È possibile catturare l'erisipela del piede?

L'erisipela è una malattia infettiva comune che si manifesta rapidamente, interessando la superficie della pelle di alcune parti del corpo. La causa principale di questa malattia sono gli streptococchi, che attaccano istantaneamente i tessuti molli, contribuendo alla progressione della malattia.

Molto spesso, l'infiammazione erisipelatosa (erisipela) si verifica negli arti inferiori. In questo caso, la gamba si gonfia fortemente e visivamente inizia a somigliare a un rullo del volume. L'astuzia della malattia è che dopo una persona affronta ricadute che possono provocare una malattia come l'elefantiaca. Non è sorprendente che molti siano interessati a, l'erisipela del piede è contagiosa o meno.

Sintomi e segni

L'infezione si sviluppa entro dieci giorni. Solo alla fine di questo periodo, la malattia inizia a manifestarsi. Una persona sente un malessere generale. A questo punto, potrebbe verificarsi i seguenti sintomi:

  • mal di testa di natura regolare;
  • condizioni di brividi e febbre;
  • debolezza muscolare e dolore;
  • crampi agli arti inferiori malati;
  • il corpo diventa letargico e impotente;
  • la temperatura aumenta.

In casi più rari, la diarrea, il vomito e la nausea possono essere sintomi associati. E questa condizione a volte porta allo sviluppo di anoressia. Appena un giorno dopo, altri segni iniziano ad apparire, indicando erisipela della gamba. Nella zona dell'arto inferiore c'è dolore e sensazione di bruciore, si avverte una forte tensione. Poi la gamba scorre, la pelle diventa rossa e si formano i fuochi con desquamazione.

A seconda della forma che assume la malattia, una persona può presentare ulteriori sintomi. Sulla superficie della pelle possono comparire bolle piene di liquido. Inoltre, le gambe sono coperte da ulcere trofiche ed erosioni, le vesciche sono piene di coaguli di sangue. Inoltre, può sviluppare:

  • bruciore nella pelle colpita;
  • una sensazione di scoppio che si verifica dove c'è l'infiammazione;
  • l'area interessata cambia colore e diventa borgogna.

Successivamente, la superficie della pelle diventa scarlatta, il tessuto molle comincia a gonfiarsi, trasformandosi in una sorta di cuscino. C'è febbre nel sito della lesione, il gonfiore diventa più evidente ogni giorno.

Modi di infezione

L'agente causale dell'erisipela entra nel corpo attraverso le goccioline trasportate dall'aria. In alcuni casi, l'infezione si verifica attraverso il metodo del contatto familiare. Tuttavia, questo è estremamente raro. Lo streptococco si trova all'interno del corpo attraverso il danno che esiste sulla membrana mucosa e sulla superficie della pelle. Questi potrebbero includere tagli, abrasioni, ferite riportate dopo l'intervento chirurgico, punture di insetti e vesciche che sono state aperte.

Una malattia come l'erisipela inizia a svilupparsi dopo il contatto con una persona nel cui corpo è presente un'infezione da streptococco. In casi più rari, le specie emolitiche da streptococco possono già essere presenti sulle mucose e sulla pelle. All'inizio è in uno stato passivo, e poi, quando vengono le condizioni favorevoli, inizia ad attivarsi.

L'erisipela del piede è contagiosa?

Affrontando una tale malattia e osservandola con i miei conoscenti, molti cominciano a chiedersi se l'erisipela della gamba sia contagiosa o meno. Questo problema diventa particolarmente rilevante, dato che la malattia stessa è abbastanza comune.

Tuttavia, non è sempre la persona dopo il contatto con il corriere che diventa erisipela. Altre forme di infezione da streptococco possono apparire e talvolta è completamente asintomatica.

In genere, l'infezione e lo sviluppo di questa patologia si verificano in presenza di fattori concomitanti:

  • una passione per l'abbronzatura;
  • ipotermia frequente;
  • essere sotto stress;
  • sbalzi di temperatura

Le persone che sono portatrici di erisipela, per altri sono considerati malokotagioznymi. Pertanto, l'infezione si verifica raramente. Ma se la persona in contatto ha diabete o tromboflebiti, obesità o vene varicose, ha micosi dei piedi e ulcere trofiche, allora il rischio di contrarre questa malattia aumenta più volte.

recidive

La prognosi per l'erisipela è abbastanza favorevole. Soprattutto quando la malattia non ha il tempo di svilupparsi in una forma grave. In questo caso, un trattamento complesso e composto correttamente darà buoni risultati.

La ricaduta della malattia è più probabile quando si verifica in età avanzata, quando una persona si trova di fronte a frequenti disturbi digestivi e se vi sono disturbi della linfa e del flusso venoso. Le persone con un sistema immunitario indebolito sono a rischio. Pertanto, per non affrontare nuovamente l'erisipela, è necessario monitorare attentamente la propria salute.

Metodi di trattamento

La terapia per questa malattia deve necessariamente essere completa, finalizzata non solo all'eliminazione dei sintomi spiacevoli, ma anche alla lotta contro l'infezione streptococcica. Se l'erisipela è grave, il trattamento viene eseguito in condizioni stazionarie. La terapia per anziani e bambini è anche sotto la supervisione di medici.

Il trattamento dell'erisipela si basa su farmaci che possono combattere un'infezione batterica. Pertanto, quando il trattamento domiciliare è sempre prescritto antibiotici come Spiramicina, Doxiciclina, Azitromicina. Se il corpo umano non tollera le droghe di questo gruppo, il medico prescrive fluconazolo o delagil.

Con le complicazioni esistenti, quando si forma un ascesso o un flemmone, un farmaco come la benzilpenicillina è collegato alla terapia. È accettato per dieci giorni. Inoltre, sono raccomandati complessi vitaminici. Di solito sono ubriachi durante il mese.

Per eliminare una condizione febbrile, a una persona viene prescritta una bevanda calda e abbondante. Con una forte infiammazione della pelle, vengono prescritti farmaci anti-infiammatori. Durante l'intero periodo di trattamento, è necessario seguire il riposo a letto. Un tale schema terapeutico porta a un risultato positivo e consente di sbarazzarsi dell'erisipela senza conseguenze e complicazioni.

Malattia di erisipela sulla gamba

L'erisipela era conosciuta anche ai tempi di Ippocrate, ma fu solo nel 19 ° secolo che iniziarono a considerarla una malattia infettiva. Esternamente, la malattia appare un'infiammazione cutanea progressiva abbastanza rapidamente. Ora c'è una tendenza allo sviluppo di frequenti ricadute di erisipela sullo sfondo di un'alta incidenza della popolazione. Tra le altre malattie infettive, questa malattia è tra le prime cinque in termini di prevalenza tra la popolazione.

Erisipela per ragioni

La malattia del piede è una malattia infettiva di natura batterica. Il suo agente patogeno è lo streptococco emolitico di gruppo A Streptococcus pyogenes. I batteri penetrano attraverso i danni alla pelle e causano l'intossicazione del corpo.

L'erisipela degli arti inferiori è più comune nelle donne in gruppi di età più avanzata. Negli uomini, la malattia viene diagnosticata all'età di 20-30 anni, spesso il loro lavoro è associato a frequenti lesioni della pelle, cambiamenti di temperatura e contaminazione del tegumento. Questa malattia può colpire la pelle dei bambini, è estremamente pericoloso per i neonati.

L'erisipela può manifestarsi in diverse parti del corpo, ma la sua localizzazione più frequente sono le gambe delle gambe. Questo può essere spiegato dal loro costante contatto con polvere e terra, dove possono essere localizzati gli agenti patogeni. Le persone anziane che hanno uno stile di vita sdraiato possono avere ulcere trofiche sulle gambe, che sono un ambiente favorevole per la microflora patogena.

Inoltre, l'erisipela sulla gamba può essere causata da focolai di infezione cronica da streptococco (carie o tonsillite cronica), che con il flusso sanguigno o linfatico possono diffondersi nel corpo e provocare problemi dermatologici.

La forte immunità è un ostacolo affidabile allo sviluppo dell'infezione, ma per varie ragioni, le funzioni protettive del corpo possono essere indebolite a causa di fattori acquisiti o congeniti.

Oltre all'immunità, i seguenti fattori possono influenzare lo sviluppo di un processo patologico:

  • ipotermia frequente;
  • abbronzatura forte;
  • cadute di temperatura;
  • stress, nervosità eccessiva.

Le seguenti malattie sono un buon background per lo sviluppo della patologia del piede:

  • ulcere trofiche;
  • diabete mellito;
  • micosi sui piedi;
  • tromboflebite;
  • l'alcolismo;
  • l'obesità;
  • vene varicose.

Epidemie di erisipela - un fenomeno stagionale, soprattutto casi di malattia segnalati in estate e in autunno.

La tazza sulla gamba è contagiosa?

I pazienti, così come le persone che entrano in contatto con loro nella vita di tutti i giorni, sono interessati a sapere se l'erisipela è contagiosa per gli altri. Gli infermieri confermano l'infettività dell'erisipela, è facilmente trasmessa da una persona all'altra. Un paziente con qualsiasi infezione da streptococco è la principale fonte di infezione. Pertanto, quando si maneggiano ferite e altre manipolazioni, è necessario utilizzare guanti e quindi lavarsi accuratamente le mani con acqua e sapone. Inoltre, esiste la possibilità che l'agente patogeno entri nel corpo attraverso il tratto respiratorio o si diffonda da altri focolai di infezione nel corpo.

Lo streptococco potrebbe non manifestarsi. Nel 15% della popolazione, l'agente patogeno si trova nel corpo in uno stato latente e non causa sintomi di erisipela sulla gamba. È contaminato da tutti? No, le persone con un'immunità stabile possono facilmente far fronte a questa infezione. Lo sviluppo della patologia si osserva solo negli individui con elevata suscettibilità allo streptococco. Ci sono suggerimenti che tale predisposizione sia geneticamente determinata.

Sintomi di erisipela

Il periodo di incubazione dell'erisipela dura da alcune ore a cinque giorni. La malattia appare piuttosto acuta con la comparsa di brividi, letargia e mal di testa, nausea, vomito e un significativo aumento della temperatura corporea. Durante il giorno, ci sono sintomi esterni di erisipela. La malattia sulla gamba si manifesta come arrossamento della pelle, edema e emorragie puntiformi. Ciò è dovuto al fatto che l'infezione da streptococco attacca principalmente i capillari. L'infiammazione delle loro pareti porta a difficoltà nel deflusso del sangue e anche la fornitura di tessuti con sostanze nutritive essenziali, ossigeno e l'astrazione dei prodotti metabolici non avviene correttamente.

Esistono diverse forme di facce, a seconda della sua manifestazione clinica:

L'erisipela eritematosa si manifesta con l'aspetto di una chiazza di pelle arrossata. L'eritema appare sulla pelle sana, ha confini chiari di distribuzione. I suoi bordi di forma irregolare, di colore non uniforme, ricordano le fiamme. Al posto di tali formazioni, in seguito, si osserva la desquamazione.

Erisipela eritematoso-bollosa della gamba, come tutte le specie successive, si sviluppa sullo sfondo dell'eritema. Dopo 1-2 giorni, bolle (bolle) appaiono sulla sua superficie dopo il distacco dell'epitelio, che sono riempite con un liquido trasparente. In caso di complicazioni, può comparire un'erosione dolorosa al loro posto e successivamente ulcere trofiche.

L'erisipela eritematosa ed emorragica procede allo stesso modo di quella eritematosa, ma è caratterizzata da emorragie in aree di pelle arrossata.

La forma bullosa-emorragica della malattia assomiglia a erysipelas eritematoso-bolloso, ma la differenza è che il liquido nelle bolle è opaco e contiene sangue.

Con il trattamento corretto e tempestivo dell'erisipela, la probabilità di una completa riabilitazione è piuttosto alta. Le forme ricorrenti della malattia sono molto più difficili da trattare.

Erisipela sulla gamba. Foto, cause di malattia e metodi di trattamento

L'erisipela è una malattia molto pericolosa. Il nome stesso, se tradotto dal francese, significa "rosso". E per una buona ragione, perché il processo è sempre accompagnato da iperemia - arrossamento della pelle nel sito di lesione.

Senza ricevere l'aiuto qualificato dei medici, una persona rischia di fare serie complicazioni. Soprattutto quando si basa su rimedi popolari, aggrava la situazione del tutto, perdendolo fuori controllo.

Cos'è questa malattia?

Cos'è l'erisipela sulla gamba? Questa è una manifestazione di infezione sotto forma di infiammazione della pelle. Spesso la patologia si manifesta negli arti inferiori. Ciò può essere spiegato dal fatto che le gambe sono più vicine al suolo e il loro contatto con lo sporco e la polvere è semplicemente inevitabile. Le facce colpevoli sono gli streptococchi, che cadono dall'ambiente esterno.

La malattia dell'erisipela sulla gamba è piuttosto specifica. È un fatto noto che sono le donne che spesso si ammalano all'età, e tra i giovani, al contrario, la malattia colpisce attivamente gli uomini.

Spesso questa malattia viene trasmessa da persone anziane e da lungo tempo in condizioni di lavoro non igieniche, il che porta a frequenti processi di contatto a lungo termine con polvere, sporcizia e agenti infettivi.

Cause di malattia

Il colpevole nella malattia dell'erisipela sulla gamba è l'infezione da streptococco. Il suo principale agente patogeno è lo streptococco. Lui stesso entra nel corpo attraverso il "cancello", vale a dire:

  • morsi di vari insetti dall'ambiente;
  • qualsiasi tipo di pettinatura;
  • ferite, ustioni.

Per quanto sopra, vale la pena di aggiungere che la malattia può apparire come risultato di un'infezione molto vecchia da streptococco (tonsillite, carie avanzata).

I batteri dalla posizione principale della loro permanenza insieme al sangue iniziano a "camminare" lungo le pareti del corpo. Quindi creano problemi su tutto il corpo, comprese le malattie dermatologiche. La forte immunità è il nemico della patologia, ma se per qualche motivo si è indebolita, le conseguenze possono essere spiacevoli.

Oltre all'immunità debole, ci sono molte ragioni che possono influenzare lo sviluppo dell'erisipela:

  • stress e ansia;
  • ipotermia costante delle gambe;
  • abbronzatura forte;
  • l'alcolismo;
  • ulcere;
  • vene varicose;
  • tromboflebite.

Erisipela: è contagiosa?

Di per sé, la malattia si riferisce al tipo di infettiva, e nella misura massima può essere attribuita alla lista di infettiva. L'infezione è facilmente trasmessa da persona a persona. Pertanto, se possibile, vale comunque la pena evitare il contatto con una persona infetta. Se il paziente vive con te nella stessa casa, è necessario trattare le ferite con guanti sterili e dopo ogni procedura, lavarsi accuratamente le mani con detergente e preferibilmente con un antisettico.

sintomi

La malattia ha un lungo periodo di incubazione di circa 10 giorni. Al termine di questo periodo, l'erisipela mostra i suoi sintomi.

Di regola, al primo stadio, si sente come un malessere generale:

  • mal di testa;
  • affaticamento e dolore muscolare;
  • temperatura elevata;
  • a volte possono verificarsi vomito, nausea, diarrea e persino anoressia.

Ecco come appare una tazza su una gamba. Dopo i primi segni, dopo un giorno (non più tardi), si aggiungono bruciore, dolore, tensione, il sito della lesione inizia a diventare rosso e si gonfia.

Tipi e forme di erisipela a piedi

Le forme di infiammazione delle gambe sono distribuite in base alla natura dei cambiamenti locali:

  1. Forma eritematosa: l'area interessata inizia ad arrossire. In questo caso, l'eritema, che è appena apparso, sarà più alto della pelle stessa. Ha confini chiaramente definiti. La sua principale differenza è la forma irregolare dei bordi e il colore molto brillante e uniforme.
  2. Forma eritematosa-bollosa - inizialmente sembra la stessa della prima forma, anche se dopo un paio di giorni la pelle della sezione delle gambe si esfolia gradualmente. In parallelo con questo, la formazione di bolle. Quelli a loro volta sono pieni di liquido senza colore. Quando esplodono le vesciche, le croste marroni prendono il loro posto. Con cure mediche tempestive, non appena le croste iniziano ad allontanarsi, la pelle rosa e giovane si forma al loro posto. Ma se l'aiuto non è stato fatto in tempo, le cavità sotto le croste si trasformeranno gradualmente in ulcere trofiche.
  3. Forma eritematosa ed emorragica: sembra quasi la stessa della forma sopra descritta, tuttavia, nelle aree colpite può verificarsi un'emorragia.
  4. Forma emorragica di Bullosa - esternamente è molto simile alla forma eritematosa-bollosa. L'unica differenza è che le bolle sulla pelle non sono riempite con un liquido trasparente, ma con il sangue.

Metodi di trattamento della malattia della pelle

Al primo sospetto, è necessario contattare un dermatovenerologo per un aiuto professionale il più rapidamente possibile. L'autotrattamento è pericoloso, come in qualsiasi altra malattia. Se si esegue una faccia, può causare gravi conseguenze.

L'erisipela sulla gamba, il cui trattamento differisce dalla forma e dall'abbandono, ha diverse opzioni. Se il grado della malattia è iniziale, il consueto trattamento ambulatoriale sarà sufficiente. Ma se il caso è grave, l'ospedalizzazione nel reparto chirurgico è indispensabile.

Di regola, ai pazienti viene prescritto un ciclo di antibiotici. Includono eritromicina, oleanodomicina, biseptolo, ecc. Se è possibile rimanere in ospedale, il medico può prescrivere un ciclo di iniezione intramuscolare o endovenosa.

Oltre agli antibiotici, il trattamento farmacologico include farmaci:

  • vitamine dei gruppi A / B / C;
  • rimedi per le infiammazioni;
  • farmaci vascolari e diuretici;
  • medicinali per abbassare la permeabilità dei vasi sanguigni.

Nel trattamento dell'erisipela sul piede vengono utilizzati preparati locali - unguento all'eritromicina, soluzione di furatsilina. Se rifiutiamo il trattamento farmacologico, le procedure speciali spesso aiutano nel recupero, che sono spesso utilizzate per la manifestazione di sintomi acuti:

  • esposizione alla corrente ad alta frequenza;
  • irradiazione ultravioletta;
  • terapia laser.

Metodi di trattamento della medicina tradizionale

  1. Prendi un fiore di camomilla, mescola con le foglie della madre e la matrigna, rispettando le proporzioni di uno a uno, aggiungi un po 'di miele. Miscela per trattare il posto interessato più volte al giorno.
  2. Per un normale foglio di bardana, dovresti aggiungere un po 'di panna acida fatta in casa. Quello che è successo, si applica al punto dolente.
  3. Prendiamo le foglie della piantaggine, impastiamo con cura, tritiamo finemente e mescoliamo insieme al miele, in proporzioni tali da risultare uno a uno. Quindi fate bollire a fuoco basso e lasciate riposare per circa due ore.
  4. Parti del corpo interessate devono essere lubrificate con grasso di maiale ogni 2 ore. Quindi, allevia rapidamente l'infiammazione.
  5. Anche il trattamento dell'erisipela con l'achillea dà risultati. Raccogliere le foglie, sciacquare e riempire con acqua bollente. Dopo un po 'di tempo, quando il brodo si è leggermente raffreddato, prendi le foglie e attaccale ai luoghi che sono stati colpiti. Quindi, prendi un panno morbido, copri con un pacchetto di cellophane e avvolgi l'impacco risultante con una benda elastica. Dopo che le foglie sono completamente asciutte, i punti dolenti dovrebbero formarsi un po '- rimuovere le foglie vecchie e mettere quelle rimanenti. La procedura stessa può e deve essere ripetuta da sei a sette volte o più. Dopo tre o quattro compresse, il prurito scompare e una settimana dopo l'erisipela dovrebbe lasciarti.
  6. In Oriente, i volti sono smaltiti con l'aiuto di vino e ruggine. Questi due ingredienti sono mescolati e con l'aiuto di essi fanno le compresse.
  7. Anche nelle ricette popolari puoi trovare un modo per combattere la malattia con una miscela di farina di riso e gesso. La crema risultante è stata applicata sul viso e si è protratta per circa una settimana, impedendo l'ingresso dei raggi del sole.

Trattamento con gesso Strumento affidabile della gente

Nel trattamento folk dell'erisipela il gesso è uno degli ingredienti più comuni. La menzione di esso si trova in ogni libro di testo, e nonostante la sua semplicità, il metodo è molto efficace.

Come trattare il gesso facciale?

  1. È necessario trasformare il gesso in una polvere, cospargere un punto che è stato colpito su di esso, e avvolgerlo con un panno rosso o solo uno straccio.
  2. Quindi avvolgere un impacco con un asciugamano. Il trattamento stesso viene effettuato solo di notte. Dopo una procedura simile, la temperatura scenderà al mattino, il colore rosso scomparirà insieme a un forte tumore. Dopo tre o quattro giorni, la tazza andrà via completamente.

Per rendere questa procedura folk intelligente ancora più spettacolare, devi prendere in proporzioni uguali camomilla in polvere e fiori di salvia e versarla nella polvere, che è stata preparata dal gesso in precedenza.

Trattamento con dieta

Per accelerare la lotta contro la malattia, puoi usare una dieta speciale - non il modo più piacevole, ma agire. Consiste in limone e acqua o semplicemente succo d'arancia. Dopo che la temperatura si è stabilizzata, trasferire il paziente a tre pasti al giorno dalla frutta. La durata di una dieta così rigida circa una settimana.

È importante che, oltre alla frutta fresca, non venga dato nulla al paziente. Puoi bere solo acqua, pura o con limone.

Se la malattia ti ha preso in inverno, quando non ci sono frutta fresca in giro, puoi essere trattato con frutta secca, che dovresti prima immergerli in acqua, aggiungere carote grattugiate, latte, miele. Il corso del trattamento può durare fino a due settimane.

Se hai l'erisipela, i tuoi occhi sono infiammati, allora puoi fare lozioni che ti aiuteranno ad alleviare il disagio e il gonfiore. Per fare questo, prendi le foglie o semi di droga - hai bisogno di circa 20 grammi. semi. Li mettiamo in un bicchiere con acqua bollente, avvolgiamo e insistiamo per circa mezz'ora. Dopo che il brodo è stato infuso, è necessario filtrarlo e diluire con metà acqua corrente. Tutto è pronto - ora puoi fare lozioni per gli occhi.

Prevenire una terribile malattia

La malattia stessa è molto seria, causa complicazioni e richiede un trattamento a lungo termine. Come altre malattie, è meglio prevenirlo che curarlo a lungo. Inoltre, la prevenzione non richiede molto sforzo e tempo.

Sia gli adulti che i bambini sono a rischio di contagio con mug, in particolare persone con:

  • Infezione da HIV;
  • le allergie;
  • insufficienza cardiaca;
  • vene varicose.

Queste categorie di pazienti dovrebbero monitorare attentamente la loro salute. Prima di tutto - condurre uno stile di vita attivo, mangiare bene, dormire bene, evitare ed eliminare situazioni stressanti, in altre parole - rafforzare la vostra immunità.

Se parliamo di prevenzione locale, è ancora più semplice: è necessario mantenere l'igiene, evitare infortuni, non avere un eccesso di energia e non surriscaldarsi, specialmente quando si tratta di gambe.

Vi è una prevenzione primaria e secondaria della comparsa di infiammazione. Primaria è la completa assenza di contatto con il paziente. Il secondario ha lo scopo di evitare la ricorrenza dell'erisipela già guarita sulla gamba.

Se la malattia sta tormentando su base continuativa, allora in tali casi è risolto da una preparazione - un corso di antibiotici. Il trattamento può durare da un mese a un anno, ma si noti che solo un medico può prescrivere farmaci.

Erisipela: quali cause, come procede e come trattare la malattia?

Erisipela o erisipela della pelle è una delle manifestazioni di un'infezione acuta da streptococco generale. Questa malattia si manifesta con la lesione focale predominante del derma e il sottostante grasso sottocutaneo e procede sullo sfondo della sindrome da intossicazione. L'erisipela è distribuita principalmente in paesi con un clima temperato e freddo, il più delle volte l'aumento di incidenza è notato in offseason.

eziologia

L'erisipela è un'infezione della pelle causata da gruppo β-emolitico streptococco A. Viene anche chiamato piogenico. Inoltre, qualsiasi ceppo (sierotipo) di questo batterio è patogeno per l'uomo e può, in determinate condizioni, portare a erisipela.

Lo streptococco β-emolitico è un batterio sferico sferico fisso, che forma un numero sufficientemente grande di sostanze tossiche per l'uomo. Appartengono alle esotossine, perché per la loro selezione non richiede la morte del patogeno. Sono queste sostanze che formano la base dell'aggressività e della patogenicità dello streptococco, determinano le caratteristiche della reazione del corpo umano all'introduzione di questo patogeno. Hanno un effetto pirogenico, citotossico, istotossico, emolitico, immunosoppressivo.

Lo streptococco β-emolitico ha una resistenza piuttosto elevata a molti fattori fisici esterni. Sopporta perfettamente il congelamento e l'essiccazione. Ma l'aumento della temperatura influisce negativamente sui suoi mezzi di sostentamento. Questo spiega la minore prevalenza di tutte le forme di infezione da streptococco nei paesi con climi caldi.

Come viene trasmessa l'infezione?

L'infiltrazione dell'agente patogeno avviene attraverso goccioline trasportate dall'aria. Metodo di trasmissione della famiglia di contatto meno comunemente osservato. I cancelli d'ingresso possono essere microdamaggi della mucosa e della pelle, graffi, abrasioni, punture di insetti, vesciche, ferite e superfici postoperatorie.

Lo streptococco β-emolitico causa anche non solo l'erisipela, ma anche molte altre condizioni settiche. L'agente eziologico di qualsiasi sierotipo può portare allo sviluppo di vari piodermas. E non dipende dalla via di accesso e dalla forma clinica dell'infezione da streptococco in un paziente che è diventato la fonte dell'infezione. Pertanto, erisipela può svilupparsi dopo il contatto con una persona che soffre di qualsiasi forma di infezione da streptococco o addirittura è il suo vettore asintomatico.

Lo streptococco β-emolitico causa mal di gola, sinusite, reumatismi, febbre reumatica acuta, scarlattina, streptoderma (anche sotto forma di impetigine e ectima). Lo streptococco è spesso rilevato in pazienti con sepsi, polmonite, meningite non epidemica, miosite, osteomilite, fascite necrotizzante, tossicosi alimentare, glomerulonefrite acuta, uretrite non specifica e cistite. Nelle donne, è la causa più comune di endometrite postpartum e post-aborto, e nei neonati - omphalitis.

Inoltre, per molte persone, lo streptococco β-emolitico è un parassita obbligato ed è incluso nella biocenosi naturale della pelle e delle mucose. In questo caso, può essere attivato e portare alla malattia quando si creano condizioni favorevoli al suo sviluppo.

È una tazza di contagio

Lo streptococco si riferisce a patogeni piuttosto comuni e aggressivi. Questo porta alla comparsa di una domanda naturale: la tazza è contagiosa o no?

Un numero significativo di persone in contatto con il paziente non si ammala. Ma poiché l'erisipela è una delle possibili manifestazioni di una comune infezione da streptococco, è possibile la trasmissione di un patogeno da una persona malata a una persona sana. Ciò non significa lo sviluppo inequivocabile dell'erisipela in lui. Possono verificarsi altre forme di infezione da streptococco o transitoria trasporto asintomatico.

Nella maggior parte dei casi, una patologia clinicamente significativa e in particolare l'erisipela si sviluppa quando una persona ha un numero di determinati fattori predisponenti. In generale, i pazienti con infiammazione erysipelatous sono considerati a basso contagio.

Erisipela di tibia

Cosa contribuisce allo sviluppo della malattia

I fattori predisponenti sono:

  • Stati di immunodeficienza di qualsiasi origine. L'insufficiente reattività del sistema immunitario può essere causata da HIV, ipercitochinemia, radiazioni e chemioterapia, farmaci immunosoppressori dopo il trapianto, alcune malattie del sangue, terapia con glucocorticosteroidi. L'immunodeficienza relativa è anche nota dopo le malattie infettive e infiammatorie prolungate recentemente trasferite o in corso.
  • La presenza di insufficienza venosa cronica degli arti inferiori con vene varicose. L'erisipela della gamba si verifica spesso sullo sfondo del ristagno del sangue e dei disturbi trofici associati ai tessuti molli delle gambe e dei piedi.
  • Tendenza alla linfostasi e alla cosiddetta elefantiasi. Ciò include anche disturbi del drenaggio linfatico dovuti alla rimozione di pacchetti di linfonodi regionali durante il trattamento chirurgico di tumori maligni.
  • Violazione dell'integrità della pelle in dermatite di qualsiasi eziologia, micosi, dermatite da pannolino, piaghe, ferite, abbronzatura eccessiva. Alcuni rischi professionali possono anche portare a microdanni epidermici (lavorando in ambienti eccessivamente asciutti, polverosi, inquinati da sostanze chimiche, indossando abiti da lavoro stretti e poco ventilati e equipaggiamento protettivo personale). Particolare importanza è data alle iniezioni di sostanze stupefacenti. Di solito sono prodotti in condizioni asettiche e promuovono lo sviluppo della flebite.
  • La presenza di focolai di infezione streptococcica cronica. Più spesso questi sono denti cariati e gengivite concomitante, tonsillite cronica e rinosinusite.
  • Il diabete mellito.
  • Carenza cronica di nutrienti e vitamine di base, che è possibile con l'osservanza di diete e di fame irrazionali, malattie del tratto digestivo con una lesione primaria dell'intestino.

patogenesi

L'erisipela può verificarsi sia nell'area di penetrazione primaria dello streptococco che lontano dal cancello d'ingresso dell'infezione. Nel secondo caso, il ruolo chiave è svolto dalle vie ematogene e linfogene di diffusione del patogeno dal fuoco infiammatorio primario. È anche possibile attivare un agente patogeno persistente a lungo termine nel derma, mentre la tazza spesso acquisisce un corso recidivante.

La penetrazione e la successiva moltiplicazione dello streptococco β-emolitico portano a un complesso di cambiamenti locali e generali. Sono causati dal danno cellulare diretto, dall'azione delle esotossine batteriche e dall'inclusione di un meccanismo immunopatologico. Tutti gli organi sono coinvolti nel processo in vari gradi, e i reni e il sistema cardiovascolare sono tra i bersagli secondari più probabili.

L'infezione da streptococco è caratterizzata da una generalizzazione abbastanza rapida, dovuta alle peculiarità della risposta immunitaria locale nel sito di introduzione del patogeno e all'elevata attività delle sostanze secrete da esso. Pertanto, con insufficiente reattività del sistema immunitario, la sepsi può svilupparsi con la comparsa di focolai settici secondari.

L'inclusione di un meccanismo autoimmune, che è caratteristico dell'infezione da streptococco β-emolitico, è anche di grande importanza. Questo è accompagnato da una mancanza di efficacia dei meccanismi di eliminazione naturale. In determinate condizioni, una persona che ha avuto qualsiasi forma di infezione da streptococco rimane sensibilizzata. E la reintroduzione del patogeno scatenerà la sua risposta immunitaria attiva e non del tutto adeguata. Inoltre, può causare lo sviluppo di malattie secondarie con un meccanismo autoimmune: glomerulonefrite, miocardite e molti altri.

Peculiarità dei cambiamenti locali nell'erisipela

Il massiccio flusso di esotossine nel sangue contribuisce alla rapida comparsa e all'aumento dell'intossicazione generale. Ciò è aggravato dal rilascio attivo di mediatori dell'infiammazione a causa del lancio di reazioni allergiche e autoallergiche, perché l'erisipela di solito si verifica sullo sfondo della sensibilizzazione del corpo già esistente alle infezioni da streptococco.

L'introduzione dell'agente patogeno, l'effetto delle sue tossine e l'effetto citotossico dei complessi immunitari risultanti innesca l'infiammazione sierosa nello strato reticolare del derma. Si verifica con una lesione locale delle pareti dei vasi sanguigni linfatici e del sangue e lo sviluppo di linfangite, microflebitis, arterite. Ciò contribuisce alla formazione di un'area edematosa, dolorosa e fortemente iperemica, chiaramente demarcata dalla cute sana circostante.

L'essudato sieroso formatosi durante l'erisipela si infiltra nei tessuti, si accumula negli spazi intercellulari ed è in grado di esfoliare la pelle. Questa potrebbe essere la causa della formazione di bolle, il cui pneumatico è l'epidermide.

Come risultato dell'infiammazione e dell'azione delle tossine, si verifica la paresi dei capillari sanguigni e un forte aumento della loro permeabilità. In questo caso, i globuli rossi si estendono oltre il letto vascolare e l'essudato sieroso può diventare emorragico. E la massiccia emolisi tossica degli eritrociti aggrava i disturbi del microcircolo e può causare l'attivazione del sistema di coagulazione del sangue. La formazione di coaguli di sangue colpisce drammaticamente l'apporto di sangue all'area infiammata, che può portare alla necrosi dei tessuti.

Migrazione al sito dell'infiammazione dei neutrofili batterici fagocitici e morire con loro. Il progressivo accumulo di tali cellule distrutte, leucociti e tessuti sottoposti a proteolisi contribuisce alla transizione di infiammazione sierosa in purulenta. Allo stesso tempo, disordini immunitari secondari e una diminuzione della funzione di barriera della pelle contribuiscono all'adesione di un'infezione secondaria, il che rende più pesante e complica il decorso della malattia.

Il coinvolgimento nel processo del tessuto adiposo sottocutaneo sottostante aggrava il drenaggio linfatico alterato e contribuisce a rendere la malattia flemma. L'agente causale allo stesso tempo ottiene l'opportunità di diffondersi ulteriormente lungo le guaine fasciali degli arti.

classificazione

La malattia da erisipela ha diverse forme cliniche. È classificato:

  • Secondo la presenza nel corpo dell'epidemia di infezione streptococcica: primaria (derivante dall'introduzione del patogeno dall'esterno) e secondaria (con la diffusione di batteri ematogeni o linfatici).
  • Dalla natura del processo infiammatorio: forme eritematose, bollose, flemmonose e necrotiche. In realtà, sono fasi successive di ponderazione dell'erisipela.
  • La prevalenza del processo: locale, migratorio, strisciante, metastatico.
  • Per tipo di flusso: primario acuto, ricorrente e ricorrente. Dicono sulla risposta se la malattia della stessa sede si verifica più di un anno dopo il primo episodio. E sulla ricaduta - con lo sviluppo dell'infiammazione nella stessa lesione in meno di un anno o con danni di 5 volte a diverse aree della pelle.
  • Per gravità: forme lievi, moderate e gravi della malattia. In questo caso, di solito non è la gravità dei cambiamenti locali che viene presa in considerazione, ma la condizione generale del paziente e le manifestazioni della sua intossicazione. Solo con una lesione progressiva diffusa si parla di una forma grave, anche con condizioni relativamente buone del paziente.
  • Secondo la gravità dei sintomi: la forma classica della malattia, abortita, cancellata e atipica.
  • Per posizione: l'erisipela degli arti inferiori e le mani sono diagnosticate più spesso. È anche possibile avere un'infiammazione erysipelatous del viso, con la sconfitta delle palpebre eseguita in una forma clinica separata della malattia. Abbastanza raramente c'è erisipela del torso, ghiandole mammarie, scroto e organi genitali esterni femminili.

sintomi

L'erisipela inizia in modo acuto, con i segni generali non specifici di intossicazione che compaiono 12-24 ore prima che la pelle locale cambi.

La temperatura corporea sale bruscamente a numeri febbrili, che è accompagnata da brividi, mal di testa, debolezza, palpitazioni. In alcuni pazienti, sullo sfondo di grave intossicazione, si sviluppa la sindrome onirica o allucinatoria-delirante. A volte nel periodo prodromico ci sono segni di danni tossici a fegato, reni e cuore. Sonnolenza eccessiva, nausea con vomito inaffidabile sono possibili. Quindi la fase iniziale dell'erisipela non è specifica, il paziente può assumere i sintomi per i sintomi influenzali.

Cambiamenti locali - il sintomo principale della malattia. Nel corso classico, sono di natura locale e si distinguono chiaramente dalle aree della pelle adiacenti. L'erisipela eritematosa è caratterizzata dall'apparizione di una forte iperemia luminosa (eritema) con bordi chiaramente definiti e anche con un piccolo rullo alla periferia. La lesione presenta bordi irregolari e irregolari. A volte assomiglia ai contorni dei continenti su una mappa. La pelle infiammata appare spessa, gonfia, come allungata e leggermente lucida. È secco e caldo al tatto. Il paziente è preoccupato per il dolore bruciante, una sensazione di tensione e un'iperestesia acuta nell'area dell'erisipela.

Il rossore luminoso può essere sostituito da una tonalità stagnante bluastra, che è associata ad un aumento dei disturbi del microcircolo locale. Spesso ci sono anche emorragie emorragiche diapedesiche e piccole, che si spiegano con il sudore e la rottura dei vasi sanguigni.

Per 2-3 giorni della malattia, i segni di linfostasi si sviluppano spesso con lo sviluppo di linfedema (edema linfatico denso). Allo stesso tempo, vesciche e pustole possono apparire nel centro dell'attenzione, in questo caso viene diagnosticata una erisipela bollosa. Dopo averli aperti, si forma una densa crosta marrone sulla superficie della pelle.

La risoluzione dell'erisipela si verifica gradualmente. Con un trattamento adeguato, la temperatura ritorna normale entro 3-5 giorni. Le manifestazioni acute della forma eritematosa scompaiono entro 8-9 giorni e con la sindrome emorragica possono persistere per 12-16 giorni.

Il gonfiore e l'iperemia della pelle diminuiscono, la sua superficie inizia a prudere e a staccarsi. In alcuni pazienti, dopo la scomparsa dei sintomi principali, si verifica un'iperpareden- za irregolare e iperemia congestizia scura, che scompaiono da soli. Ma dopo aver sofferto una grave emorragia emorragica bollosa, può persistere per anni e persino decenni.

Peculiarità di erisipela di varia localizzazione

Nella pratica clinica, il più delle volte (fino al 70% dei casi) si verifica un'infiammazione erisitematosa della parte inferiore della gamba. Si manifesta nella forma eritematosa o emorragica-bollosa ed è accompagnata da grave edema linfatico e tromboflebite secondaria delle vene superficiali degli arti inferiori. Nella maggior parte dei casi, l'erisipela si sviluppa sullo sfondo di micosi del piede e vene varicose, meno spesso - dermatite atopica.

1. Forma emorragica di Bullosa di erisipela
2. Erisipela, linfostasi e unghia incarnita sullo sfondo di lesioni cutanee fungine

Erisipela della mano è prevalentemente eritematosa. Quasi l'80% dei casi si verifica in pazienti con linfostasi postoperatoria che si sono verificati dopo mastectomia radicale per carcinoma mammario. Le ricadute di erisipela sulla mano aggravano allo stesso tempo la condizione e portano ad un aumento dell'elefantiasi. Ciò sconvolge ulteriormente la capacità lavorativa delle donne.

La manifestazione della malattia sul viso può essere primaria e secondaria. Abbastanza spesso, il suo sviluppo è preceduto da angina, otite, sinusite, carie. L'erisipela di solito si presenta in forma eritematosa e ha un decorso lieve o minore. A volte è combinato con lesioni streptococciche delle mucose. L'erisipela delle palpebre è accompagnata da marcato edema.

Possibili complicazioni

Le complicazioni più probabili dell'erisipela includono:

  • phlegmon esteso o ascesso;
  • tromboflebiti delle vene vicine;
  • shock tossico contagioso;
  • sepsi;
  • embolia polmonare;
  • l'artrite;
  • tendovaginitah;
  • miocardite;
  • nefrite, glomerulonefrite;
  • psicosi infettiva acuta.

I principali effetti dell'erisipela sono l'iperpigmentazione persistente e l'elefantiasi.

Principi di trattamento

Poiché è possibile trattare l'erisipela a casa (secondo le attuali raccomandazioni del Ministero della Salute della Federazione Russa) con malattie lievi e moderate, nella maggior parte dei casi è possibile fare a meno di ricoverare il paziente. È sotto la supervisione di un terapeuta distrettuale e riceve cure domiciliari per loro. In presenza di vesciche, è necessaria la consultazione del chirurgo per aprire e svuotare i bulbi di grandi dimensioni, selezionando la terapia locale.

Le indicazioni per il ricovero sono:

  • vecchiaia del paziente;
  • sviluppo dell'erisipela in un bambino;
  • pronunciata immunodeficienza in un paziente;
  • decorso grave della malattia: sindrome da intossicazione pronunciata, sepsi, danno emorragico bolloso comune, forme necrotiche e flemmatiche di erisipela, aggiunta di complicanze purulente;
  • la presenza di patologie somatiche clinicamente significative scompensate e subcompensate, in particolare malattie cardiache, renali e epatiche;
  • corso recidivante.

In assenza di prove per la chirurgia, il paziente viene ricoverato in ospedale nel reparto di malattie infettive. E quando si trova in un ospedale chirurgico, dovrebbe essere nel reparto di chirurgia purulenta.

Come trattare una faccia

Nel trattamento dell'erisipela si tiene conto della forma, dell'ubicazione e della gravità della malattia. Punti importanti sono anche l'età del paziente e la presenza di malattie somatiche concomitanti. Dipende anche da quale medico curerà l'erisipela, se sarà necessario un intervento chirurgico o se sarà possibile farlo con metodi conservativi.

In qualsiasi forma della malattia richiede una terapia etiotropica sistemica completa. Il corretto trattamento dell'erisipela con antibiotici è mirato non solo a fermare i sintomi attuali, ma anche a prevenire ricadute e complicazioni. Dopo tutto, il compito della terapia antibiotica è la completa eliminazione del patogeno nel corpo, comprese le sue forme L protettive.

Lo streptococco β-emolitico conservava un'elevata sensibilità agli antibiotici della penicillina. Pertanto, vengono utilizzati come farmaci di prima linea nel trattamento dell'erisipela. Se ci sono controindicazioni alle penicilline o, se necessario, l'uso di forme di compresse, antibiotici di altri gruppi, sulfonamidi, furazolidoni, biseptolo può essere prescritto. L'antibiotico correttamente selezionato consente di migliorare le condizioni del paziente già durante il primo giorno.

In caso di malattia grave, il siero anti-streptococco e la gamma globulina possono essere utilizzati in aggiunta alla terapia antibiotica.

I FANS (con scopi anestetici, antipiretici e antiinfiammatori), antistaminici (per desensibilizzazione) sono usati come agenti ausiliari. In caso di intossicazione grave, vengono mostrate le infusioni a base di glucosio o soluzione salina. La terapia sistemica a lungo termine con glucocorticosteroidi viene eseguita anche per il trattamento di forme bollose a forte fluire e lo sviluppo di linfostasi pronunciate.

In alcuni casi, vengono prese misure per attivare il sistema immunitario. Questo può essere l'uso di preparazioni del timo, biostimolanti e multivitaminici, autoemoterapia, infusione di plasma.

È stato anche dimostrato che la terapia locale migliora significativamente il benessere del paziente e riduce la gravità dell'infiammazione. Nella fase acuta si usano medicazioni umide con dimexidum, furatsillinom, clorexidina, microcide. Una pomata spessa per l'erisipela in questa fase non viene utilizzata, poiché può provocare lo sviluppo di ascessi e cellulite. È consentito spolverare l'erisipela con agenti antibatterici in polvere e enteroseptolo, trattamento con aerosol antisettici.

Il trattamento delle orecchie con i rimedi popolari non può fungere da metodo principale per combattere l'infezione e non può sostituire la complessa terapia prescritta dal medico. Inoltre, quando si usano preparazioni a base di erbe, esiste il rischio di un aumento della reazione allergica e del flusso sanguigno nella zona interessata, che influenzerà negativamente il decorso della malattia. A volte, in consultazione con il medico, applicano l'irrigazione con estratto di camomilla e altri mezzi con un lieve effetto antisettico.

La fisioterapia è ampiamente utilizzata: irradiazione ultravioletta nelle dosi eritematose, elettroforesi con enzimi proteolitici e ioduro di potassio, terapia laser a infrarossi, terapia magnetica, linfopressoterapia.

prevenzione

La prevenzione dell'erisipa include il trattamento tempestivo di qualsiasi focolaio di infezione cronica, dermatiti, micosi del piede e vene varicose e il raggiungimento di un compenso per il diabete mellito. Si raccomanda di seguire le regole dell'igiene personale, scegliere abiti comodi realizzati con tessuti naturali, indossare scarpe comode. Quando compaiono dermatite da pannolino, abrasioni e calli, devono essere trattati prontamente, trattando ulteriormente la pelle con agenti antisettici.

Erisipela, con visita tempestiva di un medico e stretta osservanza delle sue raccomandazioni, può essere trattata con successo e non porta a invalidità permanente.

Sintomi, trattamento e pericolo di erisipela della gamba

L'erisipela è una pericolosa malattia della pelle infettiva causata dallo sviluppo di batteri emolitici streptococchi del gruppo A, la cui caratteristica distintiva è l'intossicazione generale del corpo e la rapida diffusione dell'infiammazione dell'epidermide di colore rosso vivo.

Lo streptococco emolitico si verifica in più di un quarto della popolazione mondiale, ma il più delle volte non manifesta la sua presenza. La situazione cambia se una persona ha un sistema immunitario indebolito o è allergica a un batterio. L'erisipela non è l'unica malattia causata dai batteri in questo gruppo. Ad esempio, un mal di gola è anche il risultato di un'infezione da streptococco.

La malattia "erisipela" (erisipela) può manifestarsi in modi diversi. Molto spesso, i punti focali dell'infiammazione si trovano in certi punti - sul corpo, sul collo, sulla gamba e, naturalmente, sul viso - il nome volgare originario della malattia era dovuto alle enormi macchie rosse sulle guance (a causa del nome a volte viene confusa con la febbre) ).

Lo streptococco è la principale causa di infezione, ma i fattori scatenanti che portano il batterio fuori dal sonno sono:

  • prerequisito ereditario per la malattia - la donna malata può dare alla luce un bambino infetto da un batterio;
  • grave allergia ai batteri;
  • immunità debole (soprattutto con l'HIV);
  • danno alla pelle;
  • ulcere trofiche;
  • grande ematoma o contusione;
  • disturbi termali della pelle (congelamento o ustione);
  • stato emotivo depresso, depressione, sindrome da stanchezza cronica;
  • gonfiore degli arti e obesità;
  • infezione da una persona in forma bollosa o nel trattamento di lesioni cutanee con uno strumento medico non sterile.

Molto spesso, l'erisipela sulla gamba, sul braccio o su altra parte del corpo si verifica durante una combinazione di diversi fattori - quindi, la probabilità di infiammazione è molto più alta nelle persone obese con ulcere trofiche e immunità depressa rispetto a una persona che ha scottature.

Il contagio è letale per chi ti circonda? Sì! Una tale malattia è pericolosa in quanto una piccola quantità di danni alla pelle o alle mucose è sufficiente perché i batteri possano passare dal paziente ai suoi familiari attraverso letti comuni o un asciugamano. I pazienti particolarmente infettivi con la forma bollosa - lo scarico dalle bolle contiene un numero enorme di batteri attivi. Il trattamento dell'erisipela richiede un'attenzione e un'attenzione speciali da parte degli altri.

La malattia ha una rapida fase di incubazione - richiede da 3 ore a 4 giorni, a seconda del tipo di infezione. Il periodo contagioso può a volte essere imballato in pochi secondi - quando, per esempio, la sporcizia della strada entra nella ferita. (Ci sono casi in cui i pazienti con ulcere trofiche si ammalano di erisipela dopo mezz'ora al freddo).

Il trattamento dell'erisipela dovrebbe iniziare con la scoperta della causa dell'infiammazione e la diagnosi del tipo di patologia:

  • in corso - fase facile, media e grave;
  • per carattere, eritematoso, bolloso (con vescicole), eritematoso - bolloso ed eritematoso - forma emorragica;
  • per ubicazione - definita all'interno della stessa area, diffusa, metastatica (con numerosi focolai infiammatori consecutivi).

I sintomi di erisipela talvolta compaiono anche prima che si verifichi l'infezione - ad esempio, se il paziente ha un'infiammazione alle gambe, sente un disagio nella parte inferiore delle gambe per un paio di settimane prima che inizi la forma attiva - dolore tirante, arti stanchi e veloci a camminare, crampi e così via.

Ma ancora per la maggior parte dei pazienti il ​​primo segno di erisipela diventa:

  • aumento di temperatura istantaneo (entro un'ora) fino a 39-40 gradi;
  • debolezza generale priva di causa, indipendente dal recente stato di salute;
  • mal di testa prolungato
  • tirando il dolore "torcente" nei muscoli e nelle articolazioni;
  • nausea, a volte raggiungendo il vomito;
  • delirio in un sogno e, meno spesso, nella realtà,
  • completa mancanza di appetito
  • sete.

I sintomi primari suggeriscono che la malattia "erisipela" che appare sul piede, provoca intossicazione generale del corpo.

La fase successiva è l'inizio del processo infiammatorio - la sensazione di una forte sensazione di bruciore e la sensazione di scoppio della pelle, che è ben noto a coloro che soffrono di edema. La pelle sul sito della fonte di infiammazione è rosa, poi rosso vivo, calda al tatto e dolorosa.

In forma lieve, è possibile curare il viso in una o due settimane, durante le quali i processi infiammatori si indeboliscono, e solo la pelle fortemente squamosa assomiglia alla malattia (lo strato morto si stacca in grandi pezzi). I tessuti danneggiati rimangono pigmentati (scuri), lucenti e levigati - qualsiasi trattamento con l'erisipela non sarà in grado di liberare completamente il paziente da questi segni (che è particolarmente spiacevole quando il viso è interessato).

Un quadro diverso con il decorso grave della malattia.

Alla domanda su come trattare una faccia sulla gamba, c'è una preoccupazione per la sicurezza dell'arto in caso di ritardo con un intervento qualificato.

Segni di infiammazione grave:

  • l'apparizione di vescicole con contenuti trasparenti e appiccicosi (sierosa o emorragica), carica di rischio di formazione di ulcere trofiche sulla parte inferiore della gamba del paziente;
  • dolore acuto alla gamba, che si verifica quando si cerca di appoggiarsi alla gamba dolorante, passando o nella prosecuzione del movimento, o in uno stato di completo riposo;
  • un aumento dell'area della zona infiammata (particolarmente pericolosa per le protezioni delle ginocchia);
  • necrosi tessutale;
  • grave gonfiore del piede, in cui il paziente non può muovere le dita normalmente.

La severa erisipela è pericolosa perché il trattamento non garantisce l'assenza di recidiva della malattia in futuro.

Esistono diversi metodi principali per arrestare e arrestare l'infiammazione causata dalla moltiplicazione attiva dei batteri emolitico streptococco.

I trattamenti includono:

  • L'uso di droghe per eliminare la causa principale dell'infezione sono i batteri e impediscono la loro ulteriore riproduzione.

Tali farmaci comprendono antibiotici che colpiscono questo gruppo di streptococchi. È necessario separare la malattia primaria e le recidive. Nel primo caso vengono mostrati gli antibiotici del primo gruppo, mentre la malattia ripetuta richiede l'uso di farmaci del secondo gruppo (poiché i batteri residui producono immunità).

Durante l'assunzione di antibiotici, è necessario smettere completamente di bere alcolici!

  • Diagnosi e trattamento di malattie che hanno causato la suscettibilità ai batteri.

Nel caso dell'erisipela della parte inferiore della gamba, questi includono l'obesità del gruppo 3, l'edema e le ulcere trofiche causate dall'insufficienza venosa.

  • Prescrivere antistaminici, sopprimere i processi allergici nel corpo.
  • Fornire una grande quantità di fluido consumato dal paziente per accelerare la rimozione delle tossine dal corpo (il paziente deve seguire una dieta a digiuno nella prima settimana della malattia, ma bere quanto più acqua normale o prodotti detergenti a base di erbe possibili)
  • Determinazione della portata della terapia locale - unguenti e impacchi.

Separatamente, vale la pena notare che eventuali unguenti antibatterici sono consentiti solo in forma lieve, mentre nel caso di infiammazione bollosa, lo strato oleoso peggiorerà solo le condizioni del paziente.

In nessun caso non si può usare l'unguento Vishnevsky!

  • Le compresse di alcol e le soluzioni di furatsilina, al contrario, faciliteranno la sofferenza di un paziente con una forma grave asciugando piccole bolle.
  • Intervento chirurgico: si devono aprire grandi vesciche per liberare il corpo dal pus e il mezzo nutritivo per i batteri.
  • Fisioterapia (per una forma leggera) - trattamento dell'estremità del paziente con luce ultravioletta, terapia con paraffina, elettroforesi.
  • Aiuta a scegliere i mezzi che supportano il sistema immunitario e le buone condizioni generali del corpo (sia i complessi vitaminico-minerali che i rimedi naturali come polline, pane d'api e pappa reale)
  • Lo smaltimento del corpo da edema (come l'uso di fondi come furosemide e decotti di erbe, per esempio, rabarbaro o aneto).
  • Prescrivere un corso di farmaci per normalizzare il lavoro delle vene.

Con la giusta scelta di trattamento, la maggior parte degli effetti spiacevoli scomparirà dopo un paio di settimane, lasciando solo i difetti estetici della pelle. In casi trascurati, il ripristino del corpo e la lotta contro le conseguenze possono richiedere più di un mese.

I sintomi di forme gravi, bollose e metastatiche richiedono di interrompere il trattamento dell'erisipela sulla gamba (o altre parti del corpo) a casa e immediatamente andare in ospedale al reparto di chirurgia purulenta, in quanto il ritardo è irto di perdita di estremità o morte.

Il problema di questa malattia sta nel fatto che l'erisipela è complicata non da come guarire, ma da come prevenire le recidive della malattia. Ci sono un numero enorme di casi in cui l'infiammazione che non è completamente guarita porta a un ritorno annuale o addirittura mensile di sintomi spiacevoli e dolorosi. In questi casi, l'unica vera tattica diventa la terapia ormonale del corpo e la stretta aderenza ad uno stile di vita sano.

Oltre alla ricorrenza della malattia, il pericolo è rappresentato da possibili complicazioni, che includono:

  • violazione della libera circolazione della linfa nella gamba, che può provocare elefantiasi - un aumento significativo di una parte del corpo a causa del ristagno linfatico (è molto difficile per i pazienti con elefantia mantenere una vita normale e attiva);
  • l'apparizione di ulcere trofiche, mangiando il corpo fino all'osso;
  • necrosi delle dita dell'arto inferiore;
  • insufficienza renale;
  • interruzioni nel lavoro del sistema cardiovascolare.

Un'Altra Pubblicazione Sulle Allergie

Come applicare unguento Vishnevsky con bolle? Composizione e principio di funzionamento

L'unguento Vishnevsky, o linimento balsamico, è stato usato con successo per molti anni nel trattamento della foruncolosi.


Come rimuovere le cicatrici dopo la varicella

Eventuali difetti estetici sul viso e sulle parti esposte del corpo ci portano un disagio significativo, indipendentemente da quanto pronunciato e visibile dall'esterno.


Come sbarazzarsi di rimedi popolari alveari

Poche persone hanno riscontrato una tale manifestazione di una reazione allergica come orticaria. È la risposta del corpo a vari fattori esterni: cibo allergenico, stress, acqua fredda o calda e persino lo sforzo fisico.


Sintomi di dermatite virale e metodi di trattamento

La dermatite virale è la distruzione dei tessuti epiteliali a seguito di un forte processo infiammatorio, la cui causa è diventata un'infezione infettiva della pelle.