Erisipela (erisipela)

Erisipela (erisipela) è una malattia causata dal microrganismo streptococco ed è caratterizzata da un processo infiammatorio locale della pelle e delle mucose, dalla febbre e dall'intossicazione del corpo.

Il nome greco della malattia è "erisipela", che letteralmente significa pelle rossa. Questa definizione caratterizza molto accuratamente l'aspetto della pelle nella fase acuta della malattia. Il nome "mug" è in origine russo. Si ritiene che sia associato a un cambiamento delle caratteristiche del viso a causa di gonfiore e arrossamento all'altezza della malattia.

L'erisipela è una malattia infettiva diffusa con un basso grado di infettività. La malattia si trova ovunque: ogni anno vengono diagnosticati 15-20 casi di malattia ogni 10.000 abitanti. Fino al 70% di tutti i casi di malattia si verificano nei mesi estivi e autunnali.

Cause di erisipela

Dò alla luce un microrganismo speciale: lo streptococco beta-emolitico del gruppo A. In un decorso non complicato della malattia, svolge un ruolo importante. In condizioni di ridotta immunità, i rappresentanti di un'altra flora, in particolare lo stafilococco, possono unirsi all'infiammazione streptococcica. Quindi la malattia è più difficile a causa dello sviluppo di complicanze purulente, è peggio da trattare.

Lo streptococco beta-emolitico è altamente resistente ai fattori ambientali. Rimane praticabile a lungo durante l'essiccazione, il congelamento, quando la temperatura sale a 560 ° C, muore solo dopo 30 minuti. Allo stesso tempo, le soluzioni disinfettanti standard distruggono completamente l'agente patogeno.

I fattori che contribuiscono all'infezione da erisipela includono:

• malattie esistenti associate a danni all'integrità della pelle e disturbi nutrizionali della pelle: lesioni cutanee fungine, diabete, obesità, insufficienza venosa cronica;

• traumi costanti alla pelle durante l'esecuzione di mansioni professionali, lavoro associato alla costante contaminazione della pelle (minatori), scarpe di gomma a lunga tenuta, ecc.;

• diminuzione dell'immunità dopo una malattia, ipotermia, ipovitaminosi;

• presenza di fonti di infezione cronica (tonsillite, carie dentale, otite, ecc.).

La fonte dell'infezione è una persona malata con segni di erisipela o portatore. Il portatore è il paziente nel cui corpo lo streptococco è costantemente presente senza la comparsa dei sintomi caratteristici dell'erisipela.

Con le mani sporche, i vestiti, le scarpe e l'inosservanza delle regole di sterilizzazione con una medicazione e strumenti medici, lo streptococco entra nel corpo umano. Per la penetrazione del microrganismo era necessaria la cosiddetta "porta dell'infezione". Può essere un'abrasione, un'abrasione, una fessura, punture di insetti, soprattutto se sono state pettinate, e talvolta anche lesioni cutanee microscopiche invisibili agli occhi. L'erisipela si forma solo in persone con ridotta immunità. Il resto dei sistemi di difesa del proprio corpo umano fa fronte a microrganismi e la malattia non si verifica. Pertanto, l'erisipela più frequente viene diagnosticata negli anziani, nelle donne durante la gravidanza e nel periodo postpartum, così come negli individui con malattie croniche a lungo termine.

Dopo la penetrazione nella pelle il patogeno inizia il processo di riproduzione intensiva di microrganismi. Allo stesso tempo, viene rilasciato un gran numero di tossine che, entrando nel flusso sanguigno, causano un aumento della temperatura, brividi e altre manifestazioni di intossicazione del corpo. Più tardi, lo streptococco si deposita nei linfonodi, dove viene distrutto con l'aiuto di fattori protettivi naturali del corpo o sotto l'influenza della terapia antibatterica. Nelle persone con ridotta immunità, è possibile che l'agente patogeno non sia completamente ucciso, il che porta al ritorno della malattia dopo un po 'di tempo.

L'immunità non si sviluppa dopo il recupero. Al contrario, a causa dell'aumentata sensibilità dell'organismo allo streptococco, i pazienti che soffrono di erisipela spesso sviluppano una ricaduta della malattia.

Possibili sintomi di erisipela

Dall'infezione ai primi sintomi dell'erisipela, occorrono diverse ore, meno spesso 2-3 giorni. Di norma, la malattia inizia improvvisamente con un aumento della temperatura corporea a 39-40 ° C, la comparsa di mal di testa, dolori muscolari, debolezza, nausea e, in alcuni casi, vomito al momento di un aumento della temperatura. I linfonodi, specialmente quelli più vicini all'area colpita, crescono molto rapidamente.

Sulla pelle nella zona colpita all'inizio della malattia appare prurito, bruciore. Approssimativamente durante il giorno, il dolore, la febbre e il rossore si sviluppano in questo luogo, che letteralmente aumenta di dimensioni in poche ore. L'erisipela classica è una pelle rosso vivo con chiari contorni, bordi frastagliati a forma di "fiamme", un po 'elevata sopra la superficie della pelle sana.

Erisipela dell'arto inferiore destro. L'aspetto caratteristico dell'area interessata: la pelle è rossa, con confini chiari, bordi frastagliati a forma di "fiamme".

Quando senti la pelle in quest'area è calda, dolorosa. Le bolle possono formarsi sulla pelle con contenuti chiari, sanguinosi o purulenti.

Erisipela dell'estremità inferiore sinistra, forma di bullosa. Bolle visibili, distacco degli strati superiori della pelle con formazione di superfici piangenti.

Spesso nella zona di emorragie arrossamento si formano, simili a piccole contusioni.

Erisipela della spalla destra e dell'avambraccio, forma emorragica. Piccole emorragie puntiformi sono visibili.

L'infiammazione più comune si verifica nel naso, sulle guance a forma di farfalla, agli angoli della bocca, nella zona del condotto uditivo.

Erisipela del viso. Attira l'attenzione sul gonfiore pronunciato nella zona interessata.

Meno comunemente, il processo patologico si forma nella zona di crescita dei peli sulla testa, sulla pelle degli arti inferiori. In una percentuale minima di casi, l'erisipela viene diagnosticata in altre aree. L'erisipela del viso è caratterizzata da un forte gonfiore e tenerezza.

L'aumento della temperatura corporea viene mantenuto durante il trattamento per un massimo di 10 giorni. Le manifestazioni cutanee durano un po 'più a lungo - fino a 15 giorni. La ricaduta della malattia può verificarsi nel periodo fino a 2 anni dopo il recupero. Di solito, quando il paziente ritorna, il paziente non si sente peggio, la malattia viene diagnosticata quando appaiono chiazze scure sulla pelle e l'edema di solito non è pronunciato.

Diagnosi di erisipela

I metodi di ricerca di laboratorio non hanno un significato indipendente quando l'erisipela e la diagnosi "erisipela", nella maggior parte dei casi, viene effettuata al momento del rilevamento dei segni clinici caratteristici della malattia:

• comparsa improvvisa della malattia con febbre, sintomi pronunciati di intossicazione.

• danno alla pelle del viso e degli arti inferiori.

• manifestazioni tipiche dell'erisipela sulla pelle.

• linfonodi ingrossati.

• a riposo, nessun dolore nell'area colpita.

Trattamento di erisipela

I pazienti con erisipela, nonostante il ruolo principale di infezione nell'insorgenza della malattia, di regola, non rappresentano un pericolo per gli altri. Pertanto, l'ospedalizzazione nel reparto di malattie infettive è raccomandata solo per le malattie gravi con una marcata manifestazione di intossicazione, con una significativa diffusione dell'infiammazione, con frequenti recidive e, in ogni caso, con lo sviluppo della malattia nei bambini e negli anziani.

Si raccomanda di aumentare l'assunzione di liquidi con l'aumento della temperatura corporea. I farmaci antipiretici (l'aspirina) sono mostrati solo quando la temperatura sale a 39 ° C e oltre. Durante il periodo di febbre, così come con lo sviluppo dell'erisipela della pelle degli arti inferiori, tutti i pazienti hanno bisogno di riposo a letto.

La terapia farmacologica per l'erisipela include i seguenti componenti:

• Farmaci antibatterici. Per il trattamento a casa i farmaci sono prescritti sotto forma di compresse. La preferenza è data a tali farmaci come l'eritromicina, la doxiciclina, l'azitromicina, la ciprofloxacina. In ospedale, penicillina e cefalosporine vengono iniettate per via intramuscolare. Il corso del trattamento con antibiotici è di 7-10 giorni. Dopodiché, quando si migliora la condizione del paziente è considerato non infettivo per gli altri, e può essere scaricato.

• I farmaci antinfiammatori sono raccomandati per il grave gonfiore e la tenerezza della pelle della zona interessata. I più comuni sono farmaci come butadione, chlotazol, che vengono prescritti per 10-15 giorni. In caso di sintomi pronunciati di intossicazione, la somministrazione per via endovenosa di soluzioni (emodez, soluzione di cloruro di sodio isotonico, soluzione di glucosio) è indicata in combinazione con farmaci diuretici e antinfiammatori.

• Il trattamento locale dell'erisipela è necessario solo in caso di bolle nell'area dell'infiammazione. Altrimenti, l'uso di pomate e impacchi non sarà solo inutile, ma anche dannoso. Se ci sono bolle intatte, vengono accuratamente aperte e, una volta rilasciato il contenuto, vengono applicate le bende con rivanolo o furacilina. La medicazione viene cambiata più volte al giorno. A emorragie locali, sono raccomandate le applicazioni con dibunolo.

• Dai metodi fisioterapeutici di trattamento nel periodo acuto, la radiazione ultravioletta può essere raccomandata sulla zona interessata, così come sull'area dei linfonodi. Per una pronta guarigione, sono prescritti ozocerite, pomata di naftalan, cera di paraffina, elettroforesi della lidasi, cloruro di calcio.

L'erisipela è una malattia con un meccanismo evolutivo provato che, se non viene trattato tempestivamente, può portare alla morte del paziente. Pertanto, l'uso di metodi tradizionali di trattamento, nonché cospirazioni nelle lesioni cutanee già sviluppate è controindicato.

Dopo aver sofferto la malattia, i pazienti sono sotto la supervisione di una clinica di malattie infettive di un poliambulatorio per tre mesi, dopo una ricaduta di erisipela per due anni.

Possibili complicazioni dell'erisipela

Complicazioni di erisipela di solito si verificano nella zona interessata e si riscontrano nel 5-8% dei casi. All'atto dell'accesso di un'infezione co-morbosa si sviluppano ascessi, cellulite, tromboflebite venosa, linfangite (infiammazione dei vasi linfatici). Il trattamento di queste complicanze viene eseguito nel reparto di chirurgia purulenta. Le complicanze sistemiche dell'erisipa si sviluppano molto raramente, solo in individui con una significativa diminuzione delle proprietà protettive del corpo. Tali condizioni includono sepsi, shock tossico-infettivo, tromboembolia dell'arteria polmonare, ecc. In questo caso, il paziente viene ricoverato in ospedale in unità di terapia intensiva.

Prognosi per l'erisipela

Con trattamento tempestivo possibile recupero completo. In alcuni casi, si verificano recidive.

Prevenzione dell'erisipela

Le misure preventive generali sono conformi alle norme di igiene personale, trattamento delle malattie della pelle. In caso di violazione dell'integrità della pelle, si consiglia la disinfezione tempestiva e l'applicazione di una medicazione isolante.

Per l'infiammazione ricorrente profilattica, il farmaco antibatterico bicillin viene iniettato per via intramuscolare. La dose del farmaco e la frequenza di somministrazione sono calcolati individualmente per ciascun paziente, a seconda della frequenza e della gravità della recidiva.

Sintomi e trattamento dell'erisipia | Come trattare un viso a casa

L'erisipela è una malattia infettiva degli strati superficiali superiori (superficiali) causati da batteri streptococco. La malattia può iniziare con una lesione minore, come un livido, una bruciatura, una ferita o un taglio. Come trattare un viso a casa? Trattamento dei rimedi popolari - uno dei tanti modi efficaci per combattere questa malattia.

Come si manifesta l'erisipela - segni e sintomi della malattia

L'erisipela appare sulla pelle umana con un'infiammazione di colore rosso, che in realtà ha dato questo nome a questa malattia. Molto spesso, i sintomi dell'erisipa si verificano sugli arti, un po 'meno sulla faccia o sul corpo. L'agente eziologico di questa malattia è il virus streptococco, che penetra nel corpo umano attraverso tagli o abrasioni e la malattia può svilupparsi dopo malattie croniche.

Di solito, un'infezione nel corpo inizia a progredire con una difesa del corpo indebolita, quindi i sintomi dell'erisipela si verificano in parallelo con altre malattie. Poiché inizialmente c'è un forte aumento della temperatura a 39-40 C, i sintomi dell'erisipela sono caratterizzati da brividi, mal di testa. Inoltre, si osservano sintomi di erisipela come:

Con un complesso corso di erisipela, si possono osservare delirio e convulsioni. Dopo 12-24 ore, l'arrossamento della pelle inizia a manifestarsi, a gonfiore, a strappare la sensazione dell'area che è stata interessata dall'infezione. Dal momento che i luoghi sono vari, in cui vi è l'erisipela, i suoi sintomi, rispettivamente, anche.

Dopo un po 'di tempo e la complicazione della malattia con la pressione sulla parte interessata c'è dolore, bruciore, prurito, arrossamento. Se non si cura la malattia, successivamente desquamazione e pigmentazione si uniscono ai sintomi dell'erisipela.

Sintomi di diverse forme di erisipela sulla pelle

Forma eritematosa di erisipela

L'area infiammata è accompagnata da dolore, gonfiore e arrossamento. Poiché esiste un sintomo di gonfiore, la tazza sporge leggermente sopra la superficie della pelle sana, ei suoi confini sono chiari e hanno una somiglianza visiva con le lingue della fiamma.

Forma eritematosa-bollosa di erisipela

Si differenzia dalla precedente forma di erisipela da un tale sintomo: dopo 1-3 giorni, le bolle acquose iniziano ad apparire nel sito di rossore. Si prosciugano, scoppiano e di regola, nel luogo della loro esistenza, non ci sono cicatrici dopo la loro completa guarigione. Molto raramente può accadere che possano svilupparsi in piaghe.

Forma eritematosa emorragica di erisipela

Diverso dalla prima forma di sintomi di erisipela di emorragia.

Forma emorragica di bullosa di erisipela

Proprio come con la forma eritematosa-bollosa, si formano delle bolle, l'unica differenza è che sono riempite non con un liquido chiaro, ma con una sostanza sanguinolenta.

Sintomi di erisipela di diversa gravità

Viso delicato

Fluisce con un'espressione ovattata. La temperatura a questa forma di erisipela è fino a 39 ° C, la debolezza e una leggera lesione della pelle.

La forma moderata ha una durata più lunga della malattia e manifestazioni acute di tutti i sintomi dell'erisipela.

Una forma grave di infiammazione, oltre alle manifestazioni acute della malattia, è caratterizzata da uno squilibrio dello stato mentale.

Se il trattamento dell'erisipela dell'infezione primaria era incompleto, così come in presenza di fattori che indeboliscono il corpo (micosi, sinusite, ecc.), Allora è possibile la sua recidiva. Se questo accade nei prossimi 2 anni, e una nuova infiammazione è al posto di quella vecchia, allora questa è una forma ricorrente di erisipela.

Sintomi di complicanze di erisipela

Seguire attentamente le istruzioni del medico per evitare complicazioni di risipola. I sintomi di complicanze dell'erisipela sono di solito di natura locale:

La diagnosi di "erisipela" viene stabilita sulla base di un esame clinico: esame, esame del sangue. Nel sangue della maggior parte dei pazienti, si osserva un aumento della VES.

Erysipela terapia farmacologica

I pazienti sono ospedalizzati solo in casi gravi. Il trattamento dell'erisipela avviene su base ambulatoriale, se il paziente è anziano, con gravi patologie che accompagnano, così come con frequenti manifestazioni di ricadute. Durante il periodo della febbre, i medici raccomandano di bere molto, oltre a farmaci progettati per abbassare la temperatura. Ottimo effetto sul miglioramento della salute con vitamine della malattia. L'area interessata da batteri viene periodicamente trattata con agenti antisettici e fasciata. Il trattamento principale per l'erisipela consiste nell'assumere antibiotici. Il corso del trattamento dura da sette a dieci giorni, se non ci sono complicazioni.

Per il trattamento dell'erisipela a casa e nella fase pre-ospedaliera, gli antibiotici in compresse e capsule sono prescritti per 7-10 giorni: Oletetrina 0,25 g 4-6 volte al giorno, Metaciclina cloridrato 0,3 g 2-3 volte al giorno, Eritromicina o Oleandomicina fosfato in dosi giornaliere fino a 2 g, Bactrim (Biseptol), Sulfaton - 2 compresse 2 volte al giorno, mattina e sera dopo i pasti. Nell'ospedale per il trattamento dell'erisipela, la benzilpenicillina viene iniettata per via intramuscolare. Il trattamento comprende anche farmaci anti-infiammatori non steroidei, ascorutina, un complesso di vitamine.

Il trattamento locale della malattia viene effettuato solo quando è localizzato sugli arti. Le bolle sono incise su uno dei bordi e le bende vengono applicate al sito di infiammazione con la soluzione di Furacilina (1: 5000), cambiandole più volte al giorno. Nella fase acuta dell'erisipela, nel trattamento vengono utilizzate anche le radiazioni ultraviolette e UHF, e dopo che l'infiammazione acuta si è attenuata, vengono applicate medicazioni con vari unguenti. Dopo la normalizzazione della temperatura corporea, i pazienti vengono dimessi dopo 7 giorni e messi a verbale nell'ufficio delle malattie infettive per 3 mesi.

Se si verifica una recidiva, il gruppo di farmaci utilizzati viene modificato, se inizialmente venivano utilizzate penicillinaceae, quindi la Lincomicina è prescritta per il trattamento dell'erisipela e quindi Bitsillin5, il Retarpene viene prescritto da sei mesi a due anni (una volta ogni tre settimane). Dermazina e Bepanten hanno una buona proprietà curativa.

Come trattare il viso con i rimedi popolari a casa?

La malattia dell'erisipela inizia con un significativo aumento della temperatura, quindi non è possibile fare a meno di chiamare il medico, che prescriverà il trattamento. Prima di tutto, prescriverà un ciclo di trattamento di 5-7 giorni con antibiotici (Eritromicina, Penicillina).

Per alleviare il forte prurito, lubrificare l'eritema con l'alcol di canfora, puoi succo di Kalanchoe o piantaggine.

Per il dolore grave aggiungere al succo di Kalanchoe o piantaggine soluzione allo 0,5% di Novocaina o "Dimexid" in un rapporto 1: 1.

Durante l'escrezione del pus, utilizzare le medicazioni marlevo-vaselina con Solcoseryl.

Ricette di rimedi popolari per il trattamento dell'erisipela

In modo che la tazza non ti disturbi, il trattamento con i rimedi popolari è una delle migliori opzioni per aiutare a sbarazzarsi di questa spiacevole malattia. Per voi - alcuni, comprovati negli anni metodi di trattamento dell'erisipela:

In acqua calma (migliore nel lago o ad una velocità) è necessario raccogliere uova di rana in primavera. È steso in uno strato sottile su uno straccio o una garza e asciugato al sole. Il caviale è immerso in acqua bollita e applicato rimedio popolare su un condimento pulito, migliore di lino. Comprime legato al sito di lesioni cutanee. Di solito, per il completo recupero dell'erisipela, è necessario da tre a cinque di tali procedure.

Molto efficace è anche il trattamento di ricotta fatta in casa con erisipela. La cagliata viene applicata sull'arto interessato con uno spesso strato e, quando inizia ad asciugare, è necessario sostituirlo con uno nuovo.

Se prendi le erbe che sono ampiamente utilizzate come agenti terapeutici dalle persone, allora la piantaggine farà fronte meglio alla malattia. Le sue foglie devono essere tritate, cosparse di gesso e legate alla pelle infiammata.

Un buon modo è anche un unguento a base di succo di camomilla e achillea. Prima di tutto, è necessario spremere il succo da queste due piante, quindi mescolare con il burro. La miscela risultante macchia il punto dolente fino a completa guarigione.

Foglie di bardana - un altro rimedio popolare che ti aiuterà a sbarazzarti dell'erisipela. Le foglie a cubetti di bardana vengono scottate con acqua bollente, quindi spalmate con burro o panna acida e legate all'arto interessato.

La farina di segale è anche abbastanza buona per il trattamento dell'erisipela a casa. È necessario setacciare, quindi cospargere il punto dolente e avvolgere la carta. Al piano superiore è necessario legare una benda pulita. Quindi gli impacchi richiedono la sostituzione ogni giorno.

Prendi la soluzione di alcool o olio "Clorofillone" 25 gocce, sciolte in un cucchiaio d'acqua, 3 volte al giorno per 10 giorni.

È anche efficace nel trattamento dell'erisipela del Rotokan, lo usa esternamente per lozioni su aree cutanee problematiche, mescolate a metà con aceto di sidro di mele.

Per il trattamento dell'erisipela a casa, è possibile utilizzare un unguento vegetale. Per preparare, prendere una calendula o camomilla, puoi foglie di Kalanchoe. Riempire qualsiasi delle materie prime vegetali elencate con olio (idealmente oliva) in un rapporto di 1: 1 e mettere in un bagno d'acqua lentamente bollente, cuocere per 2-3 ore. Insistere per 48 ore, filtrare. Lubrificare la ferita risultante 2-4 volte al giorno.

Prova gli strumenti elencati nell'articolo e la tazza non ti causerà mai alcun inconveniente.

Cause e prevenzione dell'erisipela

Spesso, gli streptococchi si trovano sulla superficie della pelle di persone sane, ma se l'integrità della pelle, come dermatite da pannolino, abrasioni, graffi, crepe, graffi, è compromessa, finiscono in un ambiente sano. I siti più comuni di erisipela possono essere le gambe, meno comunemente le braccia, la faccia e il petto. Molto spesso le donne e le persone anziane sono suscettibili all'erisipela.

I fattori di rischio sono:

insufficienza venosa cronica

malattie della pelle fungine. Per i sintomi dell'erisipela, la stagionalità estate-autunno è tipica.

La prevenzione della malattia consiste nel mantenere l'igiene personale, prevenire i microtraumi, trattare le lesioni con antisettici (ad esempio, soluzione alcolica al 5% di iodio, soluzione verde brillante) Inoltre, la prevenzione dell'erisipela prevede il trattamento delle lesioni cutanee fungine, insufficienza linfovena.

Prevenzione dell'erisipela:

Per evitare l'infezione, devi seguire alcune regole:

è necessario rispettare le norme igieniche e sanitarie nei camerini, nelle strutture sanitarie;

trattamento tempestivo delle malattie causate da streptococchi (carie, tonsillite);

se la pelle è danneggiata e la sua integrità è violata, è necessario trattarla con speciali agenti antibatterici.

Erisipela - cos'è questa malattia e come trattarla?

Milioni di persone nel mondo sono infettate da malattie infettive ogni giorno. Uno di loro è, per lungo tempo già noto alla medicina, erisipela.

Malattia della tazza - che cos'è

L'erisipela è una malattia infettiva acuta causata da streptococco beta-emolitico. È caratterizzato dalla comparsa di arrossamento della pelle, accompagnata da febbre e intossicazione generale del corpo (inclusi mal di testa, debolezza e nausea).

Crea 2 forme di facce:

  • Eritematosa. In un altro modo - la fase iniziale. Il paziente ha una sensazione di bruciore, dolore, gonfiore e diventa luogo caldo di infiammazione. A volte ci sono emorragie puntate.
  • Bollosa. È caratterizzato dalla presenza di bolle contenenti un liquido chiaro. Dopo alcuni giorni si asciugano, formando una crosta sulla pelle.

In entrambe le forme, l'infiammazione è accompagnata da danni al sistema linfatico.

Caratteristiche della struttura della pelle su gambe, mani e viso

La pelle è il più grande organo umano composto da tre strati. Pesa circa il 15% del peso corporeo totale. Sulle sue gambe, braccia e viso ha varie caratteristiche strutturali. Ad esempio, la pelle sulla pianta dei piedi ha un'alta concentrazione di pori del sudore. In questo posto i suoi strati più spessi.

Cause di malattia

Erisipela della malattia: è contagiosa per gli altri? La causa della malattia diventa infezione streptococcica, che cadde nel tessuto molle. La sua fonte è lo streptococco. Molto spesso, la "porta d'ingresso" per i microrganismi nel corpo umano sono lesioni minori, abrasioni, tagli nella pelle o nelle mucose.

Chi è a rischio?

Secondo le statistiche, la maggior parte delle persone con erisipela sono colpite da persone di età superiore ai 18 anni. Inoltre, nel 65% dei casi, i medici diagnosticano l'erisipela in persone di età superiore a 50 anni. Spesso l'infezione è infetta da uomini e donne il cui lavoro è associato a microtraumi e contaminazione della pelle. Erisipela può anche innescare l'igiene personale.

Sintomi di erisipela

Ci sono 7 sintomi principali dell'erisipela:

  1. Lo sviluppo della febbre (convulsioni, delirio).
  2. Sintomi di intossicazione (inclusi mal di testa, brividi).
  3. In aree limitate della pelle, bruciore, prurito. Appare dolore quando si interagisce con questo sito. Nel tempo, la pelle è più rossa. Dopo diversi giorni, si verifica gonfiore e il dolore aumenta.
  4. Insonnia.
  5. Aumento della temperatura
  6. Nausea e vomito.
  7. Debolezza muscolare

Erisipela in un bambino - i primi segni

L'erisipela nei bambini si verifica quasi sempre nel periodo primaverile e autunnale. La fase iniziale nei bambini è più veloce e più acuta rispetto agli adulti. Tuttavia, i primi segni e sintomi della malattia sono gli stessi. Una caratteristica distintiva è solo il bruciore di stomaco, che è sperimentato dal 99% dei bambini infetti.

Misure diagnostiche

La diagnosi di erisipela si basa sui sintomi clinici e sui risultati dei test di laboratorio che indicano la presenza di un'infezione batterica. Dopo questo, un dermatologo fa un piano di trattamento.

trattamento

  • Trattamento farmacologico È scientificamente provato che gli streptococchi emolitici, che provocano una malattia, sono altamente sensibili ai nitrofurani, agli antibiotici penicillinici e alle sulfonamidi. Ciò significa che nella lotta contro la malattia saranno farmaci utili, che comprendono: penicilline, eritromicina, oleandomicina, clindamicina. Possono essere presi sia all'interno che con l'aiuto di iniezioni. Il trattamento dura 5-7 giorni. Dopo 1-3 giorni dal momento del suo inizio, la temperatura ritorna normale, le aree infiammate diventano gradualmente pallide. Dopo 10 giorni, prescrivere l'antibatterico Biseptol. Per uso topico, cioè per l'uso diretto sulla pelle colpita, il medico prescrive l'unguento eritromicina e la polvere sotto forma di compresse schiacciate, che includono enteroseptolo. Il trattamento farmacologico spesso integra biostimolanti e vitamine.
  • Fisioterapia. In questo caso, stiamo parlando della radiazione ultravioletta, che è l'effetto batteriostatico sui batteri attivi. Viene spesso prescritto a pazienti con erisipela eritematosa. Nel trattamento della recidiva della malattia, a volte vengono utilizzate terapie laser ad altissima frequenza e laser. Ma il congelamento a breve termine degli strati superficiali della copertura cutanea con clorofilla prima dello sbiancamento, in concomitanza con la terapia attitudinale, viene praticato nei casi in cui la malattia è particolarmente acuta.
  • Trattamento chirurgico Vale la pena notare che la necessità di questo metodo di trattamento si pone nel caso in cui un paziente abbia una forma bollosa di erisipela o complicanze purulento-necrotiche. Durante l'operazione, il toro viene aperto e il liquido patologico viene evacuato. Applicare localmente solo antisettico.

prevenzione

Prima di tutto, è necessario monitorare la pulizia della pelle, trattare varie ferite e fessure e trattare le malattie pustolose in modo tempestivo. Inoltre, durante le procedure mediche, osserva l'asepsi e usa solo strumenti sterili. Quindi il rischio che una persona si sottoponga all'erisipela è ridotto al minimo.

Conseguenze dell'erisipela

Oltre ai tipici effetti residui dell'erisipela, che includono la desquamazione della pelle e la sua pigmentazione, il linfedema, cioè l'accumulo di liquido ricco di proteine ​​nello spazio interstiziale, può essere una conseguenza più seria. In questo caso, è necessario un intervento chirurgico in combinazione con una terapia fisica antiedemitica.

Ripristino della pelle dopo la malattia

Per ripristinare la pelle dopo l'erisipela può aiutare sia la cosmetologia che l'autocontrollo degli effetti della malattia. Prima di utilizzare qualsiasi farmaco, è meglio consultare uno specialista.

Rosex per viso (crema e pomata): descrizione, istruzioni per l'applicazione, prezzo, analoghi, recensioni. Vedi le informazioni qui.

Trattamento di erisipela a casa - ricette popolari

Per combattere la malattia a casa vengono spesso utilizzati:

  • Grasso di maiale Spalmano la pelle colpita 2 volte al giorno.
  • Juice Kalanchoe. È conservato con alcool a una fortezza di non più del 20%, poi è immerso in esso e in una soluzione del 5% di un tovagliolo novocaine, dopo di che è applicato all'area infiammata.
  • Piantaggine. La pianta è schiacciata e mescolata con miele. Dopo di che, fai bollire e applica una benda con l'unguento raffreddato sulla pelle, cambiandola ogni 4 ore.

Video: erisipela negli adulti - cause e trattamento.

Erisipela. Cause, sintomi, trattamento della patologia.

Il sito fornisce informazioni di base. Diagnosi e trattamento adeguati della malattia sono possibili sotto la supervisione di un medico coscienzioso. Qualsiasi farmaco ha controindicazioni. Consultazione richiesta

Statistiche e fatti

L'erisipela occupa il 4 ° posto tra le malattie infettive, seconda solo alle malattie respiratorie e intestinali, nonché all'epatite. L'incidenza è di 12-20 casi per 10.000 abitanti. Il numero di pazienti aumenta in estate e in autunno.

Il numero di recidive negli ultimi 20 anni è aumentato del 25%. Nel 10% delle persone si verifica un episodio ripetuto di erisipela entro 6 mesi, nel 30% in 3 anni. L'erisipela ripetuta nel 10% dei casi termina con linfostasi ed elefantiasi.

I medici notano una tendenza allarmante. Se negli anni '70 il numero di erisipela grave non superava il 30%, oggi ci sono oltre l'80% di questi casi. Allo stesso tempo, il numero di forme più lievi è diminuito e il periodo di febbre ora dura più a lungo.

Il 30% dei casi di erisipela è associato a insufficienza di sangue e flusso linfatico negli arti inferiori, nelle vene varicose e nella tromboflebite dell'insufficienza venosa linfatica.

La mortalità da complicazioni causate da erisipela di infiammazione (sepsi, cancrena, polmonite) raggiunge il 5%.

Chi soffre più spesso dell'erisipela?

  • La malattia colpisce persone di tutte le età. Ma la maggior parte dei pazienti (oltre il 60%) sono donne con più di 50 anni.
  • C'è un'erisipela nei bambini con streptococco nella ferita ombelicale.
  • Ci sono prove che le persone con il terzo gruppo sanguigno sono più sensibili al viso.
  • L'erisipela è una malattia dei paesi civilizzati. Nel continente africano e nell'Asia meridionale, le persone si ammalano molto raramente.
L'erisipela si verifica solo nelle persone con ridotta immunità, indebolite da stress o malattie croniche. Gli studi hanno dimostrato che lo sviluppo della malattia è associato ad una risposta inadeguata del sistema immunitario allo streptococco che entra nel corpo. L'equilibrio delle cellule immunitarie è disturbato: il numero di linfociti T e le immunoglobuline A, M, G diminuiscono, ma viene prodotto un eccesso di immunoglobulina E. In questo contesto, il paziente sviluppa un'allergia.

Con un decorso favorevole della malattia e un trattamento adeguato al quinto giorno, i sintomi regrediscono. Il recupero completo avviene in 10-14 giorni.

È interessante notare che l'erisipela, sebbene sia una malattia infettiva, viene trattata con successo dai guaritori tradizionali. I medici qualificati riconoscono questo fatto, ma a condizione che i metodi tradizionali possano trattare solo la faccia non complicata. La medicina tradizionale spiega questo fenomeno dal fatto che le cospirazioni sono una sorta di psicoterapia che allevia lo stress - uno dei fattori nello sviluppo dell'erisipela.

La struttura della pelle e il lavoro del sistema immunitario

La pelle è un complesso organo multistrato che protegge il corpo dai fattori ambientali: microrganismi, fluttuazioni di temperatura, sostanze chimiche, radiazioni. Inoltre, la pelle svolge altre funzioni: scambio di gas, respirazione, termoregolazione, rilascio di tossine.

Struttura della pelle:

  1. Epidermide: lo strato superficiale della pelle. Lo strato corneo dell'epidermide - le cellule cornificate dell'epidermide, ricoperte da un sottile strato di sebo. È una protezione affidabile contro batteri e agenti chimici patogeni. Sotto lo strato corneo, ci sono altri 4 strati dell'epidermide: lucidi, granulari, spinosi e basali. Sono responsabili per il rinnovamento della pelle e la guarigione di ferite minori.
  2. La pelle reale o il derma è lo strato che si trova sotto l'epidermide. È lui che soffre di più dell'erisipela. Nel derma si trovano:
    • capillari sanguigni e linfatici,
    • ghiandole sudoripare e sebacee,
    • borse per capelli con follicoli piliferi;
    • fibre muscolari connettive e lisce.
  3. Tessuto adiposo sottocutaneo Si trova più in profondità del derma. Si tratta di fibre di tessuto connettivo vagamente distese e accumuli di cellule adipose tra di loro.
La superficie della pelle non è sterile. È abitato da batteri, persona amichevole. Questi microrganismi non consentono l'allevamento di batteri patogeni che colpiscono la pelle e muoiono senza causare malattie.

Lavoro del sistema immunitario

Il sistema immunitario è un sistema di tessuti e organi progettati per proteggere il corpo da batteri, virus, parassiti, tossine e cellule mutate del proprio corpo, che possono dare origine a tumori. Il sistema immunitario è responsabile della protezione contro i microrganismi, sostituendo le cellule del corpo invecchiate e le ferite di guarigione.

Il sistema immunitario include:

  1. Organi: midollo osseo, timo, tonsille, milza, cerotti di Peyer nell'intestino, linfonodi e vasi linfatici,
  2. Cellule immunitarie: linfociti, leucociti, fagociti, mastociti, eosinofili, assassini naturali. Si ritiene che il peso totale di queste cellule raggiunga il 10% del peso corporeo.
  3. Le molecole proteiche - gli anticorpi devono rilevare e distruggere il nemico. Differiscono per struttura e funzione: igG, igA, igM, igD, IgE.
  4. Sostanze chimiche: lisozima, acido cloridrico, acidi grassi, eicosanoidi, citochine. Microrganismi amici (microbi commerciali), colonizzazione della pelle, membrane mucose, intestino. La loro funzione è di inibire la crescita di batteri patogeni.
Considera come funziona il sistema immunitario quando lo streptococco entra nel corpo:
  1. I linfociti, o meglio i loro recettori - le immunoglobuline, riconoscono il batterio.
  2. Le cellule T-helper reagiscono alla presenza di batteri. Dividono attivamente, secernono citochine.
  3. Le citochine attivano il lavoro dei leucociti, ovvero i fagociti e gli assassini a T, progettati per uccidere i batteri.
  4. Le cellule B producono anticorpi specifici per questo organismo, che neutralizzano le particelle estranee (aree di batteri distrutti, le loro tossine). Dopo di ciò, i fagociti li assorbono.
  5. Dopo aver sconfitto una malattia, i linfociti T speciali memorizzano un nemico tramite il suo DNA. Quando viene reintrodotto nel corpo, il sistema immunitario viene attivato rapidamente, prima che la malattia si sia sviluppata.

Cause di erisipela

streptococco

Gli streptococchi sono un genere di batteri sferici che sono molto diffusi in natura a causa della loro vitalità. Ma allo stesso tempo non tollerano bene il calore. Ad esempio, questi batteri non si riproducono a una temperatura di 45 gradi. A questo si associano bassi tassi di incidenza di erisipela nei paesi tropicali.

L'erisipela causa una delle specie batteriche, il gruppo streptococco beta-emolitico A. È il più pericoloso di tutta la famiglia degli streptococchi.

Se lo streptococco entra nel corpo umano con un sistema immunitario indebolito, allora c'è erisipela, angina, scarlattina, reumatismi, miocardite, glomerulonefrite.

Se lo streptococco entra nel corpo di una persona con un'immunità sufficientemente forte, allora può diventare un portatore. Il trasporto di streptococco si riscontra nel 15% della popolazione. Lo streptococco fa parte della microflora, vive sulla pelle e sulle mucose del rinofaringe senza causare malattie.

La fonte di infezione da erisipela può essere portatrice e pazienti di qualsiasi forma di infezione da streptococco. L'agente eziologico della malattia viene trasmesso attraverso il contatto, gli oggetti domestici, le mani sporche e le goccioline trasportate dall'aria.

Gli streptococchi sono pericolosi perché rilasciano tossine ed enzimi: streptolisina O, ialuronidasi, nadaz, esotossine pirogene.

In che modo gli streptococchi e le loro tossine influiscono sul corpo:

  • Distruggi (dissolvi) le cellule del corpo umano;
  • Stimola i linfociti T e le cellule endoteliali per produrre una quantità eccessiva di citochine - sostanze che attivano la risposta infiammatoria del corpo. Le sue manifestazioni: febbre grave e flusso di sangue al sito della lesione, dolore;
  • Ridurre il livello di anticorpi anti-streptococco nel siero, che interferisce con il sistema immunitario per combattere la malattia;
  • Distruggi l'acido hilauriov, che è la base del tessuto connettivo. Questa proprietà aiuta l'agente patogeno a diffondersi nel corpo;
  • I leucociti influenzano le cellule immunitarie, interrompendo la loro capacità di fagocitosi (intrappolamento e digestione) dei batteri;
  • Sopprime la produzione di anticorpi necessari per combattere i batteri
  • Malattia vascolare immunitaria. Le tossine causano una risposta immunitaria inadeguata. Le cellule immunitarie prendono le pareti dei vasi sanguigni per i batteri e li attaccano. Altri tessuti del corpo soffrono di aggressione immunitaria: articolazioni, valvole cardiache.
  • Causa l'espansione dei vasi sanguigni e aumentare la loro permeabilità. Le pareti dei vasi sanguigni perdono un sacco di liquido, che porta al gonfiore dei tessuti.
Gli streptococchi sono estremamente volatili, quindi i linfociti e gli anticorpi non possono "ricordarli" e fornire immunità. Questa caratteristica dei batteri causa frequenti recidive di infezione da streptococco.

Proprietà della pelle

  1. Danni alla pelle:
    • morsi di animali e insetti;
    • tagli e abrasioni;
    • ulcere e piaghe da decubito;
    • ferita ombelicale nei neonati;
    • cateteri venosi e siti di iniezione.

    Qualsiasi danno alla pelle può essere un gateway per lo streptococco. I batteri penetrano negli strati profondi della pelle e si moltiplicano nei capillari linfatici. Rilasciano la tossina nel sangue, avvelenando il corpo. Tutte le manifestazioni di erisipela sono la risposta del corpo alla presenza di batteri e delle loro tossine.
  2. Rischi professionali:
    • contatto chimico con la pelle;
    • inquinamento frequente;
    • indossare vestiti e scarpe di gomma.
    Tali fattori sono associati alle professioni di minatori, conducenti, meccanici, lavoratori agricoli, lavoratori nelle industrie metallurgiche e chimiche.
  3. Lesioni della pelle virale:
    • herpes;
    • dell'herpes zoster;
    • varicella.
    Queste infezioni riducono l'immunità e causano un'eruzione cutanea sotto forma di bolle piene di liquido. Dopo averli aperti, i batteri penetrano facilmente nella pelle;
  4. Dermatosi cronica e altre lesioni cutanee:
    • eczema,
    • dermatite atopica,
    • psoriasi,
    • dermatite atopica;
    • orticaria;
    • dermatite da contatto
    Queste malattie sono di natura allergica. Le cellule immunitarie attaccano l'epidermide, riducendo l'immunità locale e causando gonfiore. Se i batteri penetrano graffi e graffi, si moltiplicano rapidamente nella pelle allergenica;
  5. Lesioni cutanee purulente:

  • bollire;
  • carbonchio;
  • follicolite.
Nel caso in cui l'infiammazione delle ghiandole sebacee sia causata da streptococco, i batteri stessi o dopo aver schiacciato l'ascesso penetrano nel tessuto circostante e nei vasi linfatici. Lì iniziano a moltiplicarsi e rilasciare tossine;
  • Violazione della circolazione sanguigna e del flusso linfatico:
    • tromboflebite;
    • vene varicose;
    • insufficienza linfatica.
    L'afflusso di sangue in caso di danni al sangue e ai vasi linfatici porta a carenza di ossigeno e carenze nutrizionali nell'area circostante. Riduce l'immunità e rende la pelle suscettibile alle infezioni. Inoltre, il ristagno della linfa nei vasi contribuisce alla moltiplicazione dello streptococco;
  • cicatrici:
    • stress post-traumatico;
    • post-operatorio.
    Il tessuto delle cicatrici cheloidi consiste in cellule indifferenziate dell'epidermide, che il corpo percepisce come alieno e le attacca. Inoltre, il tessuto cicatriziale è alterato dalla circolazione sanguigna, quindi diventa un buon terreno di coltura per lo streptococco;
  • Malattie fungine dei piedi e del cuoio capelluto. Le malattie fungine violano l'integrità della pelle e non sono in grado di svolgere la sua funzione protettiva. I batteri penetrano facilmente nelle fessure delle pieghe interdigitali, causando un'infiammazione erisitematosa della parte inferiore della gamba;
  • Complicazioni di malattie del tratto respiratorio superiore e degli occhi:
    • rinite;
    • otite media;
    • congiuntivite.

    Esiste il pericolo che lo streptococco si diffonda attraverso il flusso sanguigno nei capillari linfatici della pelle. In questo caso, l'infiammazione più spesso erisipelosa si verifica sul viso e sul cuoio capelluto, ma può comparire su altre parti del corpo, specialmente dove la circolazione del sangue è compromessa;
  • Vestiti che traumatizzano la pelle e ostacolano la circolazione sanguigna.

    Biancheria intima stretta, jeans attillati violano il movimento del sangue attraverso i vasi. Minor abrasioni che si verificano durante l'attrito della cucitura sulla pelle, contribuiscono alla penetrazione di batteri in esso. Se i vestiti sono fatti di materiali sintetici, quindi non assorbe l'umidità e si crea un effetto serra. Tali condizioni sono favorevoli alla moltiplicazione degli streptococchi.

    immunità stato

    Lo streptococco è molto comune nell'ambiente e ogni persona lo incontra ogni giorno. Nel 15-20% della popolazione, vive costantemente nelle tonsille, nei seni paranasali, nelle carie dei denti cariati. Ma se il sistema immunitario è in grado di frenare la proliferazione dei batteri, la malattia non si sviluppa. Quando qualcosa indebolisce le difese del corpo, i batteri si moltiplicano e inizia l'infezione da streptococco.

    Fattori che inibiscono le difese immunitarie del corpo:

    1. La ricezione di farmaci sopprime l'immunità:
      • ormoni steroidei;
      • citostatici;
      • farmaci chemioterapici.
    2. Disturbi metabolici:
      • diabete mellito;
      • insufficienza renale;
      • cirrosi epatica;
      • ipotiroidismo.
    3. Malattie associate a cambiamenti nella composizione del sangue:
      • aterosclerosi;
      • l'anemia;
      • colesterolo elevato.
    4. Malattie del sistema immunitario
      • AIDS;
      • ipercitochinemia;
      • grave immunodeficienza combinata.
    5. Neoplasie maligne
    6. Malattie croniche degli organi ENT:
      • sinusite;
      • sinusite;
      • tonsilliti;
      • otite.
    7. Come risultato
      • mancanza di sonno;
      • la malnutrizione;
      • lo stress;
      • carenza di vitamine.
    8. Cattive abitudini
      • l'alcolismo;
      • la tossicodipendenza;
      • fumare.
    9. Ipotermia.
    Riassumendo: al fine di sviluppare un'erisipela, sono necessari fattori di smaltimento:
    • cancello d'ingresso per l'infezione - danni alla pelle;
    • circolazione sanguigna e linfatica alterata;
    • ridotta immunità generale;
    • ipersensibilità agli antigeni di streptococco (tossine e particelle della parete cellulare).
    In quali aree si sviluppa più spesso l'erisipela?
    1. Leg. Erisipela sulle gambe può essere il risultato di un'infezione fungina dei piedi, calli, ferite. Gli streptococchi penetrano attraverso le lesioni cutanee e si moltiplicano nei vasi linfatici della parte inferiore della gamba. Lo sviluppo dell'erisipela è favorito da malattie che causano disturbi circolatori: aterosclerosi obliterante, tromboflebite e vene varicose.
    2. Mano. Erisipela si verifica in uomini di età compresa tra 20 e 35 anni a causa dell'uso di droghe per via endovenosa. Gli streptococchi penetrano le lesioni cutanee nel sito di iniezione. Nelle donne, la malattia è associata alla rimozione del seno e della linfa nella mano.
    3. La faccia Con la congiuntivite streptococcica, l'erisipela si sviluppa intorno all'orbita. Quando l'otite è infiammata della pelle del padiglione auricolare, del cuoio capelluto e del collo. Il danno al naso e alle guance (come una farfalla) è associato a infezione da streptococco nei seni o nei foruncoli. L'erisipela sul viso è sempre accompagnata da forte dolore e gonfiore.
    4. Torso. L'erisipela si verifica intorno alle suture chirurgiche quando i pazienti non si conformano all'asepsi o al personale medico. Nei neonati, lo streptococco può penetrare nella ferita ombelicale. In questo caso, l'erisipela è molto difficile.
    5. Perineo. L'area intorno all'ano, lo scroto (negli uomini) e le grandi labbra (nelle donne). Erisipela si verifica sul sito di escrementi, dermatite da pannolino, graffi. Forme particolarmente gravi con lesioni degli organi genitali interni si verificano nelle donne in travaglio.

    I sintomi di erisipela, foto.

    L'erisipela inizia in modo acuto. Di norma, una persona può persino indicare il momento in cui sono comparsi i primi sintomi della malattia.

      Deterioramento del benessere generale

    1. forti brividi, che letteralmente scuotono il corpo;
    2. aumento della temperatura a 38-40 gradi, la febbre dura 5-10 giorni;
    3. possibili convulsioni, delirio e annebbiamento della coscienza;
    4. grave debolezza, vertigini;
    5. nausea, a volte vomito;
    6. dolore muscolare e articolare.

    Sintomi di intossicazione generale - il risultato del rilascio nel sangue della prima ondata di tossine secrete dai batteri. Queste sostanze avvelenano il corpo, colpendo in particolare le cellule nervose e le meningi.

  • Arrossamento della pelle I cambiamenti nella pelle compaiono 10-20 ore dopo l'inizio della malattia. L'area interessata ha un colore rosso uniforme e brillante. Lo sviluppo del rossore è associato all'espansione locale dei capillari sanguigni, che si verifica a seguito dell'azione della tossina stafilococcica. Il rossore scompare dopo 7-14 giorni. Al suo posto, si verifica il ridimensionamento. Questo viene respinto dalle cellule batteriche nell'epidermide.
  • Roller. L'infiammazione è limitata da un rullo sopra la pelle sana. In questo luogo gli streptococchi sono i più attivi, quindi i segni di infiammazione sono più pronunciati qui: gonfiore, dolore, febbre.
  • Il punto focale dell'infiammazione sta rapidamente aumentando di dimensioni. Gli streptococchi si moltiplicano e catturano nuova pelle.
  • Bordi irregolari di infiammazione. Hanno l'aspetto delle fiamme o una mappa geografica. Questa è la prova di come gli stafilococchi penetrano in una pelle sana.
  • Dolore, bruciore, rigidità e tensione, specialmente alla periferia. Il dolore aumenta con la palpazione. Le sensazioni dolorose derivano dall'irritazione delle terminazioni nervose della pelle con tossine e schiacciamento a seguito del gonfiore della pelle.
  • Gonfiore della pelle. Le tossine batteriche rendono le pareti dei vasi sanguigni facilmente permeabili. La componente liquida del sangue (plasma) filtra attraverso di loro. Permea l'area della pelle interessata, accumulandosi tra le cellule. A causa dell'accumulo di pelle fluida brilla, ma la sua superficie è intatta.
  • Aumento dei linfonodi regionali. Spesso i nodi sono dolenti, saldati alla pelle, che indica la loro infiammazione. Lo stafilococco si moltiplica nei capillari linfatici e si diffonde attraverso il sistema linfatico. I linfonodi filtrano la linfa, intrappolano i batteri e lavorano duramente per sopprimere l'infezione.
  • Forme complicate di erisipela.

    Sullo sfondo della pelle gonfia arrossata può apparire:

    • L'emorragia è una conseguenza del danneggiamento dei vasi sanguigni e del rilascio di sangue nello spazio extracellulare (forma eritematosa ed emorragica);
    • Bolle piene di contenuti chiari. I primi giorni sono piccoli, ma possono crescere e fondersi l'uno con l'altro (forma eritematosa-bollosa).
    • Bolle piene di contenuti sanguinosi o purulenti, circondati da emorragie (forma bollosa-emorragica).

    Tali forme sono più gravi e più spesso causano la ricorrenza della malattia. Manifestazioni ripetute di erisipela possono comparire nello stesso luogo o in altre aree della pelle.

    Diagnosi di erisipela

    Quale medico devo contattare se compaiono sintomi di erisipela?

    Quando i primi segni della malattia compaiono sulla pelle, si rivolgono a un dermatologo. Diagnosticherà e, se necessario, farà riferimento ad altri specialisti coinvolti nel trattamento dell'erisipela: uno specialista in malattie infettive, un medico generico, un chirurgo, un immunologo.

    Alla reception dal dottore

    intervista

    Per diagnosticare e prescrivere una terapia efficace, uno specialista deve distinguere l'erisipela da altre malattie con sintomi simili: ascesso, flemmone, tromboflebite.

    Il medico chiederà quanto segue. Il medico porrà le seguenti domande:

    • Per quanto tempo sono apparsi i primi sintomi?
    • L'insorgenza della malattia era acuta o i sintomi si sono sviluppati gradualmente? Quando è comparsa la pelle, prima o dopo che la temperatura aumenta?
    • Quanto velocemente si diffonde l'infiammazione?
    • Quali sensazioni sorgono nel luogo della sconfitta?
    • Quanto è grave l'intossicazione, c'è debolezza generale, mal di testa, brividi, nausea?
    • La temperatura è elevata?
    Ispezione della sconfitta in faccia.

    All'esame, il medico identifica i segni caratteristici dell'erisipela:

    • la pelle è calda, densa, liscia;
    • il rossore è uniforme, emorragie e vesciche sono possibili sul suo sfondo;
    • bordi frastagliati chiaramente definiti, con un rullo laterale;
    • la superficie della pelle è pulita, non coperta da noduli, croste e squame della pelle;
    • dolore alla palpazione, assenza di forti dolori a riposo;
    • i dolori sono principalmente lungo il bordo del centro dell'infiammazione, al centro la pelle è meno dolorosa;
    • i linfonodi vicini sono ingranditi, saldati alla pelle e dolorosi. Dai linfonodi alla zona infiammata si estende un percorso rosa pallido lungo il corso della linfa - un vaso linfatico infiammato;
    Analisi del sangue generale per l'erisipela:
    • ridotto numero totale e relativo di linfociti T, che indica la soppressione del sistema immunitario da streptococchi;
    • Aumento del tasso di sedimentazione degli eritrociti (tasso di sedimentazione degli eritrociti) è la prova di un processo infiammatorio;
    • aumento del numero di neutrofili, indicando una reazione allergica.
    Quando è prescritto l'esame batteriologico per l'erisipela?

    Nell'erisipela è prescritto l'esame batteriologico per determinare quale agente patogeno abbia causato la malattia e per quale antibiotico sia più sensibile. Questa informazione dovrebbe aiutare il medico a scegliere il trattamento più efficace.

    Tuttavia, in pratica, tale studio non è informativo. Solo nel 25% dei casi è possibile stabilire l'agente patogeno. I medici attribuiscono questo al fatto che il trattamento antibiotico arresta rapidamente la crescita di streptococco. Un certo numero di scienziati ritiene che l'esame batteriologico per l'erisipela non sia pratico.

    Materiale per l'esame batteriologico del tessuto prelevato nel caso in cui vi siano difficoltà nell'installazione della diagnosi. Esaminare il contenuto di ferite e ulcere. Per fare ciò, viene applicato al focolare un vetrino pulito e si ottiene un'impronta contenente i batteri, che viene studiata al microscopio. Per studiare le proprietà dei batteri e la loro sensibilità agli antibiotici, il materiale risultante viene coltivato su speciali terreni nutrienti.

    Trattamento viso

    Come migliorare l'immunità?

    Quando si tratta dell'erisipela, è molto importante aumentare l'immunità. Se questo non è fatto, la malattia tornerà ancora e ancora. E ogni caso successivo di erisipela è più difficile, è più difficile da trattare e provoca complicazioni più spesso, che possono portare alla disabilità.

    1. Identificare focolai di infezione cronica che indeboliscono il corpo. Per combattere l'infezione, è necessario sottoporsi a un ciclo di terapia antibiotica.
    2. Ripristinare la normale microflora - uso quotidiano di prodotti caseari. Inoltre, più breve è la loro durata di conservazione, più contengono lattobacilli vivi, che non permettono agli streptococchi di moltiplicarsi.
    3. L'acqua minerale alcalina aiuta a rimuovere i veleni dal corpo ed eliminare i sintomi di intossicazione. È necessario berlo in piccole porzioni di 2-3 sorsi durante il giorno. Nel periodo di febbre, è necessario utilizzare almeno 3 litri di liquido.
    4. Proteine ​​facilmente assimilabili: carne magra, formaggio, pesce e frutti di mare. Si consiglia di usarli in forma bollita o in umido. Le proteine ​​sono necessarie all'organismo per creare anticorpi per combattere gli streptococchi.
    5. I grassi aiutano la pelle a recuperare più velocemente. I grassi sani si trovano in oli vegetali, pesce, noci e semi.
    6. Verdura, frutta e bacche: in particolare carote, pere, mele, lamponi, mirtilli, ribes. Questi prodotti contengono potassio, magnesio, fosforo, ferro e un complesso di vitamine necessarie per rafforzare il sistema immunitario.
    7. Combattere l'anemia. L'emoglobina ridotta nel sangue ha un effetto negativo sull'immunità. In questa situazione, preparazioni di ferro, ematogeni, mele, cachi aiuteranno.
    8. Rafforzare il sistema immunitario. Per un mese, 2 volte l'anno, si consiglia di assumere preparazioni naturali per stimolare l'immunità: echinacea, ginseng, Rhodiola rosea, Eleuterococco, pantocrinum. Altri immunomodulatori morbidi sono anche efficaci: immunofan, licopid.
    9. Miele e perga freschi - questi prodotti delle api sono ricchi di enzimi ed elementi chimici necessari per la promozione della salute.
    10. Irradiazione UV delle aree problematiche 2 volte l'anno. Prendere il sole dovrebbe essere somministrato, a partire da 15 minuti al giorno. Ogni giorno aumenta il tempo trascorso al sole per 5-10 minuti. Le scottature solari possono causare recidive di erisipela. Puoi passare attraverso l'UVA e nella stanza fisica di qualsiasi clinica. In questo caso, la dose è determinata dal medico.
    11. Carico fisico dosato Ogni giorno all'aria aperta. Camminare per 40-60 minuti al giorno 6 volte alla settimana fornisce una normale attività fisica. 2-3 volte a settimana, è consigliabile fare ginnastica. Un buon yoga aiuta. Aiuta a migliorare l'immunità, la resistenza allo stress e migliorare la circolazione sanguigna.
    12. Un sonno salutare aiuta a ringiovanire. Mettere da parte per riposare almeno 8 ore al giorno.
    13. Non permettere il superlavoro, l'ipotermia, il surriscaldamento, la tensione nervosa prolungata. Tali situazioni riducono le proprietà protettive del corpo.
    14. Non raccomandato:
      • alcol e sigarette;
      • prodotti contenenti caffeina: caffè, cola, cioccolato;
      • cibi piccanti e salati.

    Un'Altra Pubblicazione Sulle Allergie

    Recensione: Vitamine Kiev Vitamina E Vitamina Vitamina Fabbrica - Come sbarazzarsi di acne

    Sembrerebbe che dopo il 25 il problema dell'acne non dovrebbe influenzare una donna. Ma no, dopo aver smesso di allattare mia figlia, la mia faccia era cosparsa.


    Wen sul viso

    Ogni persona desidera avere una pelle perfettamente liscia e sana, perché aiuta a sentirsi più sicuri. Tuttavia, molte persone affrontano diversi problemi: acne, eruzione cutanea. Un problema molto serio è la wen sul viso.


    Cosa succede se c'è una forte irritazione nella zona intima?

    Grave irritazione nella zona intima può causare gravi disagi sia per gli uomini che per le donne. In alcuni casi, possiamo anche parlare di dolore grave mentre camminiamo, per non parlare di un difetto estetico sotto forma di grave rossore, gonfiore e piccoli brufoli sulle aree pubica e genitale.


    Perché i neonati hanno brufoli: un approccio competente al problema

    Brufoli sul viso di un neonato sono forse la causa più comune di preoccupazione per i genitori. È improbabile che troverai una famiglia che non ha riscontrato un tale problema.