglio nella pulizia a secco) tutte le coperte, tappeti, coperte, cuscini, tende, coperte, come lana, saliva e peli dell'animale possono essere lì per molto tempo. Dopo un'attenta pulizia l'allergene nell'appartamento non rimarrà.

Tuttavia, il più delle volte le persone non sono pronte a dire addio al loro animale domestico. In questo caso, è necessario ridurre al minimo il contatto con la sostanza irritante della proteina:

  • grazie alla pulizia giornaliera umida, puoi liberarti della polvere (che può essere anche un allergene) e della lana;
  • utilizzare filtri dell'aria speciali;
  • camera da letto dovrebbe essere ventilata ogni giorno prima di coricarsi;
  • non è necessario lasciare l'animale su un letto vuoto, è necessario chiudere la porta della camera per la notte;
  • dopo il contatto con l'animale domestico è necessario lavarsi accuratamente le mani, non lasciarlo affrontare, non baciare;
  • dovresti chiedere di pulire la gabbia o il gabinetto dell'animale di un altro membro della famiglia.

Inoltre, durante il trattamento, il paziente deve riconsiderare la propria dieta ed eliminare cibi salati e piccanti, cibi in scatola, cioccolato, agrumi, pesce, caffè, latte crudo e altri prodotti che possono causare allergie o peggiorare il suo corso.

Salviette speciali per animali

Uno dei mezzi per prevenire allergie agli animali domestici: un'attenta igiene degli animali domestici. Ma a volte capita che l'animale domestico (soprattutto i gatti sono colpevoli di questo) non ama le procedure dell'acqua.

Tovaglioli per animali contro le allergie - un grande compromesso. Puliscono e deodorano i peli del gatto, idratano la pelle dell'animale. Questo strumento è adatto a tutte le razze di gatti: sia per i capelli corti che per i "soffici".

Tovaglioli igienici sono disponibili anche per cani e roditori domestici.

Mezzi antiallergici speciali per il lavaggio degli animali

Aiuta a neutralizzare gli effetti degli allergeni dell'animale domestico sul corpo umano.

Quali animali non causano allergie?

Che cosa succede se si è allergici agli animali? Come si dice in molte risorse online - avere un animale domestico ipoallergenico. Ma questa è una falsa affermazione, dal momento che ogni animale può causare allergie.

Quindi, gli animali che non causano allergie - questo è un mito. Ma quali animali domestici lo provocano meno spesso e quindi possono essere accesi dalle allergie?

  1. Un'ottima opzione per le allergie può essere una tartaruga. Da un lato, non ha lana, né saliva, né sudore ed è molto facile da pulire. D'altra parte, anche questi animali possono provocare reazioni allergiche. Si sviluppano dopo il contatto con le feci animali (ad esempio durante la raccolta), nonché a seguito di graffi e abrasioni. Inoltre, vale la pena ricordare che le tartarughe spesso soffrono di salmonellosi e, dopo aver giocato con loro, assicurati di lavarti accuratamente le mani.
  2. C'è un equivoco che i gatti calvi - sfingi sono adatti per le persone allergiche. E sebbene causino allergie meno spesso a causa del fatto che la proteina non si diffonde in tutto l'appartamento con la lana, questi gatti non sono ancora ipoallergenici. Per evitare una reazione indesiderata causata dal sudore felino, l'animale deve essere lavato frequentemente.
  3. Abbastanza anallergici e animali così carini come i cincillà, perché non hanno né ghiandole sebacee né sudoripare. Pertanto, cincillà - quasi perfetto per le allergie. "Praticamente" perché è molto raro, ma appare la reazione ai cincillà
  4. Una buona opzione e cavie calve.
  5. I cani Bichon Frise possono anche essere adatti a una persona con allergie. Nonostante il fatto che la loro lana sia densa e densa, cade molto poco. Ma lo Yorkshire terrier, contrariamente alla credenza popolare, può causare allergie con la stessa probabilità dei cani di altre razze.

Voglio un animale, ma allergie cosa fare?

Se vuoi davvero avere un animale domestico, usa i consigli:

  • È auspicabile che la pulizia non sia eseguita da una persona allergica, ma da qualcuno dei membri della famiglia.
  • La biancheria da compagnia deve essere pulita almeno una volta alla settimana.
  • Più spesso eseguire la pulizia a umido in casa.
  • Utilizzare un filtro dell'aria HEPA. Questo è un ottimo collettore allergenico.
  • Un gatto o un cane non è un posto in camera da letto, tanto meno nel tuo letto!
  • Utilizzare coperture speciali per tutte le coperte e lavarle regolarmente.
  • Sostituisci le tende con tende o persiane meno ingombranti che sono facili da pulire e non raccoglieranno lana o pezzi di epidermide animale.
  • Bagnare l'animale settimanalmente con l'uso di shampoo anti-allergia speciali.

Allergie per animali domestici

Allergie agli animali domestici: questa è una delle più comuni condizioni allergiche causate dall'intolleranza agli antigeni di lana, piume, particelle di pelle o prodotti di scarto dell'animale domestico. I sintomi dipendono dal modo in cui l'allergene penetra nel corpo - più spesso prurito, lacrimazione, congestione nasale, starnuti, mal di gola. La patologia viene determinata studiando la storia di vita del paziente, la diagnostica specifica viene effettuata utilizzando test allergologici. Durante il trattamento, viene escluso il contatto con la fonte dell'allergene, vengono prescritti antistaminici e terapia di desensibilizzazione.

Allergie per animali domestici

L'intolleranza o l'allergia agli animali domestici sono una condizione comune e negli ultimi anni sono stati segnalati sempre più casi. Ciò è dovuto al miglioramento dei metodi diagnostici e all'aumento del numero di animali domestici in generale - secondo statistiche, gatti, cani o altri animali contengono dal 30 all'80% di famiglie. Il più delle volte, una condizione allergica è registrata nei bambini, la malattia può verificarsi a qualsiasi età e scomparire improvvisamente dopo un certo periodo di tempo. Secondo alcuni dati, almeno il 15% della popolazione totale della Terra è soggetta allo sviluppo di patologie. Una piccola parte dei casi è rappresentata da persone coinvolte nel lavoro agricolo: cura di mucche, capre e pollame. L'epidemiologia riflette la prevalenza del contatto con gli allergeni - l'incidenza è più elevata nei paesi in cui più persone tengono gli animali domestici.

motivi

L'eziologia dell'allergia è simile ad altre condizioni allergiche con contatto o trasmissione aerea di una sostanza provocante (ad esempio, pollinosi). Per una ragione o per l'altra, il paziente ha una reazione immunitaria perversa in risposta alla penetrazione di sostanze proteiche estranee. In questa patologia, la fonte di tali composti sono animali domestici o, più raramente, agricoli. A causa di frequenti e stretti contatti con animali domestici, la loro allergia è caratterizzata da un lungo decorso cronico, che può essere complicato da altre condizioni immunologiche. Gli antigeni provocatori possono essere contenuti nelle secrezioni:

  • Gli elementi di copertura. Le particelle di lana, scaglie di pelle o piume contengono spesso sostanze allergeniche nella loro composizione. Avendo una piccola taglia e peso leggero, sono in grado di essere nell'aria per lungo tempo, di penetrare nel tratto respiratorio. Pooh e lana possono anche essere fissati nei tessuti e nella pila di tappeti - questo spiega la conservazione delle allergie, anche dopo aver eliminato la comunicazione con l'animale.
  • Ekzoparazity. A volte gli allergeni si trovano negli organismi parassiti sui tegumenti degli animali (pulci, acari microscopici). Spesso questo tipo di patologia si verifica all'improvviso e scompare dopo il trattamento dell'animale.
  • Prodotti di scarto Le feci o l'urina di alcune specie di animali possono contenere sostanze provocanti. Molto spesso, un'allergia si manifesta dopo aver pulito vassoi, cellule o terrari ed è limitata ai sintomi della pelle. A volte la comparsa di allergeni nelle secrezioni associate a malattie degli animali domestici.

Varie sostanze che compongono shampoo, farmaci veterinari, detergenti cellulari possono anche scatenare sintomi allergici. Una tale variante della condizione patologica può essere erroneamente diagnosticata come allergica agli animali. I fattori che predispongono allo sviluppo della malattia sono la presenza di disturbi immunologici, altre condizioni allergiche (ad esempio asma bronchiale), età infantile. La violazione della cura degli animali contribuisce al verificarsi di patologie: l'accumulo di potenziali allergeni in grandi quantità può causare una reazione anche in una persona sana. Allo stesso tempo, il contatto con gli animali nella prima infanzia (meno di 2 anni) riduce il rischio di allergia in futuro a causa dello sviluppo della tolleranza immunologica a determinati antigeni.

patogenesi

Nonostante la diversità delle manifestazioni cliniche, la reazione agli allergeni degli animali domestici procede lungo lo stesso percorso patogenetico - reazioni di ipersensibilità di tipo immediato. Al primo contatto con gli antigeni di tegumenti animali, i loro parassiti o escrezioni, il corpo diventa sensibilizzato. Le sostanze provocanti sono riconosciute dal sistema immunitario e gli anticorpi di classe E (IgE) si formano contro di loro. Le immunoglobuline vengono assorbite sulla superficie delle membrane basofili del tessuto (mastociti), rendendole sensibili agli allergeni. Queste cellule svolgono un ruolo centrale nell'ulteriore sviluppo dello stato patologico.

A contatti successivi, il legame di allergeni alle IgE, che si trova sulle membrane dei basofili. Questo attiva queste cellule immunocompetenti e stimola il processo della loro degranulazione - il rilascio di istamina, serotonina e prostaglandine nello spazio intercellulare. Questi composti contribuiscono all'espansione dei vasi sanguigni e aumentano il volume del liquido intercellulare, irritano le terminazioni nervose sensibili. Questo si manifesta con sintomi tipici di allergia - arrossamento, gonfiore dei tessuti, prurito, disagio, aumento dell'essudazione di muco o lacrime. A volte la quantità di istamina rilasciata è così grande che porta a reazioni sistemiche (shock anafilattico) - un forte calo della pressione sanguigna, spasmo delle vie aeree.

Sintomi di allergie animali

Le manifestazioni di allergie sono piuttosto diverse, in gran parte determinate dal tipo di intolleranza, dalla natura dell'allergene e dalla sua distribuzione nell'ambiente circostante. Nella maggior parte dei casi, gli antigeni degli animali domestici si diffondono nell'aria, penetrando facilmente nel tratto respiratorio superiore e nella congiuntiva dell'occhio. C'è congestione nasale, lacrimazione, starnuti, arrossamento e prurito agli occhi. Spesso, mal di testa, disagio alla gola si uniscono a queste manifestazioni, a volte raucedine. Nei pazienti con asma, gli attacchi di broncospasmo sono possibili 20-30 minuti dopo l'inalazione di aria contenente allergeni.

In alcuni pazienti, le manifestazioni cutanee dovute al contatto diretto con animali o ai loro prodotti metabolici vengono alla ribalta. Di norma, l'orticaria viene rilevata nell'area del contatto cutaneo con la sostanza provocante, a volte si sviluppa in altre parti del corpo. La durata della conservazione dell'eritema, del prurito e di altri sintomi dipende dalla reattività dell'organismo e dal numero di allergeni presenti nell'ambiente. Spesso c'è uno sviluppo combinato di manifestazioni allergiche agli occhi, alle vie respiratorie e alla pelle. Alcuni di questi possono verificarsi sotto forma di dermatite da contatto attraverso una reazione di ipersensibilità di tipo ritardato (HRT), che è più spesso osservata in persone che si prendono cura di animali da allevamento o impiegati di giardini zoologici.

Nei pazienti che hanno una forte sensibilizzazione agli antigeni animali, i sintomi allergici possono svilupparsi in assenza di contatto diretto. Gli allergeni principali e più comuni di gatti (Fel d1 e Fel d2) e cani (Can f1 e Can f2) possono essere trasportati attraverso i vestiti e altri oggetti dei proprietari. Per persone altamente sensibilizzate, tale contatto indiretto è sufficiente per lo sviluppo di un complesso di sintomi allergici caratteristici. La possibilità di un'interazione indiretta con composti provocatori è importante da considerare quando si diagnostica la patologia.

complicazioni

Gravi complicazioni per questo stato allergico non sono tipiche, tuttavia, il rischio che il loro aspetto aumenti con l'ignorare i sintomi della malattia e il continuo contatto con gli allergeni. Nelle persone con asma, la reazione può portare a broncospasmo grave e insufficiente funzione respiratoria. La sindrome nasocongiuntivale allergica può essere complicata da un'infezione batterica secondaria delle mucose, che provoca rinite infiammatoria o congiuntivite. In casi estremamente rari, il contatto con antigeni animali sviluppa uno shock anafilattico, che è una condizione pericolosa per la vita. Un lungo decorso di rinite allergica può provocare iperplasia della mucosa nasale e la comparsa di polipi.

diagnostica

L'identificazione di questa condizione nell'allergologia pratica richiede il confronto di una grande quantità di dati anamnestici, clinici e di laboratorio. Ciò consente di stabilire la relazione tra la presenza di un animale domestico e l'insorgenza di manifestazioni patologiche e le tecniche di laboratorio offrono l'opportunità di confermare e chiarire la diagnosi. La diagnosi può essere difficile, perché in alcuni pazienti il ​​complesso dei sintomi si verifica qualche tempo dopo che un gatto o un cane appare in casa. La diagnosi di allergia è fatta secondo il seguente algoritmo:

  • Indagine e ispezione generale. All'esame si manifestano manifestazioni caratteristiche non specifiche di allergia - orticaria, arrossamento congiuntivale, lacrimazione, complicazione della respirazione nasale. Quando l'interrogatorio è determinato dalla presenza o dall'assenza di contatto con gli animali durante gli ultimi giorni e nei periodi precedenti. Durante l'intervista al paziente, è anche possibile determinare la relazione tra i sintomi e gli animali domestici, e quindi regolare il piano per ulteriori misure diagnostiche.
  • Tecniche di laboratorio In generale, gli esami del sangue di solito mostrano cambiamenti minimi: un leggero aumento di ESR, eosinofilia e altri segni di infiammazione allergica. Test specifici rivelano un aumento significativo del livello di immunoglobuline di tipo E, che indica un tipo anafilattico di reazione di intolleranza.
  • Test allergologici Il gold standard per diagnosticare le allergie animali è i test allergologici cutanei - applicazione, test PIRM. Di solito determina la risposta del corpo agli allergeni comuni di cani, gatti, uccelli (a seconda di quale animale il paziente è in contatto).

La diagnostica differenziale viene eseguita con altri tipi di malattie allergiche (ad esempio, pollinosi, intolleranza alle polveri domestiche), patologie infiammatorie delle mucose (rinite, congiuntivite). La distinzione tra questi stati diventa spesso possibile solo dopo test allergologici provocatori, che sono il metodo di diagnostica specifica.

Trattamento di allergia animale

La questione del trattamento delle allergie è spesso complicata dalla riluttanza dei pazienti a isolare la fonte della loro condizione patologica - l'animale domestico. In alcuni casi, questo porta alla collaborazione di un allergologo e di un veterinario, insieme a specialisti in grado di determinare la natura dell'allergene e capire come ridurne il rilascio agli animali. Tali misure sono efficaci in caso di intolleranza ai componenti dei prodotti per la cura (shampoo, spray), exoparassiti o secrezioni animali: è sufficiente curare un animale domestico e ridurre al minimo il contatto con gli escrementi (vaschette per la pulizia). Oltre ad eliminare il contatto con antigeni provocatori, si distinguono le seguenti misure terapeutiche:

  • Terapia antistaminica Gli antistaminici sono ampiamente usati per ridurre i sintomi delle allergie. Possono essere somministrati sotto forma di compresse, gocce oftalmiche o nasali e spray durante un'esacerbazione della malattia o come profilassi - per esempio, prima del contatto previsto con un animale.
  • Terapia di desensibilizzazione. Per quanto riguarda un certo numero di allergeni animali, è possibile utilizzare l'immunoterapia specifica (ASIT) associata allo sviluppo della tolleranza alla sostanza proteica provocante. L'essenza della tecnica è ridotta all'introduzione di piccoli dosaggi progressivi dell'allergene per diversi mesi.
  • Tecniche di barriera Metodi sperimentali basati sulla formazione nella mucosa nasale del film a base di cellulosa più sottile o di altri composti nella composizione delle gocce nasali. Di conseguenza, la ricezione di allergeni nel tessuto è complicata, le manifestazioni di allergia sono ridotte. Le tecniche non proteggono la pelle o la congiuntiva degli occhi, pertanto, vengono utilizzate con un elenco limitato di indicazioni.

Dopo la diagnosi, oltre a evitare il contatto con un animale domestico, è necessaria un'accurata pulizia dei locali. La pulizia con acqua di pavimenti, pareti, mobili viene eseguita, tappeti, tappezzeria e altri elementi interni in tessuto vengono accuratamente eliminati. Per un certo periodo di tempo, si consiglia di installare i filtri per la purificazione dell'aria, poiché le più piccole scale di pelle e pelucchi possono essere mantenute in sospensione anche in assenza di cani o gatti.

Prognosi e prevenzione

La prognosi delle allergie animali è quasi sempre favorevole, solo negli individui con una tendenza all'asma bronchiale, peggiora a causa del rischio di broncospasmo. Spesso le manifestazioni della malattia col passare del tempo diventano meno pronunciate, anche senza gravi misure terapeutiche, quindi alcuni pazienti preferiscono non separarsi dal proprio animale domestico, riducendo i sintomi di allergia con antistaminici o accettando di condurre ASIT. Le misure preventive aiutano a ridurre la concentrazione di allergeni animali, riducono sia il rischio di insorgenza che la gravità della patologia. Questi includono la cura meticolosa degli animali, l'uso di depuratori d'aria domestici, lavarsi le mani dopo aver carezzato o giocare con un animale domestico. È importante non permettere all'animale di sedersi su una sedia o sul letto, specialmente in camera da letto, quando si viaggia in macchina per usare speciali coprisedili.

L'immunologo ha dissipato i miti sulle allergie animali e su come liberarsene

Un grumo soffice può portare non solo gioia e felicità in casa, ma anche prurito agli occhi, starnuti, in altre parole, allergie. Questo non è un motivo di panico, come ci dice Karina Mart, un allergologo-immunologo, che ha un'allergia agli animali con un grande amore per lei. Sul suo Facebook ha scritto un ampio testo sui miti delle allergie - "Allergie agli animali: il punto di vista di un immunologo". Con il permesso dell'autore, Likeyou lo pubblica immutato.

© di Timothy Meinberg / unsplash.com

Come tutto inizia

Il bambino ha chiesto un cucciolo o un gattino per così tanto tempo che una zolletta a quattro zampe appare finalmente a casa. Un'altra opzione è che gatti, cani, conigli, topi e porcellini d'India vivono in casa (è necessario sottolineare o ottenere la mancanza), e in un attimo si trova anche un neonato appena nato. Evento meraviglioso, giusto? Questo è molto spesso oscurato dalla terribile parola ALLERGIA. Questa diagnosi sembra una frase non solo per un bambino, ma anche per un animale domestico, che sarà al sicuro al riparo, ma non vuoi nemmeno pensare al peggio.

Cosa fare in questa situazione difficile?

Non prendere decisioni affrettate, ovviamente. Se solo perché tutto non è come sembra e anche a prima vista. E molte delle tragedie nella vita possono essere evitate se si esamina attentamente il problema.

Vai alla reception per l'allergologo

Non appena arrivi all'allergologo, immediatamente nel 100% dei casi ascolterai in modo univoco e categorico: "Sbarazzati dell'animale!". Ecco fatto. Nessuna opzione Nessun allergologo, essendo sano di mente e un ricordo chiaro, non avrà mai la responsabilità di suggerire qualcos'altro, specialmente quando si tratta di allergie nei bambini. Qualsiasi tuo amico che è allergico a un animale domestico lo confermerà.

© di Brittany Colette / unsplash.com

Nel 99% dei casi, non gli verrà offerta una desensibilizzazione specifica (questo è un metodo per trattare le allergie, aumentando le dosi di allergeni che vengono introdotte nel corpo per aiutare il sistema immunitario ad abituarsi e smettere di reagire così acutamente - come voi), al momento più o meno stabile lavorando solo in caso di allergia alle piante (più spesso - polline), e non agli animali. Ma con tutto questo, se sei allergico ad un animale per la prima volta o se le sue manifestazioni sono cambiate, dovresti andare dal medico. Forse le allergie non saranno allergie, ma qualcos'altro. Ci sono molte malattie con sintomi simili alle allergie. Inoltre, è possibile che l'allergia sia confermata, ma la causa non sarà un animale, ma il tuo nuovo detersivo per il bucato. E questa sarà un'ottima notizia, giusto?

Quindi superiamo i test, preferibilmente almeno in un paio di laboratori diversi, un allergologo può anche visitarne più di uno. E concentrati sui risultati che corrispondono a diversi specialisti e ai risultati di diverse analisi.

Non correre a dare l'animale

Dare via? No, mi dispiace, no. In questa domanda, rappresento tre parti interessate: un allergologo-immunologo (PhD in allergologia e immunologia, se qualcuno è interessato ai sonagli), un'allergia (sì, forte, sì, con allergie agli animali) e un animale dilettante senza la più piccola esperienza con il loro contenuto. Ed è quello che ti dirò su questo.

Un animale può "curarti" dalle allergie a te stesso. Cos'è una specifica iposensibilizzazione animale? Ma questo è tutt'altro che esotico, anche se ovviamente non funziona il 100% delle volte. La sua essenza è questa: quando l'animale è arrivato per la prima volta a casa tua, i primi giorni la reazione è estremamente forte. Congiuntivite, rash, rinite allergica, alcuni hanno anche esacerbazione di asma o il suo debutto. Ma dopo 3-4 giorni i sintomi di allergia si attenuano chiaramente, e dopo 2-3 settimane scompaiono quasi completamente. Inoltre, con antistaminici (questi sono farmaci per le allergie), e che senza di loro!

Due semplici meccanismi funzionano qui.

  1. Il meccanismo del primo. Mordere, leccare e graffiare
    Particolarmente efficace nel caso di ratti e gatti. I ratti sono leggermente e quasi impercettibili, e i gatti e in particolare i gattini durante il gioco sono talvolta molto evidenti, si mettono le ferite sulla pelle con gli artigli. Così, un allergene entra sotto la pelle, proprio le particelle che causano la tua allergia ad un animale, e l'iniezione sottocutanea di un allergene specifico naturale è l'essenza del metodo specifico di desensibilizzazione! Inoltre, a differenza delle piante, gli allergeni animali sono molto più "individuali" e meno resistenti ai diversi tipi di conservazione, motivo per cui lo stesso trattamento da parte di un medico sotto forma di iniezioni sottocutanee e un allergene puro dà un tasso di successo molto più basso. E qui - allergeni naturali, freschi, senza alcuna conservazione, è il tuo animale.
  2. Il meccanismo del secondo. Karl Marx è qualcosa di molto giusto: la quantità è qualità.
    Questo meccanismo si basa su un altro modo possibile, tuttavia, finora molto esotico, nel trattamento delle allergie. Il fatto è che l'allergia si sviluppa più spesso sul principio di "una sostanza leggermente innocua, e non con il cibo, ma sulla pelle e sulle mucose". Semplifico moltissimo, ma il punto è che quando si avvia un animale domestico, i suoi allergeni diventano non molto, ma molto, e non colpiscono solo la pelle, anche se non si ha l'abitudine di leccare il proprio gatto o cane. Ad un certo punto, c'è un "clic" e il sistema immunitario capisce che sembra che ci siano molte di queste particelle e che entrano nel corpo in tutti i modi, troppo, in modo che possano accendere i segni di un allergene. E la risposta allergica svanisce.

Consigli pratici

Quindi, se hai davvero portato un animale e vuoi vivere con esso, ma tu o i tuoi parenti hanno iniziato ad esserne allergico, non aver fretta di separartene. Non sto parlando di quelli che per primi hanno avuto un "giocattolo" per loro stessi o per un bambino, poi hanno scoperto che il cucciolo fa la pipì sul tappeto e si stuzzica sulle scarpe, e il gattino sta strappando i mobili, e ha deciso di sbarazzarsi della fonte dei problemi sotto la pretestuosa scusa. Sto parlando di quelli che vogliono davvero stare con i loro animali. Non fare in fretta.

Vai da un allergologo, se è la prima volta, vai, quindi acquista antistaminici e aspetta solo 2-3 settimane, un piccolo, ma non completamente, limitante contatto con l'animale. Se, ovviamente, i sintomi non sono pericolosi, non ci sono attacchi di soffocamento (asma o edema allergico). L'allergia può davvero essere notevolmente ridotta o addirittura scomparire. E dopo una vacanza o un viaggio di lavoro - ahimè, dopo il ritorno a casa potresti dover soffrire ancora un po ', ma la reazione secondaria sarà più tranquilla e più tranquilla.

Potresti scomparire completamente allergico al tuo animale, ma rimanere una reazione agli altri cani. A volte, tuttavia, cadrà sugli altri, accade in modi diversi. Il secondo cane, tra l'altro, darà già una reazione molto più debole, e il terzo - sarete sorpresi, è del tutto possibile che apparirà nella vostra casa come se non aveste mai avuto un'allergia agli animali. Beh, se ovviamente vuoi tre gatti / cani, il mio record era come otto.

Quindi non mettere subito una croce, sii paziente e guarda.

E le precauzioni

L'unica cosa che oscura l'idillio che ho descritto è che anche se hai polvere e peli di animali nella tua casa su tutte le superfici in brandelli, e le tue allergie non pensano nemmeno a ricordarti, potresti ancora dover vivere con alcune restrizioni. La cosa principale è il letto. Il secondo è la faccia.

Se c'era un'allergia, ed era forte, è meglio non lasciare mai che l'animale vada a dormire, ai tuoi vestiti (intendo colui che contatta direttamente il corpo, cioè il torto, non il lato anteriore delle cose e soprattutto il guardaroba intimo) e inoltre non seppellire la faccia nel suo lato caldo e soffice e non toccarti il ​​viso immediatamente dopo il contatto con l'animale. Tuttavia, per correre e lavarsi le mani 100 volte al giorno dopo ogni contatto non è necessario. In primo luogo, sei torturato, e in secondo luogo, non ha senso, hai esattamente la stessa quantità di allergeni sulle tue mani come su tutti gli oggetti in un appartamento con un animale, devi solo toccare la tua mano da qualche parte, come la maniglia della porta, dopo aver lavato le mani.

E ora - un po 'di scienza fresca.

Ed ecco qualche altra ragione per cui posso portare la difesa degli animali in casa. Sembra paradossale, ma è un dato di fatto: più animali ci sono in casa, meno allergia i bambini hanno e più calmo scorre. Questa osservazione è descritta nel quadro della teoria igienica. La teoria è relativamente fresca, da qualche parte nella metà degli anni '90. Ciò significa che il 99% degli allergici in Russia non ne sa nulla o non sa quasi nulla. Spero che non romperò il cuore di nessuno se ti ricordassi modestamente che ci insegnano secondo i libri di testo russi, che sono obsoleti in media di 5-10 anni, o secondo i libri di testo tradotti (meno spesso), sono obsoleti per lo stesso almeno 3-5 anni come risultato della traduzione e del montaggio ? Con l'offerta migliore. Bene, aggiungi a questo l'età del dottore, cioè, quanto tempo fa ha ascoltato le lezioni. Bene, aggiungi a questo l'ignoranza quasi universale dell'inglese, che è necessaria per leggere articoli sul tuo soggetto nell'originale. Bene, aggiungete a ciò la mancanza di un bisogno urgente di un dottore di leggere costantemente articoli strettamente scientifici, scarsamente associati alla sua pratica immediata. No, anche un clinico allergologo molto, molto, molto buono molto probabilmente e non ha mai sentito parlare di una tale teoria igienica, ahimè. Quindi ho avvertito.

Chi vive bene in Russia: statistiche

Tuttavia, i fatti sono cose testarde. In tutto il mondo, l'incidenza di allergie e malattie autoimmuni sta crescendo (questo è anche il risultato di un errore del sistema immunitario, ma diverso). Ma per qualche ragione cresce esclusivamente nei paesi sviluppati. E per qualche ragione, molto più forte nelle città che nelle aree rurali, sia nello stesso paese che nel mondo. Questo fatto è stato a lungo interessato e ha cercato a lungo di scoprire i modelli e le cause della crescita. C'erano molte idee, per esempio, qualsiasi chimica nell'aria e specialmente nel cibo. Importa anche chi sta discutendo, ma non si adatta al fatto che i contadini più poveri sono impegnati nei campi con fertilizzanti terribilmente nocivi ogni giorno e nei poveri urbani che consumano una serie completa di sostanze chimiche nocive per il cibo, ma per qualche motivo soffrono di allergie molto meno frequentemente, e i "cittadini" più ricchi, anche se crescono bambini in case di campagna all'aria aperta e nei prodotti più puliti e costosi, cioè in condizioni eccellenti, ricevono questa allergia nei bambini molto spesso. Come così?

Evoluzione e progresso tecnico

Hanno trovato la causa simultaneamente in diversi paesi contemporaneamente, quindi hanno verificato e ricontrollato, condotto studi retrospettivi (cioè scavando nella storia) e prospettici (cioè osservando per diversi anni) su piccoli gruppi e su enormi popolazioni. Il fatto è che la rivoluzione tecnica ha superato la rivoluzione naturale in modo molto forte e acuto. Siamo stati a lungo in grado di, senza sforzo per mantenere il bambino in condizioni quasi sterili, e il sistema immunitario è ancora fiducioso che dopo la nascita sarà avvolto in una pelle sporca delle pulci e messo sulla terra infestata da vermi e uova, che il bambino impara a gattonare sicuramente tirerà in bocca, mangiando terra, vermi e pulci e resti di cacca di un numero inimmaginabile di varie creature. Bene, in generale, penso che l'immagine sia stata dipinta abbastanza comprensibile?

Dopo la nascita, il sistema immunitario del neonato - sì, debole, sì, immaturo, ma è pronta a incontrare i nemici. Molti, molti nemici pericolosi che devono penetrare ovunque, e specialmente attraverso la pelle e le mucose. Ma in qualche modo non ci sono nemici, perché la mamma di solito è brava, stira i pannolini da entrambi i lati con un ferro da stiro e disinfetta tutto ciò che riguarda il bambino. E qui in questo posto c'è un "fallimento", dobbiamo trovare il nemico, lo è sicuramente, non può essere! E il sistema immunitario prende i nemici innocui di default e di solito sostanze innocue di default: alcuni componenti del cibo, oltre a cose che non possono essere eliminate anche in un appartamento moderno: polvere, acari della polvere e residui, microscopici funghi, polline delle piante, eventuali residui minuscoli prodotti chimici domestici, particelle di polvere di peluria e piume dai cuscini e così via. Tuttavia, considerando che queste particelle non danneggiano veramente nessuno, in qualche modo non pensano di essere fecondi nel corpo, viene attivata una risposta modificata, non come un'infezione, ma come una reazione allergica. Ancora una volta, ho semplificato la descrizione e non ho bisogno di usarlo al posto di un articolo scientifico sulla teoria igienica, ok? E poi uno degli scienziati mi sparerà.

L'igiene non è solo buona, ahimè

In generale, l'immagine è questa: più alto è il livello di igiene nella popolazione, maggiore è l'incidenza di allergie e autoimmunità, più difficile è il flusso di allergie. Ma non possiamo mettere i bambini nella polvere e dar loro da mangiare un pezzo di terra per una salute migliore, giusto? E qui gli animali domestici si sono improvvisamente rivelati essere la salvezza. Nelle famiglie in cui c'erano animali domestici nei primi cinque anni di vita, il numero di bambini allergici era nettamente ridotto. E più animali c'erano (o più erano di dimensioni), meno allergie c'erano! Inoltre, la bestia in casa nel primo anno di vita di un bambino si è rivelata la medicina di allergia più efficace per questi bambini in futuro, dal secondo al quinto anno di vita, meno efficace, e dopo il quinto anno di vita non importava se la famiglia fosse un animale o no. La coincidenza delle statistiche con i termini della "formazione" del sistema immunitario e ha portato gli scienziati a studiare ulteriormente questo meccanismo.

In generale, per dirla semplicemente, la presenza di un animale in una casa porta al fatto che i suoi capelli, le particelle della pelle, la saliva e persino i resti di escrementi si accumulano nell'aria e su tutti gli oggetti, mi dispiace. Tutta questa grazia va al bambino, e il suo sistema immunitario ha qualcosa da fare! Allena i meccanismi corretti per rispondere alle infezioni e alle sostanze innocue, appiana le reazioni necessarie al materiale in arrivo e non cerca i nemici dove non ce ne sono.

Un'altra conclusione pratica

In generale, parlando seriamente, vuoi un bambino senza allergie? Poi tieni un gatto a casa, cinque gatti, un grosso cane peloso sbadigliando e lascia che si leccano le mani del bambino, e lascia che mettano la lana sul letto e sui vestiti, specialmente nel primo anno di vita. Tuttavia, ti avverto che anche pediatri e allergici di 10-15 anni ti diranno questo, che sei un disgustoso genitore, che hai urgentemente bisogno di rimuovere l'animale da casa e così via. Bene, se non resisti alla pressione dei medici che vogliono un bene naturale, allora trasferisciti con tuo figlio fuori città almeno per i primi tre anni. Lì, in ogni caso, lui si spezza sulla terra, e le erbacce, che strisciano solo via, e le mosche investono anche lui, e il vento soffia nella finestra tutte le cose cattive di cui il suo sistema immunitario ha bisogno che un uomo pulito non vuole pensare.

Spiegazione finale

  1. Questo metodo non funziona nel 100% dei casi e per tutti. Questa non è una garanzia. C'è solo una possibilità, anche se piuttosto grande. Quello che hai dipende da molti fattori.
  2. Ancora una volta, se hai l'asma (e qualsiasi difficoltà respiratoria) e / o un edema allergico, non puoi provare questo metodo. Innanzitutto, è pericoloso. In secondo luogo, è molto probabilmente inutile, ahimè.
  3. Fattori di rischio Un'allergia agli animali domestici può svilupparsi in chiunque, a qualsiasi età. La maggior parte delle persone che soffrono di allergie agli animali domestici sono spesso suscettibili ad altri tipi di allergie, come pollini o muffe. Questo è dovuto a ragioni ereditarie, ad es. se i tuoi genitori soffrono di allergie, allora probabilmente lo avrai anche tu. Secondo gli studi, circa il 15% della popolazione è allergico a cani o gatti.

Per quale parte dell'animale le persone hanno allergie? Le persone allergiche agli animali spesso soffrono di reazioni allergiche alle particelle della pelle (forfora), alla saliva e alle urine.

Esistono razze di cani ipoallergeniche? Sfortunatamente, non esistono razze del genere, così come non ci sono cani randagi. Assolutamente tutti i cani sono soggetti a muta, in misura maggiore o minore. Va ricordato che l'allergia non è causata dalla lana, ma da piccoli pezzi di pelle che cadono con lana sbiadita (forfora).

Per quanto riguarda la liberazione di un animale, non ho mai capito la posizione delle persone che portano / portano un animale nella clinica per addormentare un animale se sono allergici a se stessi o a qualcuno dei familiari. Tutti conoscono gli hotel per cani e gatti e, quando si verifica un'allergia, vengono rapidamente dimenticati. Un cane o un gatto non è da biasimare per l'organismo debole dei loro proprietari - li hanno portati dentro, non puoi tenerli a casa - o cercare nuovi proprietari BUONI, o mettere un animale in un albergo e cercare ancora i proprietari. Chi non può permettersi - ci sono sempre nonne che hanno bisogno di soldi e sono pronti a tenere un animale per una ricompensa. Sarebbe il desiderio dei proprietari.

Likeyou supporta Karina Mart e ti spinge a rispettare i tuoi animali domestici. Allergie - nessuna ragione per soffrire un animale.

Un'Altra Pubblicazione Sulle Allergie

Allergia alla pelle

Prurito, eruzione cutanea non infettiva: la reazione del sistema immunitario a una sostanza-allergene. A causa del rilascio di istamina, i vasi sanguigni sono dilatati, l'infiammazione sulla superficie della pelle, le macchie rosse, le vesciche, il prurito.


Herpes nei bambini: tipi, sintomi e trattamento. Caratteristiche dell'infezione nei bambini

erpeteL'herpes è un'infezione virale causata da vari tipi di virus dell'herpes. È caratterizzato da eruzioni cutanee sotto forma di piccole bolle affollate sulle mucose e sulla pelle.


Metodi per aprire l'ebollizione

L'ebollizione sul viso è una formazione purulenta, la cui causa è il batterio anaerobico - Staphylococcus aureus. Il più delle volte, il trattamento viene effettuato chirurgicamente all'interno dell'ospedale.


Krasnoyarsk portale medico Krasgmu.net

Le ustioni di secondo grado non danneggiano lo strato di crescita della pelle, quindi sono indicate come lesioni superficiali.Il trattamento delle ustioni a 2 gradi in casa dovrebbe iniziare immediatamente, dopo l'infortunio.